Papa Bergoglio: "Penso al momento in cui dovrò congedarmi"

Papa Francesco ha fatto riferimento al momento in cui dovrà congedarsi da vescovo. Il modello è San Paolo. Il "testamento spirituale" del pontefice

Papa Francesco ha fatto riferimento al momento in cui dovrà congedarsi. Il tutto è avvenuto a Casa Santa Marta durante la messa di oggi.

Bergoglio ha ricordato la vicenda testimoniale di San Paolo:"Quando io leggo questo - ha sottolineato il pontefice argentino riferendosi al congedo del santo missionario - penso a me, perché sono vescovo e devo congedarmi. Chiedo al Signore la grazia di potermi congedare così".

"Così", ovvero come "vescovo" in grado di curare il gregge e lontano il più possibile dai vezzi carrieristici di certo clero. Il Papa non ha fatto riferimento a eventuali future dimissioni. Non siamo dinanzi a un secondo "caso Joseph Ratzinger". Nessun fulmine sul Vaticano. Qualcuno, però, evidenzia come le frasi pronunciate oggi da Papa Francesco suonino già come un "testamento spirituale".

Il Santo Padre ha citato la "testimonianza" di Paolo di Tarso estendendo il ragionamento ai destini di tutta la Chiesa: "Quanto lontano è questo testamento dai testamenti mondani - ha ribadito l'ex arcivescovo di Buenos Aires -. Questo lo lascio a quello, quello a quell'altro, quello a quell'altro..., tanti beni. Non aveva nulla Paolo, soltanto la grazia di Dio, il coraggio apostolico, la rivelazione di Gesù Cristo e la salvezza che il Signore aveva dato a lui. Chiedo al Signore la grazia di potermi congedare così". Un congedo, quindi, che vorrebbe avvenire all'interno di una Chiesa povera, costruita attorno alle periferie esistenziali ed ecclesiastiche del mondo e immaginata per gli ultimi.

"Penso ai vescovi, a tutti i vescovi - ha detto ancora l'argentino -. Che il Signore dia la grazia a tutti noi di poterci congedare così, con questo spirito, con questa forza, con questo amore a Gesù Cristo, con questa fiducia nello Spirito Santo". Bergoglio ha poi ricordato le modalità attraverso le quali è avvenuto quel congedo.

San Paolo ha riunito il Consiglio presbiteriale e, prima di "passare il testimone", ha fatto un esame di coscienza. L'ipotesi delle "dimissioni anticipate" resta poco probabile. Conosciamo, però, il modo attraverso cui il Santo Padre vorrebbe, un giorno, congedarsi dal soglio di Pietro.

Commenti

restinga84

Mar, 15/05/2018 - 14:43

Prima si congeda dal soglio di Pietro e meglio e`per tutti.

Reip

Mar, 15/05/2018 - 14:44

Si spera il prima possibile! Nessuno lo vuole il pampero comunista!

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 15/05/2018 - 14:51

"Penso già al momento in cui dovrò congedarmi" ... ... ... SARA' SEMPRE TROPPO TARDI !!!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 15/05/2018 - 15:38

Uhhhhh....fammi felice,domani?

giovanni951

Mar, 15/05/2018 - 16:24

vada vada.....

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 15/05/2018 - 16:29

speriamo prestissimo

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Mar, 15/05/2018 - 16:46

..E si farà' una grande festa quel giorno, perché l'imam islamico se n'e' andato per sempre!

fifaus

Mar, 15/05/2018 - 17:25

ci pensiamo anche noi...

manfredog

Mar, 15/05/2018 - 17:25

..pregheremo per Lei, Santità..ed anche per noi..!! mg.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 15/05/2018 - 19:59

Basta che lasci alla Chiesa i suoi soldi...

edo1969

Mar, 15/05/2018 - 21:37

anche noi

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mar, 15/05/2018 - 22:57

Ecco, sì, braaavoooo!!! Ma subito però, mi raccomando! Domani stesso!

stefano751

Mer, 16/05/2018 - 09:38

Il Papa parla del congedo da questa vita e il passaggio all'eternità, e vuole vivere questo momento fedele al suo ministero di pastore libero dalla seduzione della ricchezza e dal carrierismo che implica a volte asservimento alle culture dominanti, anche se contro il vangelo, della vanagloria e populismo.

stefano751

Mer, 16/05/2018 - 09:39

Viva il Papa.

stefano751

Mer, 16/05/2018 - 09:43

Viva il Papa. "Tu sei Pietro su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa". E' da secoli che tentano di distruggere la chiesa con attacco diretto al papato e alla gerarchia ecclesiastica, ma non ci riescono. La Chiesa è di origine divina, pur essendo una realtà umana.

stefano751

Mer, 16/05/2018 - 09:46

Napoleone voleva eliminare la chiesa cattolica, ma un suo consigliere gli disse: "Maestà, non ci sono riusciti in 1800 anni i cristiani e volete riuscirci voi?" I peggiori nemici della Chiesa sono proprio all'interno della chiesa.

stefano751

Mer, 16/05/2018 - 09:50

Hitler mandò un suo generale a Roma con l'ordine di fare prigioniero il papa e tutti i clero del Vaticano e dar vita ad una nuova chiesa germanica. Ma il generale si rifiutò di eseguire l'ordine, anzi mise in guardia il Papa da questo complotto. "Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa".