La Provincia s'inchina all'islam: aule gratis per insegnare arabo

La Provincia rossa di Monza Brianza concede gratuitamente quattro aule di un istituto superiore al Centro Islamico. Scoppia la polemica

Una lingua identifica un Popolo. E i musulmani, oggi più che mai, hanno paura di perdere la propria identità. I giovani islamici non possono assolutamente correre il rischio di pensare o agire all'occidentale. Devono restare saldi alle proprie tradizioni. Alla propria cultura. Devono parlare prima l’arabo e, poi, le altre lingue. Non lo possono dimenticare. Anche se vivono da molti anni nel nostro Paese. È per queste ragioni che il Centro Islamico di Monza ha organizzato dei corsi di arabo per bambini fino ai sedici anni. Ma fin qui, nulla di male. Il problema sorge quando Luigi Ponti, presidente della Provincia rossa di Monza Brianza, con un decreto deliberativo presidenziale, decide di concedere gratuitamente quattro aule dell’istituto di Istruzione Superiore Mosè Bianchi al Centro Islamico.

È Andrea Monti, consigliere provinciale di Monza che solleva il problema: "Le società sportive e tutte le associazioni del territorio devono pagare se vogliono utilizzare le aule del plesso.” Ci dice al telefono: “La tariffa oraria è di 3euro e 80 centesimi. Perché tutti devono pagare e loro no?". Ma a rispondere è lo stesso Presidente che, nell'atto deliberativo, scrive: "La Provincia di Monza e della Brianza ritiene opportuno offrire a bambini e ragazzi la possibilità di apprendere la lingua araba, in considerazione del considerevole numero di famiglie residenti in Italia provenienti dai paesi arabi, della storica rilevanza di scambi culturali tra paesi del Mediterraneo, della crescente diffusione di rapporti economici, commerciali e sociali tra i paesi arabi e l’Italia".

Dunque, per i musulmani è gratis, per tutti gli altri a pagamento. "La Provincia è in rosso. La situazione è drammatica. E cosa fa Ponti? Scialacqua, regala, elargisce". dichiara Andrea Monti. "Siamo di fronte ad una sorta di integrazione alla rovescia, dove l’ente pubblico concede vantaggi economici per agevolare lo studio della lingua araba, cioè per meglio integrare i giovani italiani nella comunità araba. Noi pensavamo di essere alle prese con un problema enorme, ovvero quello di integrare giovani, bambini e ragazzi di cultura e lingua araba in Italia. Invece no, oggi compiamo un passo in avanti, una drammatica evoluzione. Siamo noi a doverci integrare. Davvero curioso".

Tra iscrizione, fornitura libri e assicurazione, il corso ha un costo di circa 150euro. Dunque, a pagamento. Nulla avrebbe impedito al Centro Islamico di pagare il canone. Ma loro, di colpe, non ne hanno. Raggiunti al telefono ci dicono: “In Italia si paga anche l’aria che si respira. E’ un corso che stiamo facendo da sette anni. C’è una convenzione. Ma le ripeto: non c’è una cosa gratis in Italia." "Una scelta politica incomprensibile, figlia del solito vizio della sinistra che si sente in qualche modo sottomessa ad un mondo islamico a cui pare tutto sia dovuto". Conclude il consigliere provinciale, che chiede l’immediato annullamento del provvedimento. Dunque, ci troviamo, ancora una volta difronte ad un caso di disparità che fa adirare ed indignare il popolo italiano.

Commenti

macommmestiamo

Ven, 09/12/2016 - 14:32

quando colpiranno l'italia, e lo faranno, io godro nel vedere e sentire le voci del popolo. metteteli ovuqnue, vi sapranno ringraziare a modo loro. spero che quando suvvedera' ci vadano di mezzo per la maggior parte che regge questo gioco idiota e senza senso piu' faranno male e piu' da conigli li accoglieremo nelle nostre case

obiettore

Ven, 09/12/2016 - 14:33

Come si dice "vaffa" in arabo ?

@ollel63

Ven, 09/12/2016 - 14:36

questa si chiama integrazione: "arabizzare l'Italia". La sinistra distrugge l'Italia, non ve ne accorgete?

Lapecheronza

Ven, 09/12/2016 - 14:38

Quindi: nelle aule scolastiche non è più possibile fare il presepe, augurare il buon Natale, servire il maiale nelle mense, censureranno la Peppa Pig, se ci si permette di far notare che sul treno o autobus si deve pagare il biglietto nella migliore delle ipotesi si viene etichettati come “razzisti” e loro temono di perdere la loro identità culturale ?

Tuvok

Ven, 09/12/2016 - 14:40

Se i musulmani non vogliono perdere la loro identità possono tornare nei loro paesi di origine nel musulmanistan.

Una-mattina-mi-...

Ven, 09/12/2016 - 15:12

L'UNICA CULTURA CHE NON VIENE INSEGNATA PARE ALLORA PROPRIO LA NOSTRA

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 09/12/2016 - 15:31

Speriamo che nelle provincie pdiote e sinistroidi i muslims insegnino loro a comportarsi da ..dhimmi ed applicare la shar'ja integralmente

Ritratto di CINESENERO

CINESENERO

Ven, 09/12/2016 - 15:39

LE TRADIZIONI A CASA LORO E LE NOSTRE ? CHE VADANO A LAVORARE NON A PREGARE IL PD

manfredog

Ven, 09/12/2016 - 15:41

I comunisti vogliono l'islam in Italia; è questa la verità di fondo, non ci sono dubbi, perlomeno io non ne ho più. mg.

maurizio50

Ven, 09/12/2016 - 15:46

Che il cielo stramaledica le carogne rosse, vero cancro della Nazione Italiana!!!!

Cheyenne

Ven, 09/12/2016 - 16:25

ripristinare la pena di morte per alto tradimento

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 09/12/2016 - 16:25

Pazzesco. Una provincia lombarda ricca come quella di MB in mano ad una infame giunta rossa. Ormai gli italioti sono veramente rincoglioniti.

fifaus

Ven, 09/12/2016 - 16:59

il numero dei traditori del Paese aumenta

acam

Ven, 09/12/2016 - 17:06

io personalmente non gli darei un bel niente, ma è d'uso in tutta Europa, ma le lezioni dovrebbero venir registrate e tradotto per evitare che si inculchino principi farlocchi nelle teste di figli ghia educati malamente.

acam

Ven, 09/12/2016 - 17:11

Lapecheronza Ven, 09/12/2016 - 14:38 Quindi: nelle aule scolastiche non è più possibile fare il presepe, augurare il buon Natale, servire il maiale nelle mense, censureranno la Peppa Pig, se ci si permette di far notare che sul treno o autobus si deve pagare il biglietto nella migliore delle ipotesi si viene etichettati come “razzisti” e loro temono di perdere la loro identità culturale ? zitto 'mbecille, ma che ovvietà dici non lo sai che se non vuoi che te facciano male te devi portare la vasellina? la raggi ha già provveduto e j'è piaciuto e l'a detto a Francesco che l'ha benedetta.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 09/12/2016 - 17:26

LA sinistra è compagna di merende di delinquenza, islamismo, clandestini, rom, andrebbe arrestata in massa e buttata la chiave

MOSTARDELLIS

Ven, 09/12/2016 - 17:37

Ma le provincie non dovevano sparire? Che spariscano una buona volta insieme ai terroristi.

Happy1937

Ven, 09/12/2016 - 18:16

A mio avviso quello che non pagano gli islamici dovrebbe rifonderlo il Ponti di tasca sua. Ognuno puo`fare regali pagandoseli, non mettendoli sul gobbo dei contribuenti.

justic2015

Ven, 09/12/2016 - 18:29

Italiani tutti credo che forse sara` necessario imparare la lingua araba tanto fra non molto andando di questo passo non ci sara` altra alternativa avete visto alitalia si e adattata in pochissimo tempo ,francesco invita tutto il continente africano e quello asiatico di trasperirsi nel paese delle meraviglie dove tutto e possibile .

pensaepoiagisci

Ven, 09/12/2016 - 19:32

c'è un detto che dice:" gli dai il dito..si prende il braccio" !..il futuro per noi sara' tragico ..poveri i nostri figli ed i nostri nipoti..