Riina torna a minacciare il pm Nino Di Matteo: "Corleone non dimentica"

L'ex capo di Cosa Nostra, parlando al boss della Sacra Corona Unita nell'ora d'aria, è tornato a minacciare il magistrato che indaga sulla trattativa Stato-mafia

Il boss Totò Riina torna a minacciare, dal carcere, il pm palermitano Nino Di Matteo. Le intercettazioni rivelano la volontà del capomafia di eliminare il magistrato che indaga sulla trattativa Stato-mafia. "Questo Di Matteo non ce lo possiamo dimenticare. Corleone non dimentica": così Riina, il 14 novembre, si è rivolto al boss della Sacra Corona Unita con cui condivide l’ora d’aria. Il giorno precedente era stata pubblicata la notizia di altre sue esternazioni minacciose nei confronti del magistrato e dell’intenzione di trasferire il pm, per motivi di sicurezza, proprio a seguito delle intimidazioni del boss, in una località segreta. Al mafioso pugliese che gli chiedeva come avrebbe fatto ad eliminarlo se l’avessero portato in una località riservata, Riina avrebbe risposto: "Tanto sempre al processo deve venire".

Commenti
Ritratto di semovente

semovente

Gio, 05/12/2013 - 18:23

Non sarebbe il caso di fargli prendere aria da solo?

angelomaria

Ven, 06/12/2013 - 19:28

sempre cosi le promesse dei pm che dicono di tutto basta che s'incrimi qualcuno vediamo da chi si puo'incomiciare da previti a berlusconi e mille altri messi sul piatto di magistrati sovversivi piu' delle mafie unite con poteri rubati a chi dovevano difendere i nostri concittadinie non soloe'ora di direBASTAvi ricordo che io non vivo in'italia ormai da quasi 25anni ma non vuole dire che non l'ami anche sedevo ammettere ultimamente la vergongna di essere nato ITALIANO riaffiora troppo spesso per un'italia democratica funzionante io mi batto oggi e per sempre come sto combattendo una malattia terminale per 15 anni ormai la mia none vita ma sopravvivenza a causa della malttia m'imaggino csa dev'essere la vostra come persone sane e non riesco apensare come disabili veri possano andsre avantiin una ormai Italianuccia dove la corruzione ha vuto la megli sulla democrazia vi auguro un buontutto per i prossimi decisivi mesi saro'con voi sempre!!!