Rc Auto, in arrivo l'obbligo della scatola nera

Novità in arrivo per gli automobilisti. Potrebbe infatti scattare dal prossimo 5 aprile l'obbligo della scatola nera a bordo delle auto

Novità in arrivo per gli automobilisti. Potrebbe infatti scattare dal prossimo 5 aprile l'obbligo della scatola nera a bordo delle auto. La novità, ancora sotto forma di proposta, è stata inserita nel disegno di legge Concorrenza attualmente all'esame della commissione Industria del Senato.

In queste ore governo e maggioranza stanno valutando la presentazione di un emendamento sull'obbligo della scatola nera, ad oggi facoltativo. Chi usa la scatola nera gode di notevoli sconti sul premio in uanto attraverso la scatola nera infatti la compagnia può verificare l'effettiva dinamica di eventuali sinistri e quindi limitare le truffe.

Ma l'installazione della scatola nera sulla propria vettura non piace al Codacons, che ricorda i costi legati all'installazione dell'apparecchio: "Rischia di tramutarsi in una colossale bufala per i cittadini, e di determinare costi a carico degli utenti ben più elevati degli sconti promessi. Se tutti gli italiani decidessero di dotarsi della scatola nera, la spesa per l'intero sistema sarebbe pari a 3,1 miliardi di euro, considerato che ogni singolo apparecchio ha un costo di gestione annuo di circa 75 euro". Risultato: "La spesa per l'installazione, la gestione e la manutenzione della scatola nera, se a carico degli automobilisti, non solo vanificherebbe lo sconto sulle tariffe rc auto promesso dal Governo, ma addirittura determinerebbe rincari in quelle zone d'Italia dove le tariffe rc auto sono più basse. Se invece tali costi fossero a carico delle compagnie di assicurazioni, inevitabilmente verrebbero traslati sugli assicurati attraverso i prezzi delle polizze".

Commenti

Raoul Pontalti

Dom, 27/03/2016 - 14:09

Ottima idea! Va detto che la riduzione dei premi sarebbe di gran lunga superiore al costo di gestione dell'apparecchio e coprirebbe ampiamente anche quelli dell'acquisto.

Albius50

Dom, 27/03/2016 - 15:33

Speriamo che sia una BUFALA; in effetti TEORICAMENTE è perfetta PRATICAMENTE è come qualsiasi oggetto di INFORMATICA ossia si può manomettere.

routier

Dom, 27/03/2016 - 15:37

Il controllo telematico del cittadino va avanti a passi da gigante. Tra qualche anno saremo tutti dotati di microchip sottocutaneo controllato a distanza dal "grande fratello " statale. Aldous Huxley e Geoge Orwell lo avevano previsto fin dal secolo scorso. Ma, come spesso accade, l'estrapolazione del presente (il futuro) è patrimonio dei pochi lungimiranti che il destino ci dona con eccessiva parsimonia e che noi ignoriamo per miope quieto vivere.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Dom, 27/03/2016 - 16:51

altra potenziale tassa occulta e limitazione della privacy.

VESPA50

Dom, 27/03/2016 - 17:12

Basterebbe far scendere al minimo le tariffe di chi non ha mai provocato incidenti e far salire invece il costo della tariffa in proporzione di quanti incidenti l'utente abbia provocato ogni anno o negli ultimi cinque anni

fgerna

Dom, 27/03/2016 - 17:35

Ottima idea, gli amici dei politici "le LOBBY" che hanno la fabbrica di scatole nere faranno soldi, i politici saranno finanziati per prendere voti a scapito della nostra perduta PRIVAC Y. Ottimo affari ragazzi saremo controllati anche il auto oltre ai conti correnti, anche i nostri movimenti. Evviva la democrazia!!!

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Dom, 27/03/2016 - 17:40

Quei stacanovisti del Governo che continuano a studiare il modo per estorcere sempre più soldi dagli automobilisti... QUAND'È CHE TRAPASSANO?

gianni.g699

Dom, 27/03/2016 - 18:03

Ovvero come inizio a fare completamente i fatti tuoi controllando dove vai quando e come con la bufala delle truffe e dei prezzi delle polizze assicurative !!! ormai i somari italici ed europei abboccano a tutto senza rendersi conto che il futuro prossimo venturo sarà più NESSUNA LIBERTA x TUTTI e controllo globale su tutto e tutti ... sei un cittadino indesiderato ti spengo socialmente, niente denaro, niente sanità, niente auto, niente energia, niente di tutto basta solo mettere una serie di puntini su una pagina di database et voilà come per magia il cittadino non esiste più !, può solo morire !!! ... ma si sa, oggi l’uso del cervello è diventato troppo impegnativo, meglio far passare tutto dai media e dai social, vedi odierni governanti ... li si che c’è verità, libertà e rispetto dell’essere umano !!!

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Dom, 27/03/2016 - 19:32

scandaloso

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 27/03/2016 - 22:56

È solo un volgare modo per estorcere soldi.Il discorso delle truffe è parimenti volgare pretesto.

Gabriele184

Lun, 28/03/2016 - 09:26

Pontalti, con che parte del corpo ragiona? Pago meno di 300 €/anno di RC, secondo lei la scatola nera potrebbe essere conveniente per me? Lasciamo sia il mercato a decidere.. Attualmente la propongono solo compagnie molto care e fuori mercato..

Ritratto di balonid

balonid

Lun, 28/03/2016 - 09:50

La scatola nera mi ha consentito di rintracciare e recuperare la macchina subito dopo un furto e di risparmiare un bel po' sulla polizia assicurativa. Gli automobilisti rispettosi del codice non dovrebbero aver nessuna remora contro questo aggeggio. Ovvio che la scatola nera potrebbe consentire non solo il monitoraggio dei tuoi spostamenti (dato sensibile per l'Agenzia Entrate!!!), ma anche a che velocità, media e di picco li compi (dato sensibile per la polizia stradale!!!). # routier: un microchip "non sottocutaneo" ce l'abbiamo già: il nostro telefonino. Con quello già possono sapere tutto di noi e dei nostri spostamenti.

linoalo1

Lun, 28/03/2016 - 10:55

Quanta Ignoranza in questo Governo!!Basterebbe procedere come è stato fatto con le Cinture di Sicurezza!!!O,forse ed improvvisamente,la Scatola Nera è diventata un'urgenza immediata non procrastinabile????

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 28/03/2016 - 11:54

Va detto che in certi paesi (come a Taiwan) hanno messo le telecamere alle macchine e i cittadini che riportano infrazioni ricevono un compenso da parte dello Stato. Da quando le telecamere sulle vetture sono in funzione, il comportamento stradale dell'uomo medio si è radicalmente trasformato. Per non parlare di chi ti tampona facendo retromarcia (il quale magari in seguito avrebbe sostenuto di essere stato tamponato).

aldoroma

Lun, 28/03/2016 - 11:57

altra grande idea del toscano

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 28/03/2016 - 11:59

nient'altro che una nuova forma di tassa sull'auto. lo stato incasserà e la riduzione dei premi, già astronomici in italia, sarà minima. bonanza per i costruttori e gestori delle scatole nere, altra lobby che controlla il governo Renzi insieme a banche, TV, ...

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 28/03/2016 - 14:43

Sarebbe forse la volta che chi fa 50.000 km l'anno paga 10 volte di più di chi ne fa solo 5.000??? Non ci credo neanche se lo vedo. Nel paese dei paradossi gode di migliori servizi chi paga meno tasse (sia perché indigente o perché evasore approvato da disequitalia).

Daniele Sanson

Lun, 28/03/2016 - 15:16

Non mi fido delle assicurazioni , con la scatola nera troveranno ogni scusa analizzando tutte le fasi di un incidente per accusare ogni singolo attore di quanto accaduto per ridurre al minimo il loro esborso per pagare i danni . Sono convinto che chi credrá di essere totalmente dalla parte della ragione verrá comunque coinvolto come concorso di colpa e bisognerá attentamente leggere le clausole per non trovarsi a dover pagare una parte dei danni .

Ritratto di mavi5247

mavi5247

Lun, 28/03/2016 - 15:38

io pago 28,00 euro l'anno per la scatola nera e devo dire che fino ad ora ho guadagnato nel pagamento dell'assicurazione!

Ritratto di balonid

balonid

Mar, 29/03/2016 - 00:37

La scatola nera mi ha consentito di rintracciare e recuperare la macchina subito dopo un furto e di risparmiare un bel po' sulla polizia assicurativa. Gli automobilisti rispettosi del codice non dovrebbero aver nessuna remora contro questo aggeggio. Ovvio che la scatola nera potrebbe consentire non solo il monitoraggio dei tuoi spostamenti (dato sensibile per l'Agenzia Entrate!!!), ma anche a che velocità media e di picco li compi (dato sensibile per la polizia stradale!!!). # routier: un microchip "non sottocutaneo" ce l'abbiamo già: il nostro telefonino. Con quello già possono sapere tutto di noi e dei nostri spostamenti.