Paziente ricoverata tra le formiche, Beatrice Lorenzin: "Una cosa indegna"

La ministra alla Salute ha mandato i Nas e una task force all'ospedale San Paolo di Napoli per far luce sul caso di una donna ricoverata in un letto infestato dalle formiche

Interviene anche la Ministra alla Salute Beatrice Lorenzin sul caso dell'ospedale San Paolo di Napoli, dove una donna era ricoverata in un letto invaso da una colonia di formiche.

L'immagine della signora, ricoverata in medicina generale al quinto piano del nosocomio, immersa tra le formiche in un letto sporco aveva fatto il giro dei siti di informazione, destando un'ondata di polemiche. A diffondere lo scatto era stato il consigliere regionale campano dei Verdi Francesco, Emilio Borrelli, per denunciare il "gravissimo caso di degrado e mala sanità all'ospedale San Paolo di Napoli", dove vige "un livello di sciatteria e mancanza di igiene che non possiamo accettare da parte del personale medico".

Interpellata sul caso a margine di un convegno all'Università Luiss di Roma sulla sicurezza alimentare tra Italia e Cina, la ministra ha definito l'episodio "una cosa indegna" e ha promesso un'indagine per appurare le responsabilità del personale medico e dei dirigenti della struttura.

"Quello che è accaduto all'ospedale di Napoli è una cosa indegna. Come tutti abbiamo appreso la notizia dai siti e abbiamo immediatamente mandato i Nas - ha riferito Lorenzin - Oggi ho inviato anche una task force per appurare tutte le responsabilità e quindi fare un accertamento sulla direzione dell'ospedale e su quello che è accaduto nel reparto e agli altri pazienti".

"Dalle prime indagini è emerso che c'erano dei lavori all'interno del reparto e poi hanno trovato le lenzuola infestate in un magazzino - ha aggiunto la titolare del dicastero della Salute - Ovviamente è stato bloccato l'accesso al reparto per altri pazienti".

"Quanto sta accadendo negli ospedali campani è l'ennesima testimonianza dell'incapacità del governatore De Luca di gestire il sistema sanitario regionale. Ieri una donna ricoverata è stata costretta a dormire tra le formiche, oggi è la volta di 7 arrestati nei centri di diagnostica convenzionati di Napoli e Caserta per tac e risonanze mai effettuate in favore di pazienti del tutto ignari - ha dichiarato Giuseppina Castiello, deputata della Lega-NcS - De Luca al suo arrivo si è ritrovato una macchina efficiente grazie alla precedente esperienza del governo di centrodestra e ora sta distruggendo tutto. E a pagarne le conseguenze sono sempre i cittadini".

"Presenterò un'interrogazione al governo per chiedere interventi immediati per porre fine a questo scempio. Mi domando infatti come mai De Luca e il ministro Lorenzin siano tanto impegnati alla ricerca del nuovo commissario per la sanità invece di migliorare i servizi e garantire un sistema quantomeno dignitoso - ha proseguito la parlamentare del Carroccio - Basterebbe poco: una normale disinfestazione e una pulizia costante per aver almeno strutture pulite. Aspettiamo fatti e non le solite note sceneggiate teatrali deluchiane".

Commenti
Ritratto di bracco

bracco

Mar, 13/06/2017 - 14:02

Cosa pretendere quando ad amministrare la malsanità della Campania ci sono solo dei chiaccheroni professionisti del piagnisteo e campioni nel gettare le colpe sempre ad altri. Per loro l'importante è che arrivi la domenica per andare allo stadio a gridare, "Insigne facci un gol"....tutto il resto può aspettare e come si dice da quelle parti..... ci penseranno altri

Jon

Mar, 13/06/2017 - 14:10

Piu' che i Nas deve mandare un formichiere..!!

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 13/06/2017 - 14:32

Mi dispiace per i cittadini meridionali, veramente...oltre a pagare la Sanita' con le tasse, spesso sono costretti a pagare di propria tasca somme di danaro rilevanti per raggiungere ospedali del centro-nord, piu' nord che centro..visite in videoconferenza con specialisti al costo di centinaia di euro, viaggio in aereo, permanenza in alberghi vicino all'ospedale accompagnati dai parenti con aggravio di ulteriori costi...ma io mi domando::che cosa ci sta a fare un ministro tipo Lorenzin?..E specialmente..dove sta la Magistratura?..in Vacanza come sempre?

gneo58

Mar, 13/06/2017 - 14:44

se la gente lavorasse e non rubasse lo stipendio questo non succederebbe.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 13/06/2017 - 14:53

Se ne accorge solo adesso dei disastri nella sanità ? Mai fidarsi di certi esuli che si sono infiltrati nella società... Ricordate il buo Endrigo ? Povero profugo istriano diventato comunista fino all' osso. Ma non solo lui, ce ne sono a migliaia, a sfruttare l'Italia inseriti ben bene nell'apparato. È vero, gli hanno cacciati, ma via con i sette anni nel pubblico, scatti anticipati, prepensionamenti. Quelli che veramente rispetto sono a) gli emigrati in Australia e Americhe b) quelli che veramente rischiavano di venire infoibati. Sta tipa, prima berlusconiana di ferro e adesso quello che fa, no, non la digeriscono.

Martinico

Mar, 13/06/2017 - 14:54

Se si fosse trattato di un locale pubblico, in aperta campagna, sarebbero bastate due ragnatele per farlo sudare freddo....

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Mar, 13/06/2017 - 15:01

siamo alla solita cialtroneria della politica, la Lorenzin farebbe bene ad occuparsi a risolvere il problema delle liste di attesa per le analisi diagnostiche che hanno raggiunto e superato mediamente i 6 mesi di attesa.milioni di italiani hanno rinunciato alle cure e chi puo' si paga analisi in strutture private.....per quanto riguarda Napoli non serve una "task force" basta individuare i responsabili e LICENZIARLI !!!

carlottacharlie

Mar, 13/06/2017 - 15:05

Signora Lorenzin, si accorge adesso dell'indegnita' degli Ospedali del Sud? Lavori, s'informi e non faccia il pesce in barile.

nonnoaldo

Mar, 13/06/2017 - 15:33

Le formiche già c'erano nel reparto. E' impensabile che un intero formicaio si sia riversato al quarto piano solo dopo l'arrivo della donna. Quindi sia l'impresa che ha in appalto le pulizie, sia il personale infermieristico del reparto sono responsabili. Alla prima immediata revoca dell'appalto, ai secondi una dura reprimenda e sanzioni pecunarie. A De Luca un cordiale "non speculare", sta brigando per essere nominato commissario alla sanità, ma dimentica che come governatoe della regione è già il primo responsabile dei servizi sanitari. povera Napoli, come sei messa male!

Ritratto di ..WannaCry

..WannaCry

Mar, 13/06/2017 - 15:44

peggio che in AFRICA

Duka

Mar, 13/06/2017 - 16:20

Questo è il frutto del DISASTRO targato Lorenzin. Nulla capisce di amministrazione, mi riferisco alla matematica, nulla capisce di gestione aziendale. La Sanità maneggia l'80% delle spese dello stato e noi la facciamo amministrare dalla Lorenzin E SEMPLICEMENTE PAZZESCO

Ritratto di Paper_

Paper_

Mar, 13/06/2017 - 16:31

La Lorenzin si dimetta. Non poteva non sapere delle condizioni dell'ospedale. Lei in primis deve essere al corrente di quanto accade, se non ne è all'altezza se ne andi

Ritratto di ..WannaCry

..WannaCry

Mar, 13/06/2017 - 16:34

servizi indegni del quarto mondo, con rispetto parlando, per il quarto mondo

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 13/06/2017 - 17:00

..."Sta tipa, prima berlusconiana di ferro e adesso fa quello che fa, no, non la digerisco, no"...scusate, ma a volte il tablet manda quello che vuole e mi è scappato di mano.

Ritratto di panteranera

panteranera

Mar, 13/06/2017 - 17:17

Ma come? Quello sbruffone del governatore della Campania sta ogni giorno a straparlare di "eccellenza" in ogni settore della sua regione...

Tipperary

Mar, 13/06/2017 - 18:32

DeMa che dice ? Tutta colpa di salvini. Pero' se si toglie la bandana arancione le formiche se ne vanno.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 13/06/2017 - 20:52

...li hanno cacciati...sorry...

simone64

Mar, 13/06/2017 - 22:10

Napoli città di m. Campania regione di m. abitata da gente di m. Un sentito grazie alla redazione per la gentile pubblicazione