Palermo, scuola annulla la presentazione di un libro futurista: "Editore di destra"

L'istituto alberghiero "Pietro Piazza" di Palermo ha annullato la presentazione di un libro futurista dedicato alla cucina in programma oggi. Gli organizzatori hanno fatto sapere che l'evento è stato cancellato per motivi politici

Dopo il caso Altaforte al Salone del Libro di Torino, nelle ultime ore si è registrato un nuovo caso di censura di un volume. Questa volta ad essere messo all’indice è "La cucina futurista", di Filippo Tommaso Marinetti e Fillia, la cui ristampa anastatica, curata dal Centro librario occidente di Palermo, era uscita lo scorso febbraio.

L’opera doveva essere presentata oggi presso l'istituto alberghiero "Pietro Piazza" di Palermo ma l’appuntamento è saltato. Francesco Paolo Ciulla, titolare del centro che aveva ristampato il volume, lo scorso sabato ha ricevuto una comunicazione telefonica dagli uffici dell'istituto con la quale si informava che il preside aveva deciso di annullare l'iniziativa. Gli organizzatori hanno fatto sapere che l’evento è stato cancellato perchè Ciulla è vicino ad ambienti destra.

La manifestazione era promossa da BC Sicilia, associazione che si occupa di salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali e ambientali. Nel corso dell’evento, gli studenti dell'Ipseo avrebbero dovuto preparare anche dei piatti richiamati dal volume e offrire a tutti i partecipanti alcuni cocktail “futuristi”.

Non è un caso che come location per la presentazione del libro era stato scelto un istituto alberghiero. Il legame tra futurismo e cucina è più profondo di quello che si può pensare. Gli aderenti a questo movimento artistico e culturale si esprimono in maniera totale, organizzando eventi volti ad incidere sul modo di vivere, anche a tavola, delle persone.

Gli chef futuristi avevano il compito di eccitare i sensi attraverso un coraggioso azzardo di abbinamenti culinari così da trasformare le pietanze in vere e proprie operazioni artistiche e comportamenti d'avanguardia.

"Annullare un evento culturale per antifascismo nel 2019, oltre che essere sconcertante significa non aver idea di cosa sia il Futurismo", afferma la deputata di Fratelli d'Italia Carolina Varchi. "Il Futurismo è una delle più importanti correnti culturali e artistiche del '900, studiata e valorizzata in tutto il mondo”, ha inoltre continuato la deputata che poi ha concluso con una nota ironica: “Ci auguriamo che il preside non abbia scambiato l'arancina proposta da Marinetti per una bomba sovversiva".

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 13/05/2019 - 20:57

semplicemente bisogna ostracizzarli! E quindi ostracizzare anche FelpaPig!

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 13/05/2019 - 21:17

Voi Kompagni,che vi dichiarate DEMOCRATICI,siete semplicemente VERGOGNOSI.Meritate stesso trattamento,e l'occasione non mancherà...

Giorgio5819

Lun, 13/05/2019 - 21:23

...mentre le brigatiste possono presentare quello che vogliono .....

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 13/05/2019 - 21:38

Contro questo tipo di censura rossa non ci vuole ironia, ma reazioni forti e decise.

Fjr

Lun, 13/05/2019 - 21:42

Se invece di Marinetti pace all’anima sua c’era Farinetti a quest’ora avevano steso un bel tappeto rosso per elogiarne le grandi doti culinarie.

anfo

Lun, 13/05/2019 - 22:04

omar el somar, come nei paesi islamici, vero?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 13/05/2019 - 22:05

Mancano ancora i commissari del popolo e poi possiamo partire per il lontano Est ... i gulag siberiani.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 13/05/2019 - 22:19

@Omar - spèrigioni razzismo da tutte le parti. Becero muslim.

cgf

Mar, 14/05/2019 - 00:31

Se dovessero boicottare Mondadori perché Berlusconiana, tantissimi autori non pubblicherebbero più nulla. IDEONAAA grazie omar el somar, domani mi compro una felpa-pig, ci vuole con questo tempo, e ci vuole anche del cibo calorico, tengo pancho con salchicha alemana, quiere comer?

Reip

Mar, 14/05/2019 - 00:52

Censura di Stato... Fenomeno tipico dei Paesi a regime dittatoriale. In Italia il sistema dittatoriale di sinistra.

Garganella

Mar, 14/05/2019 - 08:02

E poi insistono dichiarando che la destra è fascista!

Ritratto di The_Paladin

The_Paladin

Mar, 14/05/2019 - 08:28

Omar El Mukhtar. Pensa che noi di "destra" siamo così democratici da permettere a qualsiasi caprone con una lingua in bocca di poter esprimere il proprio parere democraticamente senza per questo ostracizzarlo, proprio come facciamo con te.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 14/05/2019 - 09:02

HA!HA!HA! La supremazia comunista, vuole sempre essere presente, anche se agonizzante!!!

Geegrobot

Mar, 14/05/2019 - 09:43

Omar El somaro, ma ancora stai ragliando? Huarda che non frega a nessuno dei tuoi commenti. Le censure sono l'inizio della dittatura, quindi delle due cose l'una, o è stalinismo o è fascismo, quindi che ti piaccia o no se la pensi così sei un FASCISTA della peggior specie

Geegrobot

Mar, 14/05/2019 - 09:46

E già perché se sei di destra Non puoi pubblicare, se sei di sinistra si, caspita che bella gente democratica solo a parole. Destinazione estinzione di massa

Treg

Mar, 14/05/2019 - 09:49

Dopo la prossima schiacciante vittoria della destra in Europa, tutti gli intellettuali e gli editori diventeranno come per magia di destra anche loro.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 14/05/2019 - 10:27

è vero i futuristi furono anti comunisti, per che all'epoca il fascismo era attivo, dinamico e guardava al futuro, infatti i "futuristi" marinetti(poeta e primo firmatario del "manifesto" futurista)mario chiattone(architetto)giacomo balla(il più rappresentativo nella pittura futurista)umberto boccioni(pittore e scultore,il meglio di se lo diede nella scultura)carlo carrà(pittore)gino severini(pittore) il futurismo fu l'inica corrente di pensiero italiano, umanistico e artistico a valicare la frontiera italiana verso tutti i paesi europei oltre al continente americano! l'italia artistica era ferma al 17° secolo! anche se il "futurista" antelitteram fu leonardo da vinvi, anche lui di destra! di destra erano caravaggio e michelangelo!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 14/05/2019 - 10:28

"Ci auguriamo che il preside non abbia scambiato l'arancina proposta da Marinetti per una bomba sovversiva". Se queste sono le migliori idee di chi sta a sx siamo proprio messi maluccio. Mi ricordano, per certi versi, il rogo di libri nella Berlino del 1933, rogo che non fu organizzato dal governo hitleriano, bensì dagli studenti tedeschi stessi, infervorati dalla propaganda del nazismo che stigmatizzava gli intellettuali in genere, e in particolar modo quelli ebrei o di sinistra. Spero non dilaghi questa forma illiberale, visto che ci sono tanti editori importanti che hanno pubblicato e pubblicano libri sul fascismo, sul nazismo, sul comunismo e a loro non hanno torto neanche mezzo pelo.

maxxena

Mar, 14/05/2019 - 11:17

gent.mo Omar El Mukhtar Lun, 13/05/2019 - 20:57, lei porta il nome di un grande combattente per la libertà, eppure caldeggia la censura. Mi auguro solo che lei sia molto giovane, altrimenti saprebbe che nella storia le più grandi dittature si sono basate sulla soppressione delle idee altrui. Per confutare un'idea, prima la si ascolta e poi si oppone la propria cercando di dimostrarne la validità. Questa si chiama democrazia, il resto è solo un'alternanza di dittature variamente colorate. Distruggere o sopprimere una qualsiasi forma culturale solo perchè nata o ambientata in un determinato periodo politico, oltre ad essere una forma di ottusità, è un vero e proprio crimine contro la cultura. Spero proprio che lei non sia contento di quello che è successo a Ninive,Mosul ecc. per mano dell'ISIS.