Patente di guida, via il divieto per chi ha malattie del sangue

Ancora una novità per chi guida. Dal 6 ottobre non ci sarà più il divieto di mettersi al volante per chi soffre di malattie del sangue

Ancora una novità per chi guida. Dal 6 ottobre non ci sarà più il divieto di mettersi al volante con la patente per chi soffre di malattie del sangue. Di fatto questo tipo di divieto verrà rimosso con il Decreto del Presidente della Repubblica 139 del 10 luglio che entrerà in vigore proprio la prossima settimana. E così la decisione di cambiare i termini dei divieti di guida legati alle patologie è arrivato "in considerazione del progresso scientifico intervenuto sui nuovi strumenti di diagnosi e sulle nuove terapie", si legge nel decreto che cambia il Regolamento di esecuzione e attuazione del Codice della Strada. Tra le malattie che si possono trovare nella black list ci sono anche il diabete mellito, le malattie endocrine gravi, l'encefalite o scalrosi multipla, miastenia grave e anche l'atrofia muscolare progressiva. Divieto di guida anche per chi ha insufficienza renale, turbe psichiche o ad esempio malattie legate al sistema nervoso centrale o periferico. Per coloro che hanno questo tipo di patologie il divieto resta. La novità, come detto riguarda soltanto chi ha patologie che riguardano il sangue.