Quanto può durare l'emergenza continua

Quanto potrà durare la «narrazione dell'emergenza» che Giuseppe Conte e Luigi Di Maio stanno imponendo al governo giallorosso? Fino a che punto premier e ministro degli Esteri continueranno a essere l'un contro l'altro armati senza che l'esecutivo non rischi d'incorrere davvero - e magari anche oltre le reali intenzioni dei protagonisti - in qualche pericoloso incidente di percorso? La domanda, ormai da giorni, rimbalza sottotraccia tra Palazzo Chigi, la Camera e il Senato. Perché la percezione che sta prendendo piede, dentro e fuori il Palazzo, è quella di un governo litigioso ai limiti della rottura e di un Paese in costante stato d'allerta.

Un'impressione che è il frutto di una studiata campagna comunicativa. Quella del leader grillino, che giorni fa - da Washington - ha deciso di «bombardare» la legge di Bilancio dopo che - a Roma - un Consiglio dei ministri fiume, conclusosi alle cinque di mattina l'aveva approvata sì con la formula «salvo intese» ma comunque all'unanimità (e il M5s di ministri ne conta ben dieci). Ma anche quella del premier, che ieri ha pensato bene di rilanciare dando il via a una girandola di «consultazioni» che non hanno fatto che rafforzare la «narrazione dell'emergenza». Un faccia a faccia con Di Maio la mattina, poi una serie di bilaterali con le singole delegazioni dei partiti che sostengono il governo (nell'ordine si sono presentati Pd, Italia viva e Leu), per proseguire con un vertice collegiale tutti insieme e infine - a quel punto slittato a tarda sera - il Consiglio dei ministri nel quale trovare la quadra. Insomma, una girandola di pseudo consultazioni da fare invidia al Quirinale nei giorni della crisi. Il tutto perché l'estetica è ormai più importante della sostanza. E se Di Maio deve potere dire di non avere ceduto di un passo sulla manovra, lo stesso intende fare Conte. Che, infatti, con più interlocutori punta il dito contro il leader grillino. «L'avevo detto a Luigi: se fai il ministro degli Esteri e sei in giro per il mondo come puoi pensare di fare anche il capodelegazione M5s nel governo?», la butta lì con fare paternalistico.

La verità è che i due protagonisti del braccio di ferro - così come Matteo Renzi - alzano la posta perché sanno che le elezioni sono una prospettiva lontana. Il rischio, però, è che si lascino prendere la mano. E che - magari dopo l'infornata di nomine che nei prossimi mesi coinvolgerà moltissime partecipate pubbliche - perdano il controllo di uno scontro che ormai da giorni viaggia sul ciglio del burrone. Di certo, arrivare in queste condizioni al 4 agosto 2021 - quando si aprirà il semestre bianco - appare davvero improbabile.

Commenti
Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 22/10/2019 - 17:23

Ma adesso dopo sta manovra finanziaria, dato che si paga ad avere i soldi in banca, chi quel bel p.... che viene in europa ad investire??

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 22/10/2019 - 18:02

quando si sta con i dottori............... solo puntini hihihihihihi

ilrompiballe

Mar, 22/10/2019 - 18:35

Una bella ripassata di colla e si aggiusta tutto : lo stipendio perdiana!

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mar, 22/10/2019 - 18:44

Tra l'altro preoccupa il fatto che chi dovrebbe garantire il rispetto della costituzione (dopo avere imposto l'indigeribile fritto misto), si sia trasformato in una specie di triade "non vedo, non sento, non parlo".

nopolcorrect

Mar, 22/10/2019 - 19:20

"Quanto potrà durare". Dura fino a quando la Lega sfonda il 35% nei sondaggi e il M5S crolla al 15% e il PD al 19%. Allora, quando la somma delle due percentuali sarà inferiore a quella della Lega sarà la fine.

edo1969

Mar, 22/10/2019 - 20:11

Ballusti

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 22/10/2019 - 20:37

Ma, Direttore, è facile! Il guitto fiorentino l'ha già detto, seppure già solo per questo dovrebbe essere perseguito per la sfacciataggine, per l'assoluta mancanza di rispetto per le più elementari regole democratiche: il governo durerà fino a quando "loro" si eleggeranno un altro presidente della repubblica (in modo che possano continuare in perpetuo a governare pur non avendo la legittimazione popolare).

VittorioMar

Mar, 22/10/2019 - 21:21

...dura il tempo della "UNA TANTUM".....!!!

mich123

Mar, 22/10/2019 - 22:38

Possono perdere il controllo, ma sarà di quelle perdite di controllo previste dalla Magna Carta: la solita scala musicale di poltrone. (dirige Franceschini).

gigi0000

Mer, 23/10/2019 - 10:04

Il governo durerà, colla sua situazione d'emergenza continua, fino a quando avrà una maggioranza parlamentare, infischiandosene delle campagne elettorali continue del malrasato e garzoncella.

Altoviti

Mer, 23/10/2019 - 10:39

Il popolo italiano è troppo passivo: ci vuole uno sciopero generale continuo contro questo governo alla Polpot.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 23/10/2019 - 12:19

Ci dobbiamo accontentare della robetta..

Ggerardo

Mer, 23/10/2019 - 13:04

E invece ci arriveranno al 2021, perche' dopo aver avuto Salvini al governo, qualunque altra soluzione e' preferibile. Ce ne siamo resi conto tutti ormai

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 23/10/2019 - 13:12

Sarà perché nelle PA sono stati assunti solo i meridionali? E poi si sa come...

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 23/10/2019 - 13:13

Ci sono certe amministrazioni che i colleghi sono tutti nativi dello stesso paesino..

VittorioMar

Mer, 23/10/2019 - 13:37

...fino a quando "QUALCUNO" vorrà....LIBERARCI da questa "DITTATURA DEMOCRATICA" !!..W la LIBERTA' quando si può Esprimere e Godere...!!

antipifferaio

Mer, 23/10/2019 - 13:55

Egr. direttore, l'ultima frase è quella giusta. Dopo il "vate" Tremonti che azzarda iperboliche preveggenze su una crisi epocale... la faccio modestamente io una previsione: voteremo a fine 2020!!! Onniveggenze a parte, ormai è chiaro a tutti che Pd e 5 stelle sono come cane e gatto chiusi in una gabbia che giorno dopo giorno si va restringendo (vedi sondaggi). Vedremo se ad agosto del 2020 un altro Matteo si alzerà la mattina e dirà basta al governo delle 500 poltrone.

HappyFuture

Mer, 23/10/2019 - 14:13

Emergenza senza fine! Ma c'è lo fa notare ora Sallusti? E quanti governi di "emergenza" abbiamo sopportato? Tutti speranzosi che sarebbe stato l'ultimo con gli ultimi sacrifici, poi la normalità, la ripristinata democrazia! Non ho bisogno di ricordarlo. Invece non è cambiato niente: la storia infinita. I governi si fanno sì sfasciato e si rifanno con pastette degne della prima repubblica; con gli straordinari (poverini non pagati) fino alle 5 della mattina... Con la Nazione e un tenore di vita che si assesta sempre un gradino più in basso... Siamo Europeisti! Saluti Sallusti!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 23/10/2019 - 14:37

Fino alla elezione delprossimo PdR, a scadenza o, piu' probabilmente, su dimissioni vivamente consigliate dai soliti (ig)noti..

Pinozzo

Mer, 23/10/2019 - 15:17

Si riferisce alla finta emergenza sui migranti starnazzata dal capitone per intruppare il popolo bue? Eh durera' ancora parecchio, purtroppo per lui la gente dopo qualche anno si stufera'. Ah per la cronaca, questo governo durera' fino al 2023, si metta il cuore in pace ogni salviniota e ogni berluscones.

ex d.c.

Gio, 24/10/2019 - 00:41

Di fatto non litigano tra di loro, hanno programmi ed idee in comune. Il problema è che non sono all'altezza del ruolo

Barbadifrate

Gio, 24/10/2019 - 03:30

Fin che non si cambia l'occupante del Quirinale sarà dura scollare questi litigiosi dalle loro poltrone.

rrobytopyy

Gio, 24/10/2019 - 09:32

ma non vi viene il dubbio che sempre ci saranno diatribe fra i partiti al governo ? Essendo inevitabili coalizioni ( probabili 2 blocchi, Pd-5 stelle &Co- Salvini, Fratellini e Silvio &Co) con le differenze esistenti all' interno, ci saranno sempre discussioni. L' importante è arrivare alla fine a una mediazione che accontenti e scontenti un pò tutti. Ma non è questa l'unica politica che può, alla meno peggio, funzionare in una repubblica come la nostra ?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 24/10/2019 - 09:35

E' normale che sia normale un paese governato da non eletti, perdenti e rottamati dalla democrazia elettiva? Ma che Carta Costituzionale abbiamo? Ma cosa si aspetta ad asfaltarla? Anzi cosa si aspetta a farne un programma politico? FI dovrebbe cominciare da lì se non vuole estinguersi nel silenzio. E' una barzelletta questa Carta e tutti quanti siamo proni ai suoi voleri. Quasi Tutti.

Cosean

Gio, 24/10/2019 - 09:59

Può durare l'emergenza dei Migranti di Salvini! L'emergenza di Conte NO! Hahaha

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Gio, 24/10/2019 - 13:17

Sta semplicemente crollando il sistema democratico ormai rovinato dalla mancanza di uomini con amore verso la Cosa Pubblica e senso di responsabilità. Del resto, se un Paese è occultamente colonizzato da sempre, più che disamore e corruzione che serve, quest'ultima, a distrarsi e concentrarsi da parte dei peggiori politici della storia d'Italia, sulle proprie tasche, la mancanza di carità di Patria ha portato alla morte della vera politica e alla scomparsa di uomini tutti d'un pezzo...

ilrompiballe

Gio, 24/10/2019 - 13:45

pinozzo: ha la sfera di cristallo? Beato Lei. E' vero che i senza mestiere faranno di tutto per non perdere il posto, ma non ho mai visto un governo durare tanto.