No al sabato in fabbrica: "Danneggia il rapporto tra genitori e figli"

Allo sciopero, indetto dalla Fiom, hanno aderito tutti i 400 dipendenti dell'azienda Magneti Marelli di Bologna

Venerdì e sabato gli impianti produttivi della Magneti Marelli di Bologna si sono fermati per uno sciopero indetto dalla Fiom al quale hanno aderito tutti i 400 dipendenti. Il motivo? La richiesta dell’azienda di effettuare una serie di sabati lavorativi per far fronte agli ordinativi.

I dipendenti non ci stanno perchè "lavorare durante il fine settimana danneggia il rapporto tra genitori e figli". Il contratto aziendale del gruppo Fca, con sede a Crevalcore, poco lontano dal capoluogo emiliano, prevede che la direzione aziendale possa comandare 120 ore di straordinario l’anno senza contrattarle con i lavoratori. Questo monte ore alla Magneti Marelli è già stato esaurito al punto che nel periodo estivo è stato necessario fare ricorso alle prestazioni di qualche decina di operai a chiamata.

Con la ripresa autunnale è stato così deciso di introdurre una organizzazione del lavoro suddivisa in diciotto turni settimanali. In pratica ogni dipendente continua a fare le ore previste dal contratto ma il riposo settimanale ruoterà su tutti i giorni della settimana. Il risultato è che ciascun operaio o tecnico della Magneti Marelli lavorerà 5 sabati su 6,a parità di salario, proprio per far fronte ai picchi produttivi.

La decisione della Magneti Marelli ha spinto la Fiom a proclamare lo sciopero che ha avuto la totale adesione. Spiega Michele Bulgarelli: " Tra i lavoratori ci sono mariti e mogli, molti dei quali hanno figli. Il problema è nato li. per loro venire al lavoro il sesto giorno della settimana significa non stare con i bambini nell'unico tempo possibile e in più, nella maggior parte dei cas, dover pagare una baby sitter".

Commenti

esse50

Dom, 09/10/2016 - 14:38

E poi ci si lamenta che le Fabbriche si spostano all' estero Io sono vecchio ma un tempo si lavorava anche il Sabato eppure anche noi avevamo i figli . Siamo oramai troppo sindacalisti e vediamo dove stiamo andando!!

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 09/10/2016 - 15:27

All'inizio della mia avventura lavorativa si lavoravano 48 ore settimanali + eventuali straordinari...si arrivava anche a 60 ore settimanali ...e si andava molto ma molto meglio di adesso...senza piagnucolare e lamentarsi troppo..

Ritratto di Fuchida

Fuchida

Dom, 09/10/2016 - 15:31

Magneti Marelli, vattene dall'Italia. Almeno così potranno stare con moglie e figli tutti i giorni della settimana, magari a piangere insieme.

beowulfagate

Dom, 09/10/2016 - 15:32

Quali figli? Quelli del fertility day? La verità è che non hanno voglia di lavorare.

Aleramo

Dom, 09/10/2016 - 16:32

E pensare che è stato il fascismo a introdurre la settimana corta... Prima del fascismo si lavorava anche al sabato.

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 09/10/2016 - 16:32

I soliti comunisti; hanno fatto in modo che gli operai non facessero straordinario, quindi guadagnare di più, e forzare l'azienda a creare dei turni su sei giorni. Questa é la cazzata: guadagnare meno sperando che l'azienda assuma; non hanno capito che, anche se i salari sono bassi, é il costo del lavoro che é alto perché sono in troppi a lavorare nella stessa azienda (chiaramente imposto dai sindacati per i loro tornaconti).

gigetto50

Dom, 09/10/2016 - 16:37

.....Magneti Marelli presto venduta...le trttative sono in corso....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 09/10/2016 - 16:45

Però, allo stesso tempo, non dovranno lamentarsi se la fabbrica chiudesse per mancanza di ordinativi, quelli che erano stati richiesti ed eseguibili il sabato, per troppi ordinativi. Chi è causa del suo mal pianga se stesso. Tanta gente deve lavorare il sabato, la domenica, tutti i festivi, per organicità delle aziende o per causa di forza maggiore (ospedali), ma nessuno si sogna di lamentarsi. Tenetevi stretto il lavoro, perchè qualche milione non ce l'ha, oppure datelo ai clandestini, visto che quelli che votate (e vi fanno fare sciopero) dicono che gli italiani rifiutano certi lavori, e voi state dando loro ragione. Allora non lamentatevi. Ma non vi accorgete che vi stanno usando? Se perdete il lavoro però si defilano, voi bravi continuate a votarli.

paco51

Dom, 09/10/2016 - 17:06

scusi io lavoro anche la domenica pomeriggio! è una questione di scelte tra un po potrai stare a casa anche il lunedi e restanti giorni

tuttoilmondo

Dom, 09/10/2016 - 17:26

Prima viene il lavoro e poi la famiglia. Senza lavoro non c'è famiglia, non c'è pane, non c'è casa. Allora si ricorre allo Stato. Ma lo stato è il lavoro. Senza lavoro non c'è neanche lo Stato. Poi... quando hanno fame, gli scioperati, danno la colpa ai ricchi. I ricchi, però lavorano 18 ore al giorno. Altro che sabato. La madre degli utili idioti è sempre incinta.

rossini

Dom, 09/10/2016 - 17:30

C'è da ridere, se non ci fosse da piangere. Vogliono stare con i figli. Ma quanti hanno dei figli in età con cui stare? E quanti stanno con loro il sabato sera? E quanti figli preferiscono stare a casa con i genitori piuttosto che uscire con gli amici? Ma di che e di chi stiamo parlando? Cara Magneti Marelli, con questa mentalità non ti salverai. Sei destinata al fallimento. Scappa dall'Italia finché sei in tempo. Vattene in Polonia, Repubblica Ceca o Ungheria. Lì la gente vuole lavorare e il lavoro se lo tiene ben stretto. E poi farai felici i tuoi ex dipendenti che avranno tutta la settimana per stare insieme ai loro figli.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 09/10/2016 - 17:34

In tempi in cui si dovrebbe lottare per il diritto al lavoro, chi il lavoro ce l'ha lotta per il diritto al riposo! Parafrasando un vecchio slogan:"lavorare meno, lavorare TU"!

Lotus49

Dom, 09/10/2016 - 17:46

Se davvero stessero con i figli, darei loro ragione. Ma ci credo poco.

sbrigati

Dom, 09/10/2016 - 18:03

A cosa credete servano i sindacati? Devono far vedere che sono loro i padroni. Ma poi non vengano a lamentarsi quando l'azienda si trasferirà in un altro Paese.

guido.blarzino

Dom, 09/10/2016 - 23:01

Ieri il giornale riportava il calo degli investimenti lamentato dalla CGIL. È chiaro che le aziende non investono per picchi di produzione e si ricorre prima allo straordinario. Se il maggior lavoro si stabilizza seguono gli investimenti. Solo la CGIL non segue questi criteri. La ripresa non tornerà mai più con questi sinistrati

yulbrynner

Dom, 09/10/2016 - 23:07

paco51 non e' solo una questione di scelte ma anche di fisico c'e chi non riesce a reggere certi ritmi c'e chi ha 50 nni e' sano come un pesce e chi a 40 e' gia messo male e non sempre per colpa sua. arrivaci

Chaosblade

Lun, 10/10/2016 - 01:35

Fanno bene, le aziende piangono la crisi poi al posto di assumere nuovo personale sfruttano le persone assunte come fossero schiavi. Lavorare per vivere e non vivere per lavorare. Se vogliono gli schiavi che vadano all'estero. 2 giorni di riposo sono sacrosanti. Se uno non ha neppure il tempo di godersi quella miseria di salario in Italia la propria vita non ha senso

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 10/10/2016 - 07:14

Hanno ragione gli operai. Nessuno restituirà loro il tempo perso lavorando per un padrone che spreme gli operai piuttosto che assumerne altri. Il limite è stabilito dal contratto, se vuoi di più devi presentare un'offerta appetibile, di solito invece chiedono più cose a costo inferiore.

portuense

Lun, 10/10/2016 - 07:29

POI NON LAMENTATEVI SE LA FABBRICA SPARISCE

audionova

Lun, 10/10/2016 - 07:58

LE AZIENDE SI TRASFERIRANNO COMUNQUE,GIA' MOLTE SI SONO TRASFERITE E NON PER I MOTIVI CHE VOI PORTATE.POI VEDIAMO CHI PAGHERA' LE PENSIONI,SENZA CHI LAVORA COL FISCHIO CHE VI PAGANO LE PENSIONI. VA BENE NON ESSERE COMUNISTI MA NEANCHE FASCISTI. DI QUEI 400 MOLTI DI LORO SONO DEI VOSTRI.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/10/2016 - 09:06

@rossini:....concordo!Ecco perchè i "sindacati" sono contenti dell'arrivo delle "risorse"!!...Per farle lavorare il Sabato,e consentire agli italiani,di starsene a casa con i bambini,che a questo punto,rimarranno a casa tutta la settimana(naturalmente con un "ssussidio" pagato da tutti gli altri "pantaloni")...La cosa buffa,che questa scusa,è smentita da tutte le inchieste,laddove la stragrande maggioranza dei genitori,se ne sbatte di "dialogare" la sera(di tutti i giorni),guardano la TV,le "partite",mentre i figli da soli giocano ai video-giochi,o "cliccano",inviando messaggini ai loro coetanei....Che ipocriti!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/10/2016 - 09:14

...Dimenticavo....Il mio povero padre(comunista DOC),all'epoca lavorò per 35 anni(trentacinque),alla "Magneti Marelli" di Sesto San Giovanni e di Crescenzago(MI),...in 35 anni fece si è no 30 giorni di assenza,...andava a lavorare con la bicicletta,...Estate ed Inverno(con la neve),faceva i turni,...e quando portava a casa dei "bei bigliettoni" in più,era una festa,li stendeva appesi ad un filo in cucina(vi ricordate le 10.000 lire?...),...niente TV,solo la radio,ascoltavamo "assieme" le commedie,parlavamo,suonavamo,giocavamo a carte,....Questa era una "famiglia" cari OPERAI del cavolo!!!Ecco perchè ora ,vedo questi "comunisti" del cavolo,come il fumo negli occhi!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/10/2016 - 11:50

@portuense:...poi di Sabato,andranno nelle piazze,con striscioni e fischietti,a protestare per la "difesa del posto di lavoro"!!!