Ragusa, omicidio di Loris: chiesti domiciliari per Veronica Panarello

La madre del bambino ucciso è stata condannata in primo grado a 30 anni di reclusione. Si attendono le motivazioni della sentenza

Il legale di Veronica Panarello, condannata in primo grado a 30 anni di reclusione per aver ucciso il figlio Loris e averne occultato il cadavere, ha chiesto gli arresti domicialiari per la sua assistita. L'avvocato Francesco Villardita ha diffuso la notizia durante l'ultima puntata della trasmissione Quarto grado dove ha anche ricordato che dal 17 ottobre scorso è ancora in attesa di conoscere le motivazioni della condanna da parte del gup Andrea Reale.

Loris Andrea Stival aveva 8 anni quando è stato trovato morto nel pomeriggio di sabato 29 novembre 2014 poco distante da Santa Croce Camerina, una città di circa 10mila abitanti in provincia di Ragusa, in Sicilia.

Commenti
Ritratto di ezekiel

ezekiel

Sab, 11/02/2017 - 14:56

Ma certo, perché madre in galera gli assassini o meglio ancora giustiziarli? Lasciamoli a casa dove possono riposare, stare tranquilli, guardare la televisione, e preparare dei bei manicaretti per loro e i loro amici, con buona pace delle vittime.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Sab, 11/02/2017 - 14:57

"mandare" non "madre". Maledetto correttore automatico.

Ernestinho

Sab, 11/02/2017 - 18:10

Ma lasciatela marcire in carcere questa belva!

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 12/02/2017 - 07:16

MA QUESTI SONO MATTI DA LEGARE.

Lapecheronza

Dom, 12/02/2017 - 10:34

Ascoltavo una trasmissione alla radio, un intervistato asseriva che era finito in carcere per oltre due anni per non aver pagato gli alimenti alla moglie e gli furono negati i domiciliari. Allora uno che non paga gli alimenti è peggio di una che ammazza il figlio. Anche se dissento, ho appreso una cosa nuova.