Omicidio di Udine, 15enni non convincono: "Usarono il bancomat della vittima"

Scricchiola la versione delle ragazzine che hanno ucciso Mirco Sacher. Gli investigatori hanno sequestrato i loro profili Facebook. Oggi l'autopsia e la convalida del fermo

Scricchiola la versione delle due 15enni che hanno confessato l'omicidio di un presunto mostro a Udine. Le due ragazzine avrebbero effettuato un prelievo con la carta bancomat di Mirco Sacher durante la fuga sfociata nell'omicidio dell'uomo reo, secondo la loro (ambigua) versione, di aver tentato di violentarle.

Il prelievo fa ritenere che le adolescenti - con ogni probabilità - potessero conoscere il codice della carta. Il bancomat sembra fosse custodito nel portafoglio che il pensionato teneva in auto, ma non è ancora chiaro se gli sia stato sottratto con la forza o gli sia stato rubato. Negli ultimi tempi, secondo quanto si è appreso, sarebbero stati numerosi i prelievi effettuati.

Per questo, e per altre incongruenze nel racconto, gli inquirenti hanno predisposto il sequestro delle pagine Facebook delle due quindicenni udinesi al fine di analizzare le caselle delle due ragazzine alla ricerca di indizi utili per ricostruire la vicenda e dunque la verità sull'omicidio dell'anziano. Gli investigatori ritengono che le due adolescenti possano aver affidato al loro diario on-line pensieri e confidenze che potrebbero essere utili e decisivi per le indagini.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 10/04/2013 - 13:26

Probabilmente salterà fuori una storia dallo squallore infinito dove un corruttore di minorenni (oppure che si è fatto ignobilmente corrompere da queste) si è trovato avvolto da una ragnatela di ricatti che hanno portato alla tragica conclusione. Pietà per il morto ma anche e soprattutto per delle ragazzine maturate troppo in fretta e quindi divenute marce. Nulla vieta poi che vi siano degli adulti non solo a margine ma pienamente coinvolti nella trista vicenda.La rilassatezza dei costumi, la mancanza di educazione nel senso tradizionale, il mancato controllo delle famiglie sul comportamento dei giovani possono portare anche a questi risultati.

drake87

Mer, 10/04/2013 - 13:32

mmmm forse forse qualcunA arrotondava la paghetta concedendo qualche attenzione di troppo a un certo pensionato che in cambio non donava caramelle ma denaro sonante,ma a quanto pare le cifre non bastavano più e sempre qulcunA ha pensato bene di fare un prelievo pi corposo,poi sfortunatamente c e scappato il morto ma che si può fare,quel che è fatto e fatto..... lo strangolamento non è il tipo di uccisione più comune nei casi di eccesso di legittima difesa,specie ad opera di due ragazzine....

Ilgenerale

Mer, 10/04/2013 - 14:19

A volte vorrei vedere la Chiesa traslocare da Roma , sopratutto quando fa politica, poi capitano storie come questa e mi rendo conto di essere stato molto fortunato a studiare dai Salesiani e ad aver ricevuto un'educazione morale prima che accademica. Quando leggo questi fatti resto basito nell'apprendere del totale vuoto etico e morale di taluni adolescenti di oggi. Quella è un'età che dovrebbe essere scandita dalle note dell'ode alla gioia , da un profondo amore per la vita e per gli altri e invece scopriamo quindicenni con il cuore più nero della pece. Spero che possano capire i loro errori e ritrovare la pace che meritano a quel l'età !

liibalaaba

Mer, 10/04/2013 - 14:50

Finalmente comincio a vedere che la storia dei minori "indifesi e da proteggere a tutti i costi" comincia a vacillare! La vogliamo finalmente smettere di considerarli individui provenienti da un altro mondo? Sono esattamente come gli adulti,hanno lo stesso fisico,e pensano esatamente come tutti noi. Perciò,se commettono un reato,che vengano giudicati e condannati esattamnte come gli adulti (come avviene in Gran Bretagna). Basta usare attenzioni particolari!Anche dal punto di vista della maturità sessaule bisogna abbassare la maggiore età e portarla a 16 anni (forse anche qualcosa in meno),così le cosiddette "ragazzine" la smetterebbero di predisporre "trappole" per poi mettere in atto ricatti di vario genere,magari aiutate da qualche adulto connivente.

decespugliatore

Mer, 10/04/2013 - 15:49

La storia ha puzzato subito dal primo momento. Vedremo come va a finire, ma c'è poco da sperare.

angelal82

Mer, 10/04/2013 - 18:31

La penso come Drake87. Speriamo di poter sapere la verità.

Ritratto di marco peroni

marco peroni

Gio, 11/04/2013 - 08:10

Ve lo dico io come sono andati i fatti . le due tipe sapendo della persona buona e fragile sapendo di essere accompagniate gli hanno proposto di andare a vedere in quel posto perche' avevano un appuntamento con chi ? saranno i carabinieri a scoprirlo ,poi con la terza p o quarta persona lo avranno riccattato o minacciato di fatti non veritieri vistosi che erano due donne, quest'uomo a reagito dicendo vi denuncio lo hanno ammazzato . non sono due agnelline ma ben si delle assine insime ad altri non hanno fatto tutto da sole. credo nel magistrato che segue il caso , deve andare fino in fondo , verra' fuori la verita' di una persona brava e fragile. marco

Ritratto di marco peroni

marco peroni

Gio, 11/04/2013 - 08:20

credo che siano due demoniache , che indagino fino in fondo verra' la verita . quell'uomo non e' ne mostro e sento di una persona per bene e fragile. ma guarda dicono di essere quasi state violentate sono in stato di sock , e se ne vanno a prelevare i soldi , ma ha chi hanno dato i soldi ? se dicono di non averne?? signori siamo di fronte a due ragazzine diaboliche ,spero che presto possa venire fuori la verita; quest' uomo deve avere i funerali di stato per avere infamato il suo nome. io saprei come farle parlare, altro che avvocato vanno rinchiuse separate da sole e affinche non dicono la verita' non devono vedere nessuno . questa e' la linea dura , siamo nel 2013 ma quali minori adesso a 7 anni sono piu maggiorenni di noi . andate a scosvare che c'e dietro a queste due mocciosine diaboliche , forse di nuovo il nomade che un'anno fa insieme alle ragazzine riccattarono un gay . ok io ho detto la mia ,voi dite la vostra , marco

Ritratto di marco peroni

marco peroni

Gio, 11/04/2013 - 08:23

io ho letto tutti gli articoli di questo caso , anche se mi trovo in indonesia. il mostro non e lui , ma le due ragazzine diaboliche guidate dan complici . andate fin in fondo a questa storia assurda non credibile la versione fatta dalle ragazzine diaboliche. marco

noinciucio

Ven, 12/04/2013 - 08:46

qualunque sia la verità rimane una squallida storia!