Pirata della strada nel napoletano, investe tre ciclisti e ne uccide uno

Un pirata della strada ha investito tre ciclisti di origini albanesi uccidendone uno su una via molto stretta che da Napoli conduce a Caserta all'alba di qualche giorno fa

I tre ciclisti albanesi si stavano recando a lavoro di buon ora, percorrendo come ogni mattina la strada che dal napoletano li avrebbe portati nel casertano nei campi ma un pirata della strada ha falciato loro la strada

Il bilancio è tragico, dei tre ciclisti investiti uno è morto all'età di 26 anni. I ciclisti sono stati soccorsi immediatamente dal 118 ma per il ragazzo non c'è stato nulla da fare, gli uomini dell'ambulanza non hanno potuto che constatare il decesso. Grazie alle indagini e alla ricostruzione dei ciclisti è stato possibile risalire all'uomo, un 24enne residente a Villa Literno. Il ragazzo, dopo aver investito i tre si era fermato poco più avanti perché nell'impatto aveva forato una gomma e doveva sostituirla. Una volta cambiata velocemente la gomma si è rimesso alla guida della sua utilitaria blu ed è corso verso il suo carrozziere di fiducia per poter rimuovere tutti i segni dell'incidente.

I carabinieri di Giugliano sono risaliti al ragazzo grazie anche alle immagini delle attività commerciali e ad un controllo a tappeto di tutte le officine e le carrozzerie di Villa Literno. Infatti, il ragazzo doveva sostituire anche il parabrezza dell'autovettura andato in frammenti in seguito all'impatto.

Il pirata della strada si è recato in officina proprio mentre i militari stavano visionando il veicolo, un'utilitaria blu. Il 24enne è stato immediatamente bloccato dai Carabinieri, e portato davanti al giudice gli è stata data la custodia cautelare ai domiciliari. Andrà a processo con l'accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso.

Un altro brutto tragico episodio della strada che vede coinvolto ciclista e automobilista, intanto torna sempre più forte e prorompente la discussione sulla sicurezza delle nostre strade. Soltanto qualche mese fa, a Milano, un altro ciclista è stato lasciato a terra in coma.

Commenti
Ritratto di RobertoBello

RobertoBello

Mer, 03/10/2018 - 13:14

Spiace che, con tanti pappagalli colorati che gironzolando in gruppo intasando le strade, ci siano andati di mezzo tre poveracci che stavano usando la bici per andare a lavorare e non per pavoneggiarsi con tutine all'ultima moda

cecco61

Mer, 03/10/2018 - 13:54

Non è certo ma, dal tenore dell'articolo, sembrerebbe che i tre ciclisti fossero in strada ancora col buio, e quasi certamente senza fari accesi. Ciò non solleva il ragazzo dalle proprie responsabilità per non aver prestato soccorso ma finché non si farà rispettare il codice della strada pure alle biciclette continueremo a leggere notizie come questa. I discorsi sulla sicurezza sono patetici: è inutile scrivere norme se a qualcuno è autorizzato a non rispettarle.