Rockstar: "Contro l'Isis andrei pure in guerra"

Il cantante Johnny Hallyday infiamma gli spiriti dei francesi dicendosi pronto a partire per combattere il terrorismo. E le fabbriche di bandiere tricolori sono costrette ai turni straordinari

Avevamo già detto del boom di richieste di arruolamenti che sta attraversando la Francia dopo gli attacchi terroristici del 13 novembre: ora alle migliaia di anonimi volontari si aggiunge, almeno in potenza, il primo vip.

Si tratta del cantante Johnny Hallyday, rockstar parigina 72enne molto famosa Oltralpe. Che sulla spinta dell'onda patriottica che infiamma i Francesi si è detto disposto ad arruolarsi nell'esercito "se non fossi cantante" e a partire per combattere contro l'Isis. Ma non è tutto: a primavera è già in programma un nuovo servizio militare volontario con già mille adesioni e da più parti - a destra come a sinistra - si vocifera di reintrodurre la leva obbligatoria.

Nel frattempo il clima di patriottismo ha provocato un'impennata nella richiesta di bandiere tricolori: la Doublet, una delle aziende produttrici, ha dovuto organizzare turni di lavoro straordinari per soddisfare l'altissima domanda. Una circostanza, assicura il responsabile dell'azienda, che si era verificata solo in occasione della morte del generale de Gaulle o della vittoria dei Mondiali nel 1998.

Commenti

guerrinofe

Lun, 23/11/2015 - 10:40

Ora che è in bolletta ,si fa pubblicita come puo.

Adolph

Lun, 23/11/2015 - 11:29

A 72 anni dove vuole andare ? Buffone!

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 23/11/2015 - 11:33

...tutto fa brodo....

Libertà75

Lun, 23/11/2015 - 13:46

il guaio è che in Italia se parli di leva militare si alzano un coro di ignoranti a starnazzare all'inverosimile, gli stessi poi che difronte a stragi come quella di charlie hebdo dicono "colpa nostra che li abbiamo delusi"