Roma, 14enne gay suicida. In un biglietto: "Non ce la faccio più"

Si è lanciato dal terrazzo di casa a Roma. In un biglietto: "Non ce la faccio più". Le associazioni Lgbt: avanti sulla norma anti omofobia

Fiori in via Aldo Sandulli a Roma dove il 14enne si è tolto la vita

Non sopportava più la derisione dei coetanei e il non potersi confidare con i propri genitori. Sarebbero stati questi i motivi che hanno portato un 14enne omosessuale, di un quartiere periferico di Roma, ad uccidersi, lanciandosi dal terrazzo di casa, tra mercoledì 7 e giovedì 8 agosto.

"Tutti mi prendono in giro, nessuno mi capisce", avrebbe scritto in un biglietto trovato in casa dalla polizia, lasciato in camera poco prima di lanciarsi nel vuoto, insieme a un secondo messaggio, su una pendrive. Il giovane ha fatto un volo di venti metri, prima di cadere al suolo, in un giardinetto dove un altro ragazzo ha scoperto il suo corpo.

Sui fatti sta già indagando la Procura di Roma, che al momento ha aperto un fascicolo contro ignoti.

Cordoglio dalle associazioni Lgbt. Flavio Romani, presidente di Arcigay, ha parlato di una notizia che "fa sprofondare in un dolore terribile". Ha ricordato poi anche il "corpo massacrato di Andrea, la transessuale trovata senza vita dieci giorni fa a Termini" e chiesto alla politica di "mettere in agenda provvedimenti in grado di produrre un cambiamento nei luoghi scolastici, in quelli sportivi, nelle famiglie, nella cultura".

Nichi Vendola, su twitter, ha scritto: "Spero che una intera classe dirigente chieda perdono per le vittime dell’omofobia e per aver consentito che l’odio per le diversità diventasse lessico ordinario della contesa politica".

Commenti
Ritratto di Adriano Attinà

Adriano Attinà

Dom, 11/08/2013 - 11:26

Tutti questi morti sono sulla coscienza dell'on. Giovanardi, della chiesa e di tutti quelli che su questo forum prendono in giro Vendola ironizzandoci su.

Ritratto di Adriano Attinà

Adriano Attinà

Dom, 11/08/2013 - 11:26

Tutti questi morti sono sulla coscienza dell'on. Giovanardi, della chiesa e di tutti quelli che su questo forum prendono in giro Vendola ironizzandoci su.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 11/08/2013 - 11:47

L'imbecillità dei piccoli omofobi e dei loro genitori non ha confine. E' ora di iniziare a circoscriverli. Questa mentalità che vuole impossessarsi della nazione va distrutta in modo decisivo e l'unico modo e quello economico, multe elevatissime e sottrazione di alcuni diritti. E' ora che anche questo giornale inizi a censurare questi buffoni.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 11/08/2013 - 11:58

Forse qualcuno ora piangerà dopo averlo fatto sprofondare nella disperazione. Intanto a Roma Forza Nuova ha affisso manifesti contro la legge sull'omofobia invocando la libertà di pensiero.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 11/08/2013 - 11:58

Forse qualcuno ora piangerà dopo averlo fatto sprofondare nella disperazione. Intanto a Roma Forza Nuova ha affisso manifesti contro la legge sull'omofobia invocando la libertà di pensiero.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 11/08/2013 - 11:59

Forse qualcuno ora piangerà dopo averlo fatto sprofondare nella disperazione. Intanto a Roma Forza Nuova ha affisso manifesti contro la legge sull'omofobia invocando la libertà di pensiero.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 11/08/2013 - 11:59

Forse qualcuno ora piangerà dopo averlo fatto sprofondare nella disperazione. Intanto a Roma Forza Nuova ha affisso manifesti contro la legge sull'omofobia invocando la libertà di pensiero.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 11/08/2013 - 12:00

Forse qualcuno ora piangerà dopo averlo fatto sprofondare nella disperazione. Intanto a Roma Forza Nuova ha affisso manifesti contro la legge sull'omofobia invocando la libertà di pensiero.

frabelli1

Dom, 11/08/2013 - 12:16

Sicuri che il motivo fosse questo? Definire un ragazzo di 14 anni già omosessuale o bisessuale o eterosessuale mi sembra prematuro. Anche in passato giovani si suicidavano gettandosi dalla finestra della scuola o di casa. erò, all'ora, si diceva per problemi di studio. Magari anche allora il motivo poteva essere diverso, magari perché presi in giro. I ragazzi, in generale, sono "cattivi" e se la prendono sempre con chi mostra loro il fianco. Indipendentemente dalla sessualità o altro. Purtroppo questi ragazzi si fanno notare subito e ragazzi o ragazze li prendono di mira. Non continuiamo a sostenere che il motivo fosse l'omosessualità.

bastardo

Dom, 11/08/2013 - 12:25

HO FATTO IL MIO LAVORO,ADESSO BECCHIAMO IL PROSSIMO!!!!!!!

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 11/08/2013 - 12:41

Adriano Attinà va a fan c..o , la morte se l'è data da solo c'è tanta gente e che giornalmente si toglie la vita per un motivo o l'altro....

Paul Bearer

Dom, 11/08/2013 - 12:51

@ Adriano Attinà : Certo su Vendola non si può ironizzare non è mica Brunetta o qualcuno del cdx! @ luiigpiso : Come al solito dietro lo strombazzamento dei diritti nascondete i vostri soliti obbiettivi : mettere in galera o multare quelli che non la pensano come voi.

Ilgenerale

Dom, 11/08/2013 - 13:02

La tolleranza imposta dalla legge che tolleranza sarebbe? Per me l'omosessuale ha il diritto di vivere e io ho il diritto di dire che l'omosessuale mi fa schifo!!! Se qualcuno vuole uccidersi per questo si uccida pure, la mia libertà di opinione non di baratta!!!

CALISESI MAURO

Dom, 11/08/2013 - 13:06

luigi piso il giornale non censura le sue esternazioni, perche' dovrebbe censurare quelle degli altri? E' questa la sua idea di democrazia? Ritorni sotto l'ombrellone e si goda le sue meritate vacanze.

Giacinto49

Dom, 11/08/2013 - 13:11

L'omosessualità è solo un pretesto per non parlare di educazione e di rispetto che andrebbero insegnati nelle scuole e nelle famiglie entrambe diventate ormai una cloaca. La lotta delle comunità gay per diritti che vanno oltre tradizioni e natura ha esacerbato, insieme con la maleducazione gratuita di cui sopra, i comportamenti. Auspico il ritorno dell'insegnamento nelle scuole, per insegnanti ed alunni, dell'educazione civica e di programmi di studio che insegnino anche altruismo, rispetto, cortesia (corsi serali per genitori - esami a fine anno).

uprincipa

Dom, 11/08/2013 - 13:16

@ilgenerale : e magari per lei fa schifo l'omosessuale e non quelli che li picchiano o li deridono...la sua omofobia strisciante è tipico del mezzo uomo .che ha paura di confrontarsi con gli altri...come molti nazisti che combattevano gli omosessuali perchè combattevano contro la loro indole omosessuale ...

aladino77

Dom, 11/08/2013 - 13:32

frabelli1: il motivo del suicidio mi sembra chiarissimo ed è stato esplicitato dal povero ragazzo. Anche se in realtà non è un suicidio: è un omicidio di cui hanno le mani lorde di sangue gente ignorante, piena di odio rancoroso e con seri problemi (se uno non ha problemi, una vita infelice, una scarsa considerazione di se stesso e magari problemi sessuali, non se la prenderebbe con quello o con quell'altro ma vivrebbe per cavoli suoi senza disturbare gli altri). x Il Generale: anche gli imbecilli come lei fanno abbastanza schifo. Di solito quelli che parlano come lei sono gay repressi, dovrebbe provare a prenderlo in quel posto, sicuramente proverà piacere e vivrà una vita più rilassata

rino biricchino

Dom, 11/08/2013 - 13:35

@Il generale: la libertà di pensiero è un cosa, la libertà di espressione è un altra. Anche essa è del tutto legittima ma deve fermarsi laddove comincia l'offesa. E se non si ferma per personale educazione e senso civico deve fermarsi per legge. Le faccio una domanda: se tutti i giorni chiunque la circondi le ripetesse con tono di feroce derisione che lei e' un coglione, come si sentirebbe?

Stepas2

Dom, 11/08/2013 - 13:45

"Gli amici lo prendevano in giro" o "non si sono accorti di nulla"? E' pieno di gay in giro, basta intrupparsi con loro. Se la notizia e' vera, si tratta della conseguenza di tutto questo polverone sulla cosiddetta "omofobia". Il fascicolo non va aperto contro ignoti, va aperto contro i genitori.

Ilgenerale

Dom, 11/08/2013 - 14:42

Sapete qual'e' la verità ? L'omosessualità e' una malattia, peraltro anche scientificamente dimostrato, si tratta di una malformazione della stria della migdala ( una parte del cervello) . Perché non si affronta il problema? Perché è più facile dire che è tutto normale, dopotutto i gay sono dei consumatori e questo e' quello che conta!

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Dom, 11/08/2013 - 14:53

Ma i genitori dov'erano ?

Massimo

Dom, 11/08/2013 - 14:57

Il generale ha perfettamente ragione. Se uno è omosessuale e se ne vanta pure non deve considerarsi offeso se a noi "fa schifo" la sua pratica perchè noi abbiamo il diritto di esprimere la nostra opinione sulla ripugnanza di tale pratica esattamente come lui ha il diritto di esprimere la sua opinione sulla "bellezza" della stessa. Piuttosto la colpa va ricercata negli omolatri che tendono ad assecondare i capricci degli omosessuali, opponendosi ad ogni ricerca per curare tale tendenza, rifiutando di riconoscere che si tratta di una patologia o, quanto meno, di una anormalità. Così si lasciano soli i genitori, incapaci di trovare la strada per aiutare i figli.

CATTOLICO

Dom, 11/08/2013 - 15:00

L omosessualita e un invenzione di Satana,e chi segue le sue strade porta se stesso in rovina,l omosessualita e una malattia guaribile,certo se si da ascolto a tutte quelle associ azioni che sostengono il contrario, possono creare delle confusioni specialmente in ragazzi deboli e sugestionabili....

HARUN EL RASHID

Dom, 11/08/2013 - 15:04

Quel che bisogna insegnare è il rispetto del prossimo e delle persone e questo non lo si fa per legge; all'età di questo ragazzo tutti abbiamo subito fastidi e molestie (e magari proprio da omosessuali) per le motivazioni più becere, difetti fisici, occhiali, modo di parlare, origini familiari e non ho mai conosciuto nessuno che si sia suicidato. Questo ragazzo (e la morte di un ragazzino di 14 anni è sempre una tragedia) ha avuto purtroppo un momento di debolezza e ha ceduto; avesse riflettuto un momento (ed avesse avuto maggior rispetto per il dolore dei genitori e degli amici) avrebbe fatto scelta diversa. Aprire una inchiesta come hanno fatto alcuni PM mi pare francamente assurdo, tanto varrebbe aprire inchieste contro ignoti per chi si uccide -come quell'intellettuale francese- per protestare contro la islamizzazione della Francia , o per chi si uccide perchè preso in giro in quanto "ciccione" ( "grassofobia"); pensate a tutte le ragazzine che si ammalano di anoressia per i condizionamenti di amiche, amici, ambiente sociale e vedrete che le vittime di questo reato sono molto più numerose, però non esiste una lobby tanto forte da promuovere iniziative di legge ! Come mai invece va avanti la c.d. legge contro l'omofobia? quali sono le lobby che la sostengono ? i potenti interessi economici e finanziari che la spingono?

Navigatores

Dom, 11/08/2013 - 15:10

@Ilgenerale: ... ed allora anche io ho diritto a dire che Ilgenerale mi fa schifo!!!! Caro Ilgenerale la tua non è nè libertà di opinione nè di espressione: il tuo è razzismo ed offesa. L'omosessualità è una malattia? Vai a dirlo allora all'OMS, che lo considera un normale comportamento umano. Lo sai che è soltanto un meccanismo della natura per evitare il soprappopolamento? La natura è sicuramente più intelligente di te. Invito lo staff di Ilgiornale di bandire assolutamente dalle discussioni persone che si esprimono in maniera così indegna e così offensiva, soprattutto davanti a tragedie del genere. Vergogna!!!

enron

Dom, 11/08/2013 - 15:41

come mai se uno è gay i "dagli allo schifoso, al deviato, al malato" e altri aggettivi carini letti nei commenti vengono sempre dai Paladini della Libertà? Forse la Libertà di rendere impossibile la vita agli altri e di far sentire in colpa le persone perché cosiderate contro i dettami della religione o tabù culturali ancora così forti in questo paese molto conservatore e ben poco liberale sempre pronto a condannare? Liberali dei miei stivali!!!

bruna.amorosi

Dom, 11/08/2013 - 15:44

tutti questi morti sono sulla coscienza di chi vuol far credere a queste persone fragili che tutto gli è dovuto .la loro condizione sarebbe normale se si comportassero normalmente invece vogliono l'impossibile .VENDOLA SI FA PRENDERE IN GIRO DA SOLO QUANDO DICE VOGLIO UN FIGLIO .nato da lui ecco quella è una cosa che lui NON può quindi è inutile farglielo sperare è tanto difficile capirlo ? .perchè poi un bambino se adottato deve essere deriso in seguito per una voglia di egoismo ? nella vita non si puo' avere tutto la natura lo insegna ci sono minoranze che vanno rispettate ma sempre minoranze sono .altrimenti non c'è giustizia .dato che loro vorrebbero essere uguali agli altri ma poi si distinguono loro stessi .

Ritratto di diego.zoia

diego.zoia

Dom, 11/08/2013 - 15:46

Non si può eliminare il disagio (o la mancanza di rispetto) per legge. Il paragone (irriverente, forse, ma esemplare) è la Legge Merlin.

bruna.amorosi

Dom, 11/08/2013 - 15:49

NAVIGATORES sei collegato con il cervello ? bene hai scritto che la natura crea queste persone per evitare il sovrappopolamento .benissimo spiegami allora proprio il TUO VENDOLA E' IL PRIMO CHE DICE VOGLIO SPOSARMI ED AVERE UN BAMBINO?? .patetico .

pajoe

Dom, 11/08/2013 - 16:01

Generale, Anche il lesbismo è una malattia ? A me sembra una devianza di moda, nel Nord Europa, Canada e USA lo praticano almeno 25% delle donne.

pajoe

Dom, 11/08/2013 - 16:21

Non bastavano 68 di odio e lotte fra fascisti, meglio, ex fascisti e comunisti, a oggi si aggiungono altre lotte, fra quelli a cui piacciono le donne e quelli invece, affari loro, che per le donne non hanno interesse alcuno.Giustamente, e tutto nel nostro DNA, Dagli Orazi E Curiazzi ai Guelfi e Ghibellini la storia non cambia, siamo Italiani.

Vintage

Dom, 11/08/2013 - 16:40

Subito una legge anche per tutti coloro che si sono suicidati perché non ce la facevano a tirare avanti. Non è possibile che questi suicidi siano considerati da meno

Vintage

Dom, 11/08/2013 - 16:42

E se un etero si suicida perché incompreso che facciamo una legge per proteggere gli etero sfigati? o forse un etero è meno impotante di un omosessuale?

rossono

Dom, 11/08/2013 - 16:47

Non leggevo commenti sinistrati quando qualcuno si ammazzava per il fisco!!! Nessun comunista diceva riformiamo il fisco subito.. Poi la tolleranza bella parola perche non tollerano chi non si puo' mettere in regola con il fisco prima di farlo ammazzare..

Ilgenerale

Dom, 11/08/2013 - 16:49

Perché la natura si comporti così non è importante, quello che oggi sappiamo e' che ha causarlo e' un gene che potrebbe essere rimosso in fase embrionale e il problema scompare, stessa cosa per molte alte malattie!

antes1

Dom, 11/08/2013 - 17:04

La imbecillità di quelli che definiscono malati gli omosessuali è la vera malattia. E in questo forum ne vedo tanti di malati.

paolonardi

Dom, 11/08/2013 - 17:05

La natura, il cui rispetto e' tanto caro ai SEL, ha creato, nel processo evolutivo, per le specie più evolute il dimorfismo sessuale e fornito i due sessi con organi diversi e complementari intesi a mettere in contatto i gameti maschili con i femminili per perpetuare la specie. Qualsiasi altro uso di quelli, ancorché piacevole, non e' secondo, ma contro natura. E quanto dico e' fisiologia umana, non espressione di omofobia. Ricordiamoci che tantissime sono le deviazioni sessuali che rimanessero nel privato, come era dell'omosessualità maschile e femminile, non creerebbero tanto disagio nella menti più deboli.

diegom13

Dom, 11/08/2013 - 17:05

Non mi piace lo sciacallaggio di certe lobby politiche. Lì c'è un ragazzo che probabilmente provava un malessere complessivo - perché diverso, per assenza di dialogo, per tanti altri motivi -, sul quale le prese in giro dei coetanei hanno pesato più del dovuto. Andrebbe rispettato, invece di essere cinicamente usato a bandiera di una categoria. E quando Vendola parla di "odio per le diversità" dovrebbe spiegare perché vuole una norma che di diversità ne tutela una sola, a dispetto delle altre. Pipporm: se hai letto la norma in discussione, ci dici cosa c'entra con il suicidio del ragazzino?

ben39

Dom, 11/08/2013 - 17:10

A prescindere dal dramma del ragazzo, penso che al fondo del problema omosessualità ci sia in primissimi la religione, la quale, sia cristiana musulmana o altro, esclude a priori qualsiasi pratica omossesuale ma non condanna l'individuo di natura diversa, come daltronde non fa con qualsiasi altro peccatore e anzi perdona entrambi. Il discorso è diverso quando è lo Stato ( democratico e laico) a dover giudicare con le sue leggi il cittadino gay, considerandolo al pari dell'eterosessuale. Questa è la distinzione: la Chiesa contro la pratica omosessuale ( matrimonio) e lo Stato a favore. Quindi come al solito una questione di convivenza e rispetto da tutte e due le parti, per evitare conflitti di matrice religiosa come avvennero in passato in Europa e oggi giorno in medio oriente.

diegom13

Dom, 11/08/2013 - 17:14

@ilgenerale: tutto è malattia e nulla lo è. Anche il genio è malattia, in quanto anomalia genetica. Se vogliamo rimuovere chirurgicamente le anomalie genetiche, così, per non aver fastidi in seguito, tanto vale "curare" tutti: avremmo una società perfettamente regolare, chimicamente contenta e moralmente morta. Una società è fatta di tante anomalie, ed è bene che sia così. I ragazzini tendono a voler essere uguali agli altri e deridere chi non lo è, poi crescendo di solito maturano. Il problema nasce quando si vuol regolare tutto e ci si dimentica di spiegare quel che è importante e quel che non lo è.

DrDestino

Dom, 11/08/2013 - 17:17

L'effetto peggiore delle campagne dei bigotti e dei fondamentalisti non è tanto quello diretto sulla vittima, in questo caso, quanto quello indiretto sui coetanei che imparano ed applicano insulto, sopraffazione ed emarginazione. E ritengo che sia questo che il più delle volte causa decisioni tragiche come quella di togliersi la vita, se non c'è attorno un ambiente -- sia scolastico che familiare -- che sia in grado di reagire e contrastare queste situazioni. Una legge può aiutare piano piano ad evitare che questi proclami continuino e che influenzino in maniera negativa chi cresce, ma bisogna molto prima fare in modo che nelle scuole si insegni attivamente non solamente rispetto ed accettazione, ma per esempio concetti basilari come la differenza tra identità e orientamento sessuale, per aiutare gli adolescenti a capirsi e a confrontarsi tra pari. Credo che questo sia fondamentale e sono sempre sorpreso, dai racconti che sento, come ancora in molte scuole nei corsi di educazione sessuale queste cose non vengano affrontate o vengano affrontate molto male e superficialmente.

piedilucy

Dom, 11/08/2013 - 17:36

rossono in accordo con lei non puoi esprimere un parere contrario perchè ti offendono e ti danno del razzista ...sinceramente se mio figlio o figlia fossero omosessuali lo accetterei ma penso che chiederei loro di non esternare le loro effusioni davanti a me perchè primo mi imbarazzano....mi mettono a disagio...secondo vedere due uomini che si baciano per me non è proprio un bel spettacolo....facciamo una legge subito per la gente che si ammazza perchè ha perso casa, lavoro, e SPERANZA

vivaitaly

Dom, 11/08/2013 - 17:47

e perche' no. facciamo subito una legge sulla perversione sessuale, cosi, poi fra 10 anni possiamo fare anche una legge per I pedofili, I transessuali, per chi si vuole sposare con il suo cane, e cosi via. Ma lo volete capire che l'omosessualita' e' una perversione e non un'altra razza di essere umani. Dio ha creato uomo e donna e niente altro di mezzo. Tutte queste altre cose sono solo perversioni.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 11/08/2013 - 17:47

@CALISESI MAURO Evidentemente lei si sente tra gli altri.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 11/08/2013 - 17:55

Ritengo inaccettabile che le lobby gay si gettino come avvoltoi sulla morte di un ragazzino, strumentalizzandola per raggiungere il loro fini.Perché tanta visibilità al suicidio di un quattordicenne,solo perche gay,mentre passano sotto silenzio tanti altri suicidi,di minorenni e di adulti,che sono causati da altre motivazioni?

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 11/08/2013 - 17:58

Adriano Attinà, luigipiso, però vedo che voi state ancora in questo mondo!! com'è?? vedete che dipende non dalle attitudini sessuali? forse sarà per qualcos'altro..c'è gente che si suicida (a ragione) perchè di sinistra..guarda un pò..

Ilgenerale

Dom, 11/08/2013 - 18:00

Diegom13 lasciamo i sofismi alle aule di Filosofia. È vero , la natura crea continuamente "anomalie" questo perché non c'è una mente dietro, la natura si limita ad andare per tentativi casuali , poi con il tempo (millenni) le "anomalie" positive avranno la meglio su quelle negative, di chiama evoluzione. Ma ecco che nel contesto evolutivo appare l'UOMO, la mente ora c'è , non dobbiamo più lasciare al caso il processo evolutivo. Andando ad operare sui geni potremmo raggiungere un tale progresso evolutivo che lo stesso Darwin ne resterebbe sbigottito! Nessuno vuole una società piatta o "uguale" , eccezion fatta per i sinistri, quello che vogliamo è eliminare le tare e mandare avanti i pregi genetici. In una o due generazioni si avrebbe un essere umano formidabile !!!

davidebravo

Dom, 11/08/2013 - 18:03

I commenti di alcuni non smettono mai di stupire. Il lato oscuro della società civile.

Baccanale

Dom, 11/08/2013 - 18:07

nel leggere i vari commenti mi viene il ribrezzo per coloro che usano una tragedia intima e personale solo per i propri scopi. Facciamo una bella legge contro la stupidità ! Come se le leggi risolvessero i drammi dell'animo. Solo leggi per ipocriti.

gi.lit

Dom, 11/08/2013 - 18:12

Ci si può uccidere per qualsiasi cosa. Capita purtroppo che degli adolescenti si tolgano la vita perché lasciati dalla fidanzatina, o viceversa. E allora che si fa? Una apposita legge? E come la chiameremmo? Legge anti abbandono?

Inu-Yasha

Dom, 11/08/2013 - 18:27

Mah... adesso vogliono anche la legge contro l'"omofobia". Oltre al femminicidio. A quando un avviso di garanzia per possesso di testicoli?

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Dom, 11/08/2013 - 18:44

***Quanti indegni adulti insulsi ciarlatani parlano offendendo un adolescente quando la colpa, in questi casi, se si indaga veramente e quindi risalire a chi lo ha portato a tal vivere, nel 99% c'è dietro un bastardo adulto che di egli se ne approfittò. Come minimo. Piantala "orekkinato del tavoliere". sei l'ultimo a poter parlare di un bambino per difendere le tue sì porkerie consapevoli. Che tristezza!!! IPOCRITI MALEDETTI!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Dom, 11/08/2013 - 19:15

***Omofobia? Se un adolescente incontra un individuo in un posto isolato e scappa gridando: "aiuto, un vecchio frocio mi da la sensazione che mi vuole violentare, è omofobia? ossia aver paura del "diverso"? Io da ragazzino, alla pinetina di Montesacro (Roma) dove bazzicavano le trucide checche, quando li vedevamo ci facevano paura e gli urlavamo. " a brutto lurido frociaccio"! Oggi sarebbe reato? Ma lanimadelimortaccivostridestiinsulzilurididepravati. Dovete Crepare voi e chi vi difende. INDEGNI!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 11/08/2013 - 19:28

E' vero che ad ogni fatto avviene che si scopre che manca una Legge ad Hc ma è altresì vero che di Leggi ce ne sono troppe e quel che manca più di ogni altra cosa è l'Etica morale ed il rispetto tra le Persone. Socrate, che non è una Boldrini o un Vendola di turno, diceva che le Leggi sono buone anche se qualcuno cerca di aggirarle; lasciate il vostro rancoroso modo di vivere e sarete o diventerete liberi.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 11/08/2013 - 19:42

Io non avrei detto noiente se non fosse che per forza si doveva scrivere che era gay; che differenza c'è con una Persona normale? Quando si usano aggettivi è per fare neretto la frase e questo non va bene; tutti i morti meritano rispetto e non devono essere usati come arma. Shalom

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 11/08/2013 - 19:59

Siete solo dei repressi e dovete subire, perchè è il vostro turno. @Rapax, c'è gente fascista che ha suicidato (a torto) gli altri. Ma guarda un pò? E' finità però, vi hanno finalmente chiusi in un ghetto. Noi in questo mondo ci saremo sempre, voi sicuramente no (a ragione)

Ritratto di xulxul

xulxul

Dom, 11/08/2013 - 20:00

Ti pareva che non si sollevasse lo sciacallaggio per la morte di questo povero ragazzo? La legge sull'omofobia va fermata. In nome della costituzione e del buon senso. Altro che approvarla. Finiamola con la panzana che la società è ostile ai gay. Il ragazzo andava sostenuto psicologicamente così come non era fuori luogo capire il suo rapporto con i genitori, nella quasi totalità dei casi fattore scatenante dell'omosessualitá. Finiamola di andare alla caccia delle streghe. I singoli violenti vanno puniti con la normativa vigente già sufficientemente severa. Il problema è che la lobby specula su queste tragedie per sovvertire l'ordine naturale. Semmai paradossalmente è la società che subisce le vessazioni di questa minoranza chiassosa. Questa gente non si fa scrupoli nel voler introdurre il reato di opinione. Putin ha capito la posta in gioco e li ha relegati in casa dal momento che l'omosessualità non è né un valore da promuovere nè una risorsa. Non ha capito la lobby che l'esecrabile legge in discussione sortirá l'effetto opposto di esasperare gli animi con le ovvie conseguenze. La verità e la natura non si cambiano a colpi di maggioranze equivoche.

gi.lit

Dom, 11/08/2013 - 20:13

La derisione è una brutta cosa. Qualunque genere di derisione. Ma la natura ci ha fatto così. Figuriamoci poi fra ragazzi. E' la vita, ci piaccia o no. Certo, oltre certi limiti, ci sono le leggi. Ma i comportamenti non possono essere censurati, oltre certi limiti. Vorrei chiedere poi ai sinistri se la derisione contro il Cav è invece cosa buona e giusta. Una derisione senza limiti che coinvolge persino la sua statura che essendo tutto sommato media non si vede perché debba essere definito nano. E dunque che si fa? Una legge contro la berluscofobia? Ma, Berlusca a parte, ve la immaginate una legge antiderisione? E' mai possibile che a sinistra si pensa sempre a come prevaricare inventandosi persino leggi assurde purché facciano loro comodo?

aladino77

Dom, 11/08/2013 - 20:14

Subito la legge sull'omofobia per fermare gente imbecilli di cui qui dentro a leggere i commenti abbiamo degni rappresentanti. Non so se provare più schifo per la loro ignoranza, o pena per le loro misere esistenze (perché tanta rabbia e tanto odio sottendono gravi deficit psicologici, magari problemi sessuali, ripetuti tradimenti della moglie non soddisfatta sessualmente, genitori assenti o madri peripatetiche che li hanno cresciuti male e chissà cos'altro)

gi.lit

Dom, 11/08/2013 - 20:28

Luigipiso. In quanto ai ghetti voi comunisti ve ne intendete davvero. I regimi che alle belle teste come la tua piacciono tanto creano nazioni-ghetto dove imperano la miseria e la morte. Dici: noi ( cioè, i comunisti) ci saremo sempre. Mi permetto ricordarti che dopo la caduta del Muro di Berlino i regimi che a te tanto piacciono si sono drasticamente ridotti di numero. E la stessa Cina comunista ha adottato il capitalismo. E sai perché? Perché il comunismo sfascia le economie. In quanto a te è ovvio che le teste di cazzo come la tua ci saranno sempre.

gianfran41

Dom, 11/08/2013 - 20:50

Cosa significa "sinistra già all'attacco"? Anche questa tragedia vi da lo spunto per fare politica? Certo che ci vuole una legge, e subito. Anche se dubito che una legge possa cambiare la mentalità di certi imbecilli in circolazione.

conversano

Dom, 11/08/2013 - 21:06

w GIOVANARDI....................

conversano

Dom, 11/08/2013 - 21:12

Ha ragione PAPA Francesco,siamo circondati da una lobby di finocchi,purtroppo.

conversano

Dom, 11/08/2013 - 21:17

Rendere i finocchi intoccabili/"inoffendibili",per leggi parziali a loro favore non potrà fare altro che acuire i pregiudizi e le divergenze.W Giovanardi

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 11/08/2013 - 21:28

hanno bisogno di cure mediche psichiatriche e supporto familiare altro che leggi immonde e contro natura. Vi siete tutti bevuti il cervello oramai.

GiacomoMarchetti

Dom, 11/08/2013 - 21:40

Il problema non è l'omosessualità, ne la legge contro l'omofobia, il problema sono i genitori omofobi di me**a come voi che non sanno insegnare l'educazione e il rispetto per gli altri ai propri figli! In ogni caso, le categorie più perseguitate dalla STORIA (parolone lo so) sono i neri, gli ebrei e gli omosessuali, e visto che esistono le aggravanti per le prime 2 non capisco perché non debbano esistere anche per la terza. (Anche se secondo me no servono a nulla e ne metterei solo una di aggravante nel caso di reato contro un altra persona "per motivi legati unicamente a differenze fisiche, etniche o comportamentali") PS: mi piace dare del nano a Berlusconi perché secondo me è un truffatore dello stato, evasore fiscale, colluso con la mafia e pedofilo, non perché sia basso!!!!! (secondo invio)

frabelli1

Dom, 11/08/2013 - 21:55

È questa legge, se dovesse arrivare, obbligherebbe i ragazzi a non prendere in giro un compagno o lo obbliga a fare in modo che in compagnia entrino anche quelli che ci stanno antipatici? Non ho letto che il ragazzo ha subito angherie o è stato picchiato o altro. Non lo volevano come amico, quindi uno non può più sceglierai gli amici ora? Se non fosse successo oggi, sarebbe successo domani, il ragazzo aveva problemi grossi suoi.

frabelli1

Dom, 11/08/2013 - 22:09

Come fa ad affermare che era omosessua Quaquando neppure i genitori ne erano a conoscenza? Perché forse oggi fa comodo sbandierare uno stato sessuale al posto di altri motivi. Neppure per quei ragazzi che si sono suicidati per motivi scolastici si è alzato tutto questo polverone. Forse loro meritano meno attenzioni perché non sono omosessuali? Sinceramente questa continua e soffocante difesa degli okosssssuali mi ha nauseato. Qui si tratta di carattere di una persona che l'occasione l'avrebbe trovata un domani anche per altri motivi, magari perché abbandonato dal compagno/compagna un domani. Rifuggire dalla realtà 

Prameri

Dom, 11/08/2013 - 22:19

Rispetto e onore per il ragazzo 'morto - stando al biglietto - nel combattere e nel protestare contro l’ingiustizia e l’emarginazione'. E' stato proposto un esempio chiarissimo che mi permetto di riportare: se prostitute seminude facessero manifestazioni per affermare il loro orgoglio di appartenenza a un particolare gruppo sociale provocherebbero comportamenti ancora meno rispettosi verso se stesse e i loro problemi. Le prostitute, per schiavitù o per scelta, hanno enormi problemi che la società non sa risolvere. Come la società non sa risolvere migliaia di altri problemi. Gli omosessuali hanno enormi problemi che la società non sa risolvere e di cui loro stessi vanno fieri per reagire alla ghettizzazione e maltrattamenti. La fierezza e le dichiarazioni di ‘normalità anche superiore a quella degli altri’, e il rifiuto a prescindere anziché l'approfondimento scientifico sulla 'stria(?) dell'amigdala citata dal signor generale, potrà portare allo scontro frontale ma non diminuire le reazioni autolesive come il suicidio, legge o non legge.

Ritratto di limick

limick

Dom, 11/08/2013 - 23:27

Chiaramente emerge che i compagni hanno problemi solo con la loro coscienza, quando un caso li tocca nell'ideologia saltano come molle, quando tocca gli altri se ne fottono altamente. E criticano il capitalismo!!?? Per loro il capitalismo dovrebbe essere come il libro CUORE....

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 11/08/2013 - 23:55

Censura.Non sono adatto ad esprimere un pensiero che va contro il politicamente corretto.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 12/08/2013 - 00:04

Appena c'è un cadavere all'orizzonte vedi subito girare nell'aria stormi di avvoltoi che scendono a farlo a pezzi. QUESTI ROSSI NON HANNO PROPRIO RISPETTO PER NESSUNO. NEANCHE DI UN POVERO RAGAZZO CHE NON AVEVA ANCORA IMPARATO A VIVERE. SONO MORALMENTE INDECENTI.

Ivano66

Lun, 12/08/2013 - 01:33

Ilgenerale: i suoi sono deliri fascistoidi e di un'ignoranza abissale, a cui nemmeno più la Chiesa crede.

Andrew85

Lun, 12/08/2013 - 02:10

SE ESSERE GAY E' UNA MALATTIA ALLORA IO GAY (27 ENNE DI DESTRA DATO CHE LEGGO QUOTIDIANAMENTE STO GIORNALE, LO SPECIFICO) NON VOGLIO PIU' ANDARE A LAVORARE CHIEDO LA PENSIONE DI INVALIDITA', CHE DOVRETE PAGARE VOI ETERO CON I VOSTRI CONTRIBUTI! ALLORA VEDIAMO SE CONTINUERETE A DIRE CA**TE SIMILI! A VOLTE RIMANGO ALLIBITO DAI COMMENTI CHE CERTA GENTE PUO' PUBBLICARE..

Giangi2

Lun, 12/08/2013 - 02:28

C'è' chi invece fa del razzismo coi nani, chiamando cosi brunetta e Berlusconi. Oppure sulle persone brutte, facciamo una legge per tutelare anche i bassi e i brutti che anche loro vengono derisi e qualche volta di uccidono per questo?

Ritratto di xulxul

xulxul

Lun, 12/08/2013 - 07:51

Appello ai politici che hanno ancora la testa sulle spalle e che riescono ad avere un minimo di lucidità e di conoscenza dei principi fondamentali del diritto. 1)Non cedere alla ridicola pressione psicologica che vuole creare un falso allarme sociale. 2)L'omofobia non esiste e non è una patologia dimostrabile clinicamente. Basta il cp a sanzionare qualsiasi discriminazione. Piuttosto è un grimaldello creato ad arte per portare avanti un disegno ben preciso. 3)la legge in esame è assolutamente incostituzionale (artt. 3 e 21). Per fortuna è stata licenziata dalla commissione con una seria pregiudiziale di costituzionalità che non, potrà essere pretermessa. 4) lo sciacallaggio, cui si è assistito dopo questo drammatico episodio, e alimentato da servizi giornalistici quando va bene superficiali ed intruppati, è funzionale al sovvertimento dell'ordine naturale facendo leva sull'emozione suscitata ad arte. In sostanza, si vuole equiparare l'omosessualità all'eterosessualita come normale orientamento sessuale. Equiparazione totalmenmte infondata e basata su dati falsi ed artefatti. Per fare questo, è necessaria una legge che conculchi la libertà di pensiero e di opinione, e faccia violenza al comune sentire della collettività. Legge cui deve seguire quella delle unioni gay insieme a quella abominevole delle adozioni. Questo è lo staus quaestionis. Qui non è ammessa dabbenaggine. E' in gioco la democrazia e la libertà dei cittadini. Beni tutelati e garantiti dalla costituzione. Gli episodi di intolleranza e di violenza vanno prevenuti con opera educativa e sanzionati con la normativa vigente, che deve essere solo applicata.

jakc67

Lun, 12/08/2013 - 07:53

trattandosi di un ragazzino in età scolare bisognerebbe da subito approfondire i fatti presso la scuola che frequentava, responsabilizzando preside professori, assistente sociale e chiunque abbia responsabilità in merito al benessere psichico e sociale dello studente, ma essendo questi personaggi a maggioranza di ideologia sinistra fanno parte degli "intoccabili", quindi avanti con l omofobia, il razzismo ecc., ecc.,...

dicoìo

Lun, 12/08/2013 - 08:28

Arriverà la legge antiomofobia. Una legge anti-anti è una legge pro: chiunque non rinunci alla ragione lo capisce bene, non nascondiamoci dietro il pollice. Allora via con pene aspre, processi per direttissima (vedi decreto antiantifemmine), quote omo al governo, nelle aziende, corsi antiantiomo nelle scuole. A me spiace moltissimo apprendere del giovane suicida. Un mese fa appresi che un compagno di scuola di mia figlia finì ucciso dall'auto di un romeno ubriaco. Quasi ogni giorno càpita una cosa del genere e ormai non ne vogliamo più sapere, chi se ne frega, ormai è normale, è così, che ci vuoi fare. Il povero romeno che deve vivere alle spalle della moglie beve e chi si para davanti a lui, sono cavoli suoi. Qualcuno ha detto in puvvlico una parola contro i romeni ubriachi? Nessuno, altrimenti partono le sirene antirazziste e si trova linciato o impiccato dalla folla benpensante. Qualcuno ha proposto una legge anti? No, ci vogliono le leggi antianti. Oggi è così. Domani, chi sa.

cornacchia46

Lun, 12/08/2013 - 10:49

Vorrei entrare, anche per un solo momento, nella testa di chi sostiene che l'omosessualità, essendo (a suo dire) una devianza, andrebbe relegata nel privato (id est, nascosta). Avere le gambe storte è una devianza, allora gli zoppi non devono farsi vedere in pubblico? Direi che hanno più diritto a camminare degli altri. Credete forse che la sessualità soggiacia ad altre regole? BIGOTTI!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 12/08/2013 - 11:51

C'è anche chi s'è suicidato per un brutto voto. O, eterosessuale, per una delusione amorosa. E non si tratta di casi sporadici. Che vogliamo fare? Abolire per legge le valutazioni scolastiche o imporre al partner (o alla partner) di non rifiutare mai una relazione che giudica improponibile o finita?

pajoe

Lun, 12/08/2013 - 12:07

A me è il loro " Pride" che mi sconcerta,questo orgoglio- esibizione del loro stato, si facciano i ca....ci loro e la smettano con questo show off da miserevole avanspettacolo, l'Italia di leggi penali e civili ne ha già fin troppe per difenderli dal dileggio e dalla descriminazione.

precisino54

Lun, 12/08/2013 - 17:41

Il problema è sempre il solito, dover imporre per legge atteggiamenti e idee. Affermare che gli omo, maschi-femmine, a qualcuno facciano schifo, opinione magari non condivisibile ma opinione, non esprime minimamente ed automaticamente la violenza, né è un invito per chicchessia alla medesima: è una opinione magari forte. Diversamente con la stessa logica, quando anni fa l’on Diliberto affermò e ribadì che a lui: Berlusconi faceva schifo, equivaleva alla istigazione alla violenza! Oltretutto è ben chiaro che alle parole di Diliberto, come a quelle di un qualunque parlamentare, venga dato maggior risonanza di qeulle di un comune mortale. Quindi se quella di Diliberto è stata una libera manifestazione del suo pensiero, non capisco perché lo stesso non debba valere sempre! A meno di non voler affermare che solo ad una parte politica sia lecito esprimere le proprie idee.

precisino54

Lun, 12/08/2013 - 21:20

Inviato già più volte invano. "Non ce la faccio più". Per quello che subisco o per quello che so dovrò subire? Lo confesso, su certi argomenti sono quasi prevenuto culturalmente, per cui so già che le mie considerazioni non sono proprio allineate alla vulgata comune, ma l'esperienza di vita e le angherie subite, per i miei modi garbati e non proprio da macho, ma anche piccoli difetti fisici mi hanno fatto vivere spesso a contatto con gli sfottò. Sono convinto che ragazzi, maschi e femmine, che vivono con difficoltà psicologiche la loro adolescenza ce ne siano sempre stati, a questa evidenza indubbia aggiungo pure che sicuramente oggi c'è una notevole accettazione del "diverso", ma pure si vuol sempre sottolineare l'evento suicidio come dovuto esclusivamente a qualcosa. Ma proprio a nessuno viene in mente di fare una piccola riflessione su cosa possa significare, in chi ha qualche difficoltà, il sottolineare che esista la difficoltà e magari aggravandola con la questione dell'essere derisi per le proprie inclinazioni. Credete proprio che anni fa queste cose non esistessero, o si era maggiormente disponibili all'accettazione? No! Si era solo più corazzati all'invettiva, forse perché non si faceva questo continuo discorso sulle ghettizzazioni del "diverso". Oggi c'è quasi un logoramento con questo continuo discuterne, i "diversi" vengono ghettizzati continuamente si ripete si parla di omofobia spesso a sproposito. Ma pensate che un adolescente, maschio o femmina, che sa di poter vivere delle situazioni sgradevoli, che possa venire preso di mira, viva meglio o si sente maggiormente frustrato? Ecco il punto: il continuo parlarne, più che creare una accettazione crea, nei soggetti in difficoltà, le difficoltà! Quanti sono stati i militari di leva che sol perché non si mostravano di essere "rambo" venivano spinti a prove "goliardiche" di forza mentale e fisica spesso rischiose, lette poi come casi di “nonnismo”? In definitiva sono dell'opinione che il continuo paventare il rischio non fa altro che rendere ulteriormente deboli i nostri ragazzi. Ecco che a questo punto io chiedo a Vendola, se a chiedere perdono debbano essere quelli da lui indicati o la classe dirigente che, per raccogliere consenso insiste su certe presunte ghettizzazioni? In questa mia domanda mi faccio forte anche delle parole di -frabelli1 – 12:16- unico su cui si è appuntata la mia attenzione, che conferma le mie ipotesi in materia. Se poi riflettiamo, a nessuno viene in mente che esasperazioni comportamentali come quelle che vengono veicolate come possibili nei gay-pride ed in televisione, non siano esse stesse come non gradite a chi vive in difficoltà, e che magari non accetterebbe di proporsi in tal guisa! Concordo con -bruna.amorosi- 15:44; che in poche parole esprime proprio quanto ho cercato di fare io al mio solito logorroicamente.

Ritratto di limick

limick

Mar, 13/08/2013 - 08:26

Andrew85 Lun, 12/08/2013 - 02:10 Se non vuole piu' lavorare ci sono altri sistemi, soprattutto in Italia, lasci stare l'invalidita' che e' un problema serio e che gia' viene utilizzato sulla pelle degli invalidi veri. Probabilmente Lei non e' gay perché io tutta sta sensibilita' che conclamano non ce la vedo... e forse non e' neanche di destra, da come parla.