Carabiniere ucciso, ecco chi è l'uomo fermato a Foggia

L'uomo fermato a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, dopo l'uccisione di un carabiniere. La vittima è Vincenzo Carlo Di Gennaro

Le immagini lo mostrano a terra, braccato da poliziotti e carabinieri. È il momento in cui le forze dell'ordine bloccano l'uomo indiziato per aver ucciso un militare e ferito gravemente il suo collega di pattuglia. Come ilGiornale.it è in grado di ricostruire, si tratta di un uomo di 67 anni (guarda la foto) pregiudicato per reati di droga. In queste ore Giuseppe Papantuono è in caserma per essere interrogato.

Resta da capire il motivo che lo avrebbe spinto a premere il grilletto. Poco dopo le 10 una gazzella dei carabinieri è impegnata in un controllo stradale. Un normale lavoro di pattuglia, almento così credevano Vincenzo Carlo Di Gennaro e il commilitone al suo fianco. A pochi passi dalla piazza centrale di Cagnano Varano, i militari affiancano l'auto e intimano l'alt all'autista. Ma non riescono a fermarlo. L'uomo estrae la pistola, mirca alla gazzella ed apre il fuoco da distanza piuttosto ravvicinata. I proiettili infrangono i vetri, raggiungono il maresciallo di 45 anni e lo ammazzano. Inutile il tentativo del conducente di sotrarsi alla pioggia di fuoco. La corsa in ospedale è vana: Di Gennaro arriva già cadavere. I colleghi di Brindisi parlano di "barbaro" omicidio. Viene ferito anche l'altro carabiniere di 23 anni, ora in ospedale per le ferite al braccio e al fianco e fuori pericolo di vita.

La vittima era vice comandante della stazione di Cagnano Varano. Originario di San Severo, il maresciallo era stato da poco trasferito dalla Calabria. Il suo decesso ha già provocato l'indignazione della politica. "Il mio impegno perché questo assassino non esca più di galera", dice Salvini. "Questo omicidio non ha colpito solo due servitori dello Stato, ma l'intero Stato. Chi tocca un carabiniere tocca lo Stato, tocca ognuno di noi. Ora basta, ci sarà una reazione", ribatte Di Maio. Sull'omicidio indagano i colleghi del maresciallo ucciso e il comando provinciale di Foggia.

Commenti

mariod6

Sab, 13/04/2019 - 12:29

Perché il pluripregiudicato per droga era ancora in giro ??? Forse perchè aveva solo condanne inferiori ai 4 anni ??? Anche se ne aveva 10 ??? Bravo Orlando, ministro abusivo della giustizia PD, che hai promulgato lo sviotacarceri per tirare fuori dai guai i tuoi migranti parassiti. vallo a raccontare adesso alla famiglia del Maresciallo !!! Povero martire caduto sul campo e che verrà presto dimenticato !!!

Pietro43

Sab, 13/04/2019 - 12:30

Tutto può accadere. Ma perché le forze dell'ordine non puntano un'arma quando fanno un controllo di qualsiasi genere? Così facevano negli anni di piombo. Onore ai Carabinieri.

igiulp

Sab, 13/04/2019 - 12:31

Cardellino - Si è reso conto che nel suo commento al precedente articolo, lei ha sparato una grossa cavolata attribuendo a Salvini la colpa di aver armato l'uomo? Va bene che siamo in clima di libertà di espressione e persino commenti livorosi come i suoi vengono presi in considerazione ma un bel bagno di autoinformazione preventiva potrebbe pure farselo prima di scrivere stupidaggini.

MPP

Sab, 13/04/2019 - 12:33

Naturalmente un PLURI pregiudicato per reati di droga è libero di girare, ha un'auto e una pistola. E' solo parte del problema. La parte più grossa è chi lo lascia libero di uccidere.

camucino

Sab, 13/04/2019 - 12:37

A che serve pubblicare le foto segnaletiche di questo gentiluomo se ne nascondete i tratti? Eh? A che serve? Privatezza?

Ritratto di Italiano53

Italiano53

Sab, 13/04/2019 - 12:54

Ora c'è da sperare che il magistrato che dovrà istruire il processo non provenga dalla stessa "covata" dei de magistris,carofiglio,grasso ecc...

Ritratto di Italiano53

Italiano53

Sab, 13/04/2019 - 12:56

Una preghiera per il sottufficiale caduto e un augurio di pronta guarigione per il militare ferito.

Ernestinho

Sab, 13/04/2019 - 13:01

Ma è chiaro che non deve uscire poù di galera! C'è qualche dubbio?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 13/04/2019 - 13:03

Pluripregiidicato e a spasso. La storia si ripete. Il mio commento si ferma qui.

Cheyenne

Sab, 13/04/2019 - 13:07

PURTROPPO COME SEMPRE AVVIENE IN QUESTI CASI NON SUCCEDERA' NIENTE

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Sab, 13/04/2019 - 13:07

EGR sig ministro SLVINI, prima di dire "farò in modo che non escapiù di galera, bisogna prima farcelo entrare" perchè con tutti i buonisti in giro non è sempre facile

Holmert

Sab, 13/04/2019 - 13:19

"I carabinieri intimano l'alt ad una macchina che non si ferma subito ma a distanza. Ne scende un uomo che si dirige verso la gazzella dei carabinieri, si avvicina e spara per uccidere i due carabinieri all'interno. Ecco la cronaca. Mi chiedo, nel frattempo i carabinieri che avevano intimato l'alt, sono rimasti immobili a guardare quello che si avvicinava? Rendiamoci conto, che le forze dell'ordine sono inibite dal comportamento della legge nei loro confronti e non possono permettersi di sgarrare minimamente. E questa ne è la prova provata. E ci rimettono la pelle. E poi che ci faceva in giro un pluripregiudicato con quella faccia?

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 13/04/2019 - 13:27

C'è qualcosa che nella giustizia Italiana NON FUNZIONA. Come è possibile che OGNI VOLTA che un delinquente uccide o resta ucciso PARLIAMO SEMPRE DI : P L U R I P R E G I U D I C A T O !!!! cosa ci fanno questi "già conosciuti alle forze dell'ordine " a spasso per le strade Italiane? Chi sono quelli che glielo permettono? e' il legislatore o chi la legge dovrebbe applicarla? E poi parlano di Far West per difenderci, MA questo come lo chiamate ? CARI POLITICI.

Topo1941

Sab, 13/04/2019 - 13:31

L'unica speranza è che venga condannato senza se e senza ma, visto che non è un clandestino (quindi immune da ogni reato). La difesa al lavoro: " Il maresciallo era 'fuori mano', posto sbagliato nel momento sbagliato, l'assassino (in quel momento e solo in quel momento) incapace di intendere e volere. Quindi, con una miriade di attenuanti, alcuni anni di terapia e poi rinnovato e nuova persona per bene: LIBERO. Viva l'Italia.

Ritratto di akamai66

akamai66

Sab, 13/04/2019 - 13:37

Probabilmente il pregiudicato era anche fatto, perché solo un criminale incosciente poteva pensare di aprire il fuoco in quel modo e riuscire a sfangarla. Lezione appresa: la limitazione alla detenzione delle armi come deterrente è pura illusione.

cardellino

Sab, 13/04/2019 - 13:42

Le varie mafie vivono e si allargano anche con lo spaccio di droga oltra alla prostituzione ed al controllo delle varie attività del territorio. Ieri sparatoria in centro a Milano oggi un brutale assassinio di un carabiniere. Onore all'Arma e condoglianze per questa vittima Mi fanno rabbrividire le affermazioni di salvini quando dopo anni di indagini si arrestano delinquenti mafiosi come la settimana scorsa. Non ci si intesta dei meriti affermando "la pacchia è finita". Vallo a spiegare alla famiglia del maresciallo ora che siamo in periodo di sicurezza. Irresponsabile

COSIMODEBARI

Sab, 13/04/2019 - 13:45

Il giornalista deve fare un ripasso di geografia. Cagnano Varano non è una frazione di Brindisi e non è neppure in provincia di Brindisi. E' in provincia di Foggia, ai piedi del Gargano.

edo1969

Sab, 13/04/2019 - 13:55

Questa è pattumiera umana, se fossi io il ministro dell’interno e non quello che abbiamo, costui insieme alla sua famiglia intera, ammesso che ne abbia una, finirebbero in un campo di rieducazione in graziosissimo stile cinese - o in stile tedesco anni ‘40 se preferite - per almeno 40 anni, e una volta usciti, ammesso che escano, sarebbero agnellini docilissimi. Ma da noi invece si rispettano i diritti umani... Condoglianze alla famiglia del carabiniere, ricordiamoci di loro perche ci difendono ogni giorno rischiando la vita.

cesare caini

Sab, 13/04/2019 - 13:58

Ma cosa ci faceva ancora in giro ?

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 13/04/2019 - 14:17

Di delinquenti, il mondo è pieno. MA, se dalla seconda grande guerra, """ I RAPPRESENTANTI DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA, AVESSERO PORTATO LO STATO, IN TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO, CON GENTE NON CORROTTA, MA GENTE INTEGRA, PIENA DI INSEGNAMENTI RIGUARDANTI I DOVERI DELLA VITA, DI QUESTE PORCHERIE, NE SAREBBERO SUCCESSE MOLTO MENO, E SE LE TOGHE ROSSE, FOSSERO MENO POLITICIZZATE, E PRATICASSERO LA GIUSTIZIA CONTRO LA DELINQUENZA, NON CONTRO LA GENTE ONESTA, FORSE I VERI DELINQUENTI SAREBBERO AL LORO POSTO IN GALERA E LA GENTE ONESTA PIÙ TRANQUILLA NELLA VITA QUOTIDIANA"""!!!

fenix1655

Sab, 13/04/2019 - 14:22

In effetti, egregio ministro Salvini, più che sparare proclami che sono semplicemente speranze irrealizzabili con la Giustizia all'Italiana che ci ritroviamo, si sforzi di fare qualcosa di più nel campo della prevenzione. Cioè, come si faceva una volta, cercare di prevenire il reato. Su questo si può fare molto e rientra maggiormente nelle sue competenze. Faccio solo l'esempio della mancata ed inefficace protezione alle persone (leggi soprattutto donne) minacciate. Contano i fatti non le strisciare sui social.

moichiodi

Sab, 13/04/2019 - 14:26

Complimenti al giornale. E riuscito a ricostruire che si tratta di un uomo di 67 anni. Ovviamente solo salvini lo vuole in galera a vita. Manca il solito riferimento ai comunisti. Sono fatti di una gravità assoluta. E non c'e finita la pacchia che li farà finire. La lotta tra guardie e ladri è iniziata con l'uomo e non finirà mai. La punizione dei delinquenti purtroppo non restituirà la vita del giovane che faceva il dovere per tutti noi.

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 13/04/2019 - 14:45

Non date la colpa a Salvini..date la colpa alla magistratura che ha perso completamente la propria identita' e si ritrova confusa,addormentata e incapace. Le forze dell'ordine sono un'altra cosa ben piu' alta.A loro va il mio senso di gratitudine e il dispiacere per la morte di un servitore che lo stato ha abbandonato.Ricordo solo che se il carabiniere avesse sparato e ucciso il pluripregiudicato, sarebbe stato incriminato per eccesso di legittima difesa.Questo e' un maledetto paese che va al contrario.!

Reip

Sab, 13/04/2019 - 16:24

ERGASTOLO!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Sab, 13/04/2019 - 17:03

A questo mostro bisognerebbe trapanargli gli occhi fino ad arrivare al cervello.

Ritratto di OdioITedeschi

Anonimo (non verificato)

Giorgio5819

Sab, 13/04/2019 - 18:00

Cambiare le regole d'ingaggio per le forze dell'ordine, lo ripeterò in continuazione...

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 13/04/2019 - 18:13

Perché coprite gli occhi di questo schifoso bxxxxxxo? Fatecelo vedere, questo animale!

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 13/04/2019 - 18:15

@Pietro43 Perché i governi precedenti hanno fatto leggi che proteggono i delinquenti e condannano sempre le forze dell'ordine. E se provi a cambiarle sei un fascista e "siamo nel far west".

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 13/04/2019 - 19:45

@moichiodi - quindi? Voi comunisti siete sempre dalal parte dei delinquenti? E' questo che vuoi dire? Perchè non si capisce cosa vuoi dire, o dici fesserie malcelando il tutto.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Sab, 13/04/2019 - 20:12

Proprio una "bella" faccia questo tipo, anzi questo criminale!

porcorosso

Sab, 13/04/2019 - 20:15

Pregiudicato, ovvero già stato giudicato; FUORI I NOMI!!! dei giudici assassini complici di questo assassino. Altrimenti che la popolazione inizi a farsi giustizia da sè.

Yossi0

Sab, 13/04/2019 - 21:26

Perché nascondete il viso di questo gentiluomo ? E politicamente scorretto perché presunto assassino fino al terzo grado di giudizio ? Magari Chi ha messo fuori questo galantuomo tra qualche giorno chiederà scusa ... fosse un solerte magistrato o un altro solerte ministro per i quali vale il recupero che come si vede è molto efficace. Onore all’Arma dei Carabinieri, che prima di parlare di barbaro omicidio, farebbero bene a prendere tutte le precauzioni per evitare di essere ammazzati per conto di una società che purtroppo spesso non apprezza il loro operato.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Sab, 13/04/2019 - 21:28

Che sia bruciato vivo in piazza con la gente che gli grida quanto faccia schifo!

killkoms

Sab, 13/04/2019 - 21:33

bas()do!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 13/04/2019 - 21:42

Ma le compagnie di ventura del Gargano, vedi la mattanza di S. Pietro in Lamis due anni fa, cosa credete che propugnino ... anche il lupo più rabbioso crede in cuor suo di essere un "faro di santità".

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 13/04/2019 - 21:55

Pensa te ... un barista per far ragionare un "pisciaiolo" che lordava la proprietà altrui ha usato una scacciacani, definita arma pericolosa, e sta passando dei guai giudiziari perché la sua vittima, il pisciaiolo, lo ha denunciato tre giorni dopo il fatto mentre fior di avanzi di galera passeggiano con armi letali, ovvero atte ad uccidere, e nessuno fa loro osservazioni ... il Bel Paese diviso tra guelfi e ghibellini ... gli intoccabili e i sempre cornuti e mazziati

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Sab, 13/04/2019 - 21:56

Schifoso, brutto e disgustoso nauseabondo vecchio di mxxxa: spero che ti infilino una spada dritto per il cxxo e che ti esca da quel tuo cervello pieno di vermi e di mxxxa!

moichiodi

Dom, 14/04/2019 - 00:25

@leonida. Lei mi tiene sempre d'occhio! Ma non capisce ciò che scrivo. Io sarei dalla parte dei delinquenti? Me lo spiega il perché? Io ho solo detto che è un inganno dire finita la pacchia. Da quando è nato l'uomo fa bene e fa male. I delinquenti ci saranno sempre. E coloro che devono combatterli, inquirenti, forze dell'ordine rischieremmo la vita per gli altri cittadini. Se lei cammina a piedi noterà quante strade sono intestate a poliziotti carabinieri magistrati guardie carceraria carabinieri vigili. È una lotta senza fine. La pacchia purtroppo non finirà mai, nemmeno se applicasse la pena di morte. Anche se oggi molti credono alla favola di Salvini.