Omicidio Varani, Foffo: "In passato volevo fare male a qualcuno"

La confessione resa da Manuel Foffo al pm Francesco Scavo che indaga sull'omicidio di Luca Varani

"In passato avevo avuto un momento in cui avevo l'intenzione di far del male a qualcuno. Non so come questa idea è maturata tra me e me". È uno dei passi della confessione resa da Manuel Foffo al pm Francesco Scavo che indaga sull'omicidio di Luca Varani, seviziato e massacrato a coltellate venerdì scorso in un appartamento di via Igino Giordani al quartiere Collatino. Parlando di sé, Foffo ha aggiunto: "Anche se ho avuto questo pensiero in passato, lo stesso è rimasto tale e non ho mai pensato che potesse concretizzarsi. Non mi ritengo capace di aver fatto quello che ho fatto". Prima di uccidere Varani, Foffo ha rivelato al magistrato di aver fatto un giro in macchina assieme all'amico Marco Prato alla ricerca di una persona da colpire: "Quando eravamo in macchina non abbiamo portato a termine la nostra intenzione di fare male a una persona perché non abbiamo trovato nessuno. Lo avremmo forse fatto se avessimo trovato quella persona. Non ricordo quanto tempo girammo in macchina ma so che non abbiamo fatto uso di cocaina durante la nostra uscita. Non ricordo cosa abbiamo fatto o se abbiamo incontrato qualcuno".