Massacra di botte la fidanzata: condannato senegalese a Parma

Gli episodi di violenza nei confronti della compagna parmigiana risalgono ad anni fa. Ora è arrivata la condanna a carico dell'immigrato: due anni e sei mesi di reclusione

La riempiva di pugni in testa, per non lasciare segni. Lui, senegalese con permesso di soggiorno. Lei, una 45enne di Parma. La donna è stata per anni incastrata in una storia fatta di violenza e minacce. Non aveva idea di cosa l'aspettasse quando ha deciso di andare a vivere con l'immigrato nel 2011.

Come riporta la Gazzetta di Parma, la vittima per diverso tempo ha cercato di accettare i maltrattamenti, proprio per evitare che al compagno venisse revocato il permesso di soggiorno. L'uomo la minacciava e picchiava quitidianamente. Inoltre, pretendeva soldi per andare a bere e giocare d'azzardo. In un' occasione la vittima ha dovuto pure nascondersi a casa del fratello per scappare dalla furia dell'immigrato.

Quando un giorno si è trovata un coltello puntato alla gola, però, la 45enne ha detto basta. E dopo la chiusura della storia sentimentale, ora il caso si chiude anche dal punto di vista giudiziario. Il pm Massimo Porta ha chiesto due anni e sei mesi di reclusione per le violenze commesse dal senegalese (in precedenza già arrestato per spaccio). Questa è la pena alla quale è stato condannato l'uomo dal giudice Beatrice Purita.

Commenti

steacanessa

Ven, 06/09/2019 - 16:32

Evviva l’integrazione.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 06/09/2019 - 18:14

E ora chi mi paga la pensione?????????!!!

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Ven, 06/09/2019 - 18:55

Vi piace il randello? Tenetevi anche le legnate...

venco

Ven, 06/09/2019 - 21:31

Povera donna, colpa del suo mal.