Il professore che abusa delle sue allieve in classe

Le vittime, minorenni, venivano fatte avvicinare alla cattedra

Succede a Olbia. Lui è un professore delle medie. Le vittime sono le sue studentesse, minorenni. Le faceva avvicinare alla cattedra e poi approfittava di loro, in classe. Sarebbero iniziati così gli abusi a sfondo sessuale: strusciamenti, le mani delle giovanissime studentesse spostate quasi a forza sulle gambe e palpeggiamenti. Tutto sarebbe avvenuto nelle aule di una scuola media dell'hinterland olbiese.
E ora un professore è sotto inchiesta per le molestie sessuali ai danni delle sue studentesse.

Si parla di adolescenti, ragazzine di 12 e 13 anni, e, per ora, i casi segnalati ai carabinieri del Nucleo investigativo di Olbia sono due. Le indagini, coordinate dal pm Ginevra Grilletti, sono alle battute iniziali, ma i militari avrebbero già raccolto elementi che sembrerebbero confermare l'ipotesi degli abusi dentro la scuola. Dalla procura della Repubblica di Tempio non è arrivato nessun commento sul fascicolo aperto nelle settimane scorse a carico dell'insegnante. Un professore che dovrebbe essere un punto di riferimento nell'educazione degli adolescenti, una persona di fiducia. Invece, ancora una volta, gli abusi si consumano tra le mura scolastiche, proprio dove i figli dovrebbero essere al sicuro.