Riina jr si trasferirà a PadovaLa Lega non ci sta e attacca: "Un attentato contro il Nord"

Il tribunale di Palermo dà l'ok al trasferimento del figlio del boss. Ed è bagarre. La Lega: "Ospite indesiderato". Bossi: "Il Nord reagisca con la pena di morte"

Giuseppe Salvatore Riina, il figlio 34enne del boss mafioso Totò Riina, potrà lasciare Corleone dove sta scontando la sorveglianza speciale dopo essere uscito dal carcere e trasferirsi a Padova per lavorare presso una onlus. A deciderlo sono stati i giudici della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo che hanno accolto l’istanza dei legali di Riina junior. Una decisione che ha fatto scoppiare un vero e proprio putiferio. In prima linea la Lega Nord che ha bollato Riina Jr. come un "ospite indesiderato". "È un attentato contro il Nord", ha tuonato il leader del Carroccio Umberto Bossi.

Riina Jr. potrebbe arrivare a Padova tra una decina di giorni. Il figlio del capo di Cosa Nostra ha, infatti, ottenuto dal tribunale di Palermo il via libera alla sua richiesta di essere sottoposto nella città veneta alla misura della sorveglianza speciale, dopo aver trascorso nel carcere di Opera a Milano otto anni e dieci mesi di reclusione per associazione di tipo mafioso. Nello scorso ottobre Riina Jr. aveva fatto sapere di volersi trasferirsi a Padova per lavorare con una Onlus, sollevando molto polemiche specie in casa Lega. Un desiderio, quello del figlio del boss mafioso, che non si era realizzato perchè prima dell’uscita dal carcere gli era stato notificato l’obbligo di soggiorno a Corleone e "sospesa" la misura di sorveglianza che gli avrebbe permesso, come previsto dal magistrato di Pavia, di arrivare in Veneto.

"Non commento le decisioni della magistratura. Anche quella su Riina è una misura giudiziaria e bisogna rispettarla". È stato il secco commento di Flavio Zanonato, sindaco di Padova, assicurando che farà in modo che "le cose siano gestite nella maniera giusta senza creare alcun problema". Tuttavia, la decisione del tribunale di Palermo non è piaciuta al centrodestra che ha espresso chiaramente la propria contrarietà. Il governatore del Veneto Luca Zaia ha ricordato che "la battaglia dei veneti e del Veneto e chiara e incontrovertibile: diciamo no a ogni forma di 'ospitalità' imposta". Gianpaolo Dozzo, capogruppo della Lega alla Camera, ha spiegato che Riina è un "ospite indesiderato". Il Senatùr ha alzato il tiro: "È un attentato contro il nord, che il nord dovrebbe punire con la pena di morte per le conseguenze che avrà nella nostra società: rapine, violenze e mafia". Della decisione Bossi ha incolpato il governo Monti che, a suo dire, "ha fatto tornare il soggiorno obbligato". Poi la'vvertimento: "Non accetteremo di essere invasi ancora una volta dai mafiosi".

Commenti

jelena

Sab, 03/03/2012 - 21:32

gentiel riia, figlio, pago l'assicurazione rc auto da sempre, ma nei ultimo 10 anni nonostante io non faccia incidenti l'assicurazion e non diminuisce come da bonus-malus, perchè dicono che lo stato aumenta le spese quindi il bonus non funzione, eco si come voi ofrite delle cosidette protezioni, non potrete fare un mercato paralelo per cui almeno voi vi comportate da uomini d'onore e quindi rispetate il contrato, io lo stipulo con voi , e se tutto và bene và bene e e se intrupo qualche machina voi con i vostri affiliati carozieri la agiustate ed a me come è giusto mi aumentate la protezione; visto che in maniera cosidetta legale sono fotuta da dieci anni magari con quella paralela potrei avere cio che mi speta, semplicente una contratuale diminuzione della poliza.

kocis1

Sab, 03/03/2012 - 21:35

Sono antileghista. Ma in questo caso la lega e tutto il nord hanno tutte le ragioni di queso mondo a protestare.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 03/03/2012 - 21:54

CI RISIAMO!! La stolta ed IDIOTA pratica del confinamento che ci illudevamo fosse terminata, REINIZIA!! Pensar male è peccato ma.. diceva Andreotti. Inizio proprio a pensar male, ovvero inizio a pensare che nei gangli dello stato, che nei gangli della magistratura si celino dei loschi individui che altro non pensano che, ESPORTARE LA MAFIA. Perchè di questo si tratta, salvo poi denunciare pubblicamente che ANCHE IL NORD è mafioso è corrotto ecc. Ma perchè non se li confinano a casa Loro i mafiosi?? Se il NORD ovvero le sue istituzioni REGIONI PROVINCIE E COMUNI UNITI non avrà la forza di far smettere questa MENATA sarà sempre peggio. ADIEU ITALIA dal Leghista Monzese. PUBBLICATE NON FATE COME NEGLI ULTIMI MIEI POST CHE AVETE IGNOBILMENTE CENSURATO.

simbruino3

Sab, 03/03/2012 - 22:19

nelle nazioni che "non hanno fatto"o" non hanno perso " LA SECONDA GUERRA MONDIALE , i coetanei ottantenni ,maschi e femmine ,di Salvatore Riina ,,o della madre di Marchionne,,, parlano tre lingue perche´le hanno imparate frequentendo normalmente le scuole NEGLI ANNI QUARANTA ,,Salvatore Riina o Bernardo Provenzano "stranamente"parlano solo il dialetto siciliano e capiscono non molto di piu´della lupara-- Se questo guaglione ha studiato perche´alla sua generazione lo Stato Italiano ha potuto offrire scuole ed universita´, e´propabile che da queste storie , a lui anacronistiche , riesce a tirarsi fuori , e Bossi farebbe bene a non evocare nessuna pena di morte, ma evidentemente aiutarlo a rientrare nella societa´civile ,,perche´un padre e´importante come uno Stato, e ,,,,piu´gravemente abbaimo centinaia di migliaia di ragazzi di venti anni che sono morti in guerra per lo Stato,,,quindi questo ragazzo se ha fatto guerra allo Stato e´perche´lo ha detto il Padre,, e non lui---

enzotau

Dom, 04/03/2012 - 00:01

Leghisti ma andate a cag.......

roberto zanella

Dom, 04/03/2012 - 00:14

La Lega Nord ha ragione l'antimafia siciliana della famosa procura agisce di fatto per poi dire fra un pò che c'è la mafia al nord,per forza trapiantano i mafiosi nei tessuti sani del paese cioè il nord cosi poi tutti i meridionali bizantini ti vengono dira:visto che è successo a Padova,non solo noi siamo mafiosi. Governatore Zaia questa volta vi voto. Resistete non a parole, tenetevi i soldi.Questi qui sono bravi con i NoTav poi fanno alla svelta a sbatter dentro i Serenessimi.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 04/03/2012 - 01:01

Ognuno si tenga i delinquenti che appartengono al territorio, questo per gli italiani , per quanto riguarda gli stranieri fuori dalle pa.le , ognuno a casa sua.

卢&#21345...

Dom, 04/03/2012 - 01:13

La pena di morte è la pena giusta per chi porta la mafia al Nord, per Riina jr. , e per Berluscoso.

gyxo

Dom, 04/03/2012 - 05:58

Non capisco perche' questo campione di onesta'e di rettitudine morale non possa essere ospitato da una onlus siciliana(ammesso che in sicilia esistano onlus).Siamo ritornati al devastante soggiorno obbligato, che gia' tanto danno ha fatto al nord, per foraggiare eventuali malavitosi al nord e per dar adito a quel trombone di saviano che il nord e' mafioso non a causa e per colpa dei mafiosi siculi e napoletani trapiantati dalla abominevole magistratura al nord,ma perche' secondo il trombone suddetto la mafia e' nel dna del nord.La sicilia e' autonoma quando si tratta di incassare montagne di soldi da questa nostro ridicolo stato,mentre la vergognosa magistratura provvede a proclamarsi nazionale quando(come in questo caso)scarica il delinquente(che gia' un magistrato ha graziato non mandando avanti le carte processuali per dimenticanza?) al nord.Napolitano esci dall'ibernazione e se ci sei batti in colpo.Che strazio ragazzi.Forza lega opponiti per la nuova ingiustizia.Bonjour tristesse

angelarossi

Dom, 04/03/2012 - 08:02

Pena di morte per il figlio di Riina? Mi pare che non abbia ucciso nessuno. Allora la Lega chieda la pena di morte per tutti gli assassini padani messi in liberta` e addirittura graziati; la chieda per quelli della mala del piovese, per Maniero che, nonostante rapine e omicidi, scorazza tranquillo dalle loro parti o per Vallanzasca, un altro assassino diventato eroe con tanto di film la cui moglie, imbrillocchiata e ossigenata, va a parlare nei talk show della D'Urso a lamentarsi che il suo Rene` riceve troppe lettere dalle ammiratrici. Afflitti come siete da un misero provincialismo, non vi accorgete di imbrogli, truffe, rapine e omicidi firmati dai vostri conterranei, ben prima dell'era dei soggiorni obbilgati. Non li vedete perche` il vostro fanatismo vi ha reso totalmente ciechi. Altro che guidare il popolo padano! Prendetevi il bastone bianco oggi prima di uscire di casa.

gicchio38

Dom, 04/03/2012 - 08:31

CARO BOSSI ORA VE LO DOVETE SUCARE VOI don giuseppe salvatore riina. TRATTATELO BENE E BUON PRO VI FACCIA.

Cimbro_Veneto

Dom, 04/03/2012 - 08:35

cacciarlo immediatamente e chiudere la onlus subito! Basta teroni!

killkoms

Dom, 04/03/2012 - 09:03

debbono prendersela con la solita onlus"volemose bene"che per discutibili motivi gli ha spalancato porte e finestre!magari per un altro soggetto non l'avrebbero fatto!

Loreno Bardelli

Dom, 04/03/2012 - 09:07

E poi si meravigliano che la malavita organizzata si sia radicata anche al Nord ?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 04/03/2012 - 09:25

La loro merce se la tengano nei loro paesi.!!!

actarus100

Dom, 04/03/2012 - 09:34

La LEGA ha ragione! Riina junior sia confinato nella ONLUS che opera a Linosa. Il tribunale di Palermo non ha giurisdizione sul Veneto, e dovrebbe preoccuparsi di mantenere i "suoi" criminali nel proprio territorio e non andare a spargere crimine (e "me.da"), in casa altrui. Con le loro decisioni i tribunali siciliani hanno di fatto imposto il crimine nel nord-Italia sin dagli anni cinquanta, (Genco Russo, Luciano Leggio, Filippo Melodia etc. etc.). Noi siamo stanchi di subire le decisioni unilaterali dei tribunali siciliani e della polizia di Stato, (che non sono rappresentativi della popolazione italiana). I giudici siciliani hanno tante isole a disposizione dove poter collocare e controllare i loro criminali, perché obbligare le regioni del nord-Italia a subire non solo le loro decisioni ma anche le nefaste conseguenze future che il trapianto di mafiosi come Riina potrà avere? Noi accetteremo la decisione solo se pronunciata da "Zorzenon" o "Muner" di Padova. Secessione!e subito!!

actarus100

Dom, 04/03/2012 - 11:29

E' ora di finirla con le autosponsorizzazioni e autocelebrazioni di magistrati e funzionari dello stato che fatalmente finiscono anche in collusioni! Si nomini Maroni Capo della Direzione Nazionale Antimafia, (uno di fuori, come fece Cav. Benito con prefetto Mori), e vedrete che questo schifo di gestione dell'antimafia e dei pentiti a singhiozzo, (con rivelazioni a tempo, con la scusa che i magistrati siciliani conoscono il problema), finirà. Io non ho alcuna fiducia nei magistrati che usano la giustizia per fini politici, secondo me molti dei magistrati meridionali, che "occupano" le procure del Nord, sono braccia sottratte all'agricoltura. Io VOGLIO essere rappresentato in questo Stato, ed al momento NON LO SONO!! Quindi vivendo in uno Stato di semi-schiavitù comandato da funzionari, sulla cui nomina non sono stato interpellato, a cui del MIO Paese non importa nulla, (capaci solo a farsi gli affari loro), la mia unica soluzione é il divorzio da questo Stato tiranno! Secessione!!

TRIDENTINA AVANTI

Lun, 05/03/2012 - 01:11

Prima di dimenticarmi volevo dire al pozzo di…..sapienza di “5 enzotau” che el “S’ANKÜLES” !!!

TRIDENTINA AVANTI

Lun, 05/03/2012 - 01:15

Mi chiedo: ma le ONLUS sono tutte al nord???