Non paga le tasse per salvare gli operai: imprenditore condannato

Un imprenditore friulano è stato condannato a 10 mesi di reclusione per non aver versato le tasse pur di salvare le buste paga dei dipendenti

Per difendere i propri operai dalla crisi e continuare a pagare loro lo stipendio era disposto a tutto. Anche a non pagare le tasse. Per questo impegno però l'imprenditore friulano Augusto Antonucci, 79 anni, è stato condannato a 10 mesi di reclusione.

L'imprenditore, titolare dell'Acheo Srl di San Vito al Tagliamento, fece davvero di tutto pur di non lasciare in strada i dipendenti: ipotecò la casa, rinunciò ai dividendi, andò a bussare alle porta delle banche. Nel 2014 non risucì a versare 226mila euro di ritenute per l'anno precedente entro il termine fissato pur di salvare l'azienda e con essa 38 famiglie.

Per questo è finito sotto processo per mancato versamento di ritenute all'Agenzia delle entrate. Oggi il giudice di Pordenone Piera Binotto lo ha condannato a 10 mesi di reclusione, come richiesto dalla pubblica accusa. Oltre alla pena detentiva - che per il momento è stata sospesa - Antonucci ha subìto la condanna alle pene accessorie in materia di interdizione e si vedrà confiscare la somma dovuta all'Agenzia.

Gli avvocati del 79enne imprenditore hanno provato a convincere il Tribunale che chi preferisce pagare gli operai, citando diverse sentenze, anche di Cassazione, orientate in questo senso. Per Antonucci, però, non c'è stato nulla da fare.

Commenti
Ritratto di Clastidium

Clastidium

Gio, 08/03/2018 - 18:15

tanto a 79 anni non ci va in galera

Ritratto di stenos

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 08/03/2018 - 18:45

E' giusto,initaglia prima le tasse e poi i dipendenti..ACCHHH SOOOO!!!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 08/03/2018 - 18:46

..anche perché tutti i clandest..le risorse sono sollecite a pagarvi le pensioni,mese per mese e qualcuna anche in anticipo...

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 08/03/2018 - 19:03

Un anno fa circa, un'altro giudice, ha NON condannato un'altro imprenditore che aveva fatto la stessa cosa. Morale della favola in Italia la LEGGE NON e uguale per TUTTI!!!!! AMEN.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 08/03/2018 - 19:06

chiamate Calenda che risolve tutto...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 08/03/2018 - 19:29

Ma per i 115 milioni di euro del fallimento del quotidiano l'UNITA abbiamo pagato solo noi cittadini il conto visto che il PD ha fatto sparire il suo patrimonio in 12 fondazioni ?

Martinico

Gio, 08/03/2018 - 19:36

Possibile mai che le sentenze ognuno se le interpreta e se le crea... Possibile mai che non esiste un articolo UNO che non sia manovrabile. Mi dispiace molto per questo imprenditore. Ovvio che non andrà in galera ma l'umiliazione che sta vivendo è eccessiva.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 08/03/2018 - 19:40

QUANDO I GIUDICI SONO BASTARDI DENTRO. TANTO LORO I LAUTI STIPENDI SE LI PRENDONO ANCHE SE FANNO DELLE EMERITE SCHIFEZZE. MANDAREI LORO IN GALERA. MAGARI AI LAVORI FORZATI.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 08/03/2018 - 19:56

Capite perchè le aziende chiudono, komunisti sanguisughe e parassiti?

leopard73

Gio, 08/03/2018 - 19:57

Condannare il giudice non l'imprenditore.

amedeov

Gio, 08/03/2018 - 19:58

Cari operai non vi preoccupate tanto perchè c'è il reddito di cittadinanza. Basta fare la domanda e spedirla al comico genovese oppure al suo pupillo

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 08/03/2018 - 20:14

Perché con quei soldi il governo teneva a oziare adescati migranti... Come polli all'ingrasso.

istituto

Gio, 08/03/2018 - 20:18

Ed i controlli alle piccole attività delle risorse Boldriniane non li fanno e loro prosperano......forti con i deboli e deboli con in i forti. Hanno calato le braghe...

bremen600

Gio, 08/03/2018 - 20:33

BENE,ORA TUTTI I DIPENDENTI E LE LORO FAMIGLIE SARANNO A CASA SENZA LAVORO E SENZA SOLDI.

giosafat

Gio, 08/03/2018 - 21:31

Eh, che volete, i magistrati e il fisco non hanno di questi problemi.

Lexius

Gio, 08/03/2018 - 22:13

Le sentenze di Cassazione sono solo una "indicazione" e il giudice può liberamente decidere diversamente purché dia adeguate e logiche motivazioni; egli è vincolato solo da sentenza della Corte Costituzionale. Ergo: l'esito di ogni processo non è mai scontato.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 08/03/2018 - 22:37

RIPROVOOOOO!! Se sullo stesso tipo di "reato" due giudici si pronunciano in modo OPPOSTO. Un anno fa circa fu cosi, vuol SOLO dire che le leggi in Italia vengono INTERPRETATE e non APPLICATE!!!! AMEN. Pensierino della sera. Il colmo della perversione e quello di utilizare la legge per fare ingiustizia. Voltaire.

kytra1936

Gio, 08/03/2018 - 22:41

Non c'é da stupirsi: lo Stato, questo Stato, è violento e prepotente esattamente come il mafioso quando chiede il pizzo: entrambi pretendono i LORO quattrini, e non gliene frega niente degli altri. Se non paghi il mafioso manda i picchiatori, lo Stato usa i giudici.

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Gio, 08/03/2018 - 22:48

Il giudice era preoccupato per il suo stipendio.