Riparte la riforma del catasto Ma è stangata sugli immobili

L'Europa chiede all'Italia una riforma del catasto in tempi brevi. Confedilizia: "Emergenza vera è ridurre le tasse sugli immobili"

È cominciato il nuovo percorso per la riforma del catasto. Infatti il nuovo catasto, come sottolinea il Sole24Ore, rintra nel Pnr, il piano nazionale delle riforme che arriverà con il Def. La riforma del catasto di fatto ritorna sulla scena dopo alcune raccomandazioni da parte di Bruxelles per l'Italia. E soprattutto dopo le previsioni macroeconomiche. E Bruxelles su questo punto è molto chiara sottolineando come Roma abbia fatto "progressi limitati" proprio sul completamento della "riforma del catasto".

La riforma di fatto era già pronta e il governo Renzi era in procinto di mandarla alle Camere. Ma è arrivato lo stop per l'esecutivo sono stati i rilievi sull'osservanza della clausola della invarianza per la tassazione degli immobili. Insomma il rischio è che possano mutare ancora le tasse sugli immobili col nuovo catasto. E così Confedilizia prova a lanciare un messaggio chiaro a Gentiloni: “Leggiamo sulla stampa che il Governo Gentiloni starebbe pensando di riesumare quella riforma del catasto che il Governo Renzi aveva ritirato, nel giugno del 2015, perché non forniva adeguate garanzie di invarianza di gettito, aprendo all’opposto uno scenario di ulteriori aumenti di tassazione sugli immobili, mascherati attraverso improbabili "redistribuzioni", si legge in una nota. Poi l'avvertimento: "Quella legge delega è scaduta e non è certo questo il momento per iniziare un nuovo percorso, checché ne dica la Commissione europea, che inserisce pigramente il tema catasto nelle sue rituali raccomandazioni copia e incolla, senza avere un minimo contatto con la realtà.Per il settore immobiliare l’urgenza non è la riforma del catasto, ma una decisa riduzione di un carico fiscale che dal 2012 è stato quasi triplicato e che continua a causare danni incalcolabili a tutta l’economia: crollo dei valori, impoverimento, caduta dei consumi, desertificazione commerciale, chiusura di imprese, perdita di posti di lavoro. Dovrebbe essere questa la priorità di un Governo responsabile”.

Commenti

abocca55

Mer, 15/03/2017 - 12:27

Il catasto è già ripartito altre mille volte, e senza risultati. La vera riforma non ci sarà mai!

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 15/03/2017 - 12:55

Il Catasto non è mai partito, solo annunci su annunci e cosa dire dei tanti condomi edilizi, lo Stato ha incassato i soldi ma credo siano ancora tutti da verificare. C'è poi sul territorio una merea di immobili che andrebbero (dovrebbero) essere abbattuti, per svariate ragioni, ma la politica anche in questo caso è latitante. Quelle poche demolizioni che hanno fatto hanno creato grandi problemi alle Ditte esecutrici per questo l'incarico dovrebbe essere commissionato all'esercito (genieri) che con adeguato supporto e metodi spicci dovrebbe radere al suolo ogni edificio abusivo, questo almeno ci si aspetterebbe da uno Stato garantista che ha a cuore il controllo del territorio e la tutela dei Cittadini onesti.

pardinant

Mer, 15/03/2017 - 12:58

In teoria la grande novità di questa riforma dovrebbe essere la variazione del calcolo del valore dell'immobile da "vano" usato attualmente a "metro quadro". Evidentemente ciò appare a netto svantaggio dei "ricchi" le cui case possono avere vani di decine di metri quadrati a differenza dei "poveri" che ha vani anche piccolissimi e generalmente inferiori ai dieci metri quadrati ma valutati catastalmente come singolo vano. O trovano una scappatoia per continuare a fare pagare le tasse ai poveri oppure ... nulla.

arkangel72

Mer, 15/03/2017 - 13:15

Ovviamente saranno escluse le regge dei nostri politici di lungo corso.... La storia della casa di D'Alema insegna!!!

Koch

Mer, 15/03/2017 - 13:16

Come si fa a stabilire il valore di un immobile solo in base ai metri quadri o ai vani, quando il valore effettivo varia in funzione di tanti altri fattori, quali la vetustà o la tipologia dell'immobile o semplicemente delle fluttuazioni del mercato immobiliare? Meglio sarebbe stabilire una rendita in base all'affitto riscosso, dedotte le spese di manutenzione e gestione, come fosse il reddito di un'impresa.

Iacobellig

Mer, 15/03/2017 - 13:16

NON È PIÙ PISSIBILE ACCETTARE SUPINAMENTE CHE QUESTI INCAPACI LADRONI DI AMMINISTRATORI DEL GOVERNO ITALIA, CONTINUINO A SPREMERE I CITTADINI PER ANDARE A COPRIRE I LIRO SPERPERI! STANNO SUPERANDO IGNI LIMITE. BASTA: STIPENDI BENEFIT POTERE PENSIONI E MOLTO ALTRO TROPPI DIVERSI DA COMUNI CITTADINI!!! FANNO SOLO SCHIFO!

antonmessina

Mer, 15/03/2017 - 13:22

il mio valore catastale è circa il quadruplo del valore reale..come la mettiamo?

silvano45

Mer, 15/03/2017 - 13:35

la riforma secondo una casta dei politici italiani che non rinunciano a nessun privilegio e ora non hanno più vergogna di nulla è aumentare gli incassi per poter continuare a fare la bella vita.........fino a quando i cittadini lo permetteranno?

MLADIC

Mer, 15/03/2017 - 13:35

Il PD non sa più dove racimolare soldi per pagare gli amici ed i parenti che accolgono le risorse bisognose. Generali se ci siete battete un colpo

mileto

Mer, 15/03/2017 - 13:37

Il calcolo a metri quadrati dovrebbe favorire i "poveri". E se uno è stato benestante e dopo si è impoverito (come mi pare sia successo a molti) dovrà vendere la casa perchè fiscalmente non più sostenibile? E se uno eredita una casa che fiscalmente è al di sopra delle sue possibilità dovrà venderla? E se uno decide di fare tanti sacrifici per comprarsi una casa di livello superiore non potrà più farlo perchè poi è fiscalmente insostenibile? Con questi esempi intendo dire che il possesso di una casa più o meno grande non è un indice di ricchezza. Un ricco può avere una casa piccola. A mio parere le tasse dovrebbero essere pagate in base al reddito attuale non quello che magari si è avuto in passato.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 15/03/2017 - 13:38

Siamo alle solite, le riforme lumaca rischiano di essere affossare dalle controriforme tartarughe!

jenab

Mer, 15/03/2017 - 13:47

alla vigilia del voto?? ma per favore

giusto1910

Mer, 15/03/2017 - 13:50

Il carico fiscale sul 90% degli immobili può scendere di molto ed in alcuni casi azzerarsi. Sul restante 10% almeno la metà dovrebbe pagare molto di più. L'altra metà dovrebbe pagare moltissimo di più. Perché anche gli asini capiscono che se un bicamera a Sesto S. Giovanni paga 500 euro di tassa di proprietà, un bicamera a Cortina, a Capri, nei centri storici più importanti d'Italia, lungo le coste più ricercate dal turismo, deve pagare almeno 10 volte tanto. Ma come farebbero gli alti papaveri dello Stato con le loro ville a Capalbio! E Santoro con la villa in Costiera, e Fassino con quella in Val d'Orcia.....la verità é che é il Popolo a pagare per queste sanguisughe. La riforma del catasto va fatta aumentando le tasse sugli immobili che valgono e abbassandole su quelli che non valgono.

fergo

Mer, 15/03/2017 - 14:11

qualunque cosa i sinistri decidano, alla fine paghiamo sempre e solo noi cittadini, mai loro con il loro stipendi, bonus, rimborsi o quant'altro quotidianamente riservino alla loro povere vite.....facciamo una colletta per il PD?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 15/03/2017 - 14:20

Qualsiasi stangata é bene purché alla fine serva alla distruzione della patria della mafia e del fascismo che fa schifio al mondo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/03/2017 - 14:25

emergenza di che? Avete comprato casa? Ora pagate le tasse e tacete.Avete guadagnato cappelate di soldi appartamenti da 7 milioni di lire ora valgono 250 mila euro.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 15/03/2017 - 14:27

Giusto per dare un po di impulso all'edilizia!!!!!

LaGaviota

Mer, 15/03/2017 - 14:31

Occorre una riforma seria con aggiornamento del valore catastale con una formula che ne riduca il valore con gli anni. Inoltre sarebbe ora di considerare i metri quadrati e non i "VANI". Ma si sa come vanno le cose, se si ritoccano i valori catastali sarà solo per far pagare + tasse ai soliti noti.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 15/03/2017 - 14:46

Franco-a-trier (Treviri, per gli amici) deve avere una vita sociale ridotta ai minimi termini. evidentemente a Trier (Treviri) non gli parla più nessuno e viene qui sperando di essere notato. non si illuda, questa mia considerazione è "una tantum" e da ora in poi lui torna nell'oblio

paco51

Mer, 15/03/2017 - 14:51

flex : perché c'è l'hai con gli edifici abusivi^ sai qaul'è la differenza tra un edificio abusivo ed uno pseudo regolare? prova a chiedertelo, abusivo è sei hai costruito sul terreno altrui, per il resto le autorizzazioni sono solo mere esercitazioni ludiche! Cosa ne sai tu se l'autorizzazione rilasciata è regolare o meno! pensa al tuo!

Massimo Bernieri

Mer, 15/03/2017 - 14:58

Gli estimi catastali sono come gli "studi di settore".Lasciano il tempo che trovano perché il tuo guadagno,non dipende da quanto è grande l'ufficio o quanti clienti hai.Due abitazioni della medesima metratura,medesime stanze nelle medesima strada,hanno valori ben diversi se una ha l'ascensore e l'altra no.

mariolino50

Mer, 15/03/2017 - 15:01

franco-a-trier_DE Guadagnato cosa, con le case i soldi li prendi quando la vendi, ma se ci sei dentro non lo fai, oppure vendi e vai sotto il ponte, è solo un valore ipotetico, ed ora da tutte la parti salvo casi sporadici, non valgono quasi più nulla, va bene se devi comprare, ma a vendere prendi meno di quanto hai pagato, se sono meno di dieci anni.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/03/2017 - 15:07

DR.STRANGE, LEGGENDO CERTI VOSTRI COMMENTI MI RENDO CONTO DELLA IMBECILLITà NON UMANA MA LA VOSTRA ITALIANA.SE I TEDESCHI SAPESSERO REALMENTE QUELLO CHE SUCCEDE IN ITALIA CON QUESTO PD AL GOVERNO SI METTEREBBERO LE MANI NEI CAPELLI, DATO CHE CONOSCONO QUESTI DEL PD COME POLITICI BEN VESTITI MA CON TESTE TUTTE PARTICOLARI.

Ritratto di orcocan

orcocan

Mer, 15/03/2017 - 15:08

A parte i soliti interventi dei "so tutto mi", sono 30 anni che propongono la riforma del catasto. Se tutto va bene ne passeranno altri 30. Per fortuna qualcuno tipo @Koch, fa una valutazione impeccabile. Casa mia l'ho edificata oltre 50 anni fa con relativo mutuo. Oggi, secondo i metodi proposti, sarebbe una villa superlussuosa... e invece con le tecnologie di allora è quasi una catapecchia. A Treviri ROMANA invece sembra che possiedano case assegnate gratuitamente ed esentasse. PS: faccio parte di una categoria giuridico-professionale che si occupa di immobili dal 1958. :-D

Martinico

Mer, 15/03/2017 - 15:08

Spartizione della Miseria per tutti.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 15/03/2017 - 16:35

#CADAQUES- 14:20 "...distruzione della patria della mafia e del fascismo che fa schifio al mondo" .Ah, ma allora sei ancora a mezzo...Nell'epoca dei CD tu persisti a suonare il solito vinile. Rotto, per giunta.

Popi46

Mer, 15/03/2017 - 17:07

Italiani brava gente. Per decenni la casa e' stata simbolo di sicurezza,riscatto sociale,stabilità.Gli italiani hanno investito sul mattone. Ed ora, che vengono al pettine le insipienze della classe politica che loro stessi hanno votato, se la prendono dove non batte il sole....Italiani intelligente gente.

david71

Mer, 15/03/2017 - 17:27

Fosse la volta buona!

lupo1963

Mer, 15/03/2017 - 17:32

Le "riforme"dell'europa. Tasse,tasse e ancora tasse.Pensioni da fame a 70 anni,risparmi sulla sanita' e sulla pelle dei cittadini.Impoverimento generale. Questa e' l'europa. Gli unici coccolati da questi burocrati malati di mente :clandestini e musulmani.E poi si stupiscono pure del fatto che la gente ormai ODIA il regime di Bruxelles.Peggio dell'Urss.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 15/03/2017 - 17:59

Ma chi l'ha fatta o vuole fare sta riforma? I sinceramente democratici che spergiurano che le tasse continuano ad abbassarsi? Ora superate il limite, perchè non resta che le mutande da abbassarsi, poi non rimane più niente, e allora il gioco si farà duro.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 16/03/2017 - 07:43

invece di mettere mano ai problemi strutturali del paese (leggi chioare e semplici e sistema giudiziario rapido ed efficiente) le "priorità" di questi ciarlatani dalla lingua sciolta ma incapaci di firmare alcunchè sono adozioni omosessuali, convegno del PD, "riforma del catasto", appalti alle coop, ecc.

19gig50

Gio, 16/03/2017 - 09:48

Se qualcuno non si decide a toglierli di mezzo qui sarà un disastro.

V.V.

Gio, 16/03/2017 - 09:54

Confedilizia ha la ragione dalla sua parte. L'attuale governo non si rende conto del fatto che l'imposizione fiscale dovrebbe essere dimezzata; invece di comprimere la spesa pubblica la soluzione che prevede, tanto semplice quanto inefficace,si risolve in ulteriore aumento della tassazione, il che assesterebbe la mazzata finale all'economia del paese. Altra questione riguarda il recupero della tasse - una volta che ne venisse applicata la riduzione - non pagate da evasori totali o quasi totali, che merita provvedimenti specifici.

MEFEL68

Gio, 16/03/2017 - 11:51

Si parla, si parla, ma non si fa nulla (di positivo). Ricordo che molti anni fa nella trasmissione " Mi manda Lubrano" si parlava della tassazione sugli immobili. In studio c'era un viglile urbano di Capri, nativo di Capri e che abitava a a Capri in una casa che un tempo era una modesta casetta di pescatori che aveva avuto in eredità dai genitori. Ora quella casa, con vista sui Faraglioni, vale molto, ma per lui è ininfluente perchè ci abita. Che senso ha, se non quello dell'estorsione, questa persecuzione del Catasto?

MEFEL68

Gio, 16/03/2017 - 12:10

La riforma del Catasto serve solo a farci pagare una CATASTA di tasse che servono alla Casta.

gentlemen

Ven, 31/03/2017 - 00:50

Forse il Pd intende porre fine alla sua esistenza? Già è messo male,molto male, una cosa del genere lo farebbe scomparire per sempre...