La rivelazione di Emma Bonino e le due "figlie" non sue

Una rivelazione contenuta nel libro della giornalista di La7, Myrta Merlino, racconta un aspetto personalissimo della leader radicale

C'è un aspetto privato dellaa vita di Emma Bonino che è venuto fuori solo adesso, grazie a "Madri", libro scritto dalla giornalista Myrta Merlino. Ne parla oggi il quotidiano "La Stampa", per raccontare come tra le storie più interessanti ci sia quella della radicale Emma.

L'ex ministro, che recentemente ha avuto un cancro, non è mai voluta diventare madre. Ma come scrive la Merlino nel suo libro, "a un certo punto non ha resistito e ha preso con sé due figlie non sue, due bambine abbandonate che ha cresciuto per qualche anno, riempiendole di affetto e attenzioni e scontando tutto ciò a cui le madri lavoratrici devono far fronte ogni giorno: il doppio lavoro, il tempo che non basta mai, la stanchezza da cancellare, le fiabe da raccontare. Emma che a un certo punto ha detto basta e s' è separata dalle bambine che amava, perché s' è ricordata di non aver mai voluto essere madre: le ha allontanate da sé sopportando uno strazio infinito, ha trovato per loro una nuova dimensione, un presente e un futuro, e ancora adesso, quando le sente, quando le vede, ogni tanto, non è mai sicura fino in fondo di aver fatto la cosa giusta".

Commenti
Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 29/11/2015 - 18:14

Ma non ti vergogni???? Abbandonare due bimbe. Dopo che le hai riempide di affetto e dopo che hai ricevuto affetto, abbandonarle come si abbandona un cagnolino sull'autostrada? E poi perché??? Per motivi futili e banali !!! Ma non facevi meglio a star zitta???

Anonimo (non verificato)

Demetrio.Reale

Dom, 29/11/2015 - 18:54

una che ha praticato, parole sue, migliaia di aborti clandestini, mettendo i feti nei barattoli (ci sono le foto su internet) non deve stupire che abbia abbandonato due bambine. d'altronde per le bambine è stato sicuramente un bene essere allontanate da questo soggetto.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 29/11/2015 - 19:32

Quella che aiutava le donne ad abortire usando una pompa da bicicletta. Prima non vuole figli, poi ne adotta due, poi le abbandona con "strazio infinito", poi le cerca, le sente, ma poi non è sicura di quello che ha fatto. La prima considerazione che viene alla mente non è molto benevola nei suoi confronti e sarebbe molto simile ad un insulto; quindi evitiamo (sarebbe censurato). Ma concludere che come minimo ha le idee un po’ confuse (per non dire molto) si può dire, oppure anche questo sarebbe offensivo?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 29/11/2015 - 20:42

In famiglia l'abbiamo sempre ritenuta l'unico caso di acefalo che parla. Oggi abbiamo avuto la conferma.

Dordolio

Dom, 29/11/2015 - 21:10

La Bonino è "accreditata" di un numero di aborti eseguiti considerevole. Questi trascorsi di vita privata di cui ci rende personalmente edotti la qualificano ulteriormente per ciò che è. E non merita alcuna commiserazione ma solo disprezzo.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 29/11/2015 - 23:04

Da quel che si è capito da un articolo confuso, superficiale, la bonino conferma il suo sostanziale egoismo e la sua totale estraneità al concetto di maternità, e questo spiegherebbe anche la sua protervia nel praticare aborti, insomma questa bruttona ha l'animo del killer.

rossini

Lun, 30/11/2015 - 00:07

Prima le ha prese, si è divertita per un po' a giocare alla mamma e poi, quando ne ha avuto abbastanza, le ha abbandonate come si fa con i cani in autostrada.

Ritratto di Mickey_70

Mickey_70

Lun, 30/11/2015 - 06:38

...non mi e' mai piaciuta la Bonino. io credo nella liberta' di scegliere l'aborto in certe condizioni. non di praticarlo per protesta. o credo che la codardia dei nostril politici ad affrontare una responsabilita' (ecco la parola chiave) cosi' grande sia davvero imbarazzante. per fare cosa poi? permettere alla propria coscienza di placarsi. e cosi' 2 bambine hanno sofferto per I suoi capricci. vergogna.

ORCHIDEABLU

Lun, 30/11/2015 - 10:04

CON GLI ABORTI CI HANNO GUADAGNATO GLI UOMINI MEDICI CHE CON I RESTI DEI FETI CREDO, CI ABBIANO SPECULATO CRESCENDO IN VITRO ORGANI DA TRAPIANTARE SPERIMENTAZIONE UMANA.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 30/11/2015 - 12:08

Nel medio evo, a quelle come lei, cospargevano il capo di pece, le mettevano sopra una bella catasta di legna e poi accendevano il fuoco.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 30/11/2015 - 13:57

@orchideablu- Qui non si tratta della contrapposizione uomini-donne, d'altra parte le donne che si sottopongono all'aborto non vi sono costrette dagli uomini; esse sono solo incoscienti, perché hanno a disposizione una molteplicità di contraccettivi.Che poi la pratica abortiva favorisca un'utilizzazione di organi umani, non saprei dire.