Puglia, bomba immigrazione: porta d'accesso per il jihad

Dall'Albania la nuova rotta verso l'Italia. L'arrivo dei migranti fa crescere l'allerta terrorismo: "Così possono colpire l'Europa"

In Puglia torna l'incubo immigrazione. Come negli anni Novanta, la regione potrebbe affrontare un'ondata di immigrazione senza precedenti. È alta l’attenzione in Puglia per la possibile riapertura della rotta adriatica, che nei prossimi mesi potrebbe essere scelta da migliaia di profughi siriani come via d’ingresso verso l’Europa. La presenza di almeno 25.000 persone bloccate ai confini settentrionali della Grecia - a causa della stretta alle frontiere imposta da Austria, Macedonia, Serbia, Croazia, Slovenia - ha determinato l’innalzamento del livello di allerta in Puglia, e in particolare in Salento, per la possibile ripresa degli sbarchi. Questa eventualità sarà presumibilmente affrontata lunedì a Bari con il ministro dell’Interno Angelino Alfano, durante la riunione della Conferenza regionale dei prefetti, annunciata nel corso della visita del 5 febbraio e che avrà come tema principale il livello di contrasto alla criminalità organizzata. Preoccupazione per la riapertura della rotta adriatica al posto di quella balcanica, è stata espressa dal procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Lecce (competente sui reati connessi all’immigrazione), Cataldo Motta. "Pur non avendo allo stato segnali concreti in relazione alla organizzazione di viaggi di migranti verso la Puglia - ha detto il procuratore - c’è attenzione molto alta per l’effetto rimbalzo che la chiusura delle frontiere a nord della Grecia potrebbe avere sulla nostra regione".

Dello stesso avviso è il prefetto di Lecce, Claudio Palomba, chiamato a coordinare il sistema della sicurezza e dell’accoglienza nell’area della Puglia che risulta più a rischio, a causa della vicinanza ridotta rispetto alle coste della Grecia, della lunghezza dei suoi litorali (300 chilometri tra Ionio e Adriatico) e della presenza di innumerevoli punti di approdo difficilmente controllabili. Lungo quelle coste si svolgono incessanti monitoraggi da parte della guardia di finanza e della guardia costiera e anche la popolazione dei paesi affacciati sul mare è ormai abituata a controllare l’arrivo di imbarcazioni sospette e a segnalare la presenza alle forze dell’ordine. L’ultimo sbarco di immigrati è avvenuto l’11 gennaio, in tre punti diversi della costa meridionale del Salento ed è stato segnato dalla morte di una giovane donna nigeriana. Da allora non ci sono stati altri segnali di ripresa dell’attività connessa ai viaggi della speranza, mentre in tre circostanze la guardia di finanza ha intercettato imbarcazioni che trasportavano droga dall’Albania verso l’Italia. Il continuo arrivo di profughi in Grecia, tuttavia, lascia ipotizzare un rinnovato interesse delle organizzazioni criminali internazionali verso il trasferimento dei migranti via mare in Puglia. In regione è in pre-allerta anche il sistema della Protezione civile, coordinato dall’assessore regionale, già prefetto di Bari, Antonio Nunziante, che ha definito la Puglia "pronta ad affrontare l’emergenza umanitaria»" Nei giorni scorsi è stata inaugurata a Bari una rete radio regionale, che mette in comunicazione contestualmente tutte le Prefetture e, in caso di necessità, consentirà di gestire più rapidamente le situazioni di emergenza. In settimana, invece, dovrebbe essere ultimato l’hot spot di Taranto, centro di identificazione e prima accoglienza, la cui creazione rientra nel piano del Governo per cercare di aumentare il numero di posti attualmente a disposizione per ospitare i migranti all’arrivo in Italia. Contestualmente le prefetture metteranno a gara altri posti negli Sprar. Stando a quanto dichiarato dal prefetto di Lecce, Palomba, il bando per il Salento sarà pubblicato nei prossimi giorni.

In questo quadro di immigrazione spunta la minaccia jihadista. I terroristi trovano proprio tra i migranti il modo di mimetizzarsi per sbarcare in Europa e compiere gesti eclatanti. La Ue, come ricorda La Stampa, ha diversi programmi per proteggersi, sigle come Secureau per l’acqua, Bio-Protect, Reward, Scintilla per la sorveglianza radioattiva, Sniffer per la sicurezza della catena alimentare, Cato, Eden, Cast, Bridge, che indicano varie iniziative per la difesa. Tutti programmi che secondo le informazioni della Cia non sarebbero utili per arginare la minaccia jihadista. In un dossier del capo della Cia, John Brennan, ora nelle mani dell'Onu, si legge: "I governi e le istituzioni europee devono stare allerta, e dovrebbero considerare di discutere pubblicamente la possibilità di un attacco terroristico usando materiali chimici, biologici, radiologici, o anche nucleari". Il documento era molto esplicito, e avverte che "la prossima arma scelta dall’Isis potrebbe essere, ad esempio, un ordigno improvvisato contenente materiali chimici o radioattivi". Le porte aperte all'immigrazione sul nostro territorio di certo non possono lasciare indifferenti le forze dell'ordine e chi ci governa. L'accoglienza dei profughi maschera i rischi che corriamo.

Annunci
Commenti

Una-mattina-mi-...

Sab, 27/02/2016 - 22:29

QUESTE ROTTE MUTEVOLI ANNUNCIATE E REALIZZATE CON LARGO ANTICIPO, PARLANO DA SOLE. L'unica cosa di epocale è la generalizzata presa per i fondelli. Già Juncker tempo fa disse che le apparentamente inspiegabili vigenti situazioni vengono artataemente create, imposte ed in mancanza di reazione e tumulti accompagnate fino a portarle al punto di non ritorno.

MgK457

Sab, 27/02/2016 - 22:34

E' UN INVASIONE ISLAMICA ORGANIZZATA SVEGLIATE bergoglio CHE QUESTI NON VANNO IN CHIESA, TE CE METTE NA BOMBA, SEMPLICIOTTO TONTOLONE.

venco

Sab, 27/02/2016 - 22:35

Con l'immigrazione islamica avremo un futuro nel terrore

venco

Sab, 27/02/2016 - 22:40

Possiamo ringraziare solo i nostri sinistri, un tempo comunisti anticristiani, adesso relativisti del gender e filo-islamici per essere ancora anticristiani

lorenzovan

Sab, 27/02/2016 - 22:50

ma cara red...lasciate un giorno in pace sti poveri chiquitas...ogni giorno notizie catastrofiche...ogni giorno nuove invasioni e nuove minaccie....ma se muiono tutti di paura chi vi legge e chi vi vota poi??

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Sab, 27/02/2016 - 22:59

O il GOVERNO prende seri provvedimenti o penso che succederà qualcosa di molto spiacevole. Gli ITALIANI SONO STANCHI. ATTENZIONE RENZI, ALFANO, BOLDRINI, MATTARELLA. Non ignorate il POPOLO ITALIANO!

Adinel

Sab, 27/02/2016 - 23:06

Appunto! Lo scrivete pure la pericolositâ che ne consiste aprendo le porte a questa immigrazione che viene imposta dalla Nato. Pensavo però volendo che l'Italia si potesse pure rifiutare!!! In questa operazione si denota però tutta la debolezza italiana nei confronti dell'America! Abbiamo capito che Renzi s'intende con Obama, ma adirittura che ci vadi bene sempre tutto; viene da pensare che il nostro Premier non ami molto il proprio Paese! Perció sarebbe auspicabile un cambio di Governo!!!

Cheyenne

Sab, 27/02/2016 - 23:06

SIAMO GLI UNICI A PORTE APERTE. STRAMALEDETTI PAPI E COMUNISTI

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 27/02/2016 - 23:20

Se come ventilato da giorni, l'ONU,FRONTEX e TAXIMARINAITALIANA, metteranno le navi in IONIO come gia sta avvenendo da piu di 2 anni in Mediterraneo,a RACCATTARE questi CLANDESTINI, facendoli passare per profughi, ITALIANI ANDATEVENE non ci sara piu spazio per Voi!!!lol lol Se vedum.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 27/02/2016 - 23:25

Noi italiani possiamo stare tranquilli. Abbiamo un ministro dell'interno, un perfetto utile idiota, che ci rassicura perché non è ancora riuscito a vedere i terroristi che l'ISIS ci manda. I suoi capi, gli abusivi messi al governo dal megalomane comunista, LI HANNO CHIAMATI MIGRANTI. COSÌ L'UTILE IDIOTA NON HA ANCORA CAPITO CHI SIANO E DOVE SIANO QUESTI MALEDETTI TERRORISTI.

Fjr

Dom, 28/02/2016 - 00:13

Amici della Puglia preparatevi a una calorosa accoglienza, e un consiglio , negli alberghi che Angelino sequestrerà per dare un degno rifugio ai clandestini, non deve mancare assolutamente il Wi-Fi e pasti che rispettino la dieta dei beduini altrimenti so' azzi amari, e ancora più importante ,chiudete le donne in casa perché nessuna sarà più al sicuro, dimenticavo se serve una mano per accoglierli ancora in modo più caloroso, mi offro volontario.Firmato uno dei tanti italiani che ne ha pieni i hoglioni

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 28/02/2016 - 00:26

Visto e considerato che la SA-RC verrà inaugurata il prossimo 22 dicembre non vorrete che aspettino quella data per poter "invadere" e scacciare gli infedeli italici? Se aspettassero dicembre prossimo rischiano di farsi scoprire e allora addio sorpresa. Purtroppo chi ci rimette in questo girone infernale sono quelli che sono costretti a fuggire dal loro paese natio a causa di guerre per procura e ritorsioni dei governanti e diventano complici dello schermo per le manovre di accerchiamento del nemico "infedele" stante la conferma del bubbone scoppiato con l'attacco a Charlie Hebdo e la riconferma dei fatti del 13 novembre scorso. Chissà che con questi invasori poco ricettivi alla cultura occidentale sia il caso di metterci una croce sopra sulla pietra tombale? A pensare male non si fa bella figura per il "fair play" e agli occhi degli indefessi difensori del "politically correct" ma ci si azzecca alla grande.

19gig50

Dom, 28/02/2016 - 00:26

liberiamoci di questi governanti incapaci.

Keplero17

Dom, 28/02/2016 - 01:05

ma questo è ovvio, ma il lavaggio del cervello operato dalla sinistra fa sì che il problema venga bypassato.

Daniele Milan

Dom, 28/02/2016 - 01:39

Bombardare e silurare ogni imbarcazione in arrivo, dopo qualche centinaio di morti non arriva più nessuno!

seccatissimo

Dom, 28/02/2016 - 01:41

I nostri ixxxxxxxi istituzionali si preoccupano come al solito solo di come aiutare ed accogliere questa feccia di clandestini invasori economici affinchè si trovino bene e abbiano il confort migliore possibile, naturalmente a spese di noi contribuenti ! Non sia mai che qualcuno di queste istituzioni, un po' meno ixxxxxxxe degli altri e conscio del suo dovere istituzionale, si impegni a bloccare e fermare questa feccia prima che violi le nostre frontiere ! Proprio figli di brava donna questi cosiddetti "addetti ai lavori" competenti per la salvaguardia territoriale del nostro paese !

Royfree

Dom, 28/02/2016 - 01:41

Venite, venite c'è posto per tutti. Le nostre città, ormai latrine a cielo aperto non vi faranno rimpiangere le terre lasciate. I cittadini vi accoglieranno a braccia aperte e le donne apriranno le cosce. Lo Stato vi sostenterà e il popolo vi regalerà le loro case. Non vi pentirete, vi aspettiamo, siete la nostra speranza.

seccatissimo

Dom, 28/02/2016 - 01:51

Ma quali profughi, ma quali rifugiati, ma quali migranti ? Sono tutti clandestini invasori economici, consci della stupidità e del welfare italiani che permetteranno loro di guadagnare soldi coi traffici illeciti e fare nel nostro paese il ca77o che vogliono, soprattutto delinquere impunemente !

Giorgio Rubiu

Dom, 28/02/2016 - 06:57

Si tratta di invasione ed è normale che insieme ai rifugiati genuini entrano lazzaroni,terroristi,spacciatori,ladri,prostitute e stupratori che non hanno alcuna intenzione di fare una vita onesta in Europa. L'italia è il luogo più facile da raggiungere e le nostre leggi lassiste funzionano come una calamita.Dovrà essere la gente ad occuparsi del problema con una rivoluzione che mandi a casa i nostri politicanti inetti e,subito dopo,anche gli invasori.Uno alla volta ma senza andare per il sottile.Il messaggio sarà capito sia dagli aspiranti politicanti futuri che dagli invasori.Quelli che non saranno ancora stati espulsi,se ne andranno a tutta velocità non appena avranno capito che l'espulsione non avverrà con un inutile "foglio di via" ma avverrà a suon di legnate sul groppone.

linoalo1

Dom, 28/02/2016 - 08:13

Basta!!!!Non se ne può più di questo Governo di incapaci!!!!A lui,il Governo,non interessa niente dei Veri Cittadini Italiani!!!!I Migranti,a quanto sembra,sono molto più importanti!!!Per cosa poi??Certamente per il voto del Clero e di quei quattro Immigrati a cui è stata regalata,ingiustamente,la Cittadinanza!!!!Avanti,c'è posto,gridano questi Sinistrati Incompetenti ed Usurpatori!!!Questi Ignorantoni al Governo Italiano ed anche al Governo Europeo,non hanno ancora capito che è in atto l'Invasione Pacifica dell'Europa,con tutte le conseguenze del caso!!!!

Ritratto di computerinside

computerinside

Dom, 28/02/2016 - 08:13

SPARARE AGLI SCAFISTI ! NON VA BENE ? ALLORA RIPORTARLI SUBITO IN ALBANIA IN MACEDONIA E IN QUALUNQUE LUOGO DA CUI PROVENGANO!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 28/02/2016 - 08:18

Mi chiedo il perchè, che si debbano pagare quegli intriganti a Brussel,"""QUANDO C`È DA BANCHETTARE E QUANDO CI SONO RINFRESCHI, SONO TUTTI AMICI E DACCORDO, MENTRE QUANDO SI DEVONO PRENDERE DECISIONI FONDAMENTALI,COME QUESTO DELL`IMMIGRAZIONE,ALLORA SI VEDE LA VERA INDOLE, L`EGOISMO E L`INTELLIGENZA DI COLORO CHE SE NE APROFITTANO DELLA RESPONSABILITÀ, CHE VIENE LORO DATA"""!!! Perciò la cosa migliore da fare È QUELLO DI ALLONTANARCI DA QUEL COVO DI SERPENTI CHE SI CHIAMA """EUROPA""", IL PERCHÈ,È CHE C`È TROPPO EGOISMO DI POTERE TRA QUESTI DIRIGENTI E NON SI SONO ANCORA DIMENTICATI I SOPPRUSI COMPIUTI DEI TEDESCHI E L`INFAMIA DELLE ALTE CARICHE DEL GOVERNO ITALIANO,"""QUELLE ALTE CARICHE CHE HANNO TRADITO LA LORO PAROLA, TRUCIDANDO I PROPRI FRATELLI, DI CUI MOLTI GETTATI NELLE "FOIBE",PER FAR SI CHE "NON" DICERRERO LA VERITÀ SULLE LORO MALEFATTE"""!!!

Oraculus

Dom, 28/02/2016 - 08:19

Fossi Renzi farei un chiamamento agli italiani con un referendum ben preciso...1º) svincolare l'Italia dal resto dell'Europa 2º) fare un ripulisti espulsivo di tutti gli extraeuropei 3º) consapevolizzare gli italiani che poi ci attenderebbe una nuova realta' , pero' da condividere tutti insieme per come si dice...poveri ma belli e...italiani!! per poi cosi' rinsaldare quelle solidarieta' che solo una economia comune di poverta' ci permetterebbe. L'ingegno italiano va "costretto" a rigenerarsi...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 28/02/2016 - 08:45

Non facciamoci,allora, cogliere impreparati. Cominciamo, sin da oggi, a requisire le case sfitte degli Italiani e ad allestire cucine "etniche". E, perchè no?, qualche casa di tolleranza e, magari, qualche laboratorio in cui gli ospiti possano soddisfare le loro pulsioni ormonali e la loro progettualità in tema di esplosivi e bombe sporche. Cerchiamo, quantomeno, di cancellare la fama dei soliti Italiani disorganizzati.