Orfini assicura: "Marino non è commissariato"

Renzi crea una struttura ad hoc per il Campidoglio, ma il presidente Pd smentisce: "Il Comune non è sotto tutela"

"Nessun commissariamento del sindaco: serviva il sostegno al Campidoglio da parte di tutti, ed è ciò che è avvenuto". A dirlo è Matteo Orfini che commenta così a La Stampa le misure adottate da Palazzo Chigi sul Comune di Roma, secondo cui tutti gli atti del Campidoglio dovranno passare anche dalla supervisione del prefetto Franco Gabrielli.

Difficile non pensare a un regime speciale di controllo e non parlare di commissariamento, quindi. Ma il presidente Pd difende il sindaco di Roma: "La vicenda di Roma è di evidente complessità: Marino ha fatto da argine alle infiltrazioni mafiose, ma con i soli poteri del sindaco non si poteva andare fino in fondo. Serviva il sostegno da parte di tutti, ed è quello che è avvenuto. Marino continua a fare il sindaco, con il sostegno del prefetto e dell’Autorità anticorruzione. Ora il sindaco è nelle condizioni di fare un salto di qualità: ha una giunta rinnovata e di spessore, e l’impegno della Prefettura nel vigilare sugli appalti".

Orfini allontana anche lo spettro dimissioni, chieste a gran voce da cittadini e altre forze politiche: "Il dibattito sulle sue dimissioni lo abbiamo già fatto, e quando abbiamo chiesto a personalità del partito e della società civile di andare a dare una mano in Giunta, è perché abbiamo pensato che la consiliatura debba andare avanti fino al termine naturale", dice.

Commenti

papik40

Sab, 29/08/2015 - 12:06

Orifini ha ragione Marino non e' commissariato e' stato mancamentato!

wrights

Sab, 29/08/2015 - 12:43

Non è commissariato, ma gli hanno dato l'accompagno, si vede che tanto bene non sta.