Parlano gli accusatori del Papa: "Tradisce la Chiesa con l'islam"

Il promotore della lettera contro Papa Francesco e il suo pontificato "pro-islam": "Come non lo si può considerare tradimento?"

Le sottoscrizioni sono già oltre 3.600. La lettera firmata da “ex musulmani” contro Papa Francesco e il suo “insegnamento sull’islam” in un modo o nell’altro ha fatto parlare di sé. Alcuni hanno criticato la credibilità della petizione, aperta a tutti i fedeli senza il coinvolgimento di teologi o studiosi del Diritto Canonico. Eppure da Italia, Francia, Germania e Gran Bretagna continuano ad arrivare adesioni che i promotori sperano di presentare a Sua Santità per fargli capire che “non si possono servire allo stesso tempo la Chiesa e l’islam”.

Dietro l’accusa al Pontefice di “presentare il Corano come via di salvezza” (leggi qui il testo), si nasconde padre Guy Pagès, un parroco cattolico incardinato nell'arcidiocesi di Parigi. Classe 1958, laureato in teologia, è stato ordinato sacerdote nel 1994 per diventare negli ultimi anni l’animatore del sito “islam&vérité”, noto per le sue posizioni polemiche sul rapporto tra Chiesa e musulmani. Missionario nella Repubblica di Gibuti, Pages ha potuto “conoscere da vicino" la religione di Allah tanto da spingerlo a scrivere diversi libri sul tema, tra cui il più famoso - “Interrogare l’islam” - è stato tradotto anche in Italiano. “La Chiesa deve lottare contro l’islam per assicurare l’esistenza e la salute dei suoi figli”, dice Pages a ilGiornale.it che lo ha contattato per mail.

Nella vostra lettera a Papa Francesco, vi presentate come “ex musulmani”. Ma non è chiaro fino in fondo chi siano i promotori dell’iniziativa.
“Sono ex musulmani e alcuni loro amici, arrabbiati per l’islamofilia nella Chiesa, di cui il Papa è un esponente di spicco".

Avete un'associazione?
"Alcuni di noi fanno parte di associazioni che sostengono gli ex musulmani e la loro evangelizzazione. Non abbiamo un capo o un presidente, se non Gesù Cristo, per il quale abbiamo accettato di perdere tutto”.

Siete seguiti da sacerdoti o vescovi?
“Sono veramente pochi i preti che ci sostengono”.

Alla vostra petizione hanno aderito oltre 3.600 persone. Non tutte saranno convertiti, immagino. Quanti sono gli ex musulmani che si sentono feriti dal dialogo del Papa con i fedeli di Allah?
“Al momento non lo sappiamo ancora. Come abbiamo detto nella presentazione della nostra lettera, gli ex musulmani, in generale, sanno di essere stati condannati a morte dall’islam e evitano quindi di farsi riconoscere. I nomi li riveleremo solo al Santo Padre, se lo richiederà”.

La vostra iniziativa sembra simile alla “Corretio Filialis” pubblicata alcuni mesi fa. Se però in quel caso a firmarla furono solo teologi, preti e vescovi, voi invece l’avete aperta a tutti i fedeli. Non rischia di farla apparire meno seria?
“Non crediamo sia necessario essere un teologo affermato per riconoscere la natura demoniaca dell’islam. Basta un po’ d'intelligenza, senza dover scomodare la fede, per capire che non si possono servire allo stesso tempo la Chiesa e l’islam, cioè Cristo e l’Anticristo”.

Non crede sia presuntuoso per un gruppo di fedeli pretendere di correggere il Papa?

“Come si legge nella glossa di Sant’Agostino in uno dei suoi passaggi: “San Pietro ha insegnato con il suo esempio a coloro che sono di rango superiore che se stanno rischiando di perdere la retta via, non si devono arrabbiare se coloro che sono inferiori li riprendono”.

La Chiesa dovrebbe cercare il dialogo o combattere i musulmani?
“Quale dialogo (può esserci) con l’islam? ‘Quale rapporto c’è tra la giustizia e l’empietà. Quale unione tra la luce e le tenebre? Quale accordo tra Cristo e Satana? Quale legame tra il fedele e l’infedele?’. La Chiesa deve lottare contro l’islam perché è minacciata direttamente da colui che ha per missione quella di annientarla e rimpiazzarla. Chi può venire dopo il Cristo se non l’Anticristo?”.

I cristiani dunque dovrebbero cercare di convertire i musulmani?
“Tutti quelli che non lo fanno, dovranno rendere conto a Dio per la dannazione dei musulmani che avrebbero potuto salvare”.

Cosa vi aspettate di sentire da Papa Francesco, se dovesse rispondere al vostro appello?
“Che dica la verità riguardo l’islam oppure che taccia!”

Perché pensate che il Pontefice stia “islamizzando l’Europa”?
“Per diverse ragioni: perché sta affermando delle contro-verità sull’islam, in modo da renderlo più amabile; e perché sta incoraggiando l’invasione dell’Occidente da parte dei clandestini di religione musulmana, disobbedendo così al comandamento apostolico”.

Voi sostenete che il Papa stia proponendo il Corano “come via di salvezza”. Per quale motivo credete lo faccia?
“Questo è per noi è un profondo mistero”.

Il Corano predica violenza?
“Basta leggere il Corano e conoscere la storia dell’islam per capirlo. Gesù ha annunciato che sarebbe venuto un tempo in cui coloro che uccidono i cristiani avrebbero immaginato così di adorare Dio. E in quale religione, se non nell’islam, viene insegnato l’odio a morte per i cristiani?”

Cosa farete se Bergoglio non cambierà la sua posizione?

“Continueremo a soffrire e a domandare perdono a Dio per lui, sperando (nell’arrivo) di un Papa secondo il Suo cuore”.

Sognate il ritorno di Benedetto XVI?
“No”.

E sareste pronti a lasciare la Chiesa?

“No”.

Pensate che il Papa stia tradendo la Chiesa?
“Si può pensare che la compiacenza verso l’islam non sia un tradimento?”

Commenti

tosco1

Mer, 17/01/2018 - 16:29

Ha fatto come i nostri amati deputati:Prendono i voti a destra e poi li portano a sinistra, supportati dalla Costituzione.Bergoglio ha preso i voti dei cristiani per portarli alla causa dell'Islam. Anche lui e' un migratore,in Italia, voltagabbana. Ma e' previsto anche nella Costituzione dello stato Pontificio.? Per l'Italia , ci penseranno gli italiani, ma per la Chiesa, dovra' pensarci solo il Padreeterno.?

Cesare007

Mer, 17/01/2018 - 16:34

"L’ordo caritatis” vuole che la persona che è a capo di qualche gruppo sociale e si assume la responsabilità per questo gruppo, ricordi che IL SUO PRIMO DOVERE È VERSO I FIGLI DI QUESTO POPOLO e, quando ha soddisfatto e saturato i più urgenti e fondamentali bisogni dei propri cittadini, può estendere la volontà di portare aiuto alle altre popolazioni e all'intera famiglia umana". (il primate polacco Wyszyński)

venco

Mer, 17/01/2018 - 16:51

L'islam va messo al bando essendo una religione che predica odio e morte a chi non si converte a loro,

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 17/01/2018 - 16:53

E' assolutamente vero. Il capo della chiesa cattolica dovrebbe lavorare per questa, e non per altre religioni. Questo indipendentemente dal valore morale di queste religioni, che peraltro, parlando di islam, è veramente infimo.

dagoleo

Mer, 17/01/2018 - 17:02

Speriamo che la Divina Provvidenza non dia lunga vita a questo impostore di Bergoglio. Il Papa islamico è quanto di peggio potevamo attenderci e desiderare in questi anni irrequieti in cui l'Islam attacca i cristiani, con l'appoggio degli atei, con l'intento di distruggerli. E molti cristiani stanno cadendo nella trappola dell'umanitarismo cieco che le frange cattocomuniste stanno diffondendo nel mondo.

routier

Mer, 17/01/2018 - 17:06

La lettera inizia con: "Padre Santo". Spiacente ma non condivido. Per me la "Santità" è una cosa seria! Cosa ci sia di Santo in Don Bergoglio non mi è dato di sapere e fin'ora non è nemmeno lontanamente paragonabile al suo omonimo Francesco da Assisi. (lui davvero Santo)

RenatoBozzini

Mer, 17/01/2018 - 17:11

E' vero e ci sta turlupinando con la sua tonaca bianca. Però va considerato che è un gesuita; quelli della santa inquisizione per intenderci.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 17/01/2018 - 17:35

"""La malvagità dell`uomo"""!!! Straparlare quando l`accusato non è presente!!!

lawless

Mer, 17/01/2018 - 17:40

ormai lo hanno capito pure i sassi, questo papa per i cristiani è stata una iattura, ha allontanato dalla chiesa migliaia di credenti ha creato divisioni istigato all'odio. E' un radical comunista che ha fatto danni generazionali.

g-perri

Mer, 17/01/2018 - 17:56

L'errore più grande che possono commettere i gesuiti (di tutti i tempi) è quello di credere di potersi comportare come Gesù, ma Gesù era unico e loro son altra cosa.

@ollel63

Mer, 17/01/2018 - 17:59

cos'aspettate a cacciarlo? Pagate qualcuno in Cile perché gli offrano asilo eterno.

salvatore40

Mer, 17/01/2018 - 19:35

Convertire i musulmani? Ci risiamo. Convertire gli occidentali all' islam ? Ci risiamo ancora. Non sarebbe meglio se ognuno si tenesse la sua religione ?

giovanni951

Mer, 17/01/2018 - 20:21

lo hanno capito tutti tranne i cattocom nostrani

killkoms

Mer, 17/01/2018 - 22:51

i porporati americani ci hanno fatto un bel regalo!

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mer, 17/01/2018 - 23:45

questa volta fu un Papa sbagliato..

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mer, 17/01/2018 - 23:46

si è già beccato due dita in un occhio, un giornale in faccia in Sud America..

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 18/01/2018 - 01:52

Mai visto un papa che va contro i cristiani.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/01/2018 - 02:08

Allora non lo dico solo io. Siamo in tanti a pensarla così.

Guido_

Gio, 18/01/2018 - 03:37

Seminate odio, ormai è il marchio di fabbrica... la cosa che più mi fa ridere di tutto ciò è che Bergoglio in Argentina è sempre stato considerato un conservatore (soy argentino y sé de que hablo) mentre in Italia diventa quasi un pericoloso marxista. Cari amici, ma siete arrivati davvero alla frutta?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 18/01/2018 - 04:47

L'Islam prevede la pena di morte, piú o meno come la setta dei "Bambini di Satana". Dunque Bergoglio è un brutto demonio.

INGVDI

Gio, 18/01/2018 - 07:55

Tradisce Cristo.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 18/01/2018 - 08:02

E'dura farlo capire a chi ha il cervello collegato alla vena fecale.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/01/2018 - 08:50

prepariamoci, anzi i nostri figli si preparino ad andare a pregare nascondendosi nelle catacombe, poichè nelfuturo non ci saranno più chiese.

Trinky

Gio, 18/01/2018 - 09:22

Perchè, non lo si era capito?