"Queste censure puzzano di fascismo". Le accuse al sindaco di Padova Bitonci

Il sindaco di Padova accusato di censura: "Usa le sale pubbliche come fossero sue. È ostile alle questioni Lgbt e alla libertà di pensiero tout-court"

Era prevista per sabato per 16 novembre nella sala Paladin del Comune di Padova la presentazione del libro "Papà, mamma e gender". Racconto scritto da Michela Marzan. Scrivo al passato, poichè il sindaco Massimo Bitonci ha negato l'utilizzo delle sale comunali che avrebbero dovuto ospitare l'autrice e due ospiti, Alessandro Zan, deputato Pd, e Mattia Galdiolo dell'Arcigay di Padova. Nella lettera firmata dal Gabinetto del sindaco con cui è stato comunicato l'annullamento dell'evento si legge: "Si precisa che il consiglio comunale, con mozione 2015/0070 approvata il 5 ottobre 2015 ha impegnato sindaco e giunta comunale a vigilare affinché non venga introdotta e promossa la ‘teoria del gender’ e affinché venga al contempo rispettato il ruolo della famiglia nell’educazione all’affettività e alla sessualità, il consiglio comunale, con la predetta mozione, ha riconosciuto la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna come un’istituzione naturale aperta alla trasmissione della vita e, nel matrimonio liberamente contratto tra un uomo ed una donna, il fondamento della famiglia quale società naturale, ed afferma altresì come la famiglia sia il nucleo naturale e fondamentale della società e che come tale ha diritto di essere valorizzata. L’iniziativa da voi promossa, come richiesta di una sala comunale per la presentazione di un libro che avvalora la teoria gender, si pone in antitesi con l’indirizzo programmatico dell’amministrazione comunale su tale tematica"

Il Comune di Padova non è nuova a questi atti di censura. Difatti, è la seconda volta che accade. La giunta Bitonci ha già negato, per lo stesso motivo "gender", come spiega la consigliera comunale del Movimento 5 stelle a IlFattoQuotidiano: "Era già successo un mese fa quando la libreria Pel di Carota aveva fatto richiesta di una sala comunale per poter fare una pubblica lettura di alcuni libri per l’infanzia messi al bando dal sindaco di Venezia Brugnaro. Per Massimo Bettin consigliere comunale Pd si tratta di un vero e proprio problema: "Siamo in una situazione di emergenza democratica a Padova. Per la censura alla libreria Pel di Carota l’onorevole Zanonato ha già presentato un esposto in Procura e confidiamo che chi di dovere si attivi. La giunta Bitonci non aveva concesso una sala comunale nemmeno per un incontro di Amnesty International sull’Islam poco tempo"

Il debutato Alessandro Zan ha parlato dell'accaduto a IlFattoQuotidiano: "Queste censure puzzano di fascismo. Bitonci usa le sale pubbliche come fossero sue. Questa giunta e maggioranza non sono soltanto ostili alle questioni LGBT ma alla libertà di pensierotout-court. Censurare preventivamente un ordinario di filosofia all’Università Descartes di Parigi come la Marzano denota una mancanza di attenzione per il pluralismo delle idee che mi ricorda certi atteggiamenti fascisti. Oltretutto la ‘teoria gender’ è unamistificazione in sé. Semmai è stata costruita dai pensatori conservatori e poi ora la vogliono combattere. Come movimento LGBT, di cui faccio parte, non siamo forse riusciti con efficacia a controbattere questa mistificazione che sbuca ovunque ogni giorno"

Dopo tutte queste polemiche, ci si aspettava una risposta ma l'unica risposta ottenuta dal Gabinetto del sindaco padovano è un secco "No comment", con un commento di contorno fornito dal portavoce di Bitonci "“Il primo cittadino non vuole intervenire – spiega il portavoce di Bitonci – il significato di indirizzo politico votato dal consiglio comunale è sufficientemente chiaro". L'ultimo commento in chiusura lo fa Mattia Galdiolo dell'Arcigay di Padova:"Padova ha un alto livello culturale su questi temi che Bitonci è ben lontano da scalfire. Nonostante la crisi economica che sembra porre le questioni dei diritti civili in secondo piano i cittadini sono molto interessati e hanno voglia di capire. Difficoltà sì, ma non indifferenza".

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 11/11/2015 - 17:29

Fa bene!Ora a Padova la musica(condivisa dai più) è questa,...ed oltretutto è buona musica per orecchie,abituate al suono della "natura"!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 11/11/2015 - 17:32

Bitonci sei un grande. Piu' urlano piu' sei nel giusto.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 11/11/2015 - 17:39

A sinistra sono col cervello all'ammasso... fino allo scorso anno nessuno di loro sapeva nemmeno cosa voleva dire gender. Ora sono tutti schierati dalla parte dei criminali che propugnano le teorie da manicomio degli invertiti e dei sodomiti. Se domani viene fuori che l'uomo discende dalla cacca del cammello ecco che tutti i sinistrati si schierano da questa parte e si dimenticano dei gender...

Corbulone

Mer, 11/11/2015 - 17:39

Il sindaco è un fascista...Embé?

canaletto

Mer, 11/11/2015 - 17:40

BRAVO SINDACO FOSSERO TUTTI COME TE, MA QUELLI DI SINISTRA, PUR DI PRENDERE VOTI, SI SONO FVENDUTI IL LATO B AI FINOCCHI E LESBICHE. E' VERAMENTE VERGOGNOSO, LA FAMIGLIA NON ESISTE PIU PER LORO

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 11/11/2015 - 17:43

gli antifa sono fascisti latenti

mila

Mer, 11/11/2015 - 17:44

E' inutile discutere. Ormai, quando si parla di "liberta'" in Occidente si intende sempre solo questo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 11/11/2015 - 17:48

Le delibere approvate da qualsiasi Consiglio Comunale SI APPLICANO. Questo hanno sempre detto i COCOMERIOTAS che ora TACCIANO di FASCISMO gli altri. Di consigli Comunali ne ho fatti una media di 2 la settimana per 3 anni AMEN!!!!! Pax vobiscum dal Nicaragua.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mer, 11/11/2015 - 17:50

Quando alle zecche rosse mancano argomentazioni si ricade sempre sul fascismo. A me pare che ai loro amichetti dei centri sociali a Bologna domenica mancava solo la camicia nera.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mer, 11/11/2015 - 18:03

Scusate, ma non capisco. Questa Michela Marzan vuole presentare un suo libro e chiede l'utilizzo di una sala del comune: se il sindaco gliela nega, automaticamente il sindaco è fascista. Mi domando: perché questa tizia avrebbe diritto a utilizzare una sala del comune? Perché non può affittarsi un cinema o la sala conferenza di un albergo? Si io chiedo una sala del comune per organizzare il cenone di capodanno con i miei numerosi parenti (che tutti gli anni abbiamo problemi a sistemarci in una casa perché siamo troppi), quante speranze ho di vedere accolta la mia richiesta? E se il sindaco mi dice di no, posso dargli del fascista? A meno che tali diritti non siano riservati agli esponenti LGBT. E allora noi devoti a Santa Passera siamo proprio rovinati!

Ritratto di Toscodiforavia

Toscodiforavia

Mer, 11/11/2015 - 18:19

Dove è il problema? Che noleggino un' altra sala.

maurizio50

Mer, 11/11/2015 - 18:21

I depravati, i nullafacenti, i viziosi, i parassiti stan tutti dalla parte P.D. Gli onesti, chi ha a cuore la famiglia e gli Italiani, gli amanti dell'ordine e del rispetto reciproco stanno con Bitonci! Vai avanti Sindaco!!!

Ritratto di cristiano74

cristiano74

Mer, 11/11/2015 - 18:22

1, 10, 100, 1000 Bitonci! Magari i sindaci italiani agissero come bitonci!

kallen1

Mer, 11/11/2015 - 18:25

Fascisti chi? Senti senti il bue che ha dato del cornuto all'asino! Per quanto riguarda "l'emergenza democratica a Padova" direi a questi sinistrati che pensino all'emergenza democratica che c'è in Italia, che è molto più grave! Tre governi si sono succeduti senza essere stati eletti, se non è emergenza democratica questa.............

ziobeppe1951

Mer, 11/11/2015 - 18:30

Essere chiamato fascista da uno stalinista è un onore

Giacomo45

Mer, 11/11/2015 - 18:31

Bitonci ha ragione. Comunque, oggi, i veri fascisti sono quelli che si dicono antifascisti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 11/11/2015 - 18:39

fascista, populista, razzista, ignorante, vergognatevi, sempre le stesse parole che si rimandano da uno all'altro i sinistroidi e da queste poche parole ci cuciono delle discussioni da dementi.

Marcolux

Mer, 11/11/2015 - 19:02

Allora sono fascista anch'io! Grande Bitonci!

27Adriano

Mer, 11/11/2015 - 19:03

Il Sindaco potrà essere un Fascista... Però buona maggior parte di coloro che lo insultano sono, magari, democratici, pedofili depravati!!

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 11/11/2015 - 19:03

Bravo Bitonci, avanti così, quella porcheria se la leggano fra le loro quattro mura, mafia gay !!!

Marcolux

Mer, 11/11/2015 - 19:05

Comunisti, sempre a fianco dei delinquenti, zingari, islamici, extracomunitari di ogni provenienza, ladri, lesbiche e culattoni! E questa gente sta governando l'Italia! Ma che futuro abbiamo?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 11/11/2015 - 19:05

VERRA' STERMINATO DAL REGIME, E' UN DIVERGENTE, UN PERICOLO PER I MASSONI

ghepardo50

Mer, 11/11/2015 - 19:08

la sinistra non perde occasione nel coltivare il loro ridicolo infantilismo. Parlano, parlano, parlano...................ma di che?

Giampaolo Ferrari

Mer, 11/11/2015 - 19:09

Bitonci sindaco perchè votato a maggioranza dai cittadini,comunistelli tranquilli che di questi fascisti vi dovrete abituare a obbedire per molto tempo .

mvangon

Mer, 11/11/2015 - 19:15

Vai Sindaco, vai. Anche di piu per favore. Il Matrimonio e' tra uomo e donna. non gay

Dordolio

Mer, 11/11/2015 - 19:15

Le sinistre se le studiano tutte per demolire la società. Bitonci li stoppa. Ed è così che si fa...

Cheyenne

Mer, 11/11/2015 - 19:27

CRIMINALI COMUNISTI. BITONCI HA VIETATO AI MAGGIORENNI DI LEGGERE? LA SCUOLA DEVE ESSERE INNANZITUTTO EDUCATIVA NON PROPAGANDARE TEORIE CIALTRONESCHE, STUPIDE E DI PARTE.

Miraldo

Mer, 11/11/2015 - 19:37

Il Fatto quotidiano e il M5S sono il cancro dell'Italia.

guardiano

Mer, 11/11/2015 - 19:37

Avanti sindaco, essere tacciati di fascismo dalle pantegane rosse è un immenso orgoglio.

africano

Mer, 11/11/2015 - 19:38

Avete notato che questo articolo sembra scritto su Repubblica o su Il Fatto Quotidiano? Sembra che anche il Giornale sia contro l'ottimo sindaco di Padova. Sallusti dovrebbe controllare anche la versione on line

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 11/11/2015 - 19:42

E anche oggi l'articolo "gender" non manca. Ma non vi sfiora il dubbio che tutti questi articoli e soprattutto il fatto che siano palesemente fuorvianti (basta controllare le fonti ufficiali per rendersene conto) finiscano invece col sollevare curiosità nella gente e voglia di saperne qualcosa di più?

semelor

Mer, 11/11/2015 - 19:44

Bene, orgoglio di essere una bestia e fascista. Zanonato e De Zan, ZITTI che a Padova di danni ne avete fatti già tanti. Bitonci non mollare il popolo è con te.

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 11/11/2015 - 19:49

Azz, accusano il Sindaco Bitonci di limitare la libertà. Chi lo dice rappresenta una delle ideologie più criminale e aberrante esistente al mondo(quella comunista)anche se cambiano sigla è nome sono sempre comunisti. Forza Sindaco, siamo con te!

moshe

Mer, 11/11/2015 - 20:02

Schifose zecche rosse, parlate di fascismo e mettete a ferro e fuoco Bologna perchè non volete la manifestazione del centrodestra, SIETE DEGLI ANIMALI SCHIFOSI !!!!!

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 11/11/2015 - 20:08

La mozione approvsta dal Consiglio comunale di Padova sulla famiglia è chiara e scritta molto bene. W il Consiglio comunale e W il Sindaco Bitonci!

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 11/11/2015 - 20:13

@ RobyPer, non confondiamo cialtroni dei centri delinquenziali, con chi portava la camicia nera. Quelli che portavano la camicia nera, era gente con le palle, gente che lottò credendo nella Patria, e gente che pagò di persona, altro che i stronzetti dei centri delinquenziali.

emigrante48

Mer, 11/11/2015 - 20:26

Benfatto sindaco Bitonci, la gente normale é con te, gli anormali vadano con il puffo di Firenze e con i suoi amici! Adesso li chiamano gender,gergo sinistrorso-radical-chic, nella realtá hanno tutt´altro nome e tutti sappiamo qual´é!!!!!!!

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 11/11/2015 - 20:29

Non sono le censure che puzzano di fascismo , c'è ben altra puzza , e poi smettetela di accusare di fascismo chiunque non la pensi come voi , siete ridicoli e meschini .

elio2

Mer, 11/11/2015 - 20:53

Bravissimo Bitonci. I comunisti si sono venduti il lato B e anche il cervello pur di riuscire a raccattare qualche voto, anche se su quest'ultimo punto non sono sicuro ne abbiano mai posseduto uno. Il dubbio mi viene, quando penso che sono da sempre impegnati a correre dietro a una strampalata ideologia, che ovunque imposta, mai in modo democratico, ha sempre e solo fallito, questo non si può definire un comportamento intelligente, di chi dispone di un cervello NON taroccato.

Fossil

Mer, 11/11/2015 - 20:55

Bravo sindaco! E le zecche rosse? Ancora con 'sto fascismo? Che palle! Che noia! Che noia! Che palleeeee!!!!!

routier

Mer, 11/11/2015 - 21:26

Solidarietà al Sindaco. Avere per nemici certe lobby è una medaglia al valore di cui andare fieri!

pastiglia

Mer, 11/11/2015 - 21:56

Basta con questi gender mi hanno proprio rotto.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 11/11/2015 - 22:03

Giustissimo.

Diegob

Mer, 11/11/2015 - 22:21

Se Anti genDer significa essere fascisti allora lo considero un onore

Tobi

Mer, 11/11/2015 - 22:31

quelli che appoggiano la malata ideologia del gender facendone una battaglia politica non si rendono conto di come si rendono ridicoli. E non si rendono neanche conto che perderanno i voti della gente di buon senso, anche quella del loro partito.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 11/11/2015 - 22:34

Vai Bitonci, falli neri!

Tobi

Mer, 11/11/2015 - 22:39

essendo dimostrate dei fallimenti le ideologie che per lungo tempo sono state motivo di esistenza per loro, adesso una parte della sinistra cavalca l'ideologia del gender. Sono così avvolti dal nulla che si illudono di darsi una nuovo motivo di vita politica sostenendo l'ideologia del gender, cioè una pura demenza. E non se ne rendono neanche conto!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 11/11/2015 - 23:35

""Queste censure puzzano di fascismo". Le accuse al sindaco di Padova Bitonci"" Chi puzza maledettamente di fascismo sono coloro che accusano il sindaco. E comunque meglio "puzzare ci fascismo" che essere cog..oni!

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 11/11/2015 - 23:41

La sinistra in Italia è specializzata nel cavalcare le "mode" del momento. E poi è sempre ossessionata dalle ideologie che gli intrappolano il cervello privando i loro adepti del raziocinio più elementare, questi sanno solo etichettare gli avversari come fascisti non rendendosi conto che il loro modo di fare è prettamente fascista.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 12/11/2015 - 01:12

Fascisti sono coloro che vogliono imporre le deviazioni sessuali degli adulti ai bambini. Danno del fascista alla gente di buon senso ma loro si comportano peggio di schifosi razzisti. I FASCISTI DURANTE IL VENTENNIO AVEVANO CREATO L'ONMI. L'OPERA NAZIONALE MATERNITÀ E INFANZIA CHE PROTEGGEVA E AIUTAVA LE MADRI ED I LORO FIGLI. Questi stolti comunisti invece cercano solo di pervertire giovani e bambini. Un marciume intellettuale abominevole.

Marco2012

Gio, 12/11/2015 - 01:13

Questi gay organizzati sono banalissimi. Ormai lo sa anche il mio cagnolino che quando non si hanno ragionamenti validi si sparano le accuse come fascista, oscurantista, omofobo, etc... Per questo si meritano l'appellativo di Gaystapo.

justic2015

Gio, 12/11/2015 - 02:24

Magare tornasse la buona anima per pulire questo totale schifo e il sindaco deve darsi da fare contro questi vermi schifosi .

rokko

Gio, 12/11/2015 - 06:47

Che idiota questo sindaco.

01Claude45

Gio, 12/11/2015 - 07:57

"Il debutato Alessandro Zan ha parlato dell'accaduto a IlFattoQuotidiano: "Queste censure puzzano di fascismo. Bitonci usa le sale pubbliche come fossero sue". E no Alessandro Zan, il sindaco Bitonci usa il bene pubblico conformemente al mandato ricevuto dalla maggioranza dei cittadini. In Italia e a Padova senz'altro, la maggioranza sta con la FAMIGLIA TRADIZIONALE, UOMO E DONNA con diritto/dovere dell'educazione dei figli secondo le loro idee. Voi, gender, trovatevi l'osteria che vi ospita, pubblicizzandola in modo tale che verrà SICURAMENTE snobbata dalla gente. I FASCISTI SIETE VOI che PRETENDETE di imporre alla gente per bene che ha fatto ed arricchito l'Italia le vostre MANIE SESSUALI. Siete "gender"? Siatelo in casa vostra non in casa mia. Bravo Bitonci.