Odiati e uccisi Ma i cristiani rinnegano le loro radici

Noi cristiani siamo odiati e veniamo ammazzati in tutto il mondo. Eppure siamo i primi a rinunciare alle nostre radici

Il giorno di Natale papa Francesco aveva portato l'attenzione del mondo sulle sofferenze dei cristiani di Aleppo, città martoriata dalle bombe dei ribelli siriani. Ieri invece, festa di Santo Stefano, primo martire della fede, Bergoglio ha alzato un grido di dolore contro la persecuzione dei cristiani. «Il mondo odia i cristiani ha detto il pontefice all'Angelus in piazza San Pietro - per la stessa ragione per cui ha odiato Gesù, perché lui ha portato la luce di Dio e il mondo preferisce le tenebre per nascondere le sue opere malvagie».

Ma un po' di tenebre le preferiscono anche i cristiani. Meglio nascondersi, starsene in ombra, ripararsi dietro il politicamente corretto e le facili scuse di non volere urtare la suscettibilità altrui. L'ultimo caso è capitato a Flero, nel Bresciano, una terra che negli anni '60 ha prodotto il penultimo papa italiano (Paolo VI) e dove ha prosperato a lungo la finanza cattolica. A Flero, dunque, è successo che gli alunni della scuola media non hanno cantato Astro del ciel per «non offendere le altre fedi». A Potenza invece un parroco ha vestito la Madonna con il burqa.

Una volta era il Concerto di Natale, i ragazzini in coro recitavano a scuola canti tradizionali e poesie dedicate al Bambinello per poi ripeterle a casa, davanti al presepio o in piedi sulla sedia prima che la mamma tagliasse il cappone. Adesso il Natale è bandito, Gesù non porta più i regali perché l'esclusiva è stata appaltata a Santa Claus e gli alunni si esibiscono nel «saggio d'inverno». Natale scaldava i cuori mentre il generale inverno ghiaccia gli animi e le corde vocali, così Astro del ciel a Flero è stata intonata a bocca chiusa, senza pronunciarne le parole.

Le scuole sono uno specchio che riflette il domani. E il 25 dicembre di domani sarà una festa senza Cristo, senza presepi (cancellati da anni da molti istituti codardi), senza inni, senza feste. Per non parlare dei crocifissi, estromessi dalle aule di Stato in nome di una laicità che per rispettare tutti in realtà non rispetta più nulla. In questo mondo di silenzi, di divieti e di vergogne ogni cosa è uguale a qualsiasi altra come nella notte non di Gesù Bambino ma di Hegel, in cui tutte le vacche sono nere.

Secondo il Rapporto 2016 della fondazione Aiuto alla Chiesa che soffre, nel mondo un Paese su cinque non garantisce la libertà religiosa. Il diffondersi del fondamentalismo islamico (ma non solo) genera onde migratorie senza precedenti. L'islam non conosce libertà di coscienza e di culto. Il Papa denuncia che «i martiri di oggi sono maggiori nel numero rispetto ai martiri dei primi secoli». Ma è un drammatico paradosso che il divieto bresciano coincida con il grido di dolore di Francesco contro le persecuzioni. Perché quella di Flero è un'autopersecuzione. Molti cristiani, o sedicenti tali, si tappano la bocca da soli, senza bisogno delle minacce, dell'odio contro la fede, dei «soprusi e violenze» segnalati dal pontefice.

L'autocensura è un'arma efficacissima per fare harakiri ed è uno strumento per spianare la strada a chi invece non si vergogna del proprio credo religioso e anzi lo impugna come uno strumento di conquista se non di terrore. Era il 1998 quando un profeta del nostro tempo come l'allora cardinale Ratzinger parlava di «crollo di antiche sicurezze religiose che settant'anni addietro sembravano ancora reggere». Nel frattempo questo crollo delle evidenze «è diventato un fatto compiuto». Anche Natale è rimasto sotto le macerie, la grotta di Betlemme è terremotata.

Ciò che era evidente non lo è più, regna sovrana la confusione. Ci si lamenta dell'avanzata islamica e poi ci si tira la zappa sui piedi da soli, perché l'oblio del Natale è la lapide posta sulle nostre origini e sull'intera civiltà occidentale. «Viene colui che sulle sue spalle ci riporterà all'origine della nostra dignità», scrisse San Bernardo di Chiaravalle. Ma l'Europa, questa Europa, ha preferito seppellire la sua dignità. Ignorando che un musulmano sbarcato in Occidente preferisce incontrare gente convinta di se stessa piuttosto che fantasmi rinunciatari in virtù di un presunto rispetto.

Commenti

venco

Mar, 27/12/2016 - 16:54

E certo, un popolo che rinnega le proprie radici e tradizioni è destinato a scomparire, e anche in malo modo. Siamo troppo presi dal modernismo e relativismo.

Franco40

Mar, 27/12/2016 - 17:02

Ben detto, bravo. Quando i politici europei, per rafforzare il laicismo, non hanno voluto includere l'origine ebraico-cristiana dei popoli europei, siamo diventati orfani delle nostre origini, quindi più poveri di valori.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/12/2016 - 17:03

É che questo Dio che predica la viltá di porge l´altra guancia é morto ... Nietzsche lo ha detto da tempo ... Abbiamo bisogno di una nuova superiore religione dalla parte della veritá, della intelligenza, del coraggio e della giustizia.

nippur62

Mar, 27/12/2016 - 17:18

Siamo talmente preoccupati di non passare per razzisti che neghiamo perfono l'evidenza. O ci sarà un radicale cambiamento di rotta o le risorse boldriniane saranno il nostro futuro.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 27/12/2016 - 17:18

I Cristiani sono semplicemente stupidi, stanno facendo lo stesso errore che fecero gli Ebrei con i Nazisti: sottovalutare forzosamente il pericolo.

Tuvok

Mar, 27/12/2016 - 17:19

Io non sono credente e non ho nessuna intenzione di rinnegare, non dico le mie radici perchè i miei erano cattolici, ma le mie opinioni, per far piacere a chi professa una religione che predica la poligamia, le spose bambine, la supremazia dell'uomo sulla donna e della religione sulla legge, oltre alla gioia suprema della compagnia eterna delle 72 vergini.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 27/12/2016 - 17:19

Non credo proprio di rinunciare agli insegnamenti dei miei genitori, a quello che ero. Le radici le abbndona chi dice buon Natale pensando al pranzo e al viaggio chissà dove, chi ostenta benessere( il può essere ricco o signore non lo ostenta ) , come quello arricchito, che in televisione diceva, che schioccando le dita guadagnava 50 milioni. Quelli abbandonano le radici. Non per un mussulmano in più o in meno. Io non cambio inflessione dialettale anche se ho vissuto il molti, posti e me ne vanto del mio dialetto bergamasco, come gli altri si vantano del loro romano napoletano piemontese siciliano e così via.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 27/12/2016 - 17:20

Filippi,concordo con lei.Questo spiega perchè la stragrande maggioranza degli italiani,degli europei,voti partiti o non voti del tutto,consentendo questa deriva,sopra tutto "culturale"(lo dico da ateo").Si da spazio alle altre religioni,alle altre culture,a scapito della propria.Un paradosso inconcepibile,un vero e proprio autogol,non capitato,ma voluto!!!Questo "Babbo natale",personaggio ridicolo,frutto della fantasia commerciale della "Cocoa Cola"(che lo ha creato tanti anni fa),è poi il massimo,di una visione consumistica,priva di identità,di qualsiasi messaggio!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/12/2016 - 17:23

É che questo Dio che predica la viltá di porge l´altra guancia é morto ... Nietzsche lo ha detto da tempo ... La viltá ha invigliacchito e sopraffatto la bellezza e la forza dell´amore ... Abbiamo bisogno di una nuova superiore religione intransigentemente dalla parte della veritá, della intelligenza, del coraggio e della giustizia.

Armandoestebanquito

Mar, 27/12/2016 - 17:23

Non vi preoccupate, i cristiani sono riusciti a sopravvivere allo sterminio romano(italiani) allora, quindi sopravviveranno ancora un'altra volta. Importante avere un lavoro.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 27/12/2016 - 17:26

@venco:...concordo!@CADAQUES:....concordo!@Franco40:....ricordiamoci sempre,che i "politici" europei,non occupano il posto che occupano,perchè messi lì dai MARZIANI,ma per il voto ed il non voto dalla stragrande maggioranza dei cittadini europei!!!

Mannik

Mar, 27/12/2016 - 17:30

Filippi, lei è al corrente vero che in quanto a confessione, i musulmani subiscono molte ma molte più perdite per mano di cristiani (e anche degli stessi musulmani) che viceversa? La smetta di raccontare frottole.

aitanhouse

Mar, 27/12/2016 - 17:31

rinnegare le radici.....non tutti siamo in possesso di cultura,di capacità di discernere , di interpretare le dottrine religiose: il popolo da sempre si lascia trascinare da chi pensa che sia più edotto di lui in materia religiosa e si esprime anche in modo paganeggiante nei suoi comportamenti religiosi; questo è quanto la stessa chiesa ha favorito nel corso dei secoli. Oggi quello stesso popolo sente e vede il papa che invita ad accogliere e rispettare il popolo musulmano;gagliardamente si battono le alte sfere religiose per il rispetto di una religione che ci chiama "infedeli"; le sacre feste cristiane vengono sminuite per non offendere la sensibilità dell'islam; nelle aule scolastiche è stato rimosso il crocefisso. E' chiaro che lo spirito cristiano stia scemando ed è altrettanto chiaro che il popolo cristiano abbandoni le chiese e le funzioni religiose: la chiesa è passata nel tempo dall'inquisizione allo sbracamento totale e questo è un segnale molto negativo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 27/12/2016 - 17:34

La fede non è fare le moine nella liturgia ma riflettere il messaggio su cui si basa una religione e essere martiri non vuol dire farsi trucidare ... tutto il resto è frutto della ferocia dell'Homo Sapiens.

VittorioMar

Mar, 27/12/2016 - 17:38

..se chi dovrebbero GRIDARE AL MONDO L'AVVENTO SE NE VERGOGNANO E SI MIMETIZZANO PER VIGLIACCHERIA sono quelli che minano alla base la nostra CULTURA E RADICI!!....Chierici..Preti ...Prelati,non i FEDELI!!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 27/12/2016 - 17:46

Ottima analisi che evidenzia l'essenza della propria autodistruzione già in atto nella vecchia e sorda Europa. La perdita dei valori, il rinnegare la propria storia e le proprie radici che si sono evoluti con i valori cristiani significa rinnegare la propria esistenza. Un insegnante che non percepisce questo nell'educare i bambini e i giovani deve dedicarsi ad altro ma non fare l'insegnante. Per questo occorrerebbero maggiori attenzioni su chi deve selezionare e scegliere i docenti. E' vero ciò che dice Filippi a riguardo dei cristiani che si nascondono per paura giustificandosi con la tolleranza verso gli altri o con la scusa di evitare scontri sociali o di religione. La nostra cultura e le nostre radici "cristiane" vanno difese e tutelate, sempre e comunque, senza se e senza ma, altrimenti saremo sopraffatti in brevissimo tempo in quanto il tempo corre più veloce delle nostre scellerate idee senza pensiero e vuote di valori.

greg

Mar, 27/12/2016 - 17:46

Io non sono razzista, vado d'accordo con tutti, in reciprocità di rispetto, sono orgoglioso delle mie radici cristiano/ebraiche, non avevo mai provato alcun sentimento di ostilità verso i mussulmani, ma ora, a furia di sentire di tutte le porcherie, stragi, ammazzamenti che operano, nella indifferenza assoluta dei governanti italiani ed europei che, anzi, stanno facilitando l'invasione che stiamo subendo, devo mio malgrado ammettere che non li sopporto più, e che la mia indifferenza alla religione del falso profeta ora sta subentrando un sentimento di ostilità civile. Spero che i nostri governanti, la magistratura e la UE non lo facciano diventare un sentimento più cattivo, perchè tutti ormai la pensiamo così, e la I° e II° guerra mondiale sono scoppiate proprio per questi motivi di insofferenza, politica e razziale

venco

Mar, 27/12/2016 - 17:48

Zagovian 17,16 i politici li abbiamo votati tutti in buona fede, ma poi seguono le direttive delle logge in primis.

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 27/12/2016 - 17:53

Temo che il messaggio evangelico, nel dogma del porgi l'altra guancia e del perdono di qualsiasi atrocità ad ogni costo (v. il papa che "non chiude la porta" ai tagliagole dell'ISIS), rechi in sé il seme della sua stessa dissoluzione. In questo mondo vince la forza. Il cattolicesimo ha conquistato il mondo portato sul filo della spada e dei cannoni dagli eserciti di re e imperatori. Oggi è il turno degli islamici, che ad ogni attentato guadagnano rispetto e adepti. E il cattolicesimo sta regredendo.

killkoms

Mar, 27/12/2016 - 17:53

se sono i vertici ed il clero i primi a sminuire la fede,mortificando i credenti..!

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 27/12/2016 - 17:59

La Chiesa è sopravvissuta 2000 anni coniugando sapientemente il messaggio di amore di Cristo con l'uso spregiudicato del potere terreno. Un equilibrio perfetto tra aldilà e aldiqua, tra ideali e realismo, in una ferrea disciplina gerarchica che ha garantito unità e sapienza, anche nei momenti più bui e difficili. La Chiesa di san Francesco e delle Crociate, è questa la Chiesa che ha superato i marosi della storia. Chiesa amata o odiata, ma sempre rispettata e temuta. Oggi l'equilibrio si è rotto.

ohibò44

Mar, 27/12/2016 - 17:59

“è un drammatico paradosso che il divieto bresciano coincida con il grido di dolore di Francesco contro le persecuzioni” d’accordissimo ma il problema potrebbe essere proprio Francesco, infatti i preti dicono di adeguare i comportamenti alle sue prediche, e questa è cronaca di tutti i giorni. O i preti non capiscono o Francesco non si spiega ma non dobbiamo ignorare che molti teologi dicono che con le prediche di Francesco questi comportamenti ‘relativisti’ sono giustificati

tmarco

Mar, 27/12/2016 - 18:00

Io sono Cristiano, vado in chiesa e non rinnego un bel niente.

elgar

Mar, 27/12/2016 - 18:00

La codardia italiana priva di spina dorsale è il vero problema. La colpa non è solamente della politica ma di un popolo senza carattere.

geronimo1

Mar, 27/12/2016 - 18:03

Forse il motivo e' nella moderna (e imposta..) Cristianita'..... Porgi l' altra guancia fino a giungere al suicidio...!!!!! Perche' in effetti con i Papi attuali che continuano a chiedere scusa al mondo per gli errori della Chiesa, una forte AUTODISTRUZIONE e' ben presente nella cultura ecclesiastico/buonista..!!!! Cio' porta sicuramente a rinnegare, ad essere dei "Fantozzi" nella difesa delle proprie ideologie...... Preti sempre pronti a parlare di Gesu' Bambino e del perdono universale, ma ben poco pratici nelle azioni da intraprendere.....!!!!!! Ben altri tempi quando i Papi benedicevano le spade di Re Riccardo che partiva per la Terra Santa per riprendersi Gerusalemme...!!!!!!!! Li' si' che i religiosi predicavano con un occhio ai problemi concreti (e bellici...)....

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 27/12/2016 - 18:03

(…post 2) Non fosse un’immane tragedia per i tanti cristiani, schiavizzati, perseguitati, fatti a pezzi e per lo sfacelo della cultura occidentale, ci sarebbe da ridere con scherno delle teste d’uovo della disUE, italiani compresi. Delle due una: o mentono sapendo di mentire con il loro politicamente corretto, o sono così… diversamente intelligenti da credere veramente che integrare gli islamici sia facile come conquistare colonie e sottometterle con gli eserciti. Il «Profeta» la spada per conquistare e… «integrare» l’ha usata molto prima che la Francia – «La figlia prediletta della Chiesa» – ridiventasse Gallia e basta. La forza del terrorismo islamico è data dall’odio del sinistrume europeo contro tutto ciò che è cristiano.

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 27/12/2016 - 18:06

Il messaggio evangelico senza apparato iconografico e rituale, senza sovrastrutture di potere e di forza, privo del coraggio assertivo e volitivo di far valere e far riconoscere i propri valori a livello personale e sociale, annacquato nel relativismo conformista e nel pensiero debole e rinunciatario, come può reggere all'onda d'urto della violenta, integralista e monolitica espansione islamica?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 27/12/2016 - 18:10

In difesa dell´Amore abbiamo bisogno di una nuova religione che faccia giustizia della bassezza di chi condusse il Cristo alla croce.

tzilighelta

Mar, 27/12/2016 - 18:14

Signor Filippi non faccia terrorismo, e soprattutto rimetta a posto l'orologio della storia, non c'è nessuna guerra contro i cristiani anzi a guardare i numeri muoiono molti più mussulmani, per mano di musulmani, che cristiani! ......E se non è d'accordo con me ci rivediamo a Filippi!

Massimo Bocci

Mar, 27/12/2016 - 18:18

Quali radici?? Quale appartenenza??? Fatta da chi???? Da miserabili demagoghi seduti su scranni di LADRI e PROFITTATORI!!! Che si sollazzano e vivono da satolli negli agi, con le nostre prebende (8x1000) e attività esentasse turlupinate alla collettività per precetti truffa Onuls, con schiere di PEDOFILI, IMPENITENTI!!! Che non si peritano (dato la loro coscienza?? QUALE) nemmeno di profittare di bambini e andicappati, hanno trasformato al pari dei comunisti principi dei FINTI!!! Egalitari TRUFFALDINI propagandati con frottole da millenni, ma ora il re è NUDO!!!...Segue....

Massimo Bocci

Mar, 27/12/2016 - 18:19

Segue...E loro i gli apostati,seduti su scranni predicano e incentivano SOVRAPPOPOLAZIONE ,la schiavitù, miseria umana e materiale come panacea di tutte le loro MISERABILI!!! Inettitudini,di pavidi e miserabili LADRI!!! Arrivando anche ad assolvere e incentivare (per convenienza e lucro) terrorismo,genocici e stermini, queste dovrebbero essere radici (come quando a fianco degli Spagnoli conquisatores perpetuarono di tutti i nativi americani, meglio che tutte queste radici brucino,con le loro MISTIFICAZIONI nel loro procurato inferno terreno, inferno non configurato postumo, per intimidire e asservire STOLTI!!! Ma creato e attuato scientemente per la nostra schiavitù TIRANNIA quella si ETERNA!!!

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 27/12/2016 - 18:21

Io vedo ancora tanta gente in chiesa, sarà che il nostro parroco è una persona colma di grazia, che tocca i cuori di tutti. Ma l'amore e la misericordia non basteranno a salvarci dalla spada dell'Islam. La storia insegna che il messaggio evangelico si è diffuso con gli apostoli e i missionari, ma si è consolidato ed è stato concretamente difeso dagli eserciti di Costantino, di Carlo Magno, di Ferdinando e Isabella d'Aragona, della Lega Santa, di Giovanni Sobieski, e innumerevoli altri servitori della provvidenza. I cristiani che rinnegano questo passato rinnegano se stessi e si condannano alla inesorabile distruzione.

AndyFay

Mar, 27/12/2016 - 19:36

Papa Francesco, prima di fare delle affermazioni dovrebbe seriamente pensare a quello che dice. Sono gli islamici che uccidono i cristiani e non solo. Basta ricordarsi degli attentati fatti in India . Non si è mai visto un cristiano ucciso o perseguitato da un buddista o da una religione diversa dall'islam.

greg

Mar, 27/12/2016 - 21:58

....................tzilighelta.....................................su di lei resta una sola cosa da fare: stendere un velo pietoso

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 28/12/2016 - 10:35

@elgar 18:00:...certo,....che a stragrande maggioranza,vota o non vota,per mantenere questo andazzo.@killkoms 17:53:....certo!!