"Questi 33 Comuni sono a rischio Spariranno sommersi dall'acqua"

I geomorfologi non hanno dubbi: entro il 2100 circa 33 comuni italiani potrebbero scomparire dalle coste

I geomorfologi non hanno dubbi: entro il 2100 circa 33 comuni italiani potrebbero scomparire dalle coste. Il tutto a cusa dell'innalzamento del livello del mare. Si tratta di circa 7500 chilometri di coste che tra qualche decennio non faranno più parte della mappa geografica del nostro Paese. Tra i centri a rischio ci sono Cagliari, Catania, ma anche Taranto, la Versilia, la piana di Fondi e quella Pontina. "Ondazioni eccezionali sono sempre più frequenti non solo lungo le coste oceaniche ma anche nel Mediterraneo — spiega al Corriere Gilberto Pambianchi, presidente nazionali dei geomorfologi —. Le precipitazioni intense sempre più concentrate amplificano l’effetto delle mareggiate, così sulle coste si scarica l’energia del sistema marino e di quello continentale. E ciò determina alluvioni e inondazioni". E adesso la scienza con alcuni strumenti è in grado di simulare cosa accadrà nel futuro. E il sistema che guarda al futuro è "Start" (Sistemi di rapid mapping e controllo del territorio costiero e marino), sviluppato dalle università di Bari e del Salento, è in grado di fare previsioni sullo stato delle coste nel lungo periodo. "Grazie alle informazioni raccolte lungo la costa italiana — spiega il professor Mastronuzzi, sempre al Corriere — è possibile adesso definire in tempo reale l’impatto di una mareggiata eccezionale e costruire scenari verosimili". "Così come avviene perle norme antisismiche nelle costruzioni, si dovrà sempre più tenere conto dell’impatto di fenomeni eccezionali sulle fasce costiere".

Commenti

manfredog

Sab, 30/09/2017 - 13:49

..tranquilli, non preoccupatevi troppo per questo; infatti saremo molto prima sommersi dai clandestini e dai delinquenti..!!..Tanti auguri.. mg.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 30/09/2017 - 13:50

Una domanda sorge spontanea: Se non sanno fare previsioni meteo e l'andamento climatico a 10 giorni come fanno a predire ciò che dovrebbe accadere tra 83 anni???

TruthWarrior1

Sab, 30/09/2017 - 14:01

Se sparisci Catania sotto il mare, mi posso immaginare la gioia dei palermitani.

TruthWarrior1

Sab, 30/09/2017 - 14:02

Se sparisce Catania sotto il mare, mi posso immaginare la gioia dei palermitani.

Antenna54

Sab, 30/09/2017 - 14:04

Pazienza, ci compreremo l'ochetta salvagente, quella che se la comprimi suona pure.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 30/09/2017 - 14:45

Catania non può sparire, perché ê una città tutta in pendenza, intelligenti. Si parla delle spiagge.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 30/09/2017 - 16:12

Ecco dove finisce tutta l'acqua del lago di Bracciano: nel Mediterraneo a sommergere le città costiere! Diciamolo ai climatologi, così trovano una soluzione a due problemi. Sekhmet.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 30/09/2017 - 16:19

Si certo, il buco nell'ozono ora chiuso, il meteorite, le cavallette, il riscaldamento globale, il nino, la nina, avanti con le stronz... per i gonzi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 30/09/2017 - 16:22

Beh, in Sardegna, a ovest di Cagliari, vi sono mosaici sommersi dal mare e a Baia di Napoli pure ... 'n sta er probblema bastava non costruire.

cgf

Sab, 30/09/2017 - 16:23

Beh Se avvenisse una frana ne il Marsili, fatto possibilissimo, questa provocherebbe uno tsunami che potrebbe cancellare molte città costiere del Tirreno, per sapere quali dipende il versante del vulcano. Se uno dei primi 10 supervulcani decidesse di svegliarsi, nb uno di questi 10 è in Italia, non è ne il Vesuvio, ne l'Etna, ma i Campi Flegrei, considerati tra i 3 peggiori supervulcani al mondo, si oscurerebbe il cielo su tutta la terra, la temperatura si abbasserebbe anche di 10/15 gradi, per diversi anni ci scorderemmo raccolti... NON È CATASTROFISMO, è realmente successo ciclicamente, potrebbe risuccedere... SE... SE... Se mio nonno...

alfa2000

Sab, 30/09/2017 - 16:58

se nonno c'aveva 3 pxxxe sarebbe stato un flipper, ma nun dovevamo scomparì nel 2000?

Luigi Farinelli

Sab, 30/09/2017 - 19:36

Ma rileggetevi la storia dell' albero delle Maldive, con le radici sul bagnasciuga da più di cento anni, simbolo evid ente delle bufale sui cambiamenti climatici "dovuti a CO2 e se non si interviene Londra e Venezia spariranno sott'acqua nel 2000". L'albero delle Maldive era diventato un elemento così scomodo per "scienziati" ed ecologisti d'assalto che questi ultimi, stanchi di fare la figura dei venditori di fumo con la balla dell'innalzamento dei livelli dei mari, l'hanno tagliato dalla era alla mattina, così potranno continuare a raccontare frottole che i media internazionali asserviti al Pensiero Unico si affrettano sempre e comunque a propagandare.

Luigi Farinelli

Sab, 30/09/2017 - 19:45

Un conto che si tratti di fenomeni di bradisismo localizzati, un altro che sia la solita balla ecologista per spendere altri inutili miliardi (migliaia di miliardi ormai) per "ridurre le emissioni di CO2". Quei miliardi non dateli ai farabutti che operano il rimbecillimento mediatico per farsi sovvenzionare i propri esclusivi sporchi interessi ultra-mercantilisti. Spendeteli per la lotta all'inquinamento, lasciando perdere la balla della CO2 che fa la bua a Gaia, o dateli ai Paesi poveri, impediti dai farabutti di cui sopra di progredire poiché gli hanno vietato di fornirsi di apparati industriali "che emettono CO2".

giovanni235

Sab, 30/09/2017 - 19:49

Troppo comodo,nessuno degli attuali viventi potrà smentirli,per cui possono dire tutte le coglionate che credono.

Tuthankamon

Sab, 30/09/2017 - 20:15

Ho smesso di credere a queste puttaniere da molti anni. L'essere umano non è in grado di fare previsioni del genere. Sappiamo che ci saranno degli sconvolgimenti. Ma non sappiamo come è quando!

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 30/09/2017 - 20:55

In breve...Nel 2100 il co2 ci ucciderà tutti (articolo di due giorni fa) e tutte le coste italiane saranno sommerse dall'acqua. Sapete se esiste una navicella spaziale per andarsene da qui? Qualsiasi posto va bene,solo andata.

jaaaar

Dom, 01/10/2017 - 07:25

Se anche fosse vero, basterebbe costruire una diga a Gibilterra per mettere il mediterraneo al riparo dall'innalzamento del livello dei mari

titina

Dom, 01/10/2017 - 07:49

Se tutta l'africa si trasferisce qui la terra non regge e affonda.