Non un euro dallo Stato

Non merita e non ci possiamo più permettere un euro pubblico, cioè sottratto al nostro reddito, per darle l'ennesima spintarella

Negli ultimi quaranta anni l'Alitalia è costata ai contribuenti italiani 7,4 miliardi di euro, o se preferite 185 milioni l'anno (dati Mediobanca). L'anno scorso, sotto la gestione Etihad, ha bruciato più del doppio. È stato come mettere alla cloche della compagnia il capitano dell'aereo più pazzo del mondo.

I lettori si potrebbero consolare con il fatto che gestire aeroplani è un mestiere in declino. Purtroppo anche questo non è vero. La Iata, l'organizzazione mondiale delle compagnie aeree, sostiene che il traffico aereo stia aumentando e che le compagnie aeree nel 2016 hanno registrato profitti netti aggregati pari a 36 miliardi di euro.

Ultima considerazione numerica, diciamo così. Gli azionisti di questa società sono privati. Alitalia è come la Rossi spa. Ha un numero importante di dipendenti e un indotto altrettanto vasto. Ma ormai è una società per azioni come tante. È strategica certamente. Come lo erano gli scaffali della grande distribuzione finiti in mano ai francesi, o le telecomunicazioni e l'energia.

Il suo asso nella manica è di essere basata a Roma, di trasportare anche politici e opinionisti. E di avere, per questa via, una grande influenza elettorale. È una bomba che scoppia spesso nell'imminenza di qualche competizione elettorale, e la politica ne ha sempre sentito il richiamo. Il vento pensavamo fosse cambiato.

Di una cosa siamo certi. Non merita e non ci possiamo più permettere un euro pubblico, cioè sottratto al nostro reddito, per darle l'ennesima spintarella.

Il tanto vituperato «populismo», quello contro le caste e i privilegi, pensavamo che questa volta ci potesse aiutare. Al contrario il sindaco di Roma, Virginia Raggi (in perfetta continuità con i suoi predecessori) chiede un qualche intervento pubblico e il suo leader designato, Luigi Di Maio dice: «I processi devono andare in un senso in cui lo Stato ha di nuovo la governance di quell'azienda». Roba da pazzi, o meglio da Pentapartito, con tutto il rispetto. Ma si tratta di un'era geologica fa. Il Pd proclama che non si lasceranno sole le famiglie. Il rischio è che anche il centrodestra si accodi.

Dal canto suo il governo dice, e fa bene, che non ci sarà alcuna nazionalizzazione. Anche perché banalmente l'Europa, che non ci concede una virgola di deficit, figurarsi se permette aiuti di Stato. Inevitabilmente ci saranno dei mesi di amministrazione straordinaria (sei, dice il ministro Calenda): che scadranno proprio a ridosso della campagna elettorale per le Politiche (in Italia ancora si vota).

Il momento peggiore per fare ciò che si deve.

Ps. Qualcuno ci deve spiegare perché gli accordi aziendali e le scelte dei manager debbono essere sottoposte a referendum tra i lavoratori. Una cosa è la democrazia, che peraltro non è sempre diretta, e un'altra è l'organizzazione aziendale.

Commenti

Ernestinho

Mer, 26/04/2017 - 15:27

Ma è mai possibile che per colpa degli altri ci dobbiamo rimettere sempre noi cittadini ONESTI?

tormalinaner

Mer, 26/04/2017 - 15:37

Basta! Alitalia deve sparire con tutti i suoi dipendenti privilegiati che hanno pure due anni di cassa integrazione a nostre spese, di che si lamentano poverini!

polonio210

Mer, 26/04/2017 - 15:39

Non un euro,ma neanche un centesimo.Vendere tutto il vendibile:aerei,rotte,poltrone,divani,sedie,computer,scrivanie, tende e soprammobili vari.Alitalia è morta ed i chiodi,sulla sua bara,li hanno battuti i dipendenti con il loro voto.Che si trovino un lavoro,come tutti i dipendenti le cui aziende falliscono,e non ci rompano le scatole con le loro rivendicazioni.Per quanto riguarda i sindacalisti,che sono gli artefici da decenni di questa situazione,mi aspetto che alla mattina,una volta davanti allo specchio,abbiano un moto di orgoglio e si sputino in faccia.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 26/04/2017 - 15:41

Chiariteci perchè lo stato si stia okkupando di una ditta privata con oltretutto i "lavoratori" che rifiutano gli aiuti. Gatta ci cova.

Ernestinho

Mer, 26/04/2017 - 15:50

Ad Alitalia hanno fatto fare la fine delle Banche per colpa di "squali" che vogliono lucrare il più possibile fregandosene degli altri. E lo stato ...latita!

accanove

Mer, 26/04/2017 - 15:59

Nubaoro..... i dipendenti hanno voltato NO alla riduzione di stipendio e personale proprio perchè contano sugli aiuti di stato e che qualche "testicolato mentale" cacci fuori il denaro pubblico per salvare loro il posto.

Romeo08

Mer, 26/04/2017 - 16:11

Anch'io sono dell'idea che ad Alitalia non si debba più dare un centesimo, anzi dimezzerei la cassa integrazione per dirigenti e piloti. E anch'io temo che Politici e Boiardi di Stato la tirino lunga per trovare un modo di finanziare (nuovamente e non senza corrispettivo) Alitalia. NON DEVE ACCADERE: vigiliamo, protestiamo, facciamo petizioni e barricate, e NON diamo il voto a chi NON si oppone "senza se e senza ma" al ri-finanziamento di Alitalia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 26/04/2017 - 16:11

Senza contare poi le BUONUSCITE e le BUONENTRATE dei varii Presidenti e A.D. che si sono succeduti negli anni. Fateglieli restituire!!!! AMEN.

flip

Mer, 26/04/2017 - 16:11

però per salvare le chiappe alle banche (al posto di bankitalia), i soldi li hanno trovati. D'accordo che gran parte dei "lavoratori"(?) Alitalia non hanno voglia di lavorare. ma altri (quelli seri e che ne hanno bisogno) devono essere aiutati. tutti gli altri nel cassonetto dei rifiuti compreso il grande magnate montezemolo. rovina delle aziende.

robylandia

Mer, 26/04/2017 - 16:12

SAREBBE OPPORTUNO SAPERE E CHE QUALCHE GIORNALISTA ILLUMINATO POTESSE FAR LUCE SULLA VICENDA DEI "CAPITANI CORAGGIOSI" COLANNINO, BENETTON E COMPAGNIA CANTANTE RELATIVAMENTE AL PREZZO DI ACQUISTO E CHI LI HA FINANZIATI E IL PREZZO DI VENDITA OPERATO DALGI STESSI PER ALITALIA. SONO SICURO CHE SCOPRIREMMO COSE INTERESSANTI.....

antonmessina

Mer, 26/04/2017 - 16:14

alitalia no..ma miliardi per i clandestini si .. ho capito

Silvio B Parodi

Mer, 26/04/2017 - 16:16

accanove il denaro pubblico?? sono gli italiani, come per la Mps ed etruria, loro rubano e noi paghiamo!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 26/04/2017 - 16:17

Ma ci credete proprio ? Già i sindacati hanno detto che si deve trovare una soluzione "per i lavoratori". Poi, se un politico dichiara Mai Più allora comincio a credere che invece presto accadrà. Questo, almeno, se qualche sconsiderato di acquirente (arabo, irlandese ?) non voglia tentare la sfida di accollarsi alcune migliaia di lavoratori, usi ad un regime di lavoro scarsamente fattibile, ancor meno concepibile all'estero. Sempre che non ci sia un altro Marchionne, allora ....

biricc

Mer, 26/04/2017 - 16:18

Finirà come al solito, pagherà pantalone. Tanti proclami per nulla.

Franco5863

Mer, 26/04/2017 - 16:19

Il governo e i ministri Poletti, Del Rio compreso il primo ministro Gentiloni non devono nemmeno parlarne di questa faccenda. E' un'azienda privata? Hanno rifiutato l'accordo? Basta, i dipendenti che hanno rifiutato l'accordo si assumano le loro responsabilità, il consiglio di amministrazione si sciolga, si portano i libri contabili in tribunale e la si metta in liquidazione una volta per tutte!!!Basta, ha già bruciato 7 miliardi di denaro pubblico per non risolvere nulla, non un euro deve essere dato all'Alitalia!

VittorioMar

Mer, 26/04/2017 - 16:21

..CHE L'ALITALIA COME LA RAI SIANO CARROZZONI POLITICI E' ASSODATO,MA CHE I NOSTRI POLITICI "PRETENDANO" IL TAGLIO DEGLI STIPENDI DEGLI ALTRI E NON DEI LORO PRIVILEGI ED EMOLUMENTI E'ANCHE UN DATO DI FATTO !...LA DIFFERENZA E' CHE IL PERSONALE ,ALMENO QUELLO DI VOLO,HA UNA RESPONSABILITA'E ALTA PROFESSIONALITA'CHE I POLITICI NON HANNO!!...DIANO IL BUON ESEMPIO PRIMA LORO !!!...SONO I MANAGER "INCAPACI"!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 26/04/2017 - 16:23

Ernestinho 15:27 ... Questo che tu metti in evidenza succede perché la "cultura" che domina in Italia nell´apparato pubblico e nei partiti che lo gestiscono (rossi o neri é perfettamente uguale) é quella mafiosa dove il piú prepotente vince e chi é razionale e giusto perde ... Un processo distruttivo senza capacitá di fermo fa si che dal Paese fuggano i giovani, le imprese e le forze migliori e arrivi e rimanga la feccia del mondo ... Un processo di demenza che per la legge di Darwin sulla selezione naturale porta il popolo italiano sulla via della estinzione a favore di una specie (quella dei migranti) piú adatta a continuare in vita.

petra

Mer, 26/04/2017 - 16:23

Ma scusate, perchè mai i "lavoratori" Alitalia avrebbero dovuto accettare la proposta di lavoro fatta, se ora possono tranquillamente godere per due anni di cassa integrazione privilegiata e successiva indennità di disoccupazione? Nel frattempo magari lavorando per un'altra compagnia all'estero, com'è già successo con certi piloti licenziati la volta scorsa.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mer, 26/04/2017 - 16:24

C'é da chiedersi come mai Ryan Air ce la fa a stare sul mercato e Alitalia no...

baronemanfredri...

Mer, 26/04/2017 - 16:29

UN CERTO MORTADELLA ALIAS PRODI, SEMPRE LUI, IL 26 MAGGIO 1988 HA LICENZIATO IN TRONCO UN CERTO NORDIO PRESIDENTE DELL'ALITALIA CHE CON BRAVURA AVEVA PORTATO NELLE CASSE DALL'ALITALIA BEN 221 MILIARDI DI LIRE. NATURALMENTE IL SOLITO DISTRUTTORE DELL'ITALIA E DELL'IRI PRODI IL MORTADELLA. NORDIO AVEVA PORTATO L'ALITALIA UNA COMPAGNIA TRA LE MIGLIORI AL MONDO SUPERIORE ALL'AIR FRANCE LUFTHANSA E ALTRI. SE CI FATE CASO MORTADELLA NON DICE NULLA NON SI FA INTERVISTARE. E' DA RILEVARE CHE LA TELEVISIONE DEI COMPAGNI DELLA RAI NON LO INTERVISTANO. COME MAI? PERCHE' DOPO ALTRE FABBRICHE C'E' SEMPRE LUI MORTADELLA DOCET

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 26/04/2017 - 16:38

Assolutamente d'accordo : non un euro in più di quanto già dato. L'Alitalia impari a reggersi da sola come la Turkey o la British airline etc. Non credo sia impossibile perchè non voglio credere che,in questo campo, gli Italiani siano più incapaci degli altri Europei. Se invece risulterà che sono incapaci si ritirino dal business,

Boxster65

Mer, 26/04/2017 - 16:40

Caro Nicola Porro, ha ragione da vendere, ma in Italia non c'è nulla di più falso delle dichiarazioni dei politici, peggio se al Governo. Vedremo che fogna di soluzione partoriranno per porre a carico dei contribuenti l'ennesimo salvataggio di una compagnia aerea che produce più perdite che fatturato.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 26/04/2017 - 16:44

I dipendenti. Sempre gli stessi, usati come armi di ricatto. Dipendenti di serie A, come quelli della fiat, che ogni tre per due la ignobile famiglia agnelli sbandierava per avere aiuti di stato (mai restituiti) sotto minaccia di licenziarli a migliaia alla volta. Ma, spiegatemi, cos'hanno di diverso i milioni di dipendenti di piccole aziende e di lavoratori autonomi che negli ultimi anni si sono trovati col culo per terra, senza la benché minima forma di assistenza? Forse sono meno meritevoli davanti a quell'illuminato comunista che ci sta governando senza averne alcun titolo?

Nonlisopporto

Mer, 26/04/2017 - 16:45

cin le elezioni vicine sarebbe effetto boomerang

gadertal

Mer, 26/04/2017 - 16:59

polonio 210.Commento durissimo sotto tutti gli aspetti,ma reale e veritiero.

Massimo Bocci

Mer, 26/04/2017 - 17:08

Meglio li rubino direttamente dalla cassa!!! Poi non la possono nemmeno trasformare in un altro postribolo Coop,gli toccherebbe ridipingere tutti gli aerei Ali-coop,cioè come dire comprate un biglietto per aldilà si mangerebbero e fregherebbero anche gli strapuntini, però per incentivare il business del clandestino potrebbe essere un bell'incentivo alla..... CORRUZIONE!!!!

mzee3

Mer, 26/04/2017 - 17:09

Qui però sarebbe necessario far fare chiarezza! Allora : Si è visto che Alitalia in mano allo stato non ha funzionato; È arrivato il cavaliere mascarato e ci ha appioppato 7 migliardi che continuiamo a pagare per non vendere ai francesi. Sono arrivati gli arabi ( che non solo li Stato) e ora l'Alitalia fallisce.... si addota la poca democrazia perché i lavoratori hanno detto no ad un progetto aziendale inesistente.... Si plaude il sistema tedesco dove i sindacati entrano nei consigli di amministrazione .... tranne che in Italia perchè si ritiene che non vadano bene... In compenso non si citano mai i danni fatti dai managers... E come di abitudine si trova un capro espiatorio per giustificare le incapacità manageriali....con stipendi faraonici. beh...guai toccare quei bravi dirigenti....si tischia il posto di " giornalista "!

mzee3

Mer, 26/04/2017 - 17:15

baronemanfredri .... in compenso abbiamo avuto un genio ...Il cavaliere mascarato che ha Dato in gestione Alitalia agli amici ...capitani coraggiosi...e adesso lei continua, come tutti noi, a pagare un debito enorme. Chiedere a lei e a quelli come lei di essere serio e onesto è inutile.

Rotohorsy

Mer, 26/04/2017 - 17:16

Scommettiamo che (in qualche modo) interviene Pantalone ?? I dipendenti di Alitalia non sono stupidi come sembrerebbe, se hanno votato "no" è perchè sono sicuri che alla pensione ci arriveranno coi soldi del contribuente.

pimmio78

Mer, 26/04/2017 - 17:16

Per flip 16.11, non è la stessa cosa. Nelle banche sono depositati i risparmi di milioni di persone. Se si vuole comprare il divano di una certa Azienda, e quest'ultima è fallita, si farà una scelta alternativa.Cosi' per le Compagnie Aeree. Comunque, speriamo in una soluzione positiva.

tonipier

Mer, 26/04/2017 - 17:20

"IL PARASSITISMO PAGA"Le illusioni di baraonda sono finite. In realtà. lo stato di inerzia morale del popolo italiano si spiega anche con la considerazione che le concezione teoriche e programmatiche capace di propiziare la trasformazione societaria in positivo nel confronto dialettico con altri principi ideologici, che agli inizi della rinnovata era democratica sembravano alitare le speranze di rinnovamento societario e che dovrebbero costituire costante indismissibile dei partiti, sono state soppiantate da un misto di pragmatismo e di affarismo.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 26/04/2017 - 17:27

«I processi devono andare in un senso in cui lo Stato ha di nuovo la governance di quell'azienda». E bravo il nostro di maio, lo "statista di cui sentivamo assoluta nercessità! Se c'é una cosa di cui l'Italia ha tragica necessità é meno stato e non già più stato. Lo stato dovrebbe ritornare a occuparsi esclusivamente di cio' che i romani definivano jura regalia. In altre parole difesa, giustizia, governo e amministrazione della cosa pubblica, legiferazione, fiscalità e grazia! Tutto il resto deve essere lasciato all'iniziativa del privato. D'altra parte tutte le aziende gestite dallo stato sono fallimentari, distruggono ricchezza e servono solo ai politici per rubare meglio sia che si tratti di soldi che di voti.

Joe Larius

Mer, 26/04/2017 - 17:32

Proposta indecente: cedere cosi com'è gratuitamente e obbligatoriamente la compagnia al sinistrume sindacale che in pratica la governa da anni. Ha strutture, mezzi, velivoli e personale in abbondanza. I denari se li cerchi e se li amministri da solo e se ne avanzano li distribuisca tra i suoi accoliti dimostrandoci finalmente che non devono essere sempre e obbligatoriamente gli altri a realizzare e a pagare quelle sue demenziali idee, che non è mai stato, non è e non sarà mai in grado di relizzare. Noi ce la facciamo a vivere e a mantenerci da soli senza tenere in piedi costosissime e miserabili compagnie di sindacale bandiera.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 26/04/2017 - 17:37

Hanno votato NO? Bene accontentiali, fallimento e licenziamento in tronco. Mi sembra che guadagnavano parecchio ed avevano numerosi benefit, che tutti gli altri si sognano. Non si dichiarano disponibili ad una riduzione di stipendio per mantenere il loro posto di lavoro? Via, contenti loro!

mzee3

Mer, 26/04/2017 - 18:26

Allora.... Voi dite : no stato! meglio i privati ! E va bene !"fuori i sindacati....e va bene ! MI VOLETE FARE DEI NOMI ? Berlusconi ha messo i suoi amici ed è andata cone sappiamo....Sono entrati gli arabi ...ed è andata come vediamo....INVECE Di BLATERARE FATEEEEE I NOMIIIIII DI CHI VORRESTE ! PURCHÈ SIA A COSTO ZERO PER I CITTADINI ITALIANI !

scimmietta

Mer, 26/04/2017 - 18:29

X VittorioMar: alitalia azienda privata, privata e fccatelo bene in testa! Questi furbacchioni pretendono di essere statalizzati per continuare la pacchia.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 26/04/2017 - 18:37

petra 16:23 ... Anche la tua osservazione focalizza che in Italia é il sistema che é marcio e spinge anche chi vorrebbe essere onesto alla disonestá e al comportamento delinquenziale e mafioso ... Ció che risulta evidente é che IN ITALIA CIÓ CHE INEQUIVOCABILMENTE É ASSOLUTAMENTE NECESSARIO É ABBATTERE L´INIQUO REGIME MAFIOSO PUBBLICO ... Precisato ora che abbattere un regime mafioso iniquo anche con la violenza é in ogni caso un atto benemerito di civiltá occorre dire che il modo piú civile é quello della non violenza pur nello spirito combattivo ma assolutamente non remissivo del MAHATMA GANDHI: si smetta di pagare le tasse, si inizi una rivolta di Giustizia che metta in ginocchio questo lurido regime di vigliacchi, di mafiosi e di ladri.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 26/04/2017 - 18:48

dove arrivano i manager con i loro lauti stipendi, fallisce tutto, ma proprio tutto. Ditemi una azienda che si sia salvata senza far penare i dipendenti.

petra

Mer, 26/04/2017 - 19:09

@alfredido2 Come abbiamo visto, in Alitalia non si puo' licenziare, gli stipendi non li conosciamo, ma sarebbe interessante conoscere le condizioni delle altre compagnie, British, Ryan Air, per poter fare un paragone. Per questi motivi sarà difficile trovare un compratore, che avrebbe le stesse difficoltà degli attuali amministratori. Piuttosto aspetteranno il fallimento, per iniziare ex novo, alle nuove condizioni e nuovo numero di dipendenti, relativamente alla necessità. Lufthansa esulta. E' tanto che aspettava questo momento.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 26/04/2017 - 19:21

Dove c`è lo zampino dei Fascio-Catto-Comunisti, che illecitamente governano questo paese di caproni, troviamo corruzione, ladronerie, mafie di ogni genere e cxxxxxxi che applaudono su tutto ciò che fanno!!! Non dimentichiamoci poi della magistratura e dei giudici che della giustizia, fanno un pastone pro delinquenza, a descapito della gente onesta.

guardiano

Mer, 26/04/2017 - 19:22

Suggerisco gia che ci siamo, facciamo un blocco unico e lo stato venda anche la rai, altro carrozzone di parassiti super pagati che noi continuiamo a foraggiare, altrimenti non sarà lontano il giorno che la dovremo regalare perche piena di debiti.

guardiano

Mer, 26/04/2017 - 19:25

Gia che ci siamo vendiamo anche il carrozzone rai, pieno di parassiti superpagati.

petra

Mer, 26/04/2017 - 19:36

@Leonida55 Sono comunque dei privilegiati. Se saranno licenziati, scatterà la cassa integrazione e percepiranno l'80% dello stipendio (che vanno dai 10mila ai 30mila euro lordi al mese). Questo per due anni. Dopodichè scatterà l'indennità di disoccupazione. P.S.: la hostess che nel 2009 è stata licenziata con grande fatica per giusta causa, dato che era stata scoperta fare la cantante nei night club mentre percepiva regolare stipendio dall'Alitalia, sta ancora percependo la cassa integrazione. Poi ci chiediamo ancora perchè l'Alitalia è in fallimento?

carlo196

Mer, 26/04/2017 - 19:45

Ricordiamoci comunque la la grande cazzata l'ha fatta l'ex Cavaliere quando a tutti i costi ha preteso l' italianità dell'Alitalia quando c'erano gli olandesi che l'avrebbero presa. Inoltre non capisco perché i dipendenti avevano diritto a Cassa integrazione ben oltre altre categorie.

soldellavvenire

Mer, 26/04/2017 - 19:49

joe larius ottima idea

moshe

Mer, 26/04/2017 - 20:03

Non un euro dallo Stato ..... ..... ..... mi sembra talmente una barzelletta che ci crederò solamente alla fine della telenovela. L'Alitalia VA FATTA FALLIRE !!!!!

FrancisDrake

Mer, 26/04/2017 - 20:06

Bravi. per quale motivo devono pagare i lavoratori per colpe dello stato prima e dei manager poi? Alitalia ha salvato banca intesa accollandosi la strafallita Airone piano fenice. Lo stato italiano è fallito, non da più servizi, per quale motivo finanziarlo ancora? Continuiamo a regalare pezzi di industrie strategiche e ricchi mercati (il trasporto aereo è strategico per un paese turistico commerciale e di trasformazione come l'Italia ed anche per le altissime competenze tecnologiche) a tedeschi e francesi come abbiamo fatto con le industrie degli elettrodomestici,banche,moda,industria agroalimentare etc. poi le politiche del trasporto le faranno a Francoforte. i tedeschi ringraziano.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 26/04/2017 - 20:17

In una situazione da bancarrotta una ditta normale che fa?? Porta i libri in Tribunale e ....tutti a casa. Fine della storia. Ma siccome alitalia é un coacervo cervellotico di peracottari falliti e di sindacalisti teste di m...chia la faranno restare in piedi.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 26/04/2017 - 20:19

#@ polonio210: approvo in pieno. Si meritano solo calci nelle @@.

chiara 2

Mer, 26/04/2017 - 20:41

Alitalia è solo l'ennesimo mezzo per impoverire i cittadini, divenuti veri e propri bancomat per multinazionali, Stati "amici" e banche varie

Scricciolo

Mer, 26/04/2017 - 21:19

Bisogna percorrere la strada di air Swiss non c'è niente da inventare: fallimento tutti a casa e si riparte di. nuovo con la metà dei dipendenti pagati al prezzo di mercato.

rokko

Gio, 27/04/2017 - 00:03

Intanto ringraziamo il cav, perché questo fallimento doveva esserci già nel 2008, ma lui ha voluto affibbiarci i capitani coraggiosi ed appiopparci una decina di miliardi di spese per il contribuente. Grazie Silvio