Il piano anti-Isis in Libia: così l'Italia aiuterà gli Usa

Basi, velivoli e uomini per supportare i raid contro i jihadisti. Pronti al decollo i caccia Usa da Sigonella

Il contesto libico è in continua evoluzione. Dopo i primi raid da parte degli Stati Uniti su richiesta del governo guidato da Serraj, le incursioni dei caccia americani sul territorio libico non potrebbero essere più un'eccezione, ma la regola. Ed è in questo quadro che l'Italia potrebbe essere chiamata ad avere un ruolo di primo piano nelle operazioni. Dopo i raid di ieri su Sirte, il ministro degli Esteri, la Farnesina ha commentato così l'operazione militare: "L’Italia valuta positivamente le operazioni aeree avviate oggi dagli Stati Uniti su alcuni obiettivi di Daesh (Isis, ndr) a Sirte. Esse avvengono su richiesta del Governo di Unità Nazionale, a sostegno delle forze fedeli al Governo, nel comune obiettivo di contribuire a ristabilire la pace e la sicurezza in Libia", è quanto si legge in una nota della Farnesina in cui si ribadisce che "l’Italia sostiene il Governo di Unità Nazionale guidato dal Primo Ministro Fayez al Serraj e lo incoraggia dalla sua formazione a realizzare le iniziative necessarie per ridare stabilità e pace al popolo libico. L’Italia apprezza quindi gli sforzi che il Governo di Unità Nazionale e le forze a lui fedeli stanno conducendo per sconfiggere il terrorismo, in particolare l’operazione Bunyan al Marsous per liberare la città di Sirte da Daesh (Isis, ndr). Il sostegno italiano a questa operazione si è concretizzato in forme diverse nel corso degli ultimi mesi, in particolare attraverso importanti operazioni umanitarie per la cura dei combattenti feriti e a beneficio delle strutture sanitarie del Paese". Ma l'appoggio dalle parole potrebbe trasformarsi in fatti.

A quanto pare è molto è molto probabile che i prossimi raid statunitensi possano partire ad esempio dalle basi di Aviano e Sigonella in Italia. E inoltre, come riporta Repubblica, i nostri caccia potrebbero avere un ruolo operativo nelle operazioni. I raid e un eventuale appoggio del nostro Paese fanno parte di accordi che il nostro paese ha stretto in sede internazionale. Per il momento l'Italia comunque resta lontana da un coinvolgimento diretto, ma non è escluso che questo possa avvenire nelle prossime settimane. E a quanto pare, secondo quanto riporta il Corriere, un ok da parte del governo italiano per l'uso di Sigonella ci sarebbe già. L’accordo firmato con gli americani per l’utilizzo di Sigonella impegna il governo italiano ad autorizzare "tempestivamente" la missione di fronte alla richiesta del comando militare statunitense e l’ordine per l’avvio dell’azione dovrà essere "concesso in tempi brevissimi". Undici caccia sono pronti per il decollo. E sull'apporto dell'Italia alla missione statunitense della coalizione in Libia "valuteremo se ci saranno richieste, se prenderemo delle decisioni ne informeremo il
Parlamento", ha affermato il ministro degli Rsteri Paolo Gentiloni intervendo a Uno Mattina, a una domanda su un eventuale utilizzo della base italiana di Sigonella per i raid contro l'Is a
Sirte. "La cosa che gli italiani devono sapere - ha detto il titolare della Farnesina - è che si tratta di interventi mirati contro le posizioni dello Stato islamico intorno a Sirte e che il governo libico, o meglio le forze che lo sostengono, ha raggiunto diversi obiettivi pagando anche un prezzo molto alto". Poi in una nota il ministro ha aggiunto: "L’Italia è disponibile a fornire al Governo libico di Al Serraj l’assistenza che questi potrà richiedere, in particolare sul piano umanitario e sanitario L’Italia manifesta consenso alla richiesta di aiuto indirizzata nei giorni scorsi agli Usa per contribuire alla sconfitta definitiva di Daesh in Libia, anche sulla base della risoluzione 2259 dell’Onu", ha concluso il ministro.

Commenti
Ritratto di acroby

acroby

Mar, 02/08/2016 - 10:18

Bene bene. Aspettiamoci qualche attentato adesso. Gli americani non possono usare le portaerei per attaccare?

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 02/08/2016 - 10:20

Ritorno al passato. Se ricordo bene, Berlusconi permettendo altrettanto a francesi ed inglesi nella precedente guerra di Libia, ha sempre sostenuto che lui non era d'accordo. E, conseguentemente, invece di dimettersi, è rimasto in carica a tenere bordone ai voleri del guerrafondaio Napolitano. E, all'assassinio di Gheddafi, sembra, per mano francese, versò un pò di lacrime di coccodrillo. Bella coerenza, eh! Quello di adesso, Renzi, riuscirà almeno a dire altrettanto, che lui non voleva? Mah!

sottovento

Mar, 02/08/2016 - 10:29

Allora sintetizzando un po: la Nato autorizza gli Usa a bombardare la Libia ma la Nato sono gli Usa quindi gli Usa autorizzano se stessi a bombardare l'Isis cioè una cosa creata da loro!!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 02/08/2016 - 10:35

La Libia chiama e Obama si precipita...un idraulico avrebbe almeno consultato l'agenda!

linoalo1

Mar, 02/08/2016 - 10:37

Quanta Ignoranza!!!!Finora non abbiamo subito attentati,anche grazie all'amicizia di Berlusconi con Gheddafi!!!Se attaccheremo ancora la Libia,allora,Poveri Noi!!!!Non occorre essere dei Geni,per capirlo!!!E,la Francia INSEGNA!!!!Giusto!!Dimenticavo!!!Il REGIME SINISTRO che ci comanda,è PRIVO di CERVELLO!!!Quindi!!!SI SALVI CHI PUO'!!!!

Massimo25

Mar, 02/08/2016 - 10:37

Ma che strano.I media e le TV italiane tutte a santificare l'intervento amerikano in Libia,senza dire che ora l'Italia é in guerra e che dobbiamo aspettarci attacchi possibili.. Vergognosamente a differenza di quando la russia andò in Siria,una marea di critiche..ma siete veramente la feccia con la penna in mano.

no_balls

Mar, 02/08/2016 - 10:42

Ora aspettiamoci un attentato.. Che sconfessera' tutti i sostenitori della guerra di religione. E' guerra e' basta. Nel frattempo ci avviciniamo ad ottobre.... il governo sara' in crisi ma ovviamente per motivi di sicurezza nazionale si andra' avanti con le truppe cammellate di responsabilita' nazionale (i moderati). E vissero tutti felici e contenti... a parte i parenti dei morti.

ernestorebolledo

Mar, 02/08/2016 - 10:43

e le Nazioni Unite, che dice?

Ritratto di MLF

MLF

Mar, 02/08/2016 - 10:44

Ci siamo...

swiller

Mar, 02/08/2016 - 10:50

Fuori dall'Italia i criminali USA.

Raoul Pontalti

Mar, 02/08/2016 - 10:53

Non hanno usato basi italiane gli Yankees e non vi è ragione che le usino visto che possono decollare direttamente dal suolo libico come hanno fatto in questo caso. Che poi le basi in Libia (vi sono anche gli italiani) possano essere rifornite partendo dall'Italia è altra faccenda (e in atto da tempo)

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 02/08/2016 - 10:56

Ovvio che ci siamo. Ovviamente facendo i cornuti e i mazziati. L'Italia viola la sua stessa Costituzione (ancora una volta) portando la guerra in altri paesi. E poi non venitemi a parlare di "guerra di religioni" se le forze armate attaccate (per quanto orribili possano essere) reagiscono e attaccono (con i mezzi di cui dispongono) il territorio italiano. Ovviamente ora tirerete in ballo "interessi nazionali", richiesta di aiuto di un governo amico, ecc.

michetta

Mar, 02/08/2016 - 11:00

A parte ogni considerazione sul perché in Italia le comunicazioni ufficiali debbano darle sempre i giornali, benvenuta, sia la guerra e spero proprio sia una guerra, in cui, anche il territorio italiano, subisca i danni relativi. Si potranno finalmente vedere i topi, che scappano e la popolazione diminuire, quel tanto da poter, dopo essersi resi conto di cosa significhi aver procurato una guerra, riscrivere la Costituzione e le regole perché ogni Stato, compreso il Vaticano, si faccia sempre e comunque i dannatissimi caxxi propri. Del Papa e della religione, preferisco non parlarne, ma sapeste, quanto avrei da dirne......

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 02/08/2016 - 11:01

Curioso, gli altri paesi fanno la guerra (in Iraq, Siria, Afghanistan, Libia) noi ci siamo sempre, ma facciamo una guerra non guerreggiata, moderata, pacifica. Spariamo qualche colpo, ma pochi (le cartucce costano), senza far troppo rumore per non svegliare il can che dorme. Il fatto è che siamo pacifisti nati, ripudiamo la guerra (lo dice la Costituzione) e se proprio siamo coinvolti, mandiamo uomini e mezzi con armi e bagagli, ma non facciamo la guerra, ci limitiamo a fare attività complementari; facciamo gli istruttori militari (una specie di CAR per le reclute locali), costruiamo ospedali e scuole, controlliamo le dighe (come in Iraq), o spendiamo 30 milioni per insegnare l’organizzazione e la gestione della Giustizia in Afghanistan. Insomma, come dice Gentiloni, noi al massimo facciamo “importanti operazioni umanitarie per la cura dei combattenti feriti e a beneficio delle strutture sanitarie del Paese.”. Non vi scappa da ridere? A me sì, purtroppo.

fcf

Mar, 02/08/2016 - 11:11

Dalle coste della Sirte partono i natanti che ci portano le decine di migliaia di immigrati clandestini. Devo forse sperare che non ne partano più oppure che anche il nuovo governo libico non veda e non senta?

internauta

Mar, 02/08/2016 - 11:31

Non sarebbe male (ma dubito che ciò avvenga) se tutto questo portasse all'occupazione da parte dell'ONU dei porti dai cui salpano i barconi dei migranti, per impedirne le disumane e rischiose attraversate in mare, e all'istituzione invece di centri di riconoscimento per realizzare un corridoio umanitario a vantaggio dei veri profughi di guerra e non di chiunque voglia tentare la fortuna in Europa. Curiosamente, per quanto poveri, non emigrano africani dalle aree centro-sud-africane, ma solo dal nord Africa e dalla fascia sub-sahariana, proprio le aree a maggioranza musulmana, suscitando il sospetto che questo fenomeno dei migranti sia una preordinata invasione islamica dell'Europa.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 02/08/2016 - 11:32

fcf: ne partiranno di più, molti di più!!!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 02/08/2016 - 11:32

Non è forse quello che voleva Salvini ? Salvini ha sempre ragione, è il più grande politico della galassia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/08/2016 - 11:38

Ma cosa valuterà e valuterà..... è un SERVO e obbedirà a ogni intimazione dell'OCCUPANTE. OCCUPANTE.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/08/2016 - 11:39

70 anni di OCCUPAZIONE. E siamo occupati e asserviti alla potenza più criminale e guerrafondaia della storia umana. Peraltro una potenza in palese e inarrestabile DECLINO.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/08/2016 - 11:41

L'occidente a guida USA-Sion è ormai un cancro per il mondo libero. Mi auguro che Russia, Cina, India e Iran rafforzino la loro cooperazione per difendere loro stessi e il mondo libero da questo cancro.

giovauriem

Mar, 02/08/2016 - 11:43

appena napolitano da l'ordine ,di attaccare , le lobby oscure e ant'italiane vanno all'attacco .

egenna

Mar, 02/08/2016 - 11:43

Vallutterremmo...,buff-one

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 02/08/2016 - 11:46

Certo. Dell'internazionale democratica la Hillary disse: "Non sapete cosa si prova a mandare i nostri ragazzi in guerra... dunque non votate Trump", invece proprio lo schifo della guerra è il motivo per cui gli americani voteranno the Donald, operatore di pace come Berlusconi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/08/2016 - 11:47

Obama aveva autorizzato l’operazione segreta (e illegale) di acquistare dai tagliagole libici le armi per mandarle ai tagliagole siriani. Come l’ha scoperto? Nel modo più facile: un lancio della Reuters che ai primi del 2012 rendeva noto quanto segue: il presidente Obama ha firmato un ordine esecutivo “che permette alla Cia ed altre agenzie di fornire sostegno ai ribelli per cacciare Assad"

VittorioMar

Mar, 02/08/2016 - 11:47

....si alzi la voce di chi difende ,a tutti i costi ,la COSTITUZIONE!!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 02/08/2016 - 11:47

in Guerra, come nella vita di tutti I giorni, occorre prendere delle decisioni. possono essere giuste o sbagliate ma si deve essere dinamici. il piu' grosso errore e' non fare nulla, temporeggiare perche' si da la possibilita' agli stupidi di commettere errori. Sta di fatto comunque, che il Primo Ministro Libico, pare abbia chiesto l'intervento degli americani. Non degli italiani e questo e' un segno chiaro di come siamo messi. Nel frattempo il libico se ne strafrega altamente se dalle Coste del paese che dovrebbe governare partono migliaia di clandestine alla volta dell'Italia. Noi siamo in mezzo .

alox

Mar, 02/08/2016 - 11:52

Facile da vedere l'Italia e' l'alleato che tradira' NATO e UE...prima di lasciar decollare i Caccia dalle basi, Putin deve dare il via libera! Fin che dura....

Marzio00

Mar, 02/08/2016 - 11:54

Complici di questi esportatori di democrazia.... e se invece fosse una manovra per coprire qualcosa di sporco fatto dagli USA? andate a leggervi un articolo interessante di BLONDET (www.maurizioblondet.it) forse quello che scrive è fatapolitica o forse è la verità! L'Italia comunque ha solo da perderci, schiavi degli americani e delle loro sanzioni che distruggono la nostra economia.

arkangel72

Mar, 02/08/2016 - 11:55

Sotto queste bombe non cadrà l'ISIS ma il governo italiano e la repubblica stessa!!!

giovauriem

Mar, 02/08/2016 - 12:00

in italia bisognerebbe processare per alto tradimento , almeno , 6 tra le più alte cariche dello stato italiano , per che abbattendo gheddafi , sono andati contro gli interessi del popolo italiano e a favore di nazioni straniere come la francia , inghilterra e usa , ma questi sono liberi di reiterare protetti dei su detti paesi che gli hanno anche pagato i trenta denari loro spettanti , ci da sollievo il fatto che questi saranno seppelliti con le loro storie di traditori e messe in oblio dall'umanità

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/08/2016 - 12:03

fcf - il governo "libico" (fantoccio degli USA) esegue il piano Kalergi, come vuole il loro padrone. Ricordo che uno degli obiettivi della guerra in Serbia fu proprio aprire una rotta migratoria in Europa (oltre che una via per il traffico della droga, uno dei campi di attività in cui la CIA ha grande tradizione...)

steluc

Mar, 02/08/2016 - 12:04

Ma dai che è una finta , gli yankee si stanno ancora leccando le ferite del Vietnam e pensano di vincere intanto mandando gli altri ( Afghanistan docet , e si vade che bel risultato) , e poi bombardando chirurgicamente , sai all'Isis che danno .Solo un po' di campagna elettorale in più. E un balletto di 180° per la sx italiana , che le bombe van ben se son di Obama.

elalca

Mar, 02/08/2016 - 12:05

omarelbuson: certamente ne partiranno di più ma speriamo che non ne arrivi nemmeno uno, ci siamo capiti?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/08/2016 - 12:05

Informatevi sulla vicenda dell'ambasciatore americano in Libia, sacrificato da Killary per evitare che venissero fuori i suoi disgustosi traffici di armi a sostegno di Al Qaeda e ISIS.

Ritratto di 8Rgt

8Rgt

Mar, 02/08/2016 - 12:07

Al solito non facciamo la storia, la subiamo.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 02/08/2016 - 12:11

Si bombarda l'individuo X per salvare l'individuo Y, pensando che sia migliore del primo. Errore: dove c'è l'Islam, gli individui X, Y o Z sono tutti uguali. Serve solo uno spietato dittatore che, con la forza, li tenga soggiogati come pecore perché non nascano i lupi. Senza dittatura, senza freni, sono tutti lupi. X, Y e Z.

scarface

Mar, 02/08/2016 - 12:16

Gli U.S., la nazione che investe in armamenti e scudi stellari i capitali più imponenti non riesce, in due anni, ad aver ragione di 50000 terroristi islamici. Psicolabili nascosti... nel deserto che usano pickup Toyota al posto di carri armati. Questi vorrebbero sostenere una guerra mondiale contro Russia o Cina ? Se fossi un contribuente americano sarei "leggermente in.azzato"...

Mannik

Mar, 02/08/2016 - 12:21

Siete veramente incredibili. Per mesi voi e questo giornale invocate la guerra santa, lamentate che l'Italia non ha un ruolo nel contesto bellico internazionale e ora iniziate subito a contestare. Bravi solo a parole...

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 02/08/2016 - 12:38

Quando si attaccò Gheddafi, Napolitano riunì d'urgenza il Consiglio di sicurezza in qualità di Presidente della Repubblica e capo supremo delle Forze Armate. Come mai adesso è Renzi che decide se e come intervenire e come usare l'esercito? E Mattarella non ha niente da dire? Poveri noi se dovessimo trovarci coinvolti in un vero conflitto. Tra un Presidente con la faccia da cordoglio permanente, un ministro degli esteri che dorme in piedi ed un ministro della difesa che, forse, si intende più di faccende domestiche che di questioni belliche. Ci conviene arrenderci subito, dichiararci pentiti, patteggiare, chiedere il rito abbreviato e “rimetterci alla clemenza della Corte”.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 02/08/2016 - 13:06

Mannik...la guerra si fa prima liberando il territorio dall'invasore, non andando a combatterlo sul proprio suolo. Quando l'Italia sparera' in Libia, avremmo tutti quelli che abbiamo accolto grazie ad Angelino Afgano e alla Boldrella pronti a farcela pagare sul nostro suolo. Ma che te lo dico a fare, voi sinistrati prorio non ce la fate.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 02/08/2016 - 13:07

@Mannik ... condivido al 100% il tuo commento. E' solo gente frustrata, inutile cercare un filo logico nel loro pensiero. Ragionano solo sinistra brutto, destra bello, straniero brutto, italiano bello, americano brutto, russo bello e via dicendo ... Hai voglia a cercare un dialogo con loro ... livello ISIS.

agosvac

Mar, 02/08/2016 - 13:11

Visto che per distruggere l'isis basterebbe una sola portaerei americana, non si capisce perché gli Usa vogliano coinvolgere l'Italia. Si rivolgano ai francesi ed agli inglesi che già hanno, precedentemente, distrutto la vecchia Libia di Gheddafi. Sarebbe meglio che l'Italia, in questa ulteriore guerra, ne stesse fuori.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 02/08/2016 - 13:21

E' ora che l'Italia abbandoni la sua politica estera schierata sul parassitismo filo islamico

elpaso21

Mar, 02/08/2016 - 13:22

Bisognerà inviare prima (via fax) la domandina in carta da bollo alla Commissione ONU, che, però in questo momento è in ferie e rientrerà a settembre.

Ketall

Mar, 02/08/2016 - 13:27

Fanculo la Libia! E lasciamoli scannare tra di loro. Esercito a difendere solo i nostri interessi energetici (tanto quelli appena vedono i soldi un accordo lo trovano, altro che guerra santa!) e la stragrande maggioranza di esercito e polizia a difendere confini e sul territorio a contrastare le MAFIE...di ogni tipo...il vero nostro grande problema!!!

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 13:31

Giano: come sempre: I MIEI COMPLIMENTI! - ho dato mandato alla mia tastiera di confermare i 'miei complimenti' ad ogni suo post. - un saluto -

pasquinomaicontento

Mar, 02/08/2016 - 13:46

Er guercio vedeva le stelle, er muto cantava a squarciagola, er zoppo coreva la finale dei cento metri,er sordo sentiva il rimbombo dei bombardamenti americani sulla Libia,e io che c'ho er naso atturato pe' via d'un raffreddore fori stagione li compendio tutti, sento puzza de cadaveri che m'aricordeno er bombardamento alleato? su San Lorenzo.Nemmeno io sò perchè scrivo 'ste strombate:-giusto pe' fà quarche cosa, è robba der paese nostro come direbbe Nino Manfredi...forse perchè nun c'ho gnent'artro da fà,perchè so' vecchio,perchè sò' arivato ar principio de la fine e vorei propio vedè come va a finì...Ciao

pasquinomaicontento

Mar, 02/08/2016 - 14:47

Sembra, anzi è sicuramente certo che, chi attacca la Santa e Cristiana Madre Russia perda la guerra,la Storia sta lì a insegnarci che il popolo Russo nel momento del bisogno ha sempre vinto e chi pensava (vedi Napoleone e Hitler) di farne un sol boccone,quer boccone je rimasto ner gargarozzo.Stia perciò attenta la da ott'anni perdente signora Clinton, stia attenta perchè, se una vittoria attira l'altra, la sconfitta diventa come una calamita,o come le cerase che cominci con un paro e te ne magni 'na mezza chilata e manco te 'n'accorgi,io auguro a questo amorfo,informe e cattivo personaggio, tutto il male possibile e impossibile reputandolo peggiore delle 10 piaghe d'Egitto.Scusate qualche strafalcione:-ho fatto solo la seconda elementare.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 15:03

Mannik: stiamo facendo la guerra alla vera ISIS (dirigenza), o stiamo dando solo un contentino ai boccoloni tanto pe' gradì, uccidendo quattro beduini? grazie per la risposta

petra

Mar, 02/08/2016 - 15:08

Gentiloni si è precipitato a salutare con soddisfazione l'inizio degli attacchi USA alla Libia e ora, come fai a dire di no? Ma non potevi startene zitto? Gli Amis potevano ben continuare a partire dalla loro portaerei Truman come hanno iniziato a fare. Prestare le nostre basi(come al solito) non è una cosa buona per noi.

TORTOLANOANTONIO

Mar, 02/08/2016 - 15:19

siamo alle solite, dietro gli attacchi ci sono gli interessi delle lobby, perché non pensiamo a risolvere i nostri problemi che sono tanti? lasciamo gli altri stati liberi di governarsi da soli, non rompiamo le uova nel paniere. dico di più, quando lo facciamo dichiariamo di farlo per interessi economici e non prendiamoci il titolo di salvatori della patria eccetera eccetera.

Ritratto di hermes29

hermes29

Mar, 02/08/2016 - 15:50

Speriamo che Renzi si ricordi che la Libia rientra nei nostri "primari obiettivi strategici" contrari agli USA Francia ed Inghilterra. Se dobbiamo sporcarci le mani sul territorio libico, ebbene essere alleati con il loro governo, e magari servirci della Legione Straniera come fa sempre la Francia; basta pagare. Il popolo libico accetta come stranieri soltanto la presenza degli italiani, e non si fidano di nessun altro. L'uccisione di Gheddafi, sta come un tentativo di ribaltare i vecchi e decennali accordi privilegiati con noi. Non possiamo sbagliare nel non prendere le giuste decisioni per il bene Nazionale.

vince50_19

Mar, 02/08/2016 - 15:56

Dire che siamo fuori da questa situazione è un po' come dire che ogni mattina non sorge il sole.. Appena inizieranno i voli da Aviano (qui lo appureremo senza troppi problemi), oltre che esserne conscio il p.d.c., lo sarà anche l'Is. E spero sto governo non si comporti come gli struzzi, come avvenne nelle operazioni "sarissa" e come sta avvenendo all'oggi in quella denominata "centuria" (che non è certo sconosciuta all'Is).

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 02/08/2016 - 16:03

Angelo Libero, fino a prova contraria quelli dell'Isis li accoglite voi a braccia aperte e non solo.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 02/08/2016 - 17:21

Io non ho ancora capito da che parte state. In tempi di pace inneggiate alla guerra santa tra religioni , quando bombardano vi defilate subito , ma chi volete prendere in giro. Siate seri e una volta presa una posizione mantenetela.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 17:26

vince50_19: OPERAZIONE CENTURIA? l' intelligence israeliano "Debka" a riportato che l'Isis avrebbe attaccato forze speciali italiane in Libia, causando "morti e feriti", ma dalla Difesa italiana arriva una netta smentita: la notizia è "priva di fondamento", ha detto il ministero, ribadendo che "non ci sono militari italiani in Libia". - a Roma si dice: A BOCCONI!!!

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 17:46

marino.birocco: bombardare va bè, ma bombardamo quelli giusti? anche a Lei pongo la stessa domanda. stiamo distruggendo la 'capoccia' dell'ISIS, ossia chi finanzia, addestra... o stiamo bombardando quattro beduini, tanto pe'da er contentino ai quattro boccoloni? Vede io sono per una cosa definitiva (CARTAGINE), ossia la fine della storia, non lasciarla ai miei nipoti in eredità. un saluto e grazie della risposta.

vince50_19

Mar, 02/08/2016 - 18:08

NEVERLAND - La "Centuria" riguarda l'Iraq (Mosul) e se da quelle parti usano i Mangusta A 129 (li ho visti per anni alzarsi in volo per missioni..) si può pure pensare che non vadano a fare gite di fine settimana (più probabile azioni "Combat, search and rescue"): dentro quegli elicotteri da combattimento fra l'altro sono in due, non c'è altro "posto".. Se poi una operazione è segreta (il decreto è stato firmato e contemporaneamente secretato dal P.d.C.) anche eventuali morti saranno stati "secretati".. Quella libica si chiama "Banyoun al Marsoos".. A forte Braschi (l'Aise) tutti con barbe e baffi (finti).. A Roma si potrebbe anche dire, su questi episodi "Annamo proprio bene"? Forse ci potrebbe anche stare, però "a bocconi" - lo ammetto - mi piace di più..

baio57

Mar, 02/08/2016 - 18:13

Attenzione Edward Luttwak dalla bassa val d'Adige ha già sentenziato. Possiamo stare tranquilli.

conviene

Mar, 02/08/2016 - 18:29

Ma sa qui accanto c'è un articolo del giornale, che dice L'Italia è già in guerra in Libia. Manca coordinamento cribbio. Ci penserà l'ex cavaliere a mandarvi Parisi. coso raddoppierete, ma che dico quadruplicherete le vendite e i vostri compensi

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 02/08/2016 - 18:33

@Neverland, grazie per i complimenti, almeno mi consola un po'. Anch'io sono per la soluzione Catone: "Carthago delenda est" e chiuso il discorso. Buona serata.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 18:57

vince50_19: grazie per la correzione, è stato un LAPIS. buona serata

mezzalunapiena

Mar, 02/08/2016 - 19:21

l'inconsistenza del governo italiano nell'affrontare il problema libia è universalmente riconosciuto quindi alla fine la libia sarà divisa in tre e cioè;francia,inghilterra e stati uniti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 02/08/2016 - 20:07

PONTALTI e OMAR EL PEDOFIL siete una coppia di buffoni cre.tini ! :-) vi siete venduti al PD e all'islam! :-)

vince50_19

Mar, 02/08/2016 - 20:20

NEVERLAND - 18:57 Voleva dire "lapsus"...

Kosimo

Mar, 02/08/2016 - 21:10

incredibile, la soluzione, la stessa con cui hanno creato il problema

carpa1

Mar, 02/08/2016 - 21:33

C'è solo da sperare che le nostre opposizioni votino contro un nostro coinvolgimento sia diretto che indiretto (uso delle nostre basi). Gli USA (+FR eUK) l'hanno fatta fuori dal vaso? Che se la sbrighino loro adesso, ed i nostri inetti che sono al governo, la piantino col servizio taxi tra le coste africane e le nostre e si diano da fare per rispedire indietro tutti coloro che hanno già portato qui senza invito.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 21:35

vince50_19: si può sbagliare una volta(siamo umani), ma noi romani siamo burloni e il latino lo masticamo poco. CONFERMO: LAPIS - no "lapsus" (che tra l'altro che vorrà di???) una buona serata.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 02/08/2016 - 21:54

I sinistrati cocomeriotas sono prorio scemi. Non vorrebbero i soldati Italiani in Afghanistan e poi vogliono la guerra a 500 chilometri dalla Sicilia. LOL Quando poi tutti i vostri amichetti tagliagole che avete fatto entrare si faranno saltare in aria in Italia per ritorsione, andate voi dementi con le bandierine della pace nel chiulo a farli smettere ???

guido.blarzino

Mar, 02/08/2016 - 22:34

Obama è stato insignito del premio nobel per la pace. La Clinton ha ripreso sicuramente la guerra fredda con la Russia di Putin e poi vedremo come andrà a finire ( temo continuerà l'escalation ). E aumenteranno gli immigrati come il dopo Ghedaffi. E tutti contro Berlusconi mentre USA e Francesi fanno gli affari loro contro gli interessi Italiani.

lambi65

Mer, 03/08/2016 - 00:50

Dunque riepilogando.Con frontex le navi europee portano i migranti e i profughi in Italia compresa la nostra marina, poi l'esercito corre dietro a loro in lungo e in largo per l'Italia per presidiare e prenderli, la polizia e i carabinieri sono impegnati nelle indagini ed intercettazioni,adesso i clandestini, profughi e migranti aumenteranno con i bombardamenti in Libia, Erdogan in rotta con la UE farà scappare milioni di profughi e turchi che verranno in Italia dall'Albania perchè gli altri paesi hanno chiuso le frontiere da tempo, si profila un grande business per le cooperative, ong, associazioni cattoliche, ecc..

vince50_19

Mer, 03/08/2016 - 07:06

NEVERLAND - Lo spirito burlone dei romani lo conosco un pochino (ho avuto uno zio che è stato a Roma per oltre 40anni per lavoro e in quella città ovviamente si è stabilito) e comunque lo apprezzo: lapsus (calami) significa errore di scrittura, lapsus (linguae) significa errore verbale. Termini latini ovviamente. A lei buona giornata.