Il parroco apre un ristorante per gli italiani in difficoltà (ma lo vieta agli immigrati)

La singolare iniziativa di don Gianni Antoniazzi, parroco a Carpenedo, in Veneto, ha già raccolto molti consensi e qualche critica

Sono bastate pochissimi ore per rendere noto don Gianni Antoniazzi, parroco di Carpenedo, in Veneto. Il sacerdote è stato raggiunto dalle telecamere del programma tv "Dalla vostra parte" di Rete 4, condotto da Paolo Del Debbio. Don Gianni si è detto pronto ad aprire un ristorante dedicato solamente agli italiani in difficoltà. Una ricetta semplice, quella di don Gianni: pasto completo a solo un euro. Solo per gli italiani però.

Nel ristorante di don Gianni non c'è posto per gli immigrati. Meglio: per i profughi don Gianni ha trovato delle abitazioni. Gli italiani hanno altre difficoltà, prima tra tutte quella di riuscire a mettere un boccone in bocca. L'idea di don Gianni ha fatto subito il giro del web. C'è stato chi l'ha apprezzata e chi invece l'ha cassata.

Una cosa è certa: il messaggio di don Gianni è piaciuto soprattutto ai leghisti.

Commenti

VittorioMar

Sab, 19/09/2015 - 13:55

..se questo parroco ha necessità di fondi .apra un C.C.presso una banca o ufficio postale...cercheremo di aiutarlo fattivamente...

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 19/09/2015 - 14:11

BRAVO COSI' SI RAGIONE GLI ITALIANI NON POSSONO SEMPRE ESSERE I SERVI DEL MONDO BRAVO ALLA FACCIA DI DON FRANCESCO D'ARGENTINA!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 19/09/2015 - 14:33

Questo parroco, DOVREBBE ISTRUIRE LE ALTE CARICHE DELLO STATO ITALIANO, non solo, ma dovrebbe gestire i ristoranti delle camere e del senato."""MENU UNICO PER TUTTI I MANGIAPANE A TRADIMENTO!!!

Miraldo

Sab, 19/09/2015 - 14:35

Questi sono i veri preti che occorrono in Italia. Non certamente quelli che si definiscono (comunisti o grillini) che aiutano solo i clandestini.

venco

Sab, 19/09/2015 - 14:41

Giusto, gli immigrati possono pretendere vitto alloggio in un campo profughi a spese dello Stato, gli italiani devono vivere nella loro comunità omogenea, anche la Chiesa è una comunità: comunità dei credenti in Dio aperta a tutti gli uomini di buona volontà, non a tutti come vogliono imporci adesso, che rende solo caos.

tatoscky

Sab, 19/09/2015 - 14:54

Finalmente, bravissimo Don Gianni, speriamo in altri preti coraggiosi come lui.

istituto

Sab, 19/09/2015 - 14:56

Disponibile ad aiutare il Parroco tramite raccolta fondi a mezzo c/c postale.Fateci sapere. Basta con gli interventi a "pioggia" che nella maggior parte dei casi aiutano SOLO gli EXTRACOMUNITARI.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 19/09/2015 - 14:57

Sono pronto a sovvenzionarlo.Con tante famiglie in grande difficoltà ed altre che se mangiano non si possono curare è arrivato di aiutare i nostri,bianchi o neri che siano,e verificare lo status di rifugiato per gli altri e chi non lo è rimandarlo a casa e comunque pagare di tasca propria,oltre ad una bella condanna pecuniaria.

killkoms

Sab, 19/09/2015 - 15:18

sempre prima gli italiani..!

mv1297

Sab, 19/09/2015 - 15:25

c'è un particolare che nessuno menziona: fino a poco tempo fa venivamo (io sono veneto) definiti il ricco Nord Est. Due sono le cose: o prima si raccontavano menzogne, degne di essere definite come commenti razzisti o c'è stato un tracollo economico tale da renderci "poveri" adesso. Ebbene, la verità è alquanto semplice: chi lavora (e noi veneti lavoriamo tanto, direi anche malati di lavoro) è perché ne ha bisogno per se stessi e per essere "solidali" con il resto della penisola (i 20 miliardi di euro, al netto degli 8 miliardi che paghiamo per gli interessi sul debito pubblico non creato da noi, in totale fanno 28 miliardi/annui), adesso dobbiamo perfino farci mancare il cibo in bocca. Alla faccia di chi dice che siamo egoisti a voler diventare indipendenti. La verità è che siamo una colonia dello Stato italiano.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 19/09/2015 - 15:55

Don Gianni Antoniazzi, uno dei pochi uomini di Chiesa che si è accorto del martirio e delle enormi difficoltà alla quali devono giornalmente affrontare numerosi cittadini italiani, ridotti allo stremo partendo dal tempo del fallimentare governo tecnico di Monti, la loro demenziale legge Fornero, l'esponenziale incremento della pressione fiscale, la chiusura di centinaia di migliaia di aziende, un eccesso di burocrazia insensata ed oggi per finire ma non necessariamente completare l'invasione selvaggia incontrollata non soltanto da parte di genuini profughi ma di tantissimi clandestini, delinquenti in fuga dai loro paesi, di coloro in cerca di fortuna e sicuramente di un numero di terroristi addestrati. GIANNI ANTONIAZZI SUBITO PAPA!!

timoty martin

Sab, 19/09/2015 - 16:12

Complimenti ed auguri a Don Gianni !!! I politici Italiani, Boldrini, Renzi, Alfano in testa, prendano esempio da questo Parroco e diano a lui gli stessi soldi che regalano alle onlus per ospitare e mantenere gli invasori. Gli Italiani cari politici vanno aiutati PRIMA di tutti gli altri.

VittorioMar

Sab, 19/09/2015 - 16:19

..qualcuno della LEGA faccia testimone di questa bella iniziativa....SALVINI..ZAIA....

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 19/09/2015 - 16:28

Eroe.

Razdecaz

Sab, 19/09/2015 - 16:38

Soccorsi, concordo al 100% su tutto quello che hai scritto, la penso da sempre così. Soccorsi è stato chiarissimo ed e per questo che ho detto che la penso nella stessa maniera. "NON C'E' PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE", e mai detto fu più appropriato in questo momento.., SVEGLIA, renzi, alfano, boldrini, gabrielli, kyenge, chaouki, tutti i preti, i vescovi e i cardinali, tutti i komunistoidi che difendono i clandestini. DON GIANNI ANTONIAZZI SUBITO PAPA!! papa francesco pensa solo e soltanto ai musulmani, suoi amici. Mentre nei paesi islamici bruciano le chiese e uccidono i cristiani, complimenti, in pensione subito.

gianni59

Sab, 19/09/2015 - 16:55

penso che nessuno di quelli che hanno commentato questo articolo sia cristiano, né tantomeno don Antoniazzi , perché altrimenti conoscerebbe bene le parabole del buon Samaritano e del figliol prodigo....

Palladino

Sab, 19/09/2015 - 17:05

bravissimo DON GIANNI,fatemi sapere come si fa ad aiutarlo.

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 19/09/2015 - 17:10

B R A V I S S I M O

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Sab, 19/09/2015 - 17:30

Il parroco si è messo nei guai. Ora scatteranno i controlli, sollecitati dalle coop, dei nas, della tributaria e dell'ispettorato del lavoro!

federico61

Sab, 19/09/2015 - 17:30

Bravo è da condividere. Come sempre i Veneti sono più avanti!

istituto

Sab, 19/09/2015 - 17:30

Per Gianni 59. Il Giornale con varie notizie di cronaca (che gli altri media asserviti alla sinistra od al politicamente corretto non hanno MAI RIPORTATO) ci ha diverse volte fatto conoscere il comportamento ARROGANTE delle cosiddette "risorse" nelle varie mense Caritàs e nei confronti dei volontari e nei confronti degli italiani. La prova provata e' quella che abbiamo tutti sotto gli occhi davanti alle Chiese (a chiedere l'elemosina) dove STRANAMENTE non si vedono italiani cacciati da bande di extracomunitari(come mi ha confermato un mio amico povero che frequenta le mense caritas). Questi (e non parlo dei VERI PROFUGHI) vengono a farsi mantenere da noi e quindi é giusto che sia dato prima agli italiani , poi se avanza...perché per tutti non c'è..D'altra parte anche Squinzi ha detto il lavoro prima agli italiani, o non é cristiano neanche lui ?

Zizzigo

Sab, 19/09/2015 - 17:36

Talune eccezioni fanno piacere... si può contribuire?

ziobeppe1951

Sab, 19/09/2015 - 17:38

@gianni59...perchè tu sei contrario all'iniziativa di questo parroco?Si io sono ateo e del resto I clandestini hanno ed è giusto dato che lo Stato pappone non fa nulla per i nostri poveri che qualcuno ci metta del suo.Te lo ripeto, da ateo, non me ne frega niente del samaritano o del figliol prodigo,non vivo di fumo

linoalo1

Sab, 19/09/2015 - 17:39

E chi lo avrà mai criticato?A parte qualcuno del Clero,sicuramente i Sinistrati,in special modo le Donne Sinistrate!!In TV,sono sempre quelle che difendono strenuamente,tutti gli Immigrati,condannando,a priori,chi mon li difende!!!!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 19/09/2015 - 17:45

@gianni59, Gesù, nel 'buon Samaritano' voleva mettere in evidenza la 'compassione' (va detto che l'uomo derubato dai briganti non aveva preteso aiuto; magari non era una ragione per non darglielo, tuttavia è da sottolineare), per cui se gli immigrati trovano facilmente compassione (la pretendono e spesso la ottengono e poi, ancora più spesso, protestano), non così immediato e reciproco è per gli italiani, privi del privilegiato 'status' di 'profugo'. Il 'Figliol prodigo' non mi sembra un esempio calzante: era un figlio che aveva dilapidato la sua fortuna, ma, consapevole del suo errore, tornava a casa e si voleva umiliare, ma il padre lo volle comunque accogliere e festeggiare. Sono tra quelli che credono che l'educazione (quella cosa sconosciuta ai 'poveri' migranti che buttano gli alimenti) vada premiata!

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 19/09/2015 - 17:56

finalmente un PRETE che gli verranno APERTE le porte del PARADISO quando sarà il MOMENTO

mareblu

Sab, 19/09/2015 - 18:01

Quando avvera' anche nei capoluoghi della Campania ?

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 19/09/2015 - 18:05

Xgianni59, contrariamente a quanto lei possa credere o alludere, io non solo sono un cristiano cattolico credente ma come la maggioranza dei commentatori, sono un realista che vuole il bene del Paese, dei cittadini e soprattutto del futuro cristiano, prospero, tranquillo, sicuro dei nostri figli e nipoti. Cordialmente........soccorsi

Albius50

Sab, 19/09/2015 - 18:12

x gianni59 l'italiano senza lavoro non prende 35 euro al giorno

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 19/09/2015 - 18:15

Di questi parroci ne abbiamo veramente bisogno; molto meno, anzi, per nulla dei preti pedofili, gay, politically correct e buonisti ad oltranza!

eloi

Sab, 19/09/2015 - 18:27

Vedrete che a questo Don Gianni Antonazzi a breve arriverà una lettera della Curia con tanto di trasferimento in qualche Parrocchia, si fa per dire, "povera".

papik40

Sab, 19/09/2015 - 18:32

Finalmente un prete come si deve!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 19/09/2015 - 18:45

Uno su cento,fa piacere,ma non cambia l'andazzo(purtroppo)....

ursus spelaeus

Sab, 19/09/2015 - 18:55

A CHI HA SCRTTO L'ARTICOLO !!!!! definirLa giornalista , mi sembra una esagrazione ! quelle dei poveri sono MENSE , non ristoranti !!!!!!!!!!!! sono lombardo , ma sarei onorato di poter servire a questa mensa Carlo

ursus spelaeus

Sab, 19/09/2015 - 19:10

A quelle belle anime , che a fronte di questo articolo contribuirebbero all'iniziativa . Non andate troppo lontano !! Sicuramente nella vostra parrocchia ,o in quella vicina ,etc etc c'è la San Vincenzo , dopo aver espresso , a parole , le vostre buone intenzioni .... cacciate mano al portafoglio Carlo

stogu

Sab, 19/09/2015 - 20:01

santo subito, per favore. Nel menu di tutti i giorni braciole di maiale, porchetta, affettati misto. Per evitare che si intrufoli qualcuno in ciabatte e coll'asciugamani in testa a turbante. Grazie, reverendo padre.

moshe

Sab, 19/09/2015 - 20:16

Non sono certo un fan dei preti, ma quando leggo di un parroco che ancora ragiona col suo cervello, posso sicuramente considerarlo una persona di rispetto.

rossini

Sab, 19/09/2015 - 20:23

Viva Don Gianni. Se i preti suoi colleghi non sono d'accordo con lui che vadano ad aiutare i negri a domicilio facendo i missionari in Africa Nera. Lì c'è sempre un PENTOLONE che li aspetta.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 19/09/2015 - 20:30

Finalmente un prete con il sale in zucca. I clandestini vadano a mangiare alle coop

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 19/09/2015 - 20:38

ALMENO ESISTE UNO CHE SI PREOCCUPA DEGLI ITALIANI, PERCHE' SE ASPETTIAMO QUELLI DEL GOVERNO STIAMO FRESCHI.

antes1

Sab, 19/09/2015 - 20:45

Si è detto pronto ad aprire? Non è forse il caso allora che prima di santificarlo aspettiate di vedere se lo apre veramente?

Opaline67

Sab, 19/09/2015 - 20:49

Mi sembra assai giusto. Se aspetti che ci pensi il nostro caro, devoto governo ai poveri di nazionalità Italiana, aspetta e spera!

Gilfry

Sab, 19/09/2015 - 21:51

Come inviare un aiuto per soli Italiani?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 19/09/2015 - 22:46

Appena bergoglio sarà tornato dall'America provvederà alla sospensione 'a divinis' per questo povero prete non allineato.

unz

Sab, 19/09/2015 - 22:51

bravo

cgf

Sab, 19/09/2015 - 23:13

sufficiente servire cibo Haram, non necessariamente maiale tutti i giorni. Lunedì BISTECCA ALLA FIORENTINA (in tutti i sensi, appena scottata), martedì PASTA ASCIUTTA ALLA SALCICCIA E BACON mercoledì STINCO AL FORNO CON PATATE ROSOLATE ALLA PANCETTA giovedì GNOCCHI AL FORMAGGIO DEL CASARO (quello con vero caglio, vale a dire come si dovrebbe sempre fare il formaggio) venerdì GAMBERETTI E VONGOLE AL GUAZZETTO sabato GALLETTO AL VINO BIANCO. Vino sempre presente sulla tavola e prima pranzo professione di fede e dopo preghiera di ringraziamento. Nessun vespaio il ristorante offre quello e se non va bene ce ne sono altri.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 20/09/2015 - 00:08

gli italiani sono le colonne portanti di una casa, mentre gli immigrati sono le tegole del tetto. Se abbattiamo una buona parte delle colonne ed al tetto aggiugiamo un altro strato di tegole la casa crolla. Lo capiscono i sinistroidi questo piccolo esempio?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 20/09/2015 - 00:08

Ci voleva l'invasione dei clandestini per aprire gli occhi a molti caritatevoli preti sulla povertà dei nostri connazionali. ORA STA VENENDO A GALLA CHI AIUTA VERAMENTE I POVERI E CHI FA DELLA SPORCA DEMAGOGIA A FINI POLITICI.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 20/09/2015 - 00:17

@VittorioMar,sarebbe buona cosa si publicasse il cc ,l'IBAN di questo buon PARROCO,vorrei contribuire, grazie

Italianoinpanama

Dom, 20/09/2015 - 01:49

vedrete che verra trasferito!

precisino54

Dom, 20/09/2015 - 08:17

X cgf – 23:13; ahimè sono certo che don Gianni non possa mai presentare un menù ispirato a quanto indichi e questo nonostante l'aiuto della provvidenza e di tanti generosi sempre pronti a fare la propria parte. D'altra i nostri connazionali in difficoltà non fanno di certo gli schizzinosi e si accontentano facilmente, anche perché sanno bene quanto poco possano avere dalla comunità strabica! Purtroppo la notizia dice che il parroco è pronto e non che già fornisce pasti, prima di "cantar vittoria" aspetterei, sono tanti gli invidiosi e pure attaccati ai proprio interessi! E poi sappiamo bene come sono pronte le procure in certi casi specie se attivate dai soliti noti: il classico codicillo si trova sempre se si cerca bene!

routier

Dom, 20/09/2015 - 08:39

Se Don Gianni darà seguito alla sua encomiabile iniziativa, otterrà un doppio successo. Primo: riavvicinerà alla chiesa molti ex credenti delusi da un cattolicesimo alla Bergoglio che ha poco da spartire con l'autentico cristianesimo. Secondo: potrà contare su consistenti fondi elargiti da persone di buona volontà. (tra cui il sottoscritto)

gianni59

Mar, 22/09/2015 - 12:47

Albius50...veramente nemmeno loro prendono 35 euro al giorno...li prendono, per mantenerli, altri italiani...vede allora che il lavoro è prima agli italiani?!?

ABC1935

Mar, 22/09/2015 - 14:28

Questo sacerdote ha centrato il problema e se proseguirà nell'iniziativa , esclusivamente indirizzata ai soli italiani , avrà certamente l'appoggio di tantissime persone disposte a collaborare ! Ci faccia sapere come !!!