Rigopiano, Federica si laurea dopo la tragedia e mette la tesi tra la bara di mamma e papà

Federica di Pietro ha perso i suoi genitori nella terribile tragedia di mercoledì 18 gennaio, quando una slavina ha trovolto l'hotel Rigopiano. Dopo essersi laureata ha voluto condividere con i suoi genitori quel momento di forte gioia ma anche di grandissimo dolore

La slavina che mercoledì 18 gennaio ha sepolto interamente l'hotel Rogopiano ha tolto la vita anche ai genitori di Federica Di Pietro, quei genitori che tanto attendevano la laurea della loro amata figlia.

Papà Piero e mamma Barbara non ce l'hanno fatta. Non sono riusciti a vedere diventare la loro figlia una dottoressa. Federica, infatti, venerdì 27 gennaio si è laureata in giurisprudenza alla Sapienza dopo anni di gioie e sacrifici. Con lei c'erano la sorella Fabrizia, gli zii e tantissimi amici. Ma non i suoi genitori.

Federica - scrive ilMessaggero - avrebbe dovuto laurearsi martedì 24 gennaio, ma non avendo ancora notizie certe su mamma e papà, che il 18 gennaio si trovavano all'hotel Rigopiano, aveva chiesto di poter rimandare il giorno della discussione. Perchè li voleva vicino a lei. Voleva un sostegno da parte loro. Ma il destino è stato crudele e solo 24 ore dopo, i soccorritori hanno estratto tutti i corpi privi di vita dal cumulo di macerie e neve. Tra questi anche quelli di Piero e Barbara. Il suo papà e la sua mamma.

Ma il tempo non si ferma né apsetta. Così è arrivato il venerdì fatidico. Il venerdì della discussione. E se da una parte Federica, con grande maestria, illustrava ai professori il suo percorso accademico, dall'altra veniva allestita la camera ardente dei genitori. Con dolore, con coraggio e con grande forza è riuscita a laurearsi, a fare quello per cui i suoi genitori avevano fatto un mare di sacrifici: è diventata una dottoressa di legge.

Ma dopo la proclamazione, non c'è stato il tempo dei festeggiamenti perché il cuore rotto e la mente distrutta erano da un'altra parte. Erano dalla mamma Barbara e dal papà Piero. Per questo, è subito andata dai suoi genitori e, tra le loro bare, ha lasciato un pezzo del suo traguardo: la sua tesi.

In questo momento di assurdo dolore e desolazione, Federica è riuscita a raggiungere il suo obiettivo, è riuscita a prendere la forza dai suoi genitori e come poteva ringraziarli se non donado loro la sua tesi? Quella tesi sudata, lottata e voluta da lei, da mamma Barbara e da papà Piero.

Commenti
Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Lun, 30/01/2017 - 09:20

Grande forza d'animo.