Recita di Natale annullata in scuola elementare, Salvini: "Viva le nostre tradizioni"

Il ministro dell'Interno ha commentato la vicenda di Terni, dove una scuola ha annullato la tradizionale recita natalizia per non offendere le altre culture religiose

“Si avvicina il Natale e spuntano di nuovo "dirigenti scolastici" che vogliono impedire le recite ai bambini. Solo a me sembra una emerita IDIOZIA? Non si tratta solo di religione, ma di storia, radici, cultura. Viva le nostre tradizioni, io non mollo! Diffondiamo!". Matteo Salvini commenta così, su Facebook, la vicenda di Terni, dove una scuola elementare – su decisione del dirigente scolastico – ha deciso di annullare la tradizionale recita natalizia per non disturbare e offendere le diverse culture religiose presenti nell'istituto.

A denunciare il fatto per prima è stata l’assessore alla scuola del comune di Terni, la leghista Valeria Alessandrini: "Solo rispettando quello che siamo stati e, quindi, quello che riusciremo a far capire agli altri che ognuno è libero di professare la propria fede, ma è anche tenuto a rispettare la storia e la cultura del paese dove vive. Spero venga consentito a bambini e ragazzi dell'istituto di vivere e condividere con i compagni e i propri genitori i momenti più belli, intensi e significativi del Natale".

Commenti

Divoll

Sab, 17/11/2018 - 19:44

Ma non c'e' modo di mandare via questa preside? I genitori dei bambini iscritti sono tutti stranieri, forse?

venco

Sab, 17/11/2018 - 20:39

Preside e suoi sostenitori certamente massoni globalisti mondialisti e pure anarchici anticristiani

seccatissimo

Sab, 17/11/2018 - 22:33

Dovrebbe intervenire il ministro dell'istruzione e licenziare in tronco questo "dirigente scolastico" che, dimostratosi essere un vero cxxxxxxe, è ovviamente totalmente inadatto a dirigere una scuola !

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 18/11/2018 - 07:46

Bisogna aiutare i Paesi sottosviluppati dell'Islam bellicoso aprendovi delle scuole aconfessionali, ove trasferire i presidi riottoso come quello di Terni.