Pasticcio seggiolini. La prova definitiva: governo di incapaci

«Non sappiamo cosa fare». La frase proferita ieri da Giuseppe Conte a Taranto, davanti agli operai dell'Ilva, non è solo l'epitaffio del governo, ma è anche la massima sintesi della sua filosofia: decidere di non decidere e fare un gran casino.

L'esempio macroscopico è il pasticciaccio mostruoso sull'Ilva, che ha portato l'avvocato del popolo - tra il popolo indiavolato - a issare bandiera bianca e ammettere la propria inadeguatezza. Ma forse, se possibile, c'è anche qualcosa di peggio: il caos sui seggiolini per i bambini. Ci spieghiamo: l'errore sul colosso dell'acciaio è gravissimo e drammatico. Ma non ci stupisce che un esecutivo di inetti non sia riuscito a districare una matassa alquanto complicata. Sapevamo di non avere a che fare con dei premi Nobel. Non c'è nessuna sorpresa dietro questo disastro, ampiamente annunciato. Ma la totale incapacità dei giallorossi si è manifestata sulla obbligatorietà dei seggiolini per i bambini sulle automobili. Che non è esattamente uno snodo epocale nella legislazione del nostro Paese. Doveva essere una strada in discesa ed è diventato un rally infernale.

Prima la legge, pasticciatissima, entrata in vigore giovedì in fretta e furia. Poi il caos sulle multe, con il sospetto - fondatissimo - che fosse una delle tante scuse per rimpinguare le casse dello Stato con un altro balzello. Poi la retromarcia e l'emendamento per fare slittare la partenza delle sanzioni. Si può sbagliare di fronte ai grandi dilemmi che implica l'amministrazione della cosa pubblica. Ma riuscire a incartarsi su una legge per i seggiolini è la dimostrazione dell'inettitudine che governa i palazzi del potere. La resa totale. Il governo ha fatto la legge e poi se la è autoemendata, in un rigurgito di lucidità. Ora prendano il coraggio a due mani e si automandino a casa.

Commenti

crilin

Sab, 09/11/2019 - 18:31

Tra l'altro, non c'era alcun motivo di avere fretta. Che pericolo c'è ora, con la stagione fredda? Solo quello di non riuscire a fare abbastanza multe? Non si poteva far decorrere l'obbligo, per dire, da aprile o maggio?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 09/11/2019 - 19:25

Brancaleone li prenderebbe a pernacchie

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 10/11/2019 - 00:44

Sig. Del Vigo, non sia troppo severo, questi poveracci sono talmente concentrati sulle poltrone che hanno perso di vista i seggiolini.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 10/11/2019 - 16:34

.....il governo farlocco riesce sempre ad auto umiliarsi....ma lo si sapeva....non dimentichiamoci che è sostenuto da fenomeni come lorenzovan,stamicchia ecc.ecc.....il cui Q.I sfiora lo zero assoluto

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Dom, 10/11/2019 - 16:57

Dilettanti che mandano una nazione allo sbaraglio!