Renzi non capisce che siamo già in guerra

L'Italia ha bisogno di un capo di governo e di una classe politica che siano consapevoli e determinati a fare la guerra contro il terrorismo islamico per vincere

Che disastro la politica italiana in Libia. Abbiamo un capo di governo che sembra emulare papa Francesco assicurando pubblicamente che mai e poi mai farà la guerra, al punto da negare persino l'uso della parola «guerra», quando Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia hanno già inviato le loro forze speciali a presidiare i pozzi petroliferi e corteggiano l'Italia affinché assuma la guida di una coalizione internazionale per riscattare la sovranità e ripristinare condizioni di sicurezza e di stabilità a soli 300 chilometri da casa nostra.

Abbiamo un ministro degli Esteri che ha realizzato un capolavoro diplomatico riuscendo a inimicarci tutti, proprio tutti, i protagonisti che contano sul territorio: il governo riconosciuto internazionalmente riparato a Tobruk; il governo dei Fratelli musulmani che ha usurpato il potere insediandosi con la forza a Tripoli; i terroristi islamici dell'Isis e di Ansar al Sharia che controllano parte del litorale e dell'entroterra. Sarebbe proprio una beffa se il comune odio nei confronti dell'Italia, così come attestano le bandiere italiane bruciate a Tobruk, a Derna e a Bengasi e i cartelli contro un ipotetico intervento militare e un'immaginaria occupazione, riuscisse a rinsaldare un fronte eterogeneo di nemici acclarati che si contendono il monopolio del potere.

Dopo avere perso il ruolo privilegiato di principale partner energetico ed economico della Libia di Gheddafi, subendo la guerra scatenata da Sarkozy nel 2011, ora l'Italia rischia paradossalmente di essere additata come il nemico comune di tutti i libici, pagando le conseguenze di un caos che non avremmo mai voluto e che ha danneggiato principalmente proprio noi.

Nel comportamento del governo italiano, che più direttamente ha gestito il lungo travaglio del cosiddetto Governo di unità nazionale e Consiglio presidenziale guidato dal primo ministro Fayez al Sarraj, designato dall'Occidente e non eletto dai libici, c'è un palese paradosso. Abbiamo fatto la guerra per scalzare dal potere Gheddafi, condannato come il tiranno, scoprendo che era un tiranno dopo 32 anni che stava al potere, nel corso dei quali lo abbiamo lungamente coccolato e sostenuto. Abbiamo fatto quella guerra sostenendo che bisogna affermare la democrazia e dare la libertà al popolo all'insegna del mito della Primavera araba. Oggi invece si vorrebbe imporre ai libici un governo fantoccio che è rifiutato e disconosciuto da tutti i protagonisti che contano sul territorio. Ma come potrebbe quest'Occidente, trainato da Barack Hussein Obama, risultare credibile quando dopo avere ucciso un tiranno, che quantomeno si è imposto dall'interno della Libia, vorrebbe imporre una testa di legno imposta dall'esterno della Libia per tutelare gli interessi petroliferi di Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Italia?

All'interno di casa nostra, è doveroso domandarci se l'Italia può essere governata da un Renzi che lo scorso 6 marzo ha detto «con me presidente in guerra non ci si va». Che lo dica Papa Francesco è giustificabile, trattandosi del capo della Chiesa cattolica universale, pur prendendo atto che sarebbe un suicidio limitarsi a subire la violenza dei terroristi islamici senza reagire. Ma è inammissibile che il capo del governo di una grande nazione come l'Italia, nel corso di un intervento pubblico in televisione, escluda categoricamente l'uso legittimo della forza dell'esercito nazionale a salvaguardia della vita dei cittadini e della sicurezza dell'Italia. Renzi è arrivato al punto di dire che noi non dovremmo neppure usare la parola «guerra» perché, dal suo punto di vista, «finisce per fare il gioco dei nostri nemici (). La guerra è fatta da stati sovrani, il terrorismo da cellule pericolose o spietate che non meritano di essere considerate stati sovrani. Loro vogliono farsi chiamare Isis, Stato islamico. Noi li chiamiamo Daesh». A parte che Daesh è l'acronimo in arabo di Isis, quindi è la stessa cosa, Renzi continua a non capire o a fingere di non capire che la guerra già c'è, non siamo noi a doverla proclamare, che non la si esorcizza rifiutandosi di nominarla.

Oggi l'Italia ha bisogno di un capo di governo e di una classe politica che siano consapevoli e determinati a fare la guerra contro il terrorismo islamico per vincere, perché diversamente la guerra la subiremo comunque, finendo per essere sconfitti e sottomessi all'islam.

Magdi Cristiano Allam

Commenti
Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Dom, 01/05/2016 - 19:31

Chiamassero Berlusconi. Pdioti strafottenti!

elpaso21

Dom, 01/05/2016 - 19:31

Giustissimo, prima si parte e meglio sarà.

brownbigsteel1945

Dom, 01/05/2016 - 20:32

brownbigsteel1945 ma è l'unica cosa che non capisce???

Ritratto di memeneutro

memeneutro

Dom, 01/05/2016 - 20:45

Bisogna destituirlo subito insieme ad alfanO prima che distrugge L´Italia e gli Italiani.

Ritratto di memeneutro

memeneutro

Dom, 01/05/2016 - 20:56

Il suo commento non è valido, le ricordiamo che il testo deve avere tra i 4 caratteri e i 1000 mille caratteri, grazie.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 01/05/2016 - 21:06

Verrà il momento in cui agli Idioti ricorderemo ve l'abbiamo detto in tutte le salse. Ma non cè più sordo di chi non vuol sentire e cieco di chi non vuol vedere. Un caloroso saluto a Magdi.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Dom, 01/05/2016 - 21:06

PERCHE' PUBBLICATE UN COMMENTO SU 20????? IL VOSTRO SISTEMA CENSORIO (SIA PUR RICHIESTO) VA RIVISTO: LENTISSIMO ED INEFFICIENTE.

An_simo

Dom, 01/05/2016 - 21:24

Chi sarebbe quel capo del governo capace ?

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 01/05/2016 - 21:26

Infatti,Renzi,con tutto il rispetto,per carita'... non è un uomo come dovrebbe essere appunto,un uomo.Diciamolo pure che non è ne carne ne pesce.Dai su ammettiamolo pure.........

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 01/05/2016 - 21:28

''Determinati a fare la guerra contro il terrorismo islamico per vincere''Sono anni che lo speriamo,che lo diciamo a gran voce,ma si fanno orecchie da mercante e si va sotto la gonna di mamma'.Cristo santo!!

fisis

Dom, 01/05/2016 - 21:52

Non sono d'accordo. Vi sono delle guerre in giro per il mondo, ma l'Italia non è in guerra, né mai nessuno ha dichiarato guerra all'Italia. La guerra non è uno scherzo e non conviene certamente all'Italia, tanto meno per qualche pozzo petrolifero. Oltretutto, il prezzo del petrolio è attualmente in discesa e non è certo difficile procurarselo. Il prezzo di una guerra, in termini di vite umane, ma anche economici, sarebbe di gran lunga maggiore. La lotta al terrorismo è un'altra cosa, e andrebbe condotta difendendo con rigore i propri confini dall'invasione di clandestini, come fa ad esempio l'Australia e gli stessi Stati Uniti, e controllando il proprio territorio in maniera capillare.

Caiogracco

Dom, 01/05/2016 - 21:53

Forza, caro Magdi Allam, visto che ci tieni tanto, dacci il buon esempio: parti tu per primo a far la guerra. Io non ti seguirò di sicuro.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/05/2016 - 22:25

TITOLO SBAGLIATO caro Magdi, il titolo giusto dovrebbe essere; RENZI NON CAPISCE!!!lol lol Se vedum.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 01/05/2016 - 22:32

Sappiamo già che Renzi a stento era buono a fare il sindaco....per il resto le sue chiacchiere valgono solo a riempire le orecchie e addormentare i cervelli.....sulla Libia prende solo ordini dal noto B. Hussein O.

anna.53

Dom, 01/05/2016 - 23:15

Magdi , con tutta la stima che ho per lei , non la seguo su questo grido di guerra , alla quale l'Italia dovrebbe partecipare. Guerra è terribile fatto , anche se occorre agire e non lasciare chi ISIS si impadronisca di terre e uomini. E' ora che l'inetta ONU ( della quale il Vaticano di Francesco partecipa senza far nulla di significativo) , osi di più perché i morti e dispersi non si contano più , orfani e violenze aumentano dovunque , stragi si perpetuano in Africa così come in Medio Oriente , con escalation preoccupante. L'ONU invece ha concluso di recente l'assemblea elegante e inutile sul clima - mentre la guerra " a pezzettini" si spargeva . C'è bisogno di strategie a lungo termine coordinate fra Stati contro il terrorismo (difesa e intelligence) , l'ONU non è pervenuta . Sì, tutto preoccupa ma indire guerre è ben altra cosa che attuare piani di difesa .

seccatissimo

Lun, 02/05/2016 - 04:12

L'acclarato supercialtrone nazionale non solo non capisce che siamo già in guerra o più precisamente stiamo subendo una guerra nascosta, ma capisce un ca77o di niente in ogni campo che dovrebbe trattare, in merito ad ogni problema che affligge l'Italia e che lui almeno dovrebbe tentare di risolvere se avesse un po' di cervello funzionante ed un po' di dignità! In ogni caso uana guerra aperta, fosse anche solo contro la repubblica di San Marino o il Principato di Monaco, con un capo di governo come il supercialtrone nazionale, sarebbe subito persa, un suicidio totale!

giordaano

Lun, 02/05/2016 - 04:51

ma sicuro armiamoci e partite

cicero08

Lun, 02/05/2016 - 06:34

ah!...ora è Renzi che non capisce?

patrenius

Lun, 02/05/2016 - 07:25

Siamo in guerra? Macchè, l'abbiamo gia persa. Ora siamo all'occupazione! Txxxa fu distrutta perchè fece entrare un solo famoso cavallo. Noi ne facciamo entrare 1000 al giorno e andiamo pure a prenderli.

Ritratto di Tanzus

Tanzus

Lun, 02/05/2016 - 07:32

Magdi Cristiano Allam lo voglio Ministro degli Interni !

linoalo1

Lun, 02/05/2016 - 08:01

Non è solo il Marinaio Renzi,ma anche tutti i Sinistrati ed anche l'EU,che sono ciechi o non vogliono vedere la realtà!!!Io,un Cittadino qualunque,ma sicuramente più intelligente dei Sinistrati,è da più di un anno che dico che siamo in Guerra!!!Certo non in una Guerra tradizionale,ma sempre di Guerra si tratta!!!E noi,anzi la Nostra Armata Brancaleone al Governo,cosa fa???Si limita a guardare ed a recitare la solita Litania:LO VUOLE L'EUROPA!!!E con ciò,come Ponzio Pilato,se ne lavano le mani!!!Noi,Cittadini non Sinistrati e,quindi,intelligenti,però,non possiamo reagire!E le conseguenze,purtroppo,,sono sotto gli occhi di tutti!!

01Claude45

Lun, 02/05/2016 - 08:27

Saluti a Magdi. Purtroppo il VECCHIO ci ha imposto un governicchio di "dilettanti allo sbaraglio, dimenticando di seminare per i corridoi di Palazzo Chigi un pò di specchi, in modo che, passando, ogi tanto puntassero l'occhio sulle loro facce da pavoni tronfi ma TOTALMENTE INCAPACI. Meraviglia fa Padoan che sta ancora lì. Ma i POTERI FORTI, altrimenti detti MASSONERIA, non vogliono perdere il potere dall'interno di questa ACCOZZAGLIA CHE FORMA IL FATIDICO "CAVALLO DI TxxxA" PER COMANDARE IN ITALIA.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 02/05/2016 - 10:01

Renzi "capisce" solo quello che gli fa comodo. Il resto lo ignora.

ambrogiomau

Lun, 02/05/2016 - 16:35

Noi non siamo in grado di fare guerre . Lasciate in pace le guerre ma sarebbe meglio respingere tutti quelli che arrivano sui barconi e riportarli in Libia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 02/05/2016 - 23:05

Non vuole capire ma imporre, da piccolo pisquano fiorentino qual'è, la sua inaccettabile conigliesca visione delle cose. Ormai si crede IL NOVELLO KIM JONG-UN ITALIANO CHE DETTA LA SUA VOLONTÀ ALLA MASSA DI PECORE CHE LO SEGUONO.