Niente benedizione a scuola ma sì alla bandiera con falce e martello

La scuola media Enrico Fermi di Casalguidi Serravalle Pistoiese rifiuta la benedizione pasquale del prete. Ma fa appendere poster con la falce e martello

A marzo di quest'anno la scuola media Enrico Fermi di Casalguidi Serravalle Pistoiese non aveva concesso al parroco, don Renzo Aiardi, di impartire la benedizione pasquale. Il motivo? Nelle classi c'erano alunni non cattolici. Ora la scuola si segnala per un'altra, diciamo così, anomalia: i dirigenti dell'istituto infatti si sono rifiutati, come rileva il dirigente regionale di Fratelli d'Italia Francesco Macrì, di allestire l'albero di Natale. Una scelta che va in un'unica (e ovvia) direzione: abolire ogni simbolo che ricordi, anche solo lontanamente, le nostre tradizioni.

Ma la storia di questa scuola non finisce qui. Su segnalazione del consigliere Alessio Bartolomei, Francesco Macrì ha postato su Facebook una foto che mostra come i maestri di questo istituto facciano disegnare, per poi essere appesi, poster rossi con tanto di falce e martello per "celebrare" l'articolo 1 della Costituzione.

Una scelta senza senso, come ha spiegato Francesco Macrì, contattato da ilgiornale.it: "Si tratta di una cosa indecente. Invece di far fare il presepe o l'albero di Natale ai suoi studenti, il dirigente scolastico perde tempo con la falce e il martello. Quei professori sono politicizzati e dovrebbero dimettersi subito. C'è una forte connivenza tra questi educatori di sinistra e coloro che vogliono attaccare la nostra tradizione e la nostra cultura".

Questo fatto è stato denunciato anche da Giorgia Meloni che si è chiesta: "Ma questa gente sul serio ha in mano l'educazione e la crescita formativa dei bambini italiani?". Una domanda tragica nella sua attualità.

Commenti
Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Lun, 30/11/2015 - 18:54

Io avrei un idea su dove sistemarselo. Nell'ufficio della presidenza

evuggio

Lun, 30/11/2015 - 18:58

Questo è il risultato del silenzio di pavidi e codardi ed anche di quel 50% che non vota con la scusa inaccettabile di essere disamorato della politica!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 30/11/2015 - 19:00

perfetta dimostrazione della dittatura comunista, mafiosa e tangentara! cosa ci dice il signor cre.tino PONTALTI? o ANDREA SEGAIOLO? oppure XGERICO? tutti di sinistra :-) però chiedono a berlusconi di essere democratico.... ma vi rendete conto di essere schizofrenici? :-)

claudioarmc

Lun, 30/11/2015 - 19:04

Maiali comunisti a fare queste violenze su dei bambini

ziobeppe1951

Lun, 30/11/2015 - 19:05

Ma NON ci devono essere simboli politici nelle scuole? Qualcuno dovrebbe segnalare e far intervenire le autorità competenti....ahh già siamo in dittatura NaziStalinista

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 30/11/2015 - 19:06

Ma sono cxxxxxi?? Ma hanno il cervello pieno d'aria fritta?? Mettono il simbolo di una ideologia che ha riempito il mondo di oppressione, tragici assassinii, repressioni sanguinose, gulag, lavori forzati per chi non la pensava come loro. Una ideologia che fortunatamente l'hanno buttata nella rumenta che poi era il suo sito naturale. E per di piu in una scuola a simboleggiare l'articolo 1 della nostra carta magna. Ma che gli insegnano a sti fanciulli? E' come se in una scuola esponessero i simboli nazisti. Sono fuori di testa. Questi insegnanti li invierei con gioia dal cicciobello coreano, ad assaporare e vivere il comunismo reale.

Furgo76

Lun, 30/11/2015 - 19:07

ma questi Dirigenti che potere hanno??? Perche si sostituiscono al volere della maggioranza dei genitori? ovvero Albero di Natale e presepe!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 30/11/2015 - 19:09

Mussolini! Mussolini!! Se avessi finito l'opera........invece di dedicarti agli ebrei!!! Sei stato fin troppo buono!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 30/11/2015 - 19:10

E' evidente che vi brucia assai essere stati sbugiardati sulla notizia della scuola di Rozzano. Ora fate ricorso alle ultime cartucce pur di deviare il discorso. Avete diffuso una bufala!!! Prendetene atto e se avete un minimo di dignità chiedete scusa al preside Parma ed ai vostri lettori che si bevono le vostre notizie false.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 30/11/2015 - 19:11

LA COLPA E DEI CITTADINI CHE NON PROTESTANO E MANDANO I FIGLI IN ALTRE STRUTTURE EDUCATIVE. SE NON VI RIMBOCCATE LE MANICHE, VI PRENDERANNO ANCHE IL DIVANO E LA TV CHE CONTINUATE A VENERARE COME UN DIO. IL FUTURO VIENE CREATO DAI CITTADINI E NON DAI POLITICI E BUROCRATI CORROTTI E SCHIAVI DEI POTERI OCCULTI E FORTI.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 30/11/2015 - 19:12

INDOTTRINAMENTO DI BAMBINI DEI POVERI BABBEI PADRI DI SINISTRA CHE HANNO VOTATO IN QUESTA REGIONE

billyserrano

Lun, 30/11/2015 - 19:13

Questi "professori" sono pure vigliacchi. Non vogliono far benedire la scuola, per una questione ideologica loro, abbiano almeno il coraggio di dirlo apertamente, invece di nascondersi dietro agli studenti non cristiani. Ma io credo che a quei studenti non cristiani, importa poco della benedizione, nel senso che non ne sono infastiditi. Questi imbecilli di presidi, dovrebbero essere sottoposti a una visita psicanalitica, che sicuramente ne hanno bisogno, per superare le loro inibizioni.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 30/11/2015 - 19:15

SE NON SBAGLIO LA FALCE E MARTELLO NELLE SCUOLE SI METTE QUANDO UNA NAZIONE, COME IN ITALIA AL TEMPO DELLA MONARCHIA APPENDEVANO LE FOTO DEL RE E DELLA GRANDE REGINA ELENA DI MONTENEGRO. MI RISULTA CHE QUESTA SPAZZATURA DI NAZIONE NON E' ANCORA UFFICIALMENTE COMUNISTA. SE POI VORRANNO PORTARE L'ITALIA COME LA KOREA DEL NORD MI SEMBRA DA IDIOTI. FATE TOGLIERE IMMEDIATAMENTE QUEI SIMBOLI DI STRTAGI E ECCIDI DI POPOLI, COMPORESI DI BAMBINI. NON DOBBIAMO DIMENTICARCI DELLE FOIBE

terzino

Lun, 30/11/2015 - 19:15

incredibile cosa sono capaci di fare sti buffoni

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 30/11/2015 - 19:16

Queste sono le scuole che i nostri """FALSI DEMOCRISTIANI""", VORREBBERO AVERE IN TUTTA ITALIA!!! PURO COMUNISMO, COMPOSTO DA LADRI E CORROTTI, PRO CAPITALISMO MASSONE "USA" MA ANTI COMUNISMO RUSSO.

roberto.morici

Lun, 30/11/2015 - 19:18

Ma quel simbolo, Falce e Martello, non era esibito anche al braccio degli eroi della banda Moranino, degli autori dell'impresa di Malga Porzus e degli infoibatori titini?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 30/11/2015 - 19:18

Quando si ha a che fare con dei comunisti c'è da aspettarsi di tutto e di più contro chi non la pensa come loro. Il preoccupante che ci sono Italiani che pensano che il comunismo italiano non sia marxista, ateo e antireligioso (nel nostro caso anticattolico e tutto ciò che attiene al cristianesimo) come gli altri. Loro però si atteggiano, o almeno danno a credere a certi ingenui nostrani di essere "democratici"

Ritratto di scriba

scriba

Lun, 30/11/2015 - 19:22

IGNORANZA COMUNISTA. Accostare la Costituzione italiana ai simboli del comunismo è una operazione tipica degli ignoranti che non sanno quanto le due cose siano antitetiche per evidenti differenze di civiltà. Abbiate il coraggio di essere ciò che siete cioè comunisti senza dovervi travestire sporcando i simboli della civiltà e della libertà. Vergognosa ignoranza.P.S. Nessuna sventurata Nazione vittima della dittatura comunista conosce cosa sia la Costituzione.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 30/11/2015 - 19:31

Quando si ha a che fare con dei comunisti c'è da aspettarsi di tutto e di più contro chi non la pensa come loro. Il preoccupante è che ci sono Italiani che pensano che il comunismo italiano non sia marxista, ateo e antireligioso (nel nostro caso anticattolico e tutto ciò che attiene al cristianesimo) come gli altri partiti comunisti. I compagni però, si atteggiano a "democratici", o almeno lo danno a credere a certi ingenui nostrani.

Cheyenne

Lun, 30/11/2015 - 19:35

vadano in arabia saudita questi mentecatti

Ritratto di Jiusmel

Anonimo (non verificato)

giosafat

Lun, 30/11/2015 - 19:37

Io sputo in faccia, come mi ha insegnato a fare mio padre dopo averlo provato sulla propria pelle, a chi ostenta l'orrendo simbolo della morte.

Giorgio Rubiu

Lun, 30/11/2015 - 19:45

Posso essere d'accordo sul "niente benedizione", però, in questo caso niente anche a Falce e Martello. Oppure, se si dice si a Falce e Martello, si deve dire si anche al Fascio Littorio Mussoliniano. Falce e Martello era il simbolo dell'ormai scomparsa Unione Sovietica. Non è mai stato il nostro simbolo ne delle nostra scuola. Però il Fascio Littorio Fascista lo è stato. Quindi ha più diritto di essere presente nelle scuole di quanto non ne abbiano la Falce ed il Martello!

bruco52

Lun, 30/11/2015 - 19:50

Battaglie di retroguardia da parte di marxisti che la storia ha sconfitto, che non si rassegnano alla sconfitta di una ideologia di sopraffazione, di guerra e di povertà....vogliono la rivalsa e coinvolgono i bambini, innocenti ed inconsapevoli dei guasti che il comunismo ha prodotto nel mondo...gente senza dio, che nega le tradizioni perché ne sono stati sempre estranei, per cultura e pensiero e vogliono che anche gli altri ne siano esclusi, per realizzare il sogno di un mondo senza religione, se non quella assassina del comunismo.....

Linucs

Lun, 30/11/2015 - 19:50

La lordura intellettuale della malattia detta "comunismo" non ha confini.

leo_polemico

Lun, 30/11/2015 - 19:50

Potrei citare esempi di insegnanti che arrivavano a scuola ostentando con soddisfazione "il manifesto" e, per bontà, taccio sulle "qualità" di docente di tali professori che, sono sicuro, si sono laureati con i punti della coop, con i gettoni di presenza alle riunioni di partito, con gli ormai famosi "esami di gruppo" o il "voto politico". La scuola ci metterà decenni a tornare "seria", anche in presenza di forti volontà che abbiano questo obbiettivo.

km_fbi

Lun, 30/11/2015 - 19:53

Il problema è che proprio gente come questa ha sul serio in mano l'educazione e la crescita formativa dei bambini italiani, per cui l’istruzione italiana cade al 24° posto nelle classifiche mondiali, come risultato dall’indagine svolta poco tempo fa dall’ Economist Intelligence Unit e dalla casa editrice Pearson, analizzando e confrontando i sistemi scolastici di 50 Paesi. Un esito, questo, che rispecchia la precaria situazione delle nostre scuole e dei relativi livelli dei nostri docenti e responsabili del sistema scolastico statale.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 30/11/2015 - 19:57

Dragon-Lord: sbugiardato sarà lei e isuoi amici compagni parolai; ma immaginiamo solo che un preside metta una bandiera italiana (che sarebbe più giusto) con scritto forza Italia (vista la situazione economica che la Nazione sta passando), con sotto l'articolo 1 della Costituzione, chissà quali caxxate avreste detto voi compagni. O no? Stia zitto babbeo mononeurone.

steacanessa

Lun, 30/11/2015 - 19:59

Poveri bimbi. Con genitori ed "educatori" di tal fatta chissà come cresceranno.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 30/11/2015 - 20:02

Che schifo. Indottrinare i bambini al comunismo. Questa sarebbe la buona scuola? Meglio la scuola e i prof precedenti il "sessantotto". Dopo il sessantotto della scuola non si è capito più nulla, una riforma dietro l'altra mai attuata appieno. I risultati si notano nel degrado della società e nelle carenze professionali, dove salvo qualche eccezione di persone dotate e abili nel lavoro, regna l'ignoranza e quindi si vedono medici che capiscono poco di medicina, tecnici che non sanno fare calcoli complessi, giudici che assolvono/condannano non in nome del diritto ma in nome di proprie idee politiche, docenti che non sanno insegnare perché conoscono poco la storia o l'italiano e loro stessi dovrebbero sedersi nei banchi degli studenti, ecc. Di cosa dovremmo meravigliarci? Nel rinnegare la nostra cultura basata sul cristianesimo ci stiamo attorniando del vuoto dove emerge il nulla raffigurato da un falce e martello.

makeng

Lun, 30/11/2015 - 20:07

E renzi ne ha la totale responsabilità. Anche perchè ha messo sul terzo scranno istituzionale una persona VUOTA come la Boldrini!

Antares-60

Lun, 30/11/2015 - 20:12

Molto ma molto bene, scuola roccaforte dell'estrema sinistra, ultimo baluardo dei sindacati, voti sicuri che non devono essere "disturbati" da controlli e meritocrazia.

vince50

Lun, 30/11/2015 - 20:15

I nemici dell'Italia li abbiamo in casa,non è il caso di cercarli altrove.Gente senza nessuna parvenza di onore dignità e onestà,e come se non bastasse una gigantesca faccia tosta.A questi elementi non si da in mano neppure il portafogli vuoto,se non altro si impossessano dell'aria contenuta all'interno.

Ritratto di Chichi

Chichi

Lun, 30/11/2015 - 20:19

Scelta intelligente: quello straccio rosso con falce e martello, che per decenni, nello stemma del PCI, copriva il tricolore lasciandone vedere a mo’ di franga una strisciolina, mica è il crocifisso. Questo divide. Quello unisce. Cina, Vietnam, Corea ce lo insegnano. In questo nostro disastrato paese c’è ancora troppa gente che non si è accorta che il muro di Berlino è crollato sulle loro teste da un bel po’. Va riconosciuto, comunque che si tratta di teste a prova di «muoia Sansone con tutti i filistei».

mvangon

Lun, 30/11/2015 - 20:44

da denunciare i dirigenti scolastici della Scuola. problema risolto

istituto

Lun, 30/11/2015 - 21:11

"Dopo il 1922 il clero (ortodosso)fu ridotto in miseria con la confisca delle proprietà ecclesiastiche .Chiese e Monasteri furono saccheggiati e convertiti a funzioni pratiche. I sacerdoti di tutte le confessioni (salvo quella islamica) furono privati dei diritti civili e sottoposti a brutali persecuzioni e a processi farsa, che per molti si conclusero con l'incarcerazione e per alcuni con l'esecuzione capitale" CONTINUA....

istituto

Lun, 30/11/2015 - 21:14

CONTINUA..."L'istruzione religiosa per i bambini fu dichiarata illegale e sostituita con la propaganda in favore dell'ateismo nelle scuole e nelle organizzazioni giovanili. Le festività religiose cedettero il posto a quelle comuniste" citazione di Richard Pipes storico da La rivoluzione Russa di Giuseppe Vottari

Anonimo (non verificato)

Italiano_medio

Lun, 30/11/2015 - 21:36

A quanto pare i komunisti continuano a far danni ............

VittorioMar

Lun, 30/11/2015 - 21:52

...se i bambini cattolici avessero la possibilità di frequentare scuole cattoliche.. quanti precari!!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 30/11/2015 - 22:15

TUTTI I BUFFONI CHE SI RIFIUTANO devono essere BUTTATI FUORI. Le LORO idee DEVONO rimanere per LORO E LA LORO FAMIGLIA. CHIARO??? a scuola i NOSTRI FIGLI, DEVONO gioire del NATALE e le NOSTRE TRADIZIONI. TUTTI QUESTI squinternati di "professori" - "presidi" ecc. LA DEVONO SMETTERE. Soluzione??? I NOSTRI FIGLI A CASA PER LE VACANZE........LORO A LAVORARE SENZA FESTEGGIARE LE FESTIVITA'. Che ne pensate BUFFONI pseudo buoni o........cagxxxxxo???

Ritratto di Franco_I

Anonimo (non verificato)

Un idealista

Lun, 30/11/2015 - 23:15

Indottrinamento di parte, ossia lavaggio del cervello fin dalla tenera età. È democrazia questa?

seccatissimo

Mar, 01/12/2015 - 01:05

E' notorio che la scuola italiana e gli insegnanti italiani siano di gran lunga i peggiori d'Europa!

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Mar, 01/12/2015 - 03:20

Il vescovo se ne stia a casa propria. La scuola è laica e non dovrebbe ricevere la visita nè di vescovi nè di imam, rabbini o preti di altre confessioni. Per le manifestazioni religiose e i relativi eventi, ci sono già i luoghi di culto preposti.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Mar, 01/12/2015 - 03:21

Per quel che riguarda i simboli politici a scuola, stessa cosa.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 01/12/2015 - 04:03

Visto che non vogliono festeggiare il NATALE, aprire le scuole e le fabbriche, niente 13ma.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 01/12/2015 - 07:53

IO; VOGLIO SOLO CITARE VITTORIO SGARBI! SE TU SEI DI SX PUOI ESSERE SOLO UNA CAPRA! CAPRA! É ANCORA CAPRA!!!.

Lovecraft

Mar, 01/12/2015 - 08:23

L'Italia è quel paese dove simboli ugualmente criminali non sono considerati ugualmente criminali. Infatti la svastica è vietata mentre la falce e martello viene esposta e mostrata con orgoglio da individui che evidentemente ne condividono ciò che rappresenta: crimine, stragismo, genocidio, fine dei diritti umani. Ma il problema parte dalle cosiddette istituzioni che non hanno mai censurato tale simbolo, anzi spesso si sono identificati con esso. Vi meravigliate perchè in Italia i diritti umani sono un optional specialmente per gli italiani e a spese loro?

buri

Mar, 01/12/2015 - 11:16

nessuna sorpresa, era da aspettarselo, i kpmpagni duri e puri esistono ancora, ma è la buona scuola di Renzi, quindi zitti non piantat casini con proteste etc.

elgar

Mar, 01/12/2015 - 11:20

Quelli che...ormai i comunisti non ci sono più. Meno male. Se la scuola deve essere il luogo deputato alla sola istruzione non dovrebbero esistere simboli politici quali che siano. Altrimenti uno finisce per pensare che il vivaio dell'indottrinamento sia proprio la scuola. Se questa non è propaganda...

giacomominella@...

Mar, 01/12/2015 - 13:44

semplice..non e' possibile che un genitore vada la' e strappi il disegno?..o tutti i genitori sono comunisti?..vai e strappi...cosa vuoi che ti facciano...almeno viene fuori un caso e si risolve il mistero del professore comunista.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Mar, 01/12/2015 - 17:07

Questo è il "liberale" comunismo

Giorgio5819

Mar, 01/12/2015 - 21:56

Bandiera simbolo di una ideologia malata e delegittimata dalla storia.

oubaas

Gio, 03/12/2015 - 10:57

Non ho parole !!! in che mani sono mai i Ns figli !!!!

Aegnor

Mar, 15/12/2015 - 16:01

Che altro aspettarsi da coloro che nel 1969 fecero sfilare Milano delle classi elementari che esibivano il libretto di Mao?