Processo Meredith, Amanda condannata a 28 anni e 6 mesi, Raffaele Sollecito a 25 anni

La sentenza della corte d’Appello di Firenze ribalta la prima sentenza di Appello. La Bongiorno: "Impugneremo la sentenza in Cassazione"

La combo di Amanda Knox e Raffaele Sollecito

Dopo oltre undici ore di Camera di Consiglio, la corte d'Appello di Firenze conferma la sentenza della Cassazione e allontana l'assoluzione. Amanda Knox è stata condannata a 28 anni e sei mesi e Raffaele Sollecito a 25 per l’omicidio di Meredith Kercher.

Una vicenda giudiziaria che dura da sette anni. Da quando il corpo senza vita di Meredith, studentessa inglese di 22 anni, fu trovato senza vita nella camera da letto del suo appartamento di via della Pergola a Perugia. Era il 2 novembre del 2007.Amanda e Raffaele, condannati in primo grado a 26 e 25 anni per l’omicidio, vengono poi assolti in appello nell’ottobre 2011. Rudy Guede, invece, viene condannato con rito abbreviato a sedici anni di carcere per concorso in omicidio e violenza sessuale. Per Sollecito e la Konx la sentenza viene annullata il 26 marzo dello scorso anno dalla Corte di Cassazione, che ordina un nuovo processo. Oggi, quindi, una nuova condanna. "Riteniamo questo un passaggio. Doloroso ma solo un passaggio", ha commentato l’avvocato Giulia Bongiorno, difensore di Sollecito, annunciando che la decisione sarà impugnata in Cassazione.

Oggi Amanda ha atteso il quarto verdetto dagli Stati Uniti, nella sua casa di Seattle. Sollecito si è, invece, allontanato dall'aula al momento della lettura della sentenza. Nelle scorse settimane il pg ha chiesto pene a trent'anni per Amanda (compresi i tre già definitivi per la calunnia a Lumumba) e 26 per Raffaele. Non solo, ha chiesto anche che, in caso di condanna, la Corte d’assise d’appello di Firenze disponga delle misure cautelari. Il fratello e la sorella di Meredith, Stephanie e Lile, hanno annunciato la presenza in aula. Sollecito era arrivato accompagnato dal padre e, rivolgendosi ai giornalisti, aveva detto: "Qualcuno, forse, ce l’ha con me. Credevano che non venissi". "Siamo qui anche perché siamo fiduciosi che la sentenza sarà di assoluzione", aveva fatto eco il padre.

Commenti
Ritratto di Sniper

Sniper

Gio, 30/01/2014 - 22:17

L'avevo previsto in altro articolo due ore prima della sentenza: I lettori del Giornale si schierano sempre con i colpevoli.

wolfma

Gio, 30/01/2014 - 22:23

Ci si può fidare di questa giustizia a fasi alterne? Io non mi fido e, se fossi Sollecito e fossi innocente,scapperei subito all'estero prima di consegnare il passaporto. E poi non è giusto che a pagare sia solo lui, mentre Amanda non metterà più piede in Italia.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 30/01/2014 - 22:38

.ò....wwwoooooowww giustizia è fatta ,stento a crederci.

Ritratto di MelPas

MelPas

Gio, 30/01/2014 - 23:25

Processo Meredith, Amanda condannata a 28 anni e 6 mesi, Raffaele Sollecito a 25 anni La sentenza della corte d’Appello di Firenze ribalta la prima sentenza di Appello. La Bongiorno: "Impugneremo la sentenza in Cassazione" L'Antagonista pensa "se non fosse nato Andreotti, la Buongiorno non sarebbe esistita come avocato. Tutti sanno che Andreotti era innocente, solo certe procure lo accusavano di delitti e collusione con la mafia.Se la Buongiorno si sente con la coscienza pulita, molli questo processo e dica che la Meredith è stata assassinata da quei due assassini. Solo così metterà la sua coscienza al servizio della giustizia. L'Antagonista Macomer di MelPas.

Ritratto di MelPas

MelPas

Gio, 30/01/2014 - 23:38

Viva la giustizia Buona, Maledetti quelli che per trovare un colpevole, o per simpatia scarcerano Assassini che dopo un piccolo lasso di tempo assassinano altre persone. MelPas.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 30/01/2014 - 23:41

Pare che per certa magistratura la certezza delle prove, al di là di ogni dubbio, sia stata sostituita dai pareri personali basati su ricostruzioni di fantasia. L'ILLAZIONE HA SOPRAVANZATO LA RICERCA DI PROVE OGGETTIVE. E' il nuovo corso di una magistratura che ci sta sottraendo anche il diritto di voto.

angelomaria

Ven, 31/01/2014 - 00:02

e forse dico forse riusciremo ad estradarla anche se oggi pomeriggio ho dato uno sguardo a vari emittenti u.s.a.dove l'avvocato cerchera ti attacarsi a tutti icavilli possibili ed immaginari per evitare che succeda visto che sembra che da loro non sono pochi quelli a cui l'angioletto piace dove non ci sono le simpatie ci sono i dollaroni della famiglia che possa creparci in una galera maledetta e diabolica assassina mi resta solo da dare la buonanotte a voi cari lettori

ESILIATO

Ven, 31/01/2014 - 00:18

INGIUSTIZIA ITALIANA........non si puo processare una persona per un reato del quale e' stata assolta precedentemente. Vergogna a tutto il sistema giudiziario italiano rendete la magistratura responsabile penalmente e civilmente delle proprie azioni ed allora avrete un vero sistema legittimo. Basta giudici primedonne che vogliono solo il loro nome in prima pagina e se ne fregano delle conseguenze a terzi intanto loro sono immuni.

forzatricolore

Ven, 31/01/2014 - 00:25

Ma visto che la sola cosa certa è la presenza di Guede sul luogo del delitto non si potrebbe interogarlo con l'ipnosi? Magari si potesse...

cgf

Ven, 31/01/2014 - 00:51

Indipendentemente dall'esito, posso capire una sentenza di primo grado non confermata in Appello ed a sua volta dalla Cassazione, è così che funziona l'ordinamento italiano; ma che una sentenza d’Appello ribaltata DA UN'ALTRA CORTE d'Appello???? Come è messa la giustizia in Italia? Questo è giocare con la Giustizia, non la ricerca della verità, è evidente non si fidano i giudici gl'uni con gl'altri, sembra proprio che la sentenza debba essere per forza solo una, questa NON è Giustizia con la G maiuscola, ma farsi i ... a discapito delle persone perché è del destino di persone che si parla in questi processi.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 31/01/2014 - 01:20

Un tempo si diceva che era meglio un colpevole libero che non un innocente in galera... Da questa sentenza e da quella precedente non è emersa alcuna colpa diretta di Raffaele Sollecito, eppure si è preso 26 anni di galera, dieci in più di Rudy Guede che optò per il rito abbreviato, ma non confessò mai il delitto della povera Meredith, ma per la corte d'assisi d'appello concorse all'omicidio. Per me ci sono troppi lati oscuri.

Silviovimangiatutti

Ven, 31/01/2014 - 03:45

Grazie Malagiustizia. Perché hai messo a nudo una volta per tutte quanto fai schifo e quanto fanno schifo certi magistrati di questo paese.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 31/01/2014 - 04:02

Siamo alle solite, condannano senza prove, senza moventi validi, con ricostruzioni ipotetiche e raffazzonate dei fatti e sulle persone che vi hanno agito. Poveracci quei due ragazzi! Soprattutto Raffaele che in tutta la faccenda c'entra come i cavoli a merenda, ce l'hanno infilato tirandolo per i capelli. Amanda ha fatto bene a stare a casa sua in USA, lì la giustizia è più seria che da noi, anzi, non c'è paragone, da noi è da burletta, devi solo pregare tutti i santi in paradiso che non ti capiti mai la disgrazia di finre sotto il mirino della giustizia italiana, altrimenti hai finito di campare. In Italia ci sono in galera più innocenti ingiustamente condannati che colpevoli veri.

Ritratto di curbin

curbin

Ven, 31/01/2014 - 07:19

2007 condannati, 2011 assolti, 2014 condannati: matematicamente dopo 4 anni una condanna viene tramutata in assoluzione e dopo 3 ricommutata in condanna. Nel 2018 ci dovrebbe essere di nuovo l'assoluzione e nel 2021 dovrebbero di nuovo essere condannati. Non funziona così???

wolfma

Ven, 31/01/2014 - 07:39

Ci si può fidare di questa giustizia a fasi alterne? Siamo sicuri oltre ogni ragionevole dubbio che i due siano colpevoli? Al posto di Sollecito,se sapessi di essere innocente, a questo punto me ne andrei all'estero prima che ritirino materialmente il passaporto.E poi,perchè solo lui dovrebbe scontare la pena e Amanda no?

Klotz1960

Ven, 31/01/2014 - 08:01

Le loro versioni non reggono, e la Knox ha anche accusato un innocente, quindi mentono. E quindi sono colpevoli. Ci arriva anche un bambino. Ma chissa' perche' i precedenti giudici non ci erano arrivati: ed e' questo l'unico mistero della storia. Eh, i misteri della nostra giustizia, ogni settimana ce ne e' uno! Come quello del chirurgo che ammazzava la gente, e' gia' libero!! Chissa' quali saranno state le motivazioni dei giudici!!

cecco61

Ven, 31/01/2014 - 08:08

Tutto come da copione: sentenza di condanna basata sul nulla più assoluto; niente prove ma solo le elucubrazioni mentali dei giudici. Saranno felici i vari colpevolisti che già avevano deciso la sentenza solo sulla base delle loro impressioni personali sulle facce dei due imputati. E mai una volta che sia stato interrogato Guedé dal momento che quasi sicuramente avrebbe fatto crollare il castello accusatorio contro Sollecito e la Knox: un'altra brutta pagina per la presunta Giustizia italiana.

simone64

Ven, 31/01/2014 - 08:17

Finalmente una bella notizia

vittoriomazzucato

Ven, 31/01/2014 - 08:22

Sono Luca. E' entrata in politica grazie al processo Andreotti e Andreotti sarebbe stato assolto anche se la difesa fosse stata data all'avvocato d'ufficio di turno. Mi chiedo se è possibile che un tribunale assolva i due e un altro li condanni. La giustizia Italiana è in mano ad incompetenti. GRAZIE

Salvatore1950

Ven, 31/01/2014 - 08:25

e che vuoi commentare? una cosa e' certa: non sono stato io

linoalo1

Ven, 31/01/2014 - 08:26

L'avevo scritto ancor prima della sentenza.A prescindere dalla colpevolezza degli imputati,questo è un altro processo-burla!La sentenza era già scritta da settimane!Bastava solo leggerla senza fare la commedia del processo!E adesso,fra ricorsi e controricorsi,qualcuno si sfrega le mani dalla gioia!Altri soldi,e non pochi,in arrivo!Brutta specie Magistrati,Avvocati e Notai!Lino.

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Ven, 31/01/2014 - 08:54

meglio un colpevole libero che un innocente in carcere.