Pisapia blocca il traffico ma lo smog a Milano aumenta

Il blocco del traffico non sembra aver influito sulle polveri sottili che risultano addirittura in crescita rispetto al giorno precedente. Intanto si infiamma la polemica politica

Il primo giorno di stop al traffico, a Milano, è stato un vero e proprio fiasco. Almeno se guardiamo agli effetti immediati che ha prodotto sulla qualità dell'aria. Secondo i dati diffusi dall'Arpa le concentrazioni di Pm10 nel capoluogo lombardo ieri sono state ovunque oltre i limiti. Il blocco del traffico deciso dalla giunta Pisapia (dalle 10 alle 16) dunque, non sembra aver influito sulle polveri sottili che risultano addirittura in crescita rispetto al giorno precedente. Le rilevazioni nelle due centraline del centro cittadino, al Verziere e in via Senato hanno fatto registrare rispettivamente 60 e 66 microgrammi per metro cubo contro i 50 consentiti. Nella zona semi periferica di Città Studi si è arrivati invece a 67. Ancora più alti i livelli in alcune zone dell’hinterland con il record a Meda con 124 microgrammi e ancora Vimercate a 77, Arese a 74. Allarme rientrato invece a Pavia, anch'essa interessata ieri dal blocco del traffico, dove i livelli di Pm10 si sono fermati a 32.

Palazzo Marino, intanto, fa finta di nulla. L’Amministrazione comunale di Milano "ringrazia i milanesi che ieri hanno dimostrato un grande senso civico, comprendendo l’importanza del blocco della circolazione privata quale misura d’emergenza di fronte agli alti livelli di smog in città. Certo, lo stop alle automobili - si legge in una nota - ha provocato alcuni disagi ma Palazzo Marino ritiene sia stato un atto di grande responsabilità perchè con tutta evidenza ha evitato l’immissione di ulteriori inquinanti in giornate caratterizzate da una particolare situazione metereologica che non facilita certo la dispersione degli stessi. I primi dati dell Arpa relativi alla giornata di ieri restituiscono un quadro sostanzialmente simile alle giornate festive precedenti. Valutazioni più puntuali andranno ovviamente fatte a conclusione delle tre giornate di limitazione del traffico stabilite dall’ordinanza, ma la misura è stata già utile a contenere i livelli di inquinanti nell’aria in una fase di alta pressione. Domani l’Amministrazione comunale, avendo condiviso i dieci punti proposti dall Anci, parteciperà al Ministero dell Ambiente alla riunione indetta dal ministro Galletti per fare il punto sull emergenza smog".

Il leader della Lega, Matteo Salvini, polemizza duramente con Pisapia. "Che idiozia per chi vorrebbe semplicemente lavorare, verbo strano per un po' di sinistra". Parlando ai microfoni di Radio Padania Salvini commenta il blocco delle auto che dalle 10 alle 16 ferma anche auto gpl e metano "che non inquinano", oltre a moto e motorini. IPer il leader del Carroccio il sindaco Pisapia "ha portato via 100 milioni di euro ai milanesi con Area C e la qualità dell’aria non è migliorata per un accidente e tutto quello che dice che ha fatto lui lo hanno fatto Albertini e Moratti, dal noleggio biciclette alle nuove metropolitane. Abbiamo un poveretto come sindaco di Milano, ancora per poco per fortuna".

Il presidente del Consiglio lombardo, Raffaele Cattaneo, a margine della seduta del Consiglio regionale dice la sua sull'emergenza smog. "E' una battaglia che combattiamo da almeno due decenni e i risultati ci sono: tutti gli inquinanti sono diminuiti. Rimane critica la situazione delle polveri sottili provocate dal riscaldamento e dalla mobilità. Quindi, dobbiamo intervenire su questi due fattori". "Dobbiamo abbassare - ha aggiunto - la temperatura in casa e, magari, mettere un maglione in più e cambiare abitudini nella mobilità. Quando gli spostamenti sono brevi non prendiamo l'auto ma la bicicletta, i mezzi pubblici o facciamo una passeggiata a piedi. Così aiutiamo la salute e l'ambiente".

Anche i Verdi contro Pisapia

"Il blocco del traffico, da solo, non è la soluzione". A dirlo è Angelo Bonelli, dell'esecutivo nazionale dei Verdi, dopo il flash mob che si è svolto a piazza del Parlamento. "Occorrono, a Roma e nel nostro Paese, politiche strutturali legate soprattutto al trasporto pubblico per combattere lo smog". A proposito del trasporto pubblico Bonelli ha auspicato che "possa essere efficace ed efficiente, ma soprattutto funzionale e gradevole. Questa è l'unica via".

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 29/12/2015 - 13:07

Il blocco del traffico è una misura minimale sugli effetti di riduzione del Pm10. Sarebbe un po' più sensato bloccare il traffico nei WE: in settimana con la gente che lavora è evidente che ognuno si organizza per muoversi nelle fascie consentite...

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 29/12/2015 - 13:15

Andate a vedere negli archivi, a proposito di responsabilità sull’inquinamento, cosa diceva contro l’allora sindaco Moratti la sinistra quando era all’opposizione e cosa dice oggi che governa. Tanto per confermare ancora una volta il doppiopesismo sinistro, ma anche la completa incapacità della classe politica di affrontare i problemi. Non è cambiato niente. Non c'è scampo, abbiamo lasciato il governo dell'Italia a gente incapace, inetta, corrotta, e ne paghiamo le conseguenze. La democrazia è come quelle medicine che pubblicizzano in TV come toccasana per tutti i malanni. Ma poi, a voce bassa e molto velocemente, avvertono di usare con attenzione perché può provocare "gravi effetti collaterali". Ecco, la democrazia è una specie di medicina fasulla che, se usata male, provoca più danni che benefici. Ma noi non lo abbiamo ancora capito.

giovanni951

Mar, 29/12/2015 - 13:16

senza blocco salirebbero di piú

Ritratto di cruciax

cruciax

Mar, 29/12/2015 - 13:19

Salvini vada a Pechino, laggiù lavorano tutti nonostante i comunisti al governo ed hanno una qualità dell'aria ottima.

tormalinaner

Mar, 29/12/2015 - 13:20

Pisapia è solo chiacchiere e distintivo con la demagogia non si combatte l'inquinamento, la sinistra pensa che con le parole e gli editti Bulgari i problemi si risolvano, poveri imbecilli non impareranno mai Renzi, in testa alla lista.

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 29/12/2015 - 13:27

Ripeto chi inquina sono i diesel e le caldaie a gasolio, i bus a gasolio!!!!!!!!!!!!!!!!!non gli euro cinque, sei a benzina .Lavate le strade di notte come fanno in mezza europa!!!!!!!E la polverina pm 10 scomparirà!!!

gian paolo cardelli

Mar, 29/12/2015 - 13:35

Se il problema sono le polveri sottili devi fermare le loro sorgenti, non i mezzi privati solo perché "pubblico è bello, privato è brutto"; i mezzi catalitici non le producono, mentre o diesel starai si. Le amministrazioni "di sinistra" hanno bloccato i primi ed immesso nel traffico i secondi...

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 29/12/2015 - 13:38

PERUGIA Anche il lavaggio strade contro lo smog,Il servizio di lavaggio strade è stato eseguito da Gesenu nei giorni (in via sperimentale)prima di Natale e proseguirà anche sulla base dei risultati ottenuti e del livello di PM 10 riscontrate. Le vie interessate dal lavaggio stradale sono le principali arterie di comunicazione viaria intorno alla zona di Fontivegge, Cortonese e Ponte San Giovanni, in elenco le principali: L'intervento viene effettuato con macchina lavastrade da 9.000 litri dotata di getti ad alta pressione specifica per tale tipologia di lavaggio. L'intervento viene effettuato in orari compatibili con le condizioni di zero termico e senza creare intralci al traffico locale. Se lo fanno in umbria perchè non a milano?

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 29/12/2015 - 13:44

Comunque chi inneggia ai blocchi non ha capito un fico secco di come combattere il problema!!!!Sono anni che si costruiscono auto meno inquinanti ma lo smog sale chissà perche!!!!!Basta favorire l'eliminazione di auto ancora circolanti come le euro 1 , 2, ciclo diesel oppure fermare quelli che ancora vanno in giro con carcasse spara pm 10 e ce ne sono tantissimi !!!caldaie a gasolio o stufe a legna!!!!Piantatela di dire che i blocchi sono necessari e studiate di più!!

Ritratto di Farusman

Farusman

Mar, 29/12/2015 - 13:45

$Cruciax$ stento a comprendere la sua ironia. L'aria irrespirabile delle grandi città cinesi non deriva certo solo dal traffico e lei lo sa bene. Salvini dice quello che tutti i milanesi sanno e che risulterà evidente dopo questi tre giorni di stop: il blocco del traffico per 6 ore, mettendo nel blocco anche le auto a gas o metano e non agendo a fondo sul riscaldamento condomili (pensi che molti edifici pubblici si riscaldano ancora a gasolio) e sui diesel degli autobus ATM e dei mezzi pubblici milanesi, non serve a nulla. Quindi danno economico senza ottenere la respirabilità dll'aria. El Salvini el gaà resùn.

fisis

Mar, 29/12/2015 - 13:47

Il suggerimeto di mettere un maglione in piu mi sembra proprio una grande pensata che ci mancava: ha ragione Salvini, sono proprio dei poveretti.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 29/12/2015 - 13:48

Prima di dare la colpa alla caldaia controlla che faccia una bella fiamma blu perché sembra che stiano distribuendo un gas che non brucia bene, scalda poco, inquina molto e te lo fan pagare per buono.

claudioarmc

Mar, 29/12/2015 - 13:54

STRAMALEDETTI INCAPACI

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mar, 29/12/2015 - 13:56

Mi sono occupato di inquinamento atmosferico a livello istituzionale e posso affermare che buona parte del materiale particellare in sospensione proviene dalla risospensione delle polveri provocata dal traffico veicolare. Quando le strade sono sporche anche le carrozze a cavallo inquinano, per cui la soluzione migliore è il lavaggio delle strade.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 29/12/2015 - 14:17

Fermare le auto sei ore è come somministrare un'aspirina ad un malato di cancro ed illudersi che guarisca. Sekhmet

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 29/12/2015 - 14:27

Mahh pisapia ed i quaranta..dirigenti ed assessori vanno a piedi o continuano a girovagre con le auto blu,pagate da PANTALONE???

zucca100

Mar, 29/12/2015 - 14:48

Bla bla bla. Salvini è' capace solo di parlare . Sentiamo, cosa farebbe se fosse lui il sindaco? Siete patetici, ora godete perché le polveri non sono diminuite...

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 29/12/2015 - 14:54

E le Auto Elettriche dove sono? e il Teleriscaldamento dov'e'? e la trasformazione delle caldaie a gasolio in caldaie a metano?Lasciando pure stare la circolazione con mezzi pubblici, a cui si ricorre solo per disperazione,mi sembra che la politica di PISAPIA annaspi nel buio piu' completo e non sappia fare le scelte giuste, pur avendo a disposizione soluzioni tecnologiche d'avanguardia.Tutti distratti a vendere biglietti per l'EXPO per coprire le spese e fare propaganda elettorale, emerge una distrazione politica molto grave di cui i cittadini ne fanno, come ormai succede da anni, le spese.

Giorgio5819

Mar, 29/12/2015 - 15:17

E' l'ennesimo trionfo del falso ideologico della sinistra, l'inquinamento dell'aria di Milano è dovuto a diversi fattori, le auto incidono per il 20%, il grosso dell'inquinamento è responsabilità degli impianti di riscaldamento a gasolio che nessuno osa toccare. La metanizzazione delle caldaie TUTTE, sarebbe la sola misura seria da adottare, con incentivi e penali per chi non si adegua, il resto è demagogia di sinistra.

vince50_19

Mar, 29/12/2015 - 15:25

Ah .. sti PMI 10 sono proprio indisciplinati! Ma ancor più pena fanno quelli che la mettono sul piano politico giocando a ping pong: qui ne va della salute della gente, non altro. Chi ha le redini del potere locale in mano, DEVE trovare rimedi accettabili - è pagato anche per questo - altrimenti lasci la poltrona e faccia altro.

linoalo1

Mar, 29/12/2015 - 16:01

Ovvio!!Colpa di Salvini e di Berlusconi che Gufano la Sinistra!!!!

morghj

Mar, 29/12/2015 - 16:04

I soliti provvedimenti insensati dei governanti di sinistra. Rompono le scatole a centinaia di migliaia di privati per non ottenere il benchè minimo vantaggio (tranne una bella quantità di multe salate che rimpingueranno le casse del comune). Solo un mentecatto può veramente pensare che il blocco del traffico per qualche ora, o peggio ancora le targhe alterne possano migliorare la situazione. Servirebbero misure sensate e strutturali non la solita sinistra improvvisazione.

ClaudioB

Mar, 29/12/2015 - 17:23

Soluzione? A breve termine non ne esiste nessuna. In ogni caso: iniziare a censire TUTTI i fabbricati che riscaldano a gasolio e obbligarli a cambiare sistema, il teleriscaldamento potrebbe rappresentare un buon viatico ma c'è il problema di ingentissimi investimenti per le installazioni delle condotte e reperibilità dei luoghi ove costruire le centrali. Sicuramente il lavaggio stradale che più nessuno fa potrebbe portare a qualche miglioramento immediato. Bloccare il traffico per sei o sette ore al giorno non serve assolutamente a nulla e i risultati lo dimostrano.

rokko

Mar, 29/12/2015 - 17:41

Ampiamente prevedibile. Premesso che, nonostante tutto, il trend dell'inquinamento da pm10 negli anni è in discesa proprio perché i veicoli inquinano meno, una volta tanto sono d'accordo con Salvini, bloccare l'auto è inutile, oltre che lesivo della libertà personale se è l'unico mezzo per raggiungere un certo punto. Ormai, i veicoli producono meno della metà dei pm10 complessivi e di questa metà il grosso è dovuto a mezzi più grandi obsoleti (tir, furgoni, autobus). Sarebbe più utile verificare che la temperatura negli edifici sia consona, efficientizzare le caldaie, favorire la rottamazione dei mezzi inquinanti, migliorare il trasporto pubblico e la viabilità (un'auto che percorre la città in 10 minuti inquina un sesto rispetto a quando è nel traffico un'ora), per le aziende che possono incentivare il telelavoro e/o lo spostamente in sedi periferiche, ecc. Tutti interventi "non da Italia", richiedendo programmazione, pianificazione, organizzazione, ecc

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 29/12/2015 - 22:41

Ma cosa ne può sapere Pisapia delle PM10....che vada a fare l'avvocato se gli riesce!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 29/12/2015 - 23:26

Quando si mettono i ciarlatani a fare i sindaci assistiamo ad un nuovo genere di comiche. QUELLE CHE FANNO PIANGERE ANZICHÉ RIDERE.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 30/12/2015 - 00:20

Ma esiste ancora qualche frescone, a parte i verdi, che pensa davvero che l'inquinamento dipenda dal traffico automobilistico? Non l'avete ancora capito che gli automobilisti sono l'unica categoria che si può impunemente colpire, mentre se vai addosso all'industria e agli imprenditori edili ti fai male?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 30/12/2015 - 00:28

Mi piacerebbe vedere all'opera non dico molti, ma almeno UN ADDETTO (poliziotto, vigile, o qualn'tltro) che va in una casa, o peggio in un condominio a controllare la temperatura interna negli appartamenti. Io ho il riscaldamento autonomo regolato, da sempre, su 18 gradi, mentre entrando in casa di mio figlio, che vive in un condominio con riscaldamento centralizzato, sembra di trovarsi nel deserto del Sahara. Chi dovrebbe controllare queste cose... e chi lo fa realmente?

Alba16

Mer, 30/12/2015 - 00:42

Ma l'inquinamento dell'aria non è causato solo da Pmi 10, ci sono anche le nanoparticelle di metalli come Alluminio bario ecc. che ogni giorno vengono irrorati dagli aerei militari che passano sulle ns teste tanto da rendere le città,e Milano e tra le più bersagliate,delle vere e proprie camere a gas,di questo nessuno parla...

Alba16

Mer, 30/12/2015 - 00:49

Ma l'inquinamento dell'aria non è causato solo da pm10 ma anche da nanoparticelle di metalli come Alluminio e Bario che ogni giorno vengono irrorati da aerei militari che rendono le ns città delle vere e proprie camere a gas, Milano e tutta la pianura padana sono tra le più bersagliate, di questo nessuno parla!!!!

Ritratto di vraie55

vraie55

Mer, 30/12/2015 - 01:16

Pisapia, Pisapia fai una cosa e ne sbagli 2

Mannik

Mer, 30/12/2015 - 08:08

Premettendo che le origini delle Pm possono essere primarie e secondarie, e che tra le primarie vi è si un’origine naturale ma anche una componente tossica dovuta a processi di combustione imperfetta di combustibili fossili (tra cui il black carbon), il blocco del traffico non ha fatto scendere mediamente il livello quantitativo di Pm10, ma ha fatto si che diminuisse la carboniosità, detta appunto „black carbon“, quindi la velenosità. Il black carbon è costituito da nano particelle di carbonio elementare. Il livello sale nelle vicinanze di fonti di combustione ed è direttamente proporzionale alla quantità di traffico veicolare (motori a combustione). Quindi quando cala o si blocca il traffico il black carbon cala di conseguenza. Questa è la realtà caro Binelli.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/12/2015 - 10:54

Pisapirla è un pia.