Nizza, "Trovati fucili giocattolo" Giallo sulle armi nel tir

All'interno del veicolo usato come ariete per l'attentato a Nizza sono state trovate armi giocattolo e documenti di un franco-tunisino

Nizza è paralizzata dopo il tremendo attacco terroristico durante la festa nazionale. L'intellicence francese lavora per dare un volto e per fare chiarezza sulla mano che ha strappato la vita a 84 persone. Ma tra i tanti interrogativi spunta anche il giallo delle armi.

Le armi all'interno del camion

Molti i dubbi che sorgono dopo l'attentanto. In molti si chiedono come quel maledetto camion posso essere arrivato fino alla Promenade des anglais. Mentre l'identità dell'attentatore non è ancora stata divulgata perché incerta, all'interno del veicolo sono stati trovati dei documenti di un franco-tunisino di 31 anni. Ma c'è un dettaglio che lascia perplessi gli inquirenti. E riguarda ancora il camion.

Vicino al sedile dell'attentore, quello del conducente, sono state rinvenute diverse armi. Si parla di una bomba a mano non operativa, quindi non in grado di esplodere e diversi fucili finti. A riferirlo una fonte del quotidiano Nice Matin. Un vero e proprio mistero, che però chiarisce la dinamica dell'attacco. Infatti, l'attentatore prima di essere abbattuto dalla polizia francese avrebbe sparato diverse volte e a più riprese con una pistola.