Pisa, studentessa buttata a terra e presa a calci da tre nordafricani

Non è ancora del tutto chiaro il movente delle violenze. Le indagini degli inquirenti proseguono alla ricerca dei colpevoli, anche grazie all’ausilio delle immagini riprese da alcune videocamere di sorveglianza

Brutale aggressione ai danni di una studentessa Erasmus di nazionalità spagnola, avvenuta nel centro di Pisa nella notte tra il 4 ed il 5 di gennaio.

La ragazza si trovava ad attraversare vicolo delle Donzelle, a breve distanza da piazza Garibaldi, quando è stata buttata a terra e presa a calci da tre stranieri. Questa la versione dei fatti fornita dalla vittima ai titolari di un locale cui avrebbe chiesto aiuto dopo il pestaggio subìto.

Immediata la segnalazione alle forze dell’ordine, che in breve sono giunte sul posto per raccogliere le testimonianze della giovane e dare avvio alle indagini per risalire agli autori dell’aggressione. Saranno determinanti, vista la mancanza di testimoni diretti, le immagini registrate da alcune videocamere di sorveglianza installate nella zona.

Stando a quanto riferito agli inquirenti, la studentessa, dopo aver salutato un gruppo di amici coi quali aveva trascorso la serata, stava facendo ritorno a casa verso le 5 del mattino. Una volta giunta in vicolo delle Donzelle, qualcuno da dietro l’avrebbe presa per i capelli e sbattuta con forza a terra. Si tratterebbe, come da lei riferito e come riportato da “PisaToday”, di “tre persone nordafricane” le quali, dopo averla fatta cadere, avrebbero infierito su di lei con dei calci prima di allontanarsi.

Non ancora chiaro il motivo delle violenze. Dapprima la studentessa aveva parlato di un tentativo di stupro, ipotesi al momento esclusa dalla polizia, che non crede neppure al tentativo di rapina, visto che nulla è stato sottratto alla vittima. L’ipotesi più probabile potrebbe essere quella di un pestaggio motivato da una ritorsione nei suoi confronti, forse per aver replicato in malo modo a dei commenti sopra le righe dei 3 magrebini, o di uno scambio di persona. Per il momento le indagini vanno avanti col massimo riserbo.

La giovane è finita al pronto soccorso in codice giallo: per lei 7 giorni di prognosi.

Commenti

mariod6

Dom, 06/01/2019 - 19:23

Questi maledetti delinquenti sono della stessa stirpe di quelli che la Cirinnà vuole far sbarcare in Italia per permettere alle coop rosse ed alle sue Onlus di lucrare sui soldi degli italiani, buttati nel cesso per mantenerli a vita. Quando poi sono qui, ecco quello di cui sono capaci.

manson

Lun, 07/01/2019 - 09:03

qualsiasi sia il movente una donna è stata picchiata da feccia che in Italia non dovrebbe esserci. E il presidente di regione rossi con i soldi dei contribuenti, certo non di tasca sua o dei suoi kompagni delle koop, per tutelare gli incassi di quest'ultime vuole fare ricorso contro il decreto sicurezza? ma cacciamolo a calci nel c...! e tu sindaco di Pisa vuoi cominciare a chiedere che l'esercito vada per le strade della città? Pisa grazie ai lunghi governi dei luridi kompagni è fuori controllo

buri

Lun, 07/01/2019 - 09:51

è triste vrdrtr dopo fatti del genere che cielo ancora chi predica l'accoglienza indisceiminata

buri

Lun, 07/01/2019 - 09:55

de tolleriamo fatti simili significa che siamo proprio dei rammolliti senza prospettive per il futuro, invece gli autori deg fatto andrebbero messi in galera per un bel numero di anni e poi l'espulsione col govorto di tornare in Italia pena frckusione a regime duro