Renzi, Forza Italia e il voto Il rilancio di Berlusconi

L'intervista al Cavaliere: "Con Renzi la democrazia è sospesa, torniamo alle urne. Forza Italia porterà il centrodestra al 40%"

Silvio Berlusconi ci accoglie sulla soglia di casa sua ad Arcore: «Grazie della visita e buon anno a lei e ai lettori del Giornale». Sul tavolino del salotto ci sono ancora le carte di una riunione appena conclusa.

Presidente, che cosa si aspetta lei dal 2016?

«Sarà l'anno della battaglia contro il regime della sinistra che ha sospeso la democrazia».

La sua è un'affermazione molto grave, che lei ripete con frequenza, eppure l'attuale governo ha i voti del Parlamento italiano.

«È proprio questo il paradosso. Le formalità della Costituzione sono state rispettate, ma la sostanza è stata profondamente tradita, fin dal suo primo presupposto. L'art. 3 dice che la sovranità appartiene al popolo: eppure l'ultimo governo scelto dal popolo italiano è stato il nostro nel 2008. Poi, solo manovre di palazzo, complotti internazionali e processi politici a sostegno della sinistra che non ha mai avuto dalla sua la maggioranza dai cittadini. Quando mai gli italiani, anche gli elettori di sinistra, hanno votato Monti, Letta o Renzi? Per questo ho parlato di due colpi di Stato recenti, quello che ha abbattuto il mio governo e quello che ha portato Renzi a governare grazie al voto di eletti del centrodestra che hanno tradito i loro elettori e a un premio di maggioranza che la stessa Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo. Con il risultato di un governo non solo non votato dal popolo ma contro il voto del popolo. E come se tutto questo non bastasse...».

Perché, c'è di peggio?

«C'è che il candidato premier del centrodestra, che ha sempre raccolto, dal 1994 a oggi, i voti di molti milioni di italiani, è stato cacciato dal Parlamento prendendo a pretesto una sentenza politica infondata e addirittura paradossale e applicando in modo retroattivo una legge incostituzionale come la Severino. Questo non è mai accaduto in nessuna democrazia occidentale. E quello che sconcerta di più è che nessuno sembra avere consapevolezza di questa situazione non democratica. La coltre di silenzio e di conformismo della politica, della cultura, dell'informazione, è pressoché assoluta».

Come pensa si possa uscire da uno scenario così grave?

«In un solo modo: con lo scioglimento delle Camere e con nuove elezioni. Anche il referendum sulla riforma costituzionale, sarà un banco di prova per Renzi e dimostrerà che la maggioranza degli elettori non vota a sinistra».Ne è davvero certo, Presidente? Se è così, perché Forza Italia nelle elezioni amministrative della prossima primavera non vuole correre con il suo simbolo? È una scelta che sembra dettata dalla paura, dalla voglia di non contarsi.«L'idea che Forza Italia non presenti il suo simbolo è semplicemente assurda. Mi chiedo se qualcuno possa davvero aver pensato una sciocchezza come questa. Ovviamente il nostro simbolo ci sarà e ci sarà per vincere. Il mio impegno è riportare Forza Italia sopra il 20% per vincere le elezioni con il centrodestra superando al primo turno il 40% dei voti».

Pensa di ottenere questo risultato con lei rintanato tra Arcore e Palazzo Grazioli?

«Nei mesi scorsi mi ero autoimposto il silenzio in attesa che la Corte europea, con la sentenza che mi riguarda, facesse finalmente giustizia, annullando una sentenza politica, paradossale e vergognosa della magistratura italiana. Mi era sembrata una questione di stile e di rispetto per le istituzioni».

E ora invece?

«La conseguenza della mia assenza è stata un calo di consensi per Forza Italia, privata del suo leader, mentre Renzi e Salvini erano e sono in televisione tutti i giorni, sei ore alla settimana. Non potevo permettere che continuasse così. È indispensabile rilanciare Forza Italia, perché il centrodestra sia vincente. Le faccio notare un dato che considero molto positivo: da quando sono tornato due volte in televisione, abbiamo guadagnato due punti nei sondaggi, e il centrodestra risulta più forte del Pd in qualunque rilevazione».

Lei parla spesso di unità del centrodestra, e in effetti si tratta di una condizione necessaria, senza la quale la vostra partita sarebbe già persa. Perché allora negli ultimi giorni si parla di una crescente freddezza nei rapporti con Lega e Fratelli d'Italia?

«Perché i suoi colleghi mi scusi durante le feste, quando il chiacchiericcio del teatrino della politica si spegne, devono riempire in qualche modo le pagine dei giornali. E allora sono costretti a inventarsi la qualunque. L'ennesima apparizione del mostro di Lochness oppure le presunte divisioni fra noi e i nostri alleati. Non è difficile capire che i nostri avversari facciano di tutto per alimentare queste voci, ma questo non le rende né vere né credibili».Giornalisti a parte, qual è la verità?«Con Lega e Fratelli d'Italia, al contrario, stiamo implementando una collaborazione cordiale e sistematica nelle aule parlamentari e sul territorio. Stiamo anche lavorando con serietà e determinazione sulle candidature alle amministrative: vogliamo individuare insieme i migliori uomini e donne non solo per vincere, ma per garantire alle maggiori città italiane cinque anni di buon governo. Ce n'è drammaticamente bisogno, alla luce del disastro lasciato in eredità dalle giunte di sinistra che hanno governato fino ad oggi».

Però i nomi del centrodestra tardano ad emergere, segno che le difficoltà ci sono...

«Guardi che non stiamo facendo una gara a chi arriva primo. Si voterà tra cinque mesi. La gara è a chi propone il candidato migliore e il programma più concreto e più realistico. Su questo i cittadini giudicheranno. Il resto appassiona solo i cultori del retroscena, del gossip, del pettegolezzo politico. Noi non parliamo a costoro ma alle italiane e agli italiani, e parliamo con la concretezza e il realismo che hanno sempre contraddistinto il nostro agire politico».

Alcuni, anche nel centrodestra, dicono che il mezzo migliore per individuare i candidati sarebbero le primarie, che affidano la scelta ai cittadini. Lei si è sempre detto contrario. Perché quest'opposizione così netta?

«Perché le primarie sono una finzione di democrazia. Non affidano le scelte ai cittadini, ma ai gruppi organizzati, e sono facilmente manipolabili anche dagli avversari. Ne vuole la controprova? Guardi quello che è accaduto nel Pd. I peggiori sindaci, come Marino, sono stati il frutto delle primarie. Io credo che una forza politica debba avere il coraggio e la capacità di dire agli elettori: questo è il nostro programma, questa è la persona che vi proponiamo per realizzarlo, giudicate voi se la scelta vi sembra adeguata».

Davvero nessun problema di equilibri con Lega e Fratelli d'Italia? Un candidato sindaco può spostare molti voti da un partito all'altro.

«Con la Lega e con Fratelli d'Italia abbiamo deciso due cose. Di mettere da parte il risiko delle appartenenze, il manuale Cencelli delle candidature, per scegliere i candidati migliori, e di sceglierli anche fra persone che non abbiano necessariamente una stretta appartenenza di partito. In linea generale privilegeremo coloro che abbiano dimostrato nella vita professionale, culturale, civile, di saper costruire, di saper realizzare, di aver ottenuto dei risultati concreti».

Scusi, Presidente, questo sembra quasi il ritratto del candidato del Pd a Milano, Beppe Sala, reduce dal successo dell'Expo...

«Con l'occasione le ricordo, alla De Luca, che l'Expo a Milano l'ho portato io, che il merito dell'Expo a Milano è tutto e solo mio. Quanto a Sala è un moderato e un manager capace. Ricordo come ha lavorato con noi ai tempi della giunta Moratti. C'è chi dice addirittura che avremmo potuto candidarlo noi».

Perché non l'avete fatto?

«Ci sono due aspetti che non mi piacciono affatto: il primo è che non apprezzo chi, in base alle proprie ambizioni, è pronto a mettersi al servizio di qualsiasi parte politica purché sia. È una di quelle forme di cinismo che allontanano i cittadini dalla politica. L'altro aspetto è che Sala è ovviamente la foglia di fico che Renzi vuol offrire al Pd per far dimenticare i danni creati dalla giunta Pisapia e avere una chance di vincere a Milano. È un metodo che la sinistra usa spesso: trovare un volto rassicurante per nascondere la sua vera faccia, che è uguale da decine di anni. Se non è così, Sala abbia il coraggio oggi, senza attendere le primarie, di proporre una forte discontinuità con la giunta Pisapia. Se lo farà, guarderemo con rispetto alla sua candidatura».

E il centrodestra, a Milano, che farà? Chi sceglierà?

«Decideremo al momento opportuno. Che non è ancora arrivato. Lei sa che abbiamo diversi ottimi candidati disponibili, uno dei quali ben noto ai lettori del Giornale...».

Capisco l'allusione, ma nel frattempo Forza Italia langue, chiudete la sede, licenziate i dipendenti...

«Siamo stati obbligati ad alcune scelte dolorose, anche per me personalmente, per colpa di una legge fatta su misura per colpire me e Forza Italia. Una legge che mi impedisce di sostenere economicamente il nostro movimento come ho fatto per vent'anni. Questo, unito alla abrogazione del finanziamento pubblico, ha creato una situazione di difficoltà, a noi e a tutte le altre forze politiche. Stiamo lavorando per superarla. Ho dovuto accettare, io che da imprenditore non avevo licenziato un solo collaboratore, di interrompere i rapporti con i nostri dipendenti. Abbiamo lasciato una sede prestigiosa, che era stata scelta in altre circostanze per trasferirci in una sede meno costosa».

E quindi?

«Ciò che è successo ci impone di lavorare in un modo nuovo, in fondo coerente con lo spirito originario di Forza Italia: un movimento basato sul volontariato, sul lavoro degli eletti e sul coinvolgimento diretto dei militanti, che sono tantissimi, e che sono il nostro patrimonio più prezioso. Forza Italia riparte da questo, e i risultati sorprenderanno tutti».

Riuscirete a farlo con una struttura così ridimensionata?

«È con le idee che si vince, non con gli apparati. Io credo che la politica debba saper cambiare rapidamente. Oggi non offre più rendite di posizione, comodi appannaggi, sistemazioni definitive. Occorre, per dedicarsi alla politica, una forte motivazione ideale, non la speranza di far carriera. Solo così la politica potrà ritrovare la fiducia degli elettori, oggi drammaticamente bassa, come dimostrano i dati sull'astensionismo, che riguardano soprattutto i moderati. Noi stiamo facendo la nostra parte, mi sto impegnando in prima persona e sono convinto che ci riusciremo. Anche utilizzando in maniera innovativa il web».

È una strada già battuta da Grillo, quella di usare la rete come strumento principale per creare un partito. Tenterete di imitarlo?

«Grillo ha usato la rete in modo distorto per costruire una finta democrazia dal basso, mentre in realtà le decisioni del suo movimento sono assunte da un direttorio di pochissime persone».

E voi come la userete?

«La rete è uno strumento formidabile che sta cambiando la comunicazione politica, perché consente un contatto diretto, personalizzato e interattivo con i cittadini. Può essere usata come mezzo di partecipazione, o strumentalizzata per disinformare e per manipolare il consenso. Noi ne faremo un uso intelligente e onesto, sarà la nostra sede virtuale, a cui tutti potranno accedere, nella quale tutti potranno lavorare insieme, sulle idee, sulle cose da fare, sulla diffusione nei nostri valori e dei nostri programmi».

Presidente, Lei ha posto più volte l'accento sul suo impegno in prima persona. Non è stanco, dopo vent'anni di battaglie politiche e di attacchi giudiziari? Non ha mai voglia di passare il testimone?

«Ne avrei tanta voglia, ma a chi? Senza di me Forza Italia si dissolverebbe e il centrodestra risulterebbe al terzo posto dopo il Pd e i 5 Stelle, che al ballottaggio prevarrebbero certamente sul Pd. Il mio senso dello Stato, il mio senso di responsabilità verso l'Italia e verso gli italiani mi impone, come nel '94, di fare di tutto affinché questo non accada».

Che ruolo immagina per se stesso?

«Quello dell'ispiratore di un vero centrodestra unito. Vede, gli altri leader del centrodestra, Salvini e Meloni, sono molto capaci nella raccolta del consenso, ma senza i moderati non si vince. Lo dimostrano le vicende elettorali di tutta l'Europa. Il nostro primo compito è riportare i moderati al voto attraverso il convincimento capillare di quegli italiani delusi, disgustati da questa politica e da questi politici che si sono rassegnati pensando che il loro voto non cambi niente e che quindi sia inutile andare a votare. È quella che ho chiamato la grande crociata per la democrazia e per la libertà, nella quale ci impegneremo tutti, io per primo».

A volte si ha l'impressione che lei soffra della solitudine del leader, mentre intorno a lei Forza Italia si divide in fazioni, ripicche, personalismi. Le divergenze fra i due capigruppo, Brunetta e Romani, sono all'ordine del giorno, e ora si parla anche di colonnelli azzurri...

«Tutte sciocchezze. Solo pettegolezzo politico. È sgradevole dirlo parlando di se stessi, ma Forza Italia ha una sola linea politica, della quale da vent'anni l'unico responsabile e l'unico garante sono io. Lo sono per la fiducia che da vent'anni mi attribuiscono liberamente decine di milioni di elettori, milioni di simpatizzanti e di militanti, migliaia e migliaia di eletti, di dirigenti e di amministratori locali. Il resto sono solo opinioni personali, legittime, ma che si devono discutere, semmai, nelle sedi interne».

Il solito dilemma: ricambio o non ricambio?

«Certo che ci sarà il ricambio. È possibile anche perché in questi anni sul territorio in Forza Italia è cresciuta una nuova classe dirigente, preparata, e molto motivata. I professionisti della politica se ne sono andati tutti. Si sono auto-rottamati. Oggi intorno a me ci sono giovani, molto preparati e determinati. Questa nuova classe dirigente che presto si farà conoscere, rappresenta il futuro di Forza Italia e saprà assumersi con il mio aiuto e con il mio sostegno, le necessarie responsabilità».

Torna il Berlusconi ottimista...

«La mia non è solo la lucida follia di Erasmo, né l'ottimismo della volontà al quale dovrebbe contrapporsi il pessimismo della ragione. È invece la ragionevole certezza del fatto che gli italiani sapranno reagire alla attuale sospensione della democrazia e al regime che si è determinato. La battaglia sarà difficile ma sono sicuro che saremo capaci di ridare all'Italia e agli italiani la democrazia e la libertà».

Annunci

Commenti

INGVDI

Sab, 09/01/2016 - 08:48

Renzi è stato segnalato subito, appena insediato, come un pericolo per il Paese. Si è rivelato un danno in tutti i setttori. Berlusconi se ne è accordo tardi dopo aver collaborato a lungo con il premier ascoltando pessimi individui come Letta e Verdini. E' un dovere morale del Cav rimediare agli errori fatti, non facendo concorrenza a Salvini ma con un'azione sinergica combattere, anche a livello culturale, cattocomunismo e grillismo, movimenti che stanno uccidendo la nostra civiltà cristiana.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 09/01/2016 - 08:58

Il compito che si assume il dottor Berlusconi, è veramente arduo. Si propone di parlare con moderazione e signorilità ad un popolo che, finora, ha creduto in modo indecente a tutte le menzogne distillate con cura da individui privi di scrupoli, celati dietro una sordida sinistra stomachevole. Quelli che hanno i mezzi per comprendere, l'hanno già fatto: ora dobbiamo interessare gli altri. A gente che non riesce a comprendere dove sta l'imbroglio, non serve parlar con eleganza e civiltà: bisogna urlare, farsi sentire. E' dal 1945 che "loro" sono in mimetica e sparano da dietro i cespugli, mentre noi combattiamo in alta uniforme, con elmi lucenti, per convincere il popolo ad amarci. A la guerre, comme a la guerre! E' francese, si, ma lo capisce anche un italiano! Meno forbiti, più convincenti, più spregiudicati, più "comprensibili", in poche parole, specialmente sui TG amici (amici? Si fa per dire).

Massìno

Sab, 09/01/2016 - 09:01

Per una volta devo dar ragione al silvio. Forza italia prenderà il 40% dei voti. Dei voti della destra. Il restante 60 % sarà della Lega. Fratelli d'Italia, non pervenuti.

denteavvelenato

Sab, 09/01/2016 - 09:01

Vai Silvio, continua ogni giorno con argomenti nuovi, come stai facendo, vedrai che il 40% non te lo toglie nessuno.

linoalo1

Sab, 09/01/2016 - 09:18

Lodevole l'intenzione!Ma,purtroppo per tutti,gli anni passano e gli Elettori non possono vivere solo di ricordi!!Quindi,è ora,per il bene del CentroDestra,di voltare pagina e sostituire il pur bravo Silvio che,comunque resterà nella Storia!!La cosa più urgente,adesso,è far cadere questo Governo non eletto e composto da una Armata Brancaleone Egocentrica ed Incapace!!!!

cespugliando

Sab, 09/01/2016 - 09:29

Berlusconi è ormai come il capitano di una nave che si trova nel pieno della tempesta. La nave è Forza Italia e quasi tutti gli uomini più in gamba la hanno abbandonato. Chi col giubbotto salvagente, chi senza niente ( fidandosi del suo stato natatorio). L'ultimo ad abbandonare la nave, ormai in balia delle onde, sarà il capitano, aggrappato al timone e con la speranza di salpare in un porto rifugio di cui non conosce le coordinate. Auguriamo al testardo capitano di riuscire nell'impresa, sperando in un aiuto imprevisto!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 09/01/2016 - 09:43

Mi associo agli auspici del Presidente Berlusconi sapendo che tutto è risolvibile se la volontà resta ferma sugli obiettivi da raggiungere insieme agli altri Pariti del Centro destra; auguro buon 2016 ed un proficuo lavoro riconoscendo il continuo coraggio del Nostro comandante in campo. Shalòm.

capitanuncino

Sab, 09/01/2016 - 09:48

In Italia il Presidente del Consiglio viene nominato dal Capo dello Stato e forma un Governo che passa al vaglio del Parlamento, quindi tutto regolare. Nemmeno Prodi fu mai eletto da nessuno, tranne la farsa delle primarie nelle quali gli opposero dei "falsi" concorrenti tanto per far numero, quindi è storia vecchia, a sinistra non ha mai contato la volontà del popolo, ma la volontà del Partito. Berlusconi avrebbe dovuto ritirarsi prima (all'atto delle sentenza) per dar spazio ai nuovi leaders, che ora si sarebbero già messi in luce senza andare a formare altri partiti e FI farebbe parte del Governo di larghe intese con più peso di quanto ne abbia oggi NCD. I leaders ci sarebbero: Alfano,Fitto, Meloni,Giacalone,Carfagna,Comi,Lorenzin... Per capire chi sono i più capaci è semplice, basta vedere quelli che sono più sminuiti e derisi dalla stampa e dalla satira della sinistra e non valorizzati dai vertici di FI.

aredo

Sab, 09/01/2016 - 10:02

@cespugliando: EH? Cioè i fecciosi traditori che hanno tradito Berlusconi ed il voto degli elettori andando a sinistra a partire da Fini, Casini e poi Alfano e tutti gli altri sarebbero "gli uomini più in gamba" adesso? AH,AH,AH,AH,AH,AH,AH,AH! Ma per favore! Purtroppo è vero che la popolazione è totalmente rincoglionita e quindi o non votano o votano i noglobal/noTAV teppisti di Grillo.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 09/01/2016 - 10:15

@Adriano Romaldi ore 09,43: La prossima volta, prima di recarmi al seggio devo leggere un programma e sapere per chi voto. Più o meno come quando voto il sindaco del mio comune. Basta, sono stufo di illudermi, piuttosto non voto e vado al mare.

edo1969

Sab, 09/01/2016 - 10:17

suor Romaldi, auguri buon 2016 anche a te. Shalòm

coccolino

Sab, 09/01/2016 - 10:20

In caso di voto, Forza Italia può, ovviamente, contare sul mio appoggio, ma, se malauguratamente dovessero andare al ballottaggio il pd e 5stelle andrei a votare per grillo.....ah ah ah.....voglio in primis la fine politica di renzi.

antipifferaio

Sab, 09/01/2016 - 10:43

Beh, alle prossime elezioni si vedrà che avrà ragione. Comunque vada di sicuro il piffero le prenderà di brutto, ma attendiamoci le giravolte del tipo: il pd resiste e non crolla... La verità sarà invece che ci sarà il fuggi fuggi generale e tempo qualche mese il governo si sgonfierà come un palloncino bucato. Quanto al rilancio di forza italia credo che si giochi molto sulla comunicazione e sull'organizzazione sul territorio. Purtroppo finora ho visto poco al riguardo...speriamo bene!

elgar

Sab, 09/01/2016 - 10:55

Se non ci fossero state le larghe intese non ci sarebbero stati nè Letta nè Renzi.E sarebbero stati problemi di Napolitano e del comunque vincente, seppur di misura, PD. Che, in prima battuta, come interlocutore aveva Grillo, non Berlusconi. Altro è offrire la soluzione altro è negoziarla e vendersela bene. Berlusconi ha voluto essere "responsabile" ed è stato mal ripagato. Da Napolitano, da Alfano e da Renzi in barba ai vari Nazareni anche con l'elezione non proprio concordata di Mattarella. Il cdx un'altra volta ci pensi su prima di offrire stampelle a maggioranze variegate in nome di un, seppur lodevole, senso di responsabilità. A parti invertite dubito che la sinistra gli avrebbe usato la stessa cortesia. Inoltre è giusto che si imiti Grillo nel'uso del web. In modo tale che ci sia una democrazia partecipata con buona pace della "par condicio" sulle TV. Peraltro mai veramente rispettata. Soprattutto ora.

elpaso21

Sab, 09/01/2016 - 11:02

Ma perchè non fa un "golpe"?

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 11:21

Con il 10% nei sondaggi, senza un piano politico, ne' idee nuove per l'Italia da vendere ai suoi adepti, vuole le elezioni? Ricorda quei pugili suonati, nell'angolo, che con la vista annebbiata, senza piu` lucidita` ne' energie, fa ancora segno all'arbitro col guantone di mandargli l'avversario. Triste epilogo del Rocky di Arcore.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/01/2016 - 11:22

la cosa buffa è che i cre.tini di sinistra, come ANDREA SEGAIOLO, LORENZAVANLOLOLOLOLOLLO LA PORTOGHESUCCIA, XGERICO, TOTONNO58, GIORGIO1952, PONTALTI, ERSOLA, LUIGITIPISCIO, DREAMER_66, SNIPER, ATLANTICO, ecc continuano a non capire niente! per forza! hanno i paraocchi forniti dal partito comunista sovietico... :-) e credono di essere degli intelligentoni! poveri co...ni! :-)

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 11:26

Gli elettori non hano votato Monti o Letta, ma lui si`...Il Direttore Sallusti non lo sa, o non ha avuto il coraggio di fare la domanda imbarazzante al suo datore di lavoro? (Sono pero` d'accordo che dare il Governo a Renzi e` stata una "porcata", l'unica di Napolitano - per il resto e` stato perfetto).

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 11:28

Un'altra cosa mai accaduta in una democrazia occidentale, e` che a uno con tale conflitto di interessi e tali "amicizie pricolose" sia stato consentito di entrare in politica e tenere un Paese in ostaggio per vent'anni. Ma se mi sbaglio, prego, fare i nomi di altri Paesi...

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 09/01/2016 - 11:28

Assolutamente d'accordo con il Presidente Berlusconi. Si vada a votare SUBITO. Non Esiste che esista un governo illegale in Italia per tutti questi anni. Non solo, ma una volta al potere, Caro Cavaliere, faccia quello che veramente serve alla nazione e riallacci immediatamente i rapporti con la Russia se non vogliamo essere coinvolti in futuro in guerre assurde dove L'Europa e la Russia si potrebbero scannare a beneficio degli Stati Uniti, perché questo è quello che avverrebbe.

Atlantico

Sab, 09/01/2016 - 11:29

Ottima intervista. D'altronde non si vincono sette CL per caso.

Ritratto di Kommissar

Anonimo (non verificato)

Trifus

Sab, 09/01/2016 - 11:40

Berlusconi dia retta a me, io le voglio bene, la scongiuro si ritiri, lo faccia per me, per tutti e non costringa la magistratura agli straordinari. Ci ha provato, non c'è riuscito, rinunci. Era un'impresa impossibile, ai tempi qua non se ne poteva più, lei era il male assoluto, non si parlava d'altro, tutti incazzati e le cose andavano malissimo. Adesso sono tutti contenti, qualcuno in un eccesso di felicità si suicida, ma non si parla più di lei. Governare gli italiani non è difficile è impossibile, lo disse un romagnolo che poi si alleò con i tedeschi e fece una brutta fine. Adesso abbiamo travalicato l'Appennino e abbiamo un toscano anche lui fedele al motto che è inutile governare gli italiani e ci riempe di balle. Anche lui si è alleato con i tedeschi e anche lui farà una brutta fine almeno politica. L'Italia va a ramengo? Accenda la pipa si sieda davanti al fiume e si goda lo spettacolo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 09/01/2016 - 11:45

Cavaliere...si riposi!

cicero08

Sab, 09/01/2016 - 11:50

quante storielle da un nonno rimba...

Adolph

Sab, 09/01/2016 - 11:50

chissa' perchè vengo censurato ... la verità rode!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 09/01/2016 - 11:51

Lo dico sinceramente. Dopo le prime righe, non ce l'ho fatta a continuare a leggere il resto dell'intervista. Un mucchio di ipocrisie. Fosse vero, caro sig. "INGVDI", che il Berlusca, come lo chiamava Bossi, avesse o sentisse quel dovere morale di "rimediare agli errori fatti". Si ricorda quante volte noi elettori, già a partire da Monti, lo supplicavamo, vedendo le fesserie che stava compiendo a votare le leggi di Monti e, quindi, dei sinistri tutti, come la legge Severino da lui ora tanto vituperata, lo supplicavamo, dicevo, di uscire da quella maggioranza che mirava non solo a distruggerci come popolo, ma anche a distruggere il CentroDestra? Ma visto che non sarebbe la prima volta, chi ci dice che ora non voglia ancora ramazzare nostri voti per sostenere ancora la sinistra, come appunto ha fatto sin'ora e forse ancora fa? Ormai il suo ritornello non convince più.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 11:52

linoalo1 - "Berlusconi restera` nella storia". Si`, quella giudiziaria.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 11:56

Berlusconi: "non apprezzo chi, in base alle proprie ambizioni, è pronto a mettersi al servizio di qualsiasi parte politica purché sia". Sacrosanto!! Peccato che poi lui non sia stato in grado di riconoscere una cosa tanto banale in quelli che sono saliti sul suo carro negli ultimi vent'anni, e inevitabilmente sono poi scesi secondo l'occorrenza...Un "comandante in campo", come dice Sorella Romaldi, che non sa scegliere i suoi soldati e` destinato alla disfatta. Eleggereste uno cosi` per guidare il vostro Paese?

motofrera

Sab, 09/01/2016 - 12:02

Peccato che troppo pochi italiani capiscano l'importanza e la profondità del pensiero di Berlusconi!!!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 09/01/2016 - 12:08

Sig. "elgar", quanto da lei sostenuto nel suo commento è da me sicuramente condiviso. Tanto che in passato, per dire tutto ciò mi sono beccato del "sinistro" da qualcuno da noi ben conosciuto. Sa qual è il guaio serio di Berlusconi? Crede che, gli amici che lo consigliano in modo giusto, ce li abbia accanto. Come quelli che aveva (che alcuni ancora ha) e che ora sono definiti traditori perché passati col nemico. Ma, secondo me, in fatto di tradimento, lui non è stato da meno, poiché ha tradito tutti noi alleandosi al nemico. Invece avrebbe trovato sicuramente degli amici veri e fidati se avesse letto qualche volta i nostri commenti.

motofrera

Sab, 09/01/2016 - 12:11

per illuso: per scegliere per chi votare non ti basta la storia del PCI POI PDS POI DS POI PD?... ALLORA LEGGI LE CRONACHE DI QUESTI GIORNI SULLE BANCHE AMMINISTRATE DAI SUOI FUNZIONARI O LE VICENDE DI PENATI A MILANO

Totonno58

Sab, 09/01/2016 - 12:11

Un disco rotto.

Sabino GALLO

Sab, 09/01/2016 - 12:12

Le risposte di SILVIO alle domande sono di una chiarezza che non ha bisogno di ulteriori commenti. La situazione politica ed economica dell'Italia e di tutta l'Europa offrono delle opportunità singolari di una "giusta" vittoria del CD "unito". La vittoria sarà giusta se il programma proposto agli elettori sarà facilmente comprensibile e realizzabile in tempi credibili. E la vittoria sarà sicura se i vertici del CD si esprimeranno sempre con affermazioni convinte ed indiscutibili della "unità" del CD. Questa necessità è sentita soprattutto dai cittadini disgustati dello stato politico ed economico del nostro paese (e dell'UE!) e che, spesso, ripetono con parole di sapore vendicativo di volersi astenersi dal voto! Che i "vertici" facciano attenzione nel fare affermazioni che possano sollevare dei dubbi circa l'unità de CD, per difendere talvolta inutili personalismi. Bisogna che gli astensionisti siano tutti convinti della necessità morale e civile di recarsi alle urne!

perSilvio46

Sab, 09/01/2016 - 12:17

Questa intervista è storica perché decreta la nascita ufficiale del Centro Destra Unito (CDU). Ma dice anche altre cose. 1) Il CDU è il primo partito, e la Sua discesa in campo lo trascinerà ben oltre il 40%. 1) Il governo renzi è illegittimo, dal 2008 non siamo più in democrazia. 3) Denuncia, ed è la parte più significativa, le menzogne della stampa di regime che non informa ma fa propaganda in puro stile sovietico, una grande riforma è necessaria e dovrà essere decisiva, dovrà essere fatta PULIZIA, chi fa propaganda vada a farla nella Corea del Nord. 4) Lascia che i sinistri si scannino tra di loro nelle primarie - che in realtà sono brogli e servono solo a rubare 2 euro ai minus habens - per poi calare l'asso vincente, strategia GENIALE! 4) Smaschera Sala, lo esclude di fatto, ne azzera le possibilità, sa che i milanesi eleggeranno Sallusti (i sondaggi lo dicono!!!!!!). Oggi è tutto molto più chiaro!

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Sab, 09/01/2016 - 12:44

iO, SONO MESI E PIù CHE ATTENDO, INFINE, QUESTO INIZIO DI 'CROCIATA', MA PER ORA SI PARLA, SI PARLA...E SI SA CHE LA 'MASSA' CHE DA ANCHE LA MAGGIORANZA DEI VOTI, SI SPOSTA DALLA PARTE DI CHI CREDONO VINCA E COSì SI PERDE IL BACINO ELETTORALE CHE POI BISOGNA CON FATICA RICONQUISTARE... UNA VOLTA ERANO TUTTI FASCISTI, POI NESSUNO PIù E POI TUTTI PARTIGIANI, POI SOCIALISTI, POI DEMOCRISTIANI, ORA RENZIANI...BISOGNA FAR CAPIRE CHE SI è VINCENTI E NON SOLO DIRLO PER ATTIRARE VOTI...E' ORA CHE QUESTA MARCIA COMINCI DAVVERO, ALTRIMENTI....NON POSSO PENSARCI CON TUTTO IL DANNO CHE QUESTO RENZISMO HA GIà FATTO....PER FAVORE, SILVIO, PARTI E' PROPRIO TEMPO DA TEMPO. GRAZIE.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 09/01/2016 - 12:47

io credo che berlusconi e salvini siano destinati a perdere le elezioni sempre e comunque- perchè i due partiti che li rappresentano- da un punto di vista elettorale- denotano delle incompatibilità- i moderati di forza italia non tollerano le esternazioni estreme di salvini ed i suoi interventi a gamba tesa su ogni argomento- papa compreso- i leghisti invece non tollerano i "moderati" di forza italia e li considerano tutti potenziali "inciucioni" e "traditori"- se i 2 partiti si presentano uniti perdono un sacco di punti-

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 09/01/2016 - 13:04

Democrazia sospesa? Magari! In realtà la stanno cancellando progressivamente. Democrazia al tracollo, in stile renziano.

xgerico

Sab, 09/01/2016 - 13:11

Ma quante volte si deve leggere lo stesso argomento!?

Libero1

Sab, 09/01/2016 - 13:15

Silvio. "MA CHI TE LO FA FARE" perdere tempo con chi prima mangia nel Suo piatto e poi ti ha tradito.Se fossi in Lei mi goderei gli ultimi 10-15 anni di vita.Dalle ultime notizie sembra che anche un noto giornalista che per decenni ha mangiato nel Suo ora abbia iniziato a sputarci dentro.

roberto zanella

Sab, 09/01/2016 - 13:33

...E' la politica che manca..siamo alle solite....questo uomo è fuori dalla realtà...vivendo un'altra dimensione economica e di sicurezza non si rende conto di nulla...una FI ancora nel PPE con la Merkel cosa vuol dire ? ...dop che il PPE lo ha di fatto mandato a casa ...è dal novembre 2011 che Berlusconi non parla ...si è arreso senza resistere a Napolitano e Merkel senza dire nulla ai suoi elettori e adesso lui spera che ritornoino a votare per lui ? E' un illuso io voterò Salvini e Meloni...con FI il c-destra arriverà al 40% ? Guardi che qui non siamo al Milan dove lei può dire quello che vuole sulla squadra....anche li i punti contano come nelle elezioni i voti si contano e lei caro Presidente aveva il 38% ora a fatica è intorno al 10% Chi vuole che la voti ancora se la sua politica è così generica e ripete quello che diceva nel 1994 ? Vuol dire che lei al Governo ha concluso poco...me lo dica lei...

soldellavvenire

Sab, 09/01/2016 - 13:33

uè bananas, ma se la democrazia è sospesa, mica si può votare! e di certo resterà sospesa finché Renzi vuole, quindi cuccia. cercate almeno di rimediare qualcosina alle amministrative, anche se la vedo assai dura, contro i 5stelle per voi non c'è partita se non in qualche comune mafioso

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 09/01/2016 - 13:43

Discorsi abbastanza lucidi, offuscati da collaborazioni con la lega di Salvini, che è priva di idee.

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 09/01/2016 - 13:45

come premier forse Berlusconi non è più credibile non per LUI ma come è fatta la costituzione più bella del mondo(per i comunisti)ma come ministro degli esteri sarebbe di sicuro i TOP e i trinariciuti e gli eurocrati si troverebbero di fronte un avvversario FORMIDABILE

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 09/01/2016 - 13:59

Egregio cavaliere, la prima cosa che io mi sarei aspettato da Lei era ciò che Lei avrebbe dovuto fare da tempo: spiegare l'assurdo atteggiamento di FI dal novembre 2011 in poi, causa dell'emorragia di voti e dell'annientamento della destra, e chiedere scusa all'elettorato. Solo così, con questo determinante passo verso la chiarezza, si può instaurare un nuovo rapporto di fiducia.

Fracassodavelletri

Sab, 09/01/2016 - 14:05

In bocca al lupo, Presidente.

Ritratto di SAXO

SAXO

Sab, 09/01/2016 - 14:09

Era ora!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 09/01/2016 - 14:22

#perSilvio46 Di storico, qui, c'è solo la tua "trollaggine".

frafancofo46

Sab, 09/01/2016 - 14:23

Dai Presidente Berlusconi abbiamo fiducia in te e non ti abbandoneremo perchè solo con te possiamo tornare a sperare lo dice uno che oggi compie 70 anni e spera in un tuo ritorno

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 09/01/2016 - 14:28

A MIO PERSONALE PARERE, IN ITALIA NPN C'E' PIU' UN CENTRO DESTRA O UN CENTRO SX. IL POPOLO DI AMBEDUE LE CORENTI GENERALI VA SOLO CERCANDO UNA VIA DI SALVEZZA PROPRIA E DELL'ITALIA INTERA. QUINDI BASTA RIFERIRSI SOLAMENTE AI SOLITI MODERATI DI DX CHE POI NON HANNO NEMMENO "MEDAGLIWE A VALORE" E LASCIANO SOLO A DESIDERARE. IN iTALIA, COMPRESO SOPRATTUTTO IL LIDER BERLUSCONI "MASSACRATO", CI VOGLIONO UOMINI ESTREMAMENTE ENERGICI COME SALVINI O PEGGIO ANCORA CHE SAPPIANO UNIRE TUTTO IL POPOLO ITALIANO DI COLORE QUALSIASI VERSO L'EFFETTIVA SALVEZZA. E' ORMAI INUTILE PARLARE DI MODERATI, IL POPOLO ITALIANO E' STANCO DI TUTTE QUESTE ANGHERIE ! BISOGMA CONSIDERARE ANCHE IL FATTO CHE, ORMAI, E' ANCHE TROPPO TARDI PER POTER RIVOLTARE TUTTO IL SISTEMA DITTATORIALE !

elgar

Sab, 09/01/2016 - 14:32

@ ilvillacastellano. son d'accordo con lei. Se c'è un difetto che ha Berlusconi è quello di circondarsi di cortigiani privi di scrupoli che hanno due facce. Se non tre o quattro. E i fatti, purtroppo, lo hanno dimostrato. Tanti lo hanno usato come "taxi" elettorale senza spendere nulla salvo poi fondare nuovi partiti una volta approdati in Parlamento. Ma così hanno, di fatto, tradito gli elettori. E' come se io pagassi un avvocato per difendere i miei interessi e poi lo stesso mi remi contro o lavori per la parte avversa. Il tutto in nome dell'assenza di vincolo di mandato previsto sì dalla Costituzione ma che moralmente fa schifo. E' per questo motivo che, a simiglianza di Grillo, pur con delle modifiche, auspicherei una democrazia sul web per sentire gli "umori" dell'elettorato che può e deve farsi sentire. Magari avesse letto alcuni nostri commenti. Forse avrebbe evitato alcune caz...te. che, purtroppo, oggi, paga.

enriette

Sab, 09/01/2016 - 14:57

Allora, forse rivoterò Forza Italia a queste condizioni: - fuori tutti i traditori opportunisti - basta scemenze con le donne che poi vengono strumentalizzate - tiri fuori le idee migliori - ci creda e non prenda più in giro i suoi elettori

Edmond Dantes

Sab, 09/01/2016 - 15:31

Classifica odierna per il trofeo di MasterstuPiD in questa sezione: 1) Kommissar, fantasista straripante con affondi da neurodeliri; 2) soldellavvenire, un umile portatore d'acqua "diversamente intelligente", diligente però nel non perdere mai l'appuntamento con la sua minchiata quotidiana; 3) Totonno58 e xgerico a pari merito, di stima alla carriera, purtroppo gli anni cominciano a farsi sentire e quando i "deja vu" diventano troppo frequenti magari l' Alzheimer incombe, una visita dal neurologo non guasterebbe.

Ulisse20150000

Sab, 09/01/2016 - 15:46

Berlusconi deve rimettere in campo le idee per cambiare prima ancora di se stesso. Idee per rovesciare la prigionia delle persone in modelli economici che non funzionano, idee per rivendicare un modello culturale che parli di liberta' del'individuo, di provenienze comuni dei popoli europei, di giustizia e politica al servizio del cittadino e non viceversa come oggi. Senza rovesciare il fronte della cultura imposta e ipocrita, non c'e' discesa in campo che tenga. Ci dica il Cdx dei modelli culturale e economico che vuole seguire e i provvedimenti per implementarli: gia' alle elezioni amministrative !

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 16:20

Edmond Dantes - Sono contento di essere arrivato UNO! Certo, la sua superficialita` consiste primariamente nel non avere alcun argomento per rispondere alle opinioni altrui, e quindi ricorre a queste patetiche manfrine adolescenziali (se poi lei e` un adolescente le diro` che non e` una buona scusa). Ora, con quel nomignolo pseudo-colto, che Dumas si stara` rivoltando nella tomba per l'abuso, potrebbe magari farci vedere che ha qualcosa in zucca, anziche` fresche frasche, e potrebbe controbattere almeno uno degli argomenti portati da chi la pensa diversamente. Pero` sa, ognuno si trastulla con quello che ha, lei ha questo encefalogramma che tende al piatto, quindi dobbiamo accontentarci che lei esista.

INGVDI

Sab, 09/01/2016 - 16:24

Caro il villacastellano, lei ha ragione, così pure dlux. Il Cavaliere è un uomo ferito, tradito dai suoi, conscio degli errori commessi ma orgoglioso da non poterlo ammettere. Sarebbe controproducente umiliarlo pretendendo che lo faccia. Oggi il problema non è Berlusconi. I problemi sono il cattocomunismo, il renzismo, il grillismo. I problemi sono Renzi e i suoi compagni,i problemi sono i poveri (di buon senso) grillini, figli del becero comunismo. I problemi stanno nella sindrome di Stoccolma che sta diffondendosi in maniera preoccupante tra le persone che hanno perso il senso della realtà ed hanno gettato la spugna. Confido nell'intelligenza di Salvini che possa trovare un ruolo per il Cav, un ruolo importante a livelo comunicativo e forte da far vincere il centrodestra. Unica speranza di salvezza per il nostro Paese.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 09/01/2016 - 16:27

Io ho veramente pietà di Gente che non riesce a vedere oltre il proprio muretto di recinzione e, parafrasando il Leopardi, oltre la siepe di casa propria; almeno il Poeta recanatese qualche rima l'ha sfornata; mi scusino gli intelligenti ma ci vorrebbe più umiltà. Qui si tira in ballo le volte che la Magistratura si è accanita su Berlusconi, ed è questo il sintomo che in Italia non Vi potrà mai essere Democrazia altrimenti come? Dicono male dei Rom che ammazzano le persone con l'Automobile e Grillo che ne ha falciate tre? Se la Gente vota grillini è una dicotomia da segnarsi sul Diario. Shalòm e Forza Italia.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 09/01/2016 - 18:32

L'unico dubbio e` se Berlusconi abbia scritto le domande per Sallusti, o se Sallusti abbia scritto le risposte per Berlusconi.

moichiodi

Sab, 09/01/2016 - 19:03

con renzi la democrazia è sospesa. con letta no! dopo le elezioni del popolo sovrano l'esito fu pareggio. e berlusconi devo dire con molto realismo, propose un governo di coalizione(che certamente non era quello che era stato prospettato agli elettori). ora invece quello di renzi non è democratico. vale a dire che c'è democrazia solo quando lo dice Lui.

moichiodi

Sab, 09/01/2016 - 19:05

"Con il risultato di un governo non solo non votato dal popolo ma contro il voto del popolo". anche quello letta non era il governo votato dal popolo!

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 09/01/2016 - 19:05

non passerà mai ma comunque lo scrivo- l'unico motivo per cui berlusconi è ancora in politica è quello di voler diventare presidente della repubblica- questa carica gli fornirebbe l'immunità necessaria contro i processi ancora in corso che marciano veloci- di tutto il resto a berlusconi- come è sempre stato - non gliene importa una cippa-

Anonimo (non verificato)

moichiodi

Sab, 09/01/2016 - 19:11

«Ci sono due aspetti che non mi piacciono affatto: il primo è che non apprezzo chi, in base alle proprie ambizioni, è pronto a mettersi al servizio di qualsiasi parte politica purché sia". Sta parlando di Sala a milano o di Marchini a Roma?

moichiodi

Sab, 09/01/2016 - 19:14

"Una legge che mi impedisce di sostenere economicamente il nostro movimento come ho fatto per vent'anni" per la verità anche prima dell'entrata in vigore della nuova legga Berlusconi si era "stancato" di pagare, mentre i parlamentari di forza italia non versavano i contributi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/01/2016 - 19:20

KOMMISSAR io invece ho il dubbio se lei è un cre.tino oppure un idioti. Per non sbagliare, la definirei un deficiente di sinistra :-)

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 09/01/2016 - 19:34

al Cav dico : PRESENTE||| un consiglio, faccia pubblicare la lista dei cambiacasacca e voltagabbana, in modo che non osino farsi vedere sotto mentite spoglie. Temo che qualcuno con lo sgabello attaccato al cuxo ( ce ne sono tanti) avrà la faccia di cacca di presentarsi cospargendosi il capo di cenere (quella degli elettori fregati..) giurando di servire fedelmente (il proprio portafogli...Ci vuole nel programma una nuova legge che ripristini l'obbligo di fedeltà al mandato degli eletti, pena la decadenza. Che Dio ce la mandi buona.......

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/01/2016 - 19:57

MOICHIODI ma perché non riesce a cogliere le differenze? De Benedetti per esempio, faceva fallire un sacco di aziende, all'ILVA lui ha fatto morire gente di amianto perchè se ne fregava! Prodi, poi, con I.R.I. ha venduto centinaia di aziende sottocosto, quasi regalati! Per non dire D'alema che con i soldi dei contribuenti ha comprato un terreno, centinaia di ulivi, e poi tramite le amicizie ha imposto ad alberghi di comprare solo il "suo" vino! Complimenti, lei è un geniale che capisce tutto... :-) si suicidi per eccesso di stupidità :-)

An_simo

Sab, 09/01/2016 - 22:14

Mortimer non spieghi MAI perché dissenti

Edmond Dantes

Sab, 09/01/2016 - 23:32

@Kommissar. Perché, le sue sarebbero opinioni ? Nel caso più benevolo pregiudizi da condizionamento pavloviano da "pensiero unico", nel meno benevolo minchiate da circolo ARCI, che poi non fa gran differenza. Pensi al campionato di calcio, magari li può dirne qualcuna giusta.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 10/01/2016 - 10:54

INGVDI Un sentito e convinto plauso al suo post. Cordialità.

moichiodi

Dom, 10/01/2016 - 12:07

Xmortimer. La mia stupidità non consente di capire la sua scienza. Mi spieghi, per favore, cosa c'entra no de Benedetti D'Alema e Prodi?

kandor

Dom, 10/01/2016 - 12:12

Il Cav. sara' ricordato come un personaggio comico, un megalomane a cui soprattutto piacevano le donne e che non ha combinato niente. A questo punto caxxi suoi, doveva fermarsi nel 2009, alla terza vittoria elettorale e terzo governo boicottato, denunciando quello che c'era da denunciare, avrebbe avuto un posto nei libri di storia.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 10/01/2016 - 12:53

MOICHIODI, non c'era nessun dubbio :-) cosa c'entrano? tutti e tre sono di sinistra, tutti e tre sono dei falliti, tutti e tre sono stati al governo grazie agli imbrogli, tutti e tre hanno guagnato sulla pelle dei poveri cristi, tutti e tre ci hanno trafficato con gli inganni, imbrogli, truffe, ecc.... ah, dimenticavo: la mia non è scienza, è solo mera constatazione dei fatti :-) perchè, lei non riesce proprio a constatare le differenze, vero? eh si! con i paraocchi comunisti che lei ha indosso, sembra un po difficile essere intelligenti :-)

An_simo

Dom, 10/01/2016 - 14:19

Mortimer il senso della sua follia sta nel fatto che lei sostiene che De Benedetti sia stato al Governo... Rosetti il cervello

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 10/01/2016 - 15:52

Grazie per aver tenuto lontano i comunisti dal potere: totale tirannico e manettaro. E grazie per aver mostrato di quale feroce dittatura togata stiamo soffrendo. Il mio voto è suo ma il paese è a cultura comunista e fascista. E il grillame è la sua perfetta sintesi. Il trionfo del peggio. Il miracolo è durato fin che è durato. Senza di lei il cdx non esiste e con lei è stato sì un baluardo di civiltà ma anche un'accozzaglia di oppurtunisti che pensano di poter far fortuna con la politica. Qualunque sia. Siamo italiani. E lei dovrebbe sapere quel che pensano di noi in giro per il mondo. E' vero, hanno ragione. Buona fortuna.

salvofranco

Dom, 10/01/2016 - 17:52

replica a Romaldi Sab, 09/01/2016 - 16:27 inviata 3 volte! Sallusti, perchè continua a censurare? può non piacerle ma ho scritto solo solo la verità.

moichiodi

Dom, 10/01/2016 - 18:19

comunisti, ladri ecc.. ma cosa c'entrano con l'intervista? non sono nemmeno citati! mi arrendo la sua scienza è superiore.

denteavvelenato

Dom, 10/01/2016 - 18:46

@mauriziogiuntoli Ma come, ha tenuto i comunisti lontano dal potere? Se continua/te a dire che siamo sotto una dittatura di sinistra

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 10/01/2016 - 18:54

An_simo, 22, 14 dare consigli a mortimer.sorcio, 'o ricchione, è inutile. Il soggetto è limitato mentalmente: ha solo due neuroni nella capa e quando riesce a collegarli è solo per insultare!!!!!!!!!! Poveretto, che pena mi fa ......

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 10/01/2016 - 19:09

MOICHIODI, ci spieghi lei come mai berlusconi c'entra sempre in ogni porcata? si parla di rilancio del partito? berlusconi è colpevole! si parla di evasione fiscale? berlusconi è colpevole! si parla di morti bianche? berlusconi è colpevole! si parla di malasnità? berlusconi è colpevole! questo è il modo vostro di ragionare :-) è per questo che siete definiti delle capre comuniste....

salvofranco

Dom, 10/01/2016 - 19:39

4°invio. Adriano Romaldi 09/01/2016 at 16:27: Grillo non ne ha “falciati” 3. Quei tre erano sul suo SUV finito in un burrone dopo essere scivolato sul ghiaccio. Grillo è riuscito a saltar fuori un attimo prima del volo. Berlusconi invece ha consegnato le chiavi della Repubblica a Monti proprio mentre era CDG e con tanto di maggioranza piena. Se oggi siamo al terzo non-eletto lo dobbiamo proprio al tuo capitan-schettino. E piuttosto che ridargli il mio voto mi faccio suora come te.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 10/01/2016 - 19:56

Vedo che alle 19.09 mortimer.sorcio non è ancora uscito per battere i marciapiedi. Cosa non si fa per guadagnarsi da vivere!!!!!!!!!!!! Sorcio, i clienti riesci a soddisfarli?????

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 10/01/2016 - 20:38

Alla salamandra Edmond Dantes (povero Dumas) ricordo Vittorio Feltri 07.01.2016 : “Abbiamo lodato Renzi perché rottamatore, in realtà in Italia l’unico grandissimo rottamatore è stato Berlusconi. Da questo punto di vista lo batte 6-0, 6-0, punteggio tennistico. Berlusconi ha fondato un partito con cui ha vinto molte elezioni, poi è riuscito a demolire non solo il centrodestra ma anche Forza Italia. E addirittura è riuscito nella difficilissima impresa di demolire se stesso”. Così Vittorio Feltri a La Zanzara su Radio 24. “Renzi – dice Feltri – al confronto è un piccolo dilettante”. E Mediaset?: “Anche con l’azienda si è messo sulla buona strada, è avviata bene verso la demolizione”. Feltri parla ancora di Berlusconi: “Non vuole bene alle persone, figuriamoci agli animali, ai cagnolini. Vuole bene solo a se stesso”.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 10/01/2016 - 20:48

denteavvelenato# Caro arruffapopoli, il B. ha impedito per anni che il potere legislativo si saldasse con scuola, università, sindacati, coop rosso/mafia, banche, magistratura, corte cost/, CSM, e istituzioni tutte. Invase col tempo dai bella ciao comunisti, corrotti ed incapaci. A fronte di costoro nessuno può governare e non ha mai governato. Lo possono fare solo i comunisti, sia sciti che sunniti, e si chiama totalitarismo. Vi siamo votati per naturale inclinazione ma il B. lo sta ancora impedendo. E' un fatto innaturale, lo so, ma a me piace così.

moichiodi

Dom, 10/01/2016 - 22:55

xmortimer. mi arrendo alla sua scienza. la mia stupidità non va oltre. non ho scritto nei miei commenti che Berlusconi è il colpevole della pioggia. ho solo evidenziato alcune sue contraddizioni di valutazione politica. per metterle all'attenzione dei commentatori meno faziosi e meno "scienziati" di lei. provi a usare la sua scienza a rispondermi nel merito dei miei 3 commenti iniziali.

salvofranco

Dom, 10/01/2016 - 23:37

mauriziogiuntoli20:48# sono d’accordo sul suo giudizio verso le sinistre.Tuttavia, fatti storici alla mano, non possiamo assolvere il B. per averci cosegnati all’economicida Monti nel novembre 2011. Aveva la maggioranza ,come ho detto, e io questo lo chiamo TRADIMENTO; aveva già tradito Gheddafi (trattato 2008) e la Costituzione (art.11) con i nostri bombardamenti sulla Libia. L’invasione attuale e il rafforzamento dell'Isis sono l’effetto di quella vile decisione, se non vogliamo raccontarci frottole.

denteavvelenato

Lun, 11/01/2016 - 09:19

@mauriziogiuntoli Si vabbè la solita accozzaglia a cui è/siete abituati nelle risposte, ma lui e voi continuate a parlare di dittatura di sinistra, governi non eletti (ai quali ha sempre dato l'appoggio) Dovreste solo decidervi, ma d'altronde la coerenza....

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 11/01/2016 - 10:06

denteavvelenato# Caro arruffapopoli, l'appoggio dato ai governi non eletti era un atto doveroso in considerazione del gigantesco attacco economico finanziario a cui il B. ed il paese erano sottoposti ed a cui quelli come lei si sono uniti in odio al B e contro il paese. Siete traditori da sempre, combattete il nemico con la pelle degli altri. Vili e disgustosi.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 11/01/2016 - 10:25

Questa banda di poveretti che qua dentro si ostina ad odiare il B. non sa di farlo perché B. è un uomo e gli altri marionette. Nessuno si sognerebbe di odiare Renzi o Grillo. Eppure sono incapaci pericolosi e truffatori. Però meritevoli solo di umano disprezzo, mai di odio, sarebbe sprecato. Addirittura uno di loro è un pluriomicida per futili motivi, per sentirsi virile. Invece è un poveraccio con tette rifatte e chioma fonata che ha il merito indubbio di aver scremato il peggio del paese e di venderlo qua e là.

denteavvelenato

Lun, 11/01/2016 - 11:06

@mauriziogiuntoli Ok, argomenti finiti, arrampicamento sugli specchi, e poi via di insulti, nulla di nuovo. Ma poi, va bene l'appoggio a Monti per "senso di responsabilita" ma con Renzi non c'era bisogno dell'appoggio, considerando che la speculazione dei mercati era finita.

Rossana Rossi

Lun, 11/01/2016 - 11:10

Le ragliate dei soliti asini sinistri non scalfiggono il fatto che solo Berlusconi e la destra può tirarci fuori da questo regime di usurpatori incapaci abusivi, mai eletti, profittatori, ladri, parolai, imbroglioni ecc.ecc.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 11/01/2016 - 11:26

Il giudizio politico impietoso su Berlusconi ha solide fondamenta, come ha osservato con acume #ilvillacastellano 11:51, ed è chiaro che non può pretendere di sostituire Salvini, che ha meritato sul campo l'aumento dei consensi per la Lega. E allora? Al suo posto, deve far nascere una nuova leadership e far passare un nuovo messaggio politico per togliere voti a RenzieAlfano, senza attaccare o diminuire il successo di Salvini. Molto difficile, ma probabilmente è l'unica via praticabile per unire il cdx. e aumentarne complessivamente il peso elettorale.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 11/01/2016 - 11:57

denteavvelenato# Caro arruffapopoli, gli argomenti sono mille e mille ma sprecarli con voi ..... Il patto del Nazareno era fondato e poi è stato tradito. Italiani soliti vigliacchi e traditori. E' la vostra storia. Vergogna.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 11/01/2016 - 12:12

salvofranco# Se lei fosse un liberale capirebbe che Gheddafi è stato solo un vincolo europeo da rispettare. Questo è essere soci. E non traditori. A Monti fu consegnato un paese sotto attacco della finanza mondiale. Fu un provvedimento emergenziale. B. non ha tradito un bel niente, ha solo tenuto fede ai patti che gli italiani non hanno mai saputo cosa significhi. I problemi del paese sono appunto la totale assenza di una cultura liberale e la prevalenza di quelli come lei. Auguri, siete la maggioranza di un paese che ha tradito sempre e tutti.

PAOLINA2

Lun, 11/01/2016 - 12:26

Bravo cicero08, le favole e le barzellette le ha raccontate x anni agli italiani, e' ora che si sieda su una poltrona del salotto e le racconti ai suoi nipotini che forse gli crederanno e lasci spazio a BRUNETTA, BIANCOFIORE,RAVETTO,SALVINI,MELONI,GASPARRI che hanno imparato molto da lui.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 11/01/2016 - 12:27

ilvillacastellano# No, il ritornello non convince quelli come lei. Un vero liberale capirebbe che l'appoggio al governo Monti fu un atto di responsabilità visto che il paese era in guerra con la finanza dell'intera galassia. Semmai si domandi perché... Elezioni? All'epoca? Quando mai chi ha governato fin lì chiede le elezioni? Un Ciceruacchio, uno che vuol consegnare il paese al grillame o alle mafie sindacali o alle logge massoniche. Se lei fosse di cdx e non un bellaciao col cappuccio farebbe dei nomi per rinnovare l'organigramma . Ma non se ne parla , vero? Ci dica chi è lei e chi la manda piuttosto.

acam

Lun, 11/01/2016 - 12:28

Silvio ha avuto il difetto di facciata dell'ingenuità cosa, peccato che in politica non si può avere neanche per gioco. Infondo silvio non è affatto ingenuo perché seno non sarebbe durato venti anni da Lieder e non avrebbe continuato a mietere vittime politicamente parlando tra i suoi oppositori. silvio incarna il sentimento che no ci sono limiti alla voglia di fare che esiste in moltissimi al mondo. il ridicolo è stata l'applicazione di una norma ridicola che non esiste in nessun nazione al mondo, al massimo era passibile di ammenda pecuniaria. Ciò che gli fa onore è restare sul campo dopo tute le schifezze subite che che ne dicano i detrattori

denteavvelenato

Lun, 11/01/2016 - 13:09

@mauriziogiuntoli Se ha mille e più argomenti perché cade nell'insulto e perde le unghie sugli specchi. Continua a tergiversare e spostare l'argomento, lo so che il Nazzareno è stato tradito, ma mi spieghi come mai è stato fatto, perché scendere a patti con i pericolosi comunisti, perché dare l'appoggio a dei governi, poi parlare di democrazia sospesa, quando si ha contribuito a crearla e mantenerla

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 11/01/2016 - 15:32

Il messaggio di Silvio ai suoi elettori è molto chiaro: a 5 mesi dal voto per le amministrative non c'è un accordo chiaro con gli alleati (potenziali), non ci sono regole chiare o un metodo definito e condiviso su come selezionare i candidati e non c'è una lista di nomi tra cui scegliere ..... A livello di partito poi della "nuova classe dirigente che presto si farà conoscere, rappresenta il futuro di Forza Italia e saprà assumersi con il mio aiuto e con il mio sostegno, le necessarie responsabilità" non c'è fuori una faccia che sia una ...... Enjoy!

cespugliando

Lun, 11/01/2016 - 15:32

@ aredo: Hai interpretato male. "quelli più in gamba" non erano certo i migliori, ma quelli che se ne sono andati a gambe levate, perchè avevano gambe più leste: tipo Alfano, Quagliarello, Cicchitto, Biondi, Fitto, Verdini ecc. e ancora prima Fini e Casini. Ma il problema non è per quelli che se ne sono andati! Il problema è che ancora non ci sono nuovi all'altezza della situazione.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 11/01/2016 - 17:11

@mauriziogiuntoli 12:27 pur comprendendo le ragioni (molto affettive) della tua fedeltà a Berlusconi, non puoi difendere ad oltranza posizioni che lo stesso Berlusconi ha rinnegato e sta rinnegando reiteratamente. Ora, per proiettarci sul futuro, ti chiedo: cosa pensa debba fare il cavaliere per recuperare i milioni di voti persi, diciamo anche in buona fede (cosa di cui dubito), senza contaminare o contrastare i successi che stanno avendo le sole forze lui più vicine (Lega e FdI)? P.S. credo di aver già dato qualche suggerimento alle 11:26.

NONPIRLA

Lun, 11/01/2016 - 18:16

LA CANSURA FUNZIONA ANCORA BEI DEMOCRATICI. SEI IMPRESENTABILE SALLUSTRI

acam

Lun, 11/01/2016 - 19:37

cespugliando Lun, 11/01/2016 - 15:32 cosa sta facendo quello che è all'della situazione ? che suggerisci?

salvofranco

Mar, 12/01/2016 - 00:23

mauriziogiuntoli# insultare è tipico di chi non è all’altezza del ragionamento. Gheddafi un vincolo europeo? gli italiani erano il partner n.1 per petrolio e gas con i libici, contratti ENI siglati fino al 2045, il controllo assoluto del Mediterraneo con motovedette italo-libiche, nessuno ci sbarcava più in casa e B.che fa? TRADISCE il trattato 2008 (art.3 e art.4 commi 1 e 2, se li vada a leggere prima di dar fiato alla bocca) e va a bombardare la Libia, AZZERANDO l’80% del nostro arsenale bombe e missili, che ora anche lei dovrà riassortire come contribuente, lo sapeva? e TRADISCE anche la nostra Costituzione (art.11) perché la Libia non ci aveva attaccati! Altro che i suoi luoghi comuni di bassa tifoseria! (1 di 3)segue..

PopoloSovrano

Mar, 12/01/2016 - 14:43

Se il cdx vuole vincere deve, in primis, proporre dei candidati che siano persone serie, meticolose, umili e soprattutto che abbiano fatto gavetta del mondo del lavoro. Operai, professionisti, imprenditori non importa quale estrazione professionale siano, ma che abbiamo nella loro vita soprattutto lavorato. Evitare di presentare le solite ragazzette piacenti che non possono dare nessun contributo tranne quelle di sistemare la loro vita economica

PopoloSovrano

Mar, 12/01/2016 - 14:44

Parole come ''MODERAZIONE'' devono essere cancellate. Non c'è più tempo per le mezze misure, siamo a Caporetto o ribaltiamo drasticamente la situazione o soccombiamo del tutto. Il ''POLITICALLY CORRECT'', davanti all'invasione che stiamo subendo deve essere lasciato in uso solo ai compagnucci della sinistra. Per ultimo,ma non per importanza, proporre un programma politico drastico: smontare completamente la struttura burocratica ed economica del paese (regioni, regioni a statuto speciale, provincie, polizia, giustizia ecc.) e ripensarla sulla base di un'effettiva efficienza. Altrimenti non ci resta che recitare il de profundis di questo paese.