Rc Auto, milioni di veicoli senza assicurazione, ma dal 18 ottobre vita dura per i "furbi"

Il 18 ottobre arriverà una svolta, nel contrasto ai furbetti dell’rc auto, con la dematerializzazione del contrassegno

Per le strade ci sono 3,9 milioni di "auto fantasma", senza assicurazione, l’8,7% di tutte quelle circolanti. È un fenomeno che continua a crescere, secondo le stime diffuse dall’Ania all’assemblea annuale, e in un solo anno è aumentato di 400 mila unità. Al Sud le vetture senza rc auto sono oltre una su dieci (il 13,5%) e la loro incidenza sale anche al Centro (fino all’8,5%) e al Nord (6,2%). I veicoli che circolano ancora senza copertura sono "troppi" e aumentano i costi per la collettività, afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo saluto all’associazione. Il Capo dello Stato indica come centrale la "battaglia per l’affermazione della legalità" anche nel settore assicurativo, colpito da frodi troppo diffuse.

Il 18 ottobre arriverà una svolta, nel contrasto ai furbetti dell’rc auto, con la dematerializzazione del contrassegno. Il presidente dell’Ania, Aldo Minucci, la ritiene "un prezioso strumento per ridurre drasticamente l’evasione assicurativa», e chiede di modificare urgentemente il codice della Strada per consentire i controlli automatici con dispositivi come i tutor e le telecamenre delle ztl oltre a quelli fatti direttamente dalle Forze dell’ordine sulla strada".

Commenti
Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Ven, 03/07/2015 - 10:41

Visto che le auto di famiglia erano assicurate anche quando non era obbligatorio farlo, approvo e dico che era ora di fare controlli veri e severi su tutti i veicoli circolanti. Non solo sull'assicurazione. Per esempio: ci vuole tanto a verificare lo spessore del battistrada sulle auto in sosta? Se non sono in regola, un bel biglietto: lei è in contravvenzione, si presenti all'ispettorato della motorizzazione entro tre giorni con le gomme a posto, altrimenti scatta il sequestro del veicolo.

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Ven, 03/07/2015 - 10:41

Aggiunta al commento precedente. Un'automobile è come un'arma letale, spesso senza sicura. Almeno una buona manutenzione ridurrebbe i rischi.

giovaneitalia

Ven, 03/07/2015 - 15:23

É finita la pacchia per i furbetti delle assicurazioni. Se é vero quello che hanno scritto, approvo in todo. Tutti devono pagare e non solo noi i fessi.

m.nanni

Ven, 03/07/2015 - 17:37

vanno bene i controlli ma dimezzate i costi delle assicurazioni, czz! molti non fanno gli evasori per vocazione, ma per disperazione! pagare meno, pagare tutti.