Parma, 18enne aggredisce l'autista del bus a bottigliate

Un giovane di 18 anni ha aggredito a Parma un autista del bus nei pressi della stazione. L'ha preso a bottigliate perché non voleva pagare il biglietto

Un giovane italiano di 18 anni ha aggredito a Parma a bottigliate un autista della Tep, l'azienda di trasporti locale.

Il giovane non voleva pagare il biglietto dell'autobus e non ha voluto sentire le ragioni dell'autista che lo invitava a seguire le regole. La vicenda è accaduta domenica poco dopo le 18:30 nella pensilina della linea 2, nei pressi della stazione ferroviaria.

Il 61enne era sull’autobus mentre aspettava l’orario esatto per partire quando all’improvviso il giovane, forse ubriaco, ha iniziato ad accanirsi contro le porte affinchè il conducente lo facesse salire, ma quest’ultimo lo ha prontamente allontanato. Il giovane, con in mano una bottiglia, voleva a tutti i costi salire sul mezzo, rigorosamente senza biglietto, ma l’autista gli ha detto di no scendendo poi dal mezzo.

A quel punto il 18enne lo ha aggredito con la bottiglia. L’aggressore è stato fermato da un gruppo di senegalesi che hanno assistito all’accaduto, i quali sono riusciti a bloccarlo e a tenerlo fermo fino all’arrivo delle autorità, che hanno proceduto con l’arresto. Le condizioni dellautista non sono gravi.

Non è la prima volta che accade una cosa del genere a Parma. Già ad agosto un autista è stato linciato da un gruppo di migranti che lo hanno pestato ripetutatemente al viso.

Commenti

piazzapulita52

Lun, 13/11/2017 - 17:03

Sta imparando il "nuovo stile di vita" imposto dai TRADITORI DELLA PATRIA! Avanti cosi'!!!