Nuovo terremoto in Emilia: torna la paura35 scosse nella notte: è allerta meteo 

Una nuova, lunga scossa di magnitudo 5,1 con epicentro nel Modenese ha fatto tremare l'Emilia e tutto il Nord Italia. Nuovi crolli nelle zone rosse, ma non ci sarebbero feriti. Oggi il commissario europeo Hann ha visitato le zone terremotate: "Una catastrofe nazionale, danni intorno ai 5 miliardi di euro"

In Emilia è ancora paura terremoto. Una nuova, lunga scossa di magnitudo 5,1 con epicentro a Novi di Modena (guarda la mappa) ha fatto tremare tutto il Nord Italia, da Bologna a Bolzano.

Protezione civile e forze dell'ordine sono al lavoro per verificare se ci siano stati nuovi danni nelle zone già colpite dal sisma di questi giorni. Grande la paura tra gli sfollati che vivono nelle tendopoli e nei centri d'accoglienza allestiti per l'emergenza. La scossa ha fatto corollare alcuni edifici, in particolare la torre di Novi rimasta finora in piedi. Per il momento comunque non ci sarebbero feriti, anche se qualcuno si è sentito male per lo spavento.

"Ci troviamo di fronte ad una catastrofe nazionale", ha detto il commissario europeo Johannes Hann assicurando che "la Commissione europea interverrà a favore delle zone dell’Emilia colpite dal terremoto con il fondo di solidarietà".

Il commissario europeo, dopo aver visitato le zone colpite dal sisma ha detto che ."la situazione è estremamente difficile per le persone che hanno perso la casa e per quelle che temono di perdere il lavoro". I danni stimati, anche se la valutazione è ancora in corso, sono intorno ai 5 miliardi di euro: "Noi potremmo dare un aiuto nell’ordine di 150-200 milioni con il fondo di solidarietà", sostiene Hann. Il commissario aggiunge inoltre che "i ministri per lo sviluppo rurale hanno deciso di stornare il 4% del fondo per lo sviluppo rurale e di stanziarlo a favore delle zone terremotate". Al fondo di solidarietà si aggiungerebero così altri 100 milioni a fondo perduto. "Infine c’è la possibilità di riassegnare i fondi dei programmi operativi alla ricostruzione, per una somma a due cifre", ha concluso il commissario europeo, promettendo anche che "l’Europa non chiederà la restituzione dei fondi già erogati per progetti europei che non possono essere portati a termine a causa del terremoto".

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 03/06/2012 - 19:05

Boccaccia mia statti zitto.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 03/06/2012 - 19:11

Odio chi mi censura e qui si fa abbondantemente.

leo_polemico

Dom, 03/06/2012 - 21:48

E' vero che poco è sempre meglio di niente, ma, a mio parere, un contributo di 300 milioni su un danno stimato di 5 miliardi, è, considerato che la matematica non è un'opinione, solo il 6 (sei) per cento. Ora una domanda: a quanto ammontano i contributi italiani alla cosiddetta "Unione Europea"? Già, in compenso, si spendono milioni per trasferire, ogni sei mesi, UFFICI,PARLAMENtO e TUTTO l'apparato politico da Bruxelles a Strasburgo e viceversa, senza parlare di tutti gli altri costi astronomici a nostro carico come i mega stipendi e rimborsi vari. Viene spontanea la domanda: chi ci guadagna in questi traslochi? Il sobrio, a parole, Monti potrebbe rifiutarsi di pagare, ma non paga lui, mai suoi concittadini. Lui aumenta, guarda che caso, una qualche accisa per far bella figura con i suoi sodali banchieri.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 03/06/2012 - 22:02

europa come il vaticano pigne secche ! mettiamoli al bando ambedue !!

senzaesclusiva

Dom, 03/06/2012 - 22:08

Se questi sono terremoti naturali, io sono il fratello gemello della marmotta che fabbrica la cioccolata.

nbsoft

Dom, 03/06/2012 - 22:48

I danni solo di almeno quindici miliardi di euro, le scosse continuano senza sosta e andranno avanti per mesi, e quelle dell'Europa sono solo vergognose briciole

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 04/06/2012 - 01:26

Quello che sta succedendo è molto preoccupante. Ormai sono trascorsi 15 giorni e le scosse sono sempre terrificanti. Vivo a Trento e qui si sentono molto forti, anche se non fanno danni sono paurose.

Ritratto di Zago

Zago

Lun, 04/06/2012 - 08:55

Se fosse ancora in vita il sismologo Bendanti, morto misteriosamente nel 1979, avrebbe potuto prevedere questi sismi. Infatti aveva previsto quello della Marsica che sforò solo per due giorni. Previde anche quello del Friuli del 1976, ma nessuno lo ascoltò e poi venne osannato da vari giornali. La sua teoria si basava sul flusso lunare e sugli astri e può darsi che avesse ragione. Resta il fatto che è la prima volta che due o tre terremoti a distanza di pochi giorni si abbattono sulla nostra italia, sulla Emilia Roomagna e non è un cosa normale. Staremo a vedere se i sismologi con i loro sofisticati macchinari sapranno dirci qualcosa in merito.

Manuela1

Lun, 04/06/2012 - 09:14

Non torna la paura, aumenta.

xawdoo

Lun, 04/06/2012 - 10:16

scusate il francesismo ma credo che la popolazione terremotata con 150-200 milioni di euro ci si sciacqua le palle.

Albert1

Lun, 04/06/2012 - 10:30

@ #5 senzaesclusiva ?????? Oddio è nata la tesi complottistica che qualcuno scatena i terremoti a destra e a manca. Ne sentivamo il bisogno, la metto insieme alle Scie Chimiche e agli Ufo.

Albert1

Lun, 04/06/2012 - 10:50

@ #8 Zago Grande Bendandi !! Il suo lavoro viene portato avanti da molti e con gli strumenti di oggi e i continui aggiustamenti alla teoria, questa oramai non è più tale. Tra qualche anno si potrà iniziare a stendere con una discreta approsimazione una mappa di quello che succederà. [url]http://daltonsminima.altervista.org/?p=20803[/url]

PassatorCortese

Lun, 04/06/2012 - 10:53

Quello che sta succedendo e' si molto preoccupante , 20anni fa si sono costruiti impianti di l'Agip e la Snam per l'estrazione del metano fra Ferrara e Modena . E dovete sapere che mentre le pompe che estraggono il metano succhiano da sotto terra il gas , altre pompe iniettano acqua per compensare il vuoto che viene a mancare . Risultato ,dove cera un grande cuscinetto di gas fra le croste sotteranee e la pianura padana , ora ce' un lago sotterraneo. E non credo sia la stessa cosa , ma qualcuno a autorizzato a discapito della sicurezza di quelle citta che ci vivono sopra e a favore di profitti facili . Qui in Italia e' sempre molto fatica sapere le verita' , in quanto tutti mangiano e tutti ,chi piu chi meno dai politici hai controllori sono stati sempre compromessi a quei livelli . Ora vedremo che la sfortuna di quelle popolazioni sara ancora la fortuna di quel sistema politico imprenditoriale che in quelle zone l'ha fatta sempre da padrone

eglanthyne

Lun, 04/06/2012 - 12:13

X#10 xawdoo - Ampiamente scusato , condivido . Saluti , Eglanthyne .

Albert1

Lun, 04/06/2012 - 12:47

@ #4 scandalo BRAVO! Poi tutta la beneficenza, gli aiuti e le strutture della chiesa in Italia e nel mondo a chi le passi alla Vispa Teresa? Cosa centra il Vaticano con l'Europa? Il vero scandalo sono commenti astrusi come questo.

Albert1

Lun, 04/06/2012 - 12:48

Ricordo a chi non si capacita di come le scosse non cessino, che erano quasi 500 anni che non c'erano terremoti così forti in quest'area. Visto che allora, da quello che si evince dalle testimonianze del tempo, andò avanti per 6 mesi, c'è solo da sperare e pregare. Sicuramente non sperare nella comunità europea capace solo di prendere soldi e fare leggi sulla lunghezza dei fagiolini!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 05/06/2012 - 01:14

Al #11 Alberti1 voglio dire di non preoccuparsi. Il giusto equilibrio dell'umanità prevede che esistano anche gli imbecilli che si inventano fesserie su ogni cosa. Mentre al #13 PassatorCortese consiglio di informarsi meglio. Gas e petrolio non occupano caverne sotterranee che vengono riempite d'acqua fino a formare laghi. Entrambi i due elementi sono trattenuti in rocce porose ad alte pressioni. Quindi l'acqua che li sostituisce non forma laghi.