Lo studio choc: ecco perché è pericolosa la barba lunga

La barba folta, seppur ben curata, lavata e tagliata seguendo la moda degli ultimi anni (simile a quella dei pionieri dell'800) nasconde molte insidie pr l'igiene: può essere la culla di migliaia di batteri

La barba folta, seppur ben curata, lavata e tagliata seguendo la moda degli ultimi anni (simile a quella dei pionieri dell'800) nasconde molte insidie pr l'igiene: può essere la culla di migliaia di batteri. Sulla pelle possono essercene fino a 20mila.
Questa la conclusione dello studio firmato da Anthony Hilton, capo del dipartimento di biologia dell'Aston University (Gb), pubblicato su “Anaestesia”. "La barba ospita più batetri rispetto a un viso ben rasato - precisa il ricercatore - anche dopo averla lavata i germi rimangono un pericolo per la pelle. Se si è raffreddati è facile che gli stafilococchi, batetri che causano diverse malattie, rimangono intrappolati a lungo nei peli. E se si bacia una persona ecco che si diffonde il batterio". Della stessa opinione è Ron Cutler, specialista dell'università Queen Mary di Londra: "La barba può diffondere le infezioni".

Mentre a difendere la “reputazione” della barba è Hugh Pennington, professore emerito di batteriologia dell'università di Aberdeen. "Ci sono gli stessi batteri che vivono sul derma del viso - precisa - La barba non è un problema d'igiene né un rischio per la salute".

Commenti

michele lascaro

Dom, 15/03/2015 - 08:25

Sì, tutto vero, Dr. Pennington, sono gli stessi microrganismi, ma la carica batterica è, inevitabilmente, superiore, e di molto.

Raoul Pontalti

Dom, 15/03/2015 - 13:09

Autentico studio del Menga! Il corpo umano è composto da centomila miliardi di cellule ed ospita altrettante cellule di microrganismi commensali, sulla cute la densità essendo di 1000-20.000 batteri/cmq. Più batteri vi sono sulla cute meglio è, trattandosi di commensali in equilibrio ecologico che mantengono un ecosistema non favorevole ai patogeni a motivo della competizione per le risorse. Se uno non fa il chirurgo (asepsi e antisepsi!) è bene si tenga tutti i suoi batteri e soprattutto se li coltivi bene. Seguendo il ragionamento farlocco che non tiene conto che non solo la barba è prevista da Madre Natura (che sciocca non è) ma che tagliandola si creano soluzioni di continuo della cute attraverso le quali i germi possono irrompere nel torrente circolatorio con rischio di batteriemie, setticemie, etc., allora si dovrebbero allora rapare a zero uomini e donne! Tutti resi calvi in nome dell'igiene degli stolti! Ma per favore...

michele lascaro

Dom, 15/03/2015 - 16:31

Pontalti, sai bene che la vita è il risultato , a parte ogni altra considerazione, ormonale per es., di una strettissima interazione fra microrganismi e sistema immunitario. Ogni giorno ingeriamo, inaliamo e permettiamo il passaggio di microrganismi attraverso microlesioni cutanee...

michele lascaro

Dom, 15/03/2015 - 16:36

Continuiamo ad essere sani finché non compaia un deficit immunitario (vedi AIDS e neoplasie in genere). È chiaro che l'interazione riguardi la carica batterica o virale. Come già ho detto in altra occasione la quantità microbica è essenziale e, non a caso, la preparazione di un campo chirurgico richiede la sterilizzazione, preceduta però, però, da tricotomia...

michele lascaro

Dom, 15/03/2015 - 16:41

Il problema della barba non era rappresentato nel passato, oggi no, la ricerca scientifica porta a risultati accettabili o no, tanto si continua a seguire il proprio istinto. Si è liberi di sbarbarsi o meno, i microrganismi restano e si comportano in base all'esercito, che possono mettere in opera.

michele lascaro

Dom, 15/03/2015 - 16:48

La vita è aleatoria, per cui ognuno segua le proprie preferenze e gli scienziati, mandiamoli a spasso, ogni tanto. Saluti

leserin

Dom, 15/03/2015 - 17:45

Di questi tempi il maggiore pericolo rappresentato dalla barba lunga è la sua somiglianza alla barba degli integralisti islamici, di cui rappresenta un modello dai imitare per gli aspiranti tagliagole votatisi all'ISISI. Tutto il resto è aria fritta.

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 06/04/2015 - 17:41

Io sono per il dr. Pennington. E spero che Poletti e Marino non si radano mai.

jeanlage

Lun, 06/04/2015 - 22:36

Ci fosse uno studio inglese che non è completamente cxxxxxo! la prossima volta studieranno i peli pubici, che si avvicinano di più alla sede del loro pensiero.

Maver

Gio, 01/10/2015 - 17:01

@leserin sul riferimento modaiolo a quanti (troppi) oggi subiscono l'influenza estetica dei tagliagole islamici lei mi ha rubato le parole di bocca (altro che pionieri dell'800). Chiaro ora il vero motivo delle critiche pseudo-scientifiche all'articolo?