Quiz Rai, giallo sui gettoni d'oro: "In ogni kg mancano 5 grammi"

L'inchiesta di Report svela un particolare inquietante: i gettoni d'oro con cui i vincitori dei quiz sono premiati non sarebbero oro 999 ma 995. La Zecca di Stato fa un esposto in procura

Un'inchiesta di Report cerca di fare luce sui gettoni d'oro frutto delle vincite nei giochi in tv. La cosa che più colpisce è che in ogni chilogrammo di oro mancano all'appello 5 grammi di materiale prezioso. Poca cosa, si potrà pensare, ma moltiplicate per migliaia e migliaia di gettoni, con chili e chili di oro, fanno un bel gruzzolo. E dove vanno a finire - si chiede Report - quei grammi d'oro?

La vicenda parte da lontano, dal 1955 per l'esattezza, quando la Rai inizia ad acquistare i gettoni d'oro per premiare i concorrenti. Viale Mazzini li acquista dalla Zecca dello Stato, che a sua volta compra l'oro sul mercato. Passano i decenni e si arriva alla Banca Etruria. E' l'istituto di credito di Arezzo, di recente finito nello nella bufera per lo scandalo delle obbligazioni subordinate, a fornire i lingotti d'oro alla Zecca, che verranno poi trasformati nei famosi gettoni. Secondo Sigfrido Ranucci, autore dell'inchiesta di Report, per anni la Zecca ha acquistato l'oro senza bando di gara. "Perché è la banca che ci fa il prezzo più basso", puntualizza la Zecca, precisando che da un controllo di qualità effettuato (sul 20% dei lingotti) il materiale è risultato oro 999.

Ma torniamo ai famosi cinque grammi che, secondo Report, mancherebbero all'appello su ogni kg d'oro. Come si è arrivati a fare questa stima? Bisogna fare un passo indietro, nel 2013, quando una concorrente, la signora Maria Cristina Sparanide, vince 100mila euro alla trasmissione "Red or Black". Dopo poco le arriva una lettera dalla Zecca che la informa che dalla Rai è arrivato un ordine di coniare, a suo favore, 4 monete d'oro dal valore di 20mila euro ciascuna. Totale 80mila euro, dunque, anziché 100mila. La differenza, quetso la concorrente lo sa, è dovuta alle tasse. La signora però ignora (lo apprende leggendo la lettera del Poligrafico dello Stato) di dover pagare pure l'Iva, anche se - puntualizza Report - sull'oro per investimento non è dovuta.

Ma c'è di più, oltre alle tasse e all'Iva, infatti, emerge pure un balzello del 2% a carico del vincitore. E di cosa si tratta? Un "calo" della fusione. Fatti tutti i conti la vincita "nominale" di 100mila euro si riduce a 64mila. Con quel piccolo balzello che, a differenza delle tasse e delle imposte, è difficile da accettare e valutare. Quando la signora si rivolge a un'azienda orafa per far valutare i gettoni ricevuti, infatti, fa l'amara scoperta: l'oro non è puro, come indicato dal marchio (999,9). Si tratta, nel suo caso, solo di oro 995. La vicenda si tinge di giallo. Intanto la Zecca dello Stato ha presentato un esposto alla procura. Vedremo - si spera presto - come andrà a finire.

Commenti

cecco61

Dom, 24/04/2016 - 11:20

Al di là del perché o del percome, di chi incamera i 5 grammi mancanti o di chi applica Iva non dovuta, lo Stato fa comunque una pessima figura. Promette 100 ma eroga 64: forse se annunciassero il netto sarebbe meglio. I privati, si sa, sono ladri a priori e a prescindere, secondo il vangelo rosso, ma questi giochetti da parte dello Stato, che pretende onestà e precisione dai propri cittadini, fanno veramente piangere e dimostrano la pochezza di tutti i nostri politici e burocrati (destra o sinistra poco cambia). Gli stessi che si lamentano per lo scarso rispetto verso le istituzioni quando, di ciò, la colpa è soltanto loro.

giannide

Dom, 24/04/2016 - 11:30

E' l'Italia, bellezza..!!!

roberto.morici

Dom, 24/04/2016 - 11:41

Quanto tempo serve per arrivare alla prescrizione?

Ritratto di Zagovian

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Michimaus

Michimaus

Dom, 24/04/2016 - 12:04

Qualcuno ci avrà di certo guadagnato... facile immaginare chi.

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Dom, 24/04/2016 - 12:23

...ma il "bello" sarà quando la magistratura scoprirà chi il "vero" colpevole! certo non potranno essere i "compagni di tessera", ovvio!!!

Ritratto di Jaspar44

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di lurabo

lurabo

Dom, 24/04/2016 - 13:33

niente di nuovo sotto il cielo d'italia!!

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 24/04/2016 - 14:16

Sembrerebbe alquanto strano che ad essere coinvolta in questa truffa è la "solita" banca Etruria!!! A quando un'inchiesta su questa ulteriore truffa che coinvolge i dirigenti della banca??? Dimenticavo: tra i dirigenti c'è un certo Boschi, persona più che onesta in quanto padre del ministro Boschi!!!!!

settemillo

Dom, 24/04/2016 - 15:22

BANCA ETRURIA? Mi pare che si tratti della banca degli amici del renzino(presidente del consiglio abusivo); se così fosse NON discuto, gli amici degli amici meritano sempre un trattamento di FAVORE!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 24/04/2016 - 15:39

Banca di governo.

uberalles

Dom, 24/04/2016 - 15:46

Poi lo stato dovrebbe perseguire chi presenta dichiarazioni infedeli? Escluderei, comunque, la Banca Etruria: non per niente, nel CdA era presente il rag.Boschi, gran persona per bene...

unz

Dom, 24/04/2016 - 16:01

il 5%. almeno è oro. lo facevano anche gli imperatori romani. limavano un pó le monete pwr farne altre lasciando invariato il corso e diminuendo il peso. Ovviamente creando inflazione. Peró almeno è oro. La valuta disancorata da beni reali è carta, quindi i gettoni in questione valgono il 5% in meno del loro valore teorico in oro, i soldi nostri non valgono una beata minchia

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 24/04/2016 - 16:16

EEEEEEE IN QUESTO MONDO DI LADRIIII!!! Canta Antonello canta!!! Se vedum.

mezzalunapiena

Dom, 24/04/2016 - 18:01

tipica storia all'italiana.

Ritratto di Lupry

Lupry

Dom, 24/04/2016 - 18:02

Chissà se fosse stata Banca Mediolanum....

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Dom, 24/04/2016 - 18:09

la maggioranza degli italiani ha perso fiducia nella magistratura (ultimo baluardo per la speranza) da lungo tempo, adesso non ci si può fidare più nemmeno della zecca e c'e chi si meraviglia se i pensionati migrano in paesi africani.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Dom, 24/04/2016 - 18:36

Si sono proprio ridotti con le pezze al cu....ore. Rubare anche sui gettoni d'oro alla vergognia non c'è mai un limite

tRHC

Dom, 24/04/2016 - 18:57

Toh!!!La banca Etruria... eh he eh... aridaje!!!!

ziobeppe1951

Dom, 24/04/2016 - 19:21

Banca Etruria...banca Etruria.. Mi ricorda un qualche cosa di spiacevole...banca Etruria...banca Etruria...

Rothbard73

Dom, 24/04/2016 - 19:37

Scommetto che un dirigente Banca Etruria ed un dirigente Zecca dello Stato sono d'accordo a smezarsi la differenza

fenix1655

Dom, 24/04/2016 - 20:22

Scusate, cortesemente potete controllare che non partecipino in alcun modo alla gestione dei "gratta e vinci"?

freud1970

Dom, 24/04/2016 - 20:39

il problema è nel DNA...

un_infiltrato

Dom, 24/04/2016 - 23:55

Vergogna - Vergogna - Vergogna - Non se ne può più. In galera!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 25/04/2016 - 00:04

Ma guarda che strano. Manca qualche chilo d'oro e si va a finire a chiederlo a Banca Etruria. Siamo sicuri si tratti di una banca e non di una associazione a delinquere?

MOSTARDELLIS

Lun, 25/04/2016 - 00:28

Ladri di Stato e imbroglioni. Solo i 5 grammi mancanti ammontano a circa 200 dollari, considerato che il prezzo dell'oro al fixing di Londra si aggira di solito sui 40 dollari il grammo. E poi le tasse... ma perché non lo dicono prima? ma perché in Italia è sempre tutto un imbroglio? Ci potranno mai essere delle norme chiare, trasparenti, certe?

liberal_123

Lun, 25/04/2016 - 05:57

Onore alla Gabbanelli, tropo spesso vituperata su questo giornale, salvo poi scoprire magagne che aprono gli occhi a tutti, anche ai detrattori, che non ringraziao!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 25/04/2016 - 06:01

Ruba tu che rubo anch'io ! Anche senza il Bajon che vien dal Rio! lol lol lol

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 25/04/2016 - 06:08

Non c'é nulla da fare. Premesso che da per tutto si ruba, quel che indigna l'onesto ( Sich ! ) é che in Italia rubare é diventato COMANDAMENTO DIVINO Il tanto decantato senso artistico italiano ( vedi Napoli ) lo si puo' tranquillamente indicare come il " DNA del ladrone " Se non rubi, se non sgraffigni, se non sei disonesto , non sei GLAMUR ( si dice cosi' ? )in italiano " Non sei al passo della moda italiana ) .

umberto nordio

Lun, 25/04/2016 - 07:56

Gli "etruschi" sono stati per secoli maestri nell'arte di "lavorare" i metalli.E' solo una grande tradizione.