Roma, arrestati altri due membri della baby gang di Capodanno

La polizia individua altri due membri della baby gang che la notte di Capodanno aveva aggredito e rapinato tre persone nella Città Eterna

Dopo Napoli, Roma: il fenomeno delle baby gang non perde di attualità. Dopo le cronache dal capoluogo campano, che parlano di bande di ragazzini che operano con modalità che anche il ministro dell'Interno Marco Minniti non ha esitato a paragonare a quelle del terrorismo, anche nella Capitale le scorrerie di questi gruppi di minorenni tornano sulle prime pagine dei giornali.

La polizia ha infatti individuato due membri della baby gang che durante la notte di Capodanno aveva aggredito e rapinato due cittadini stranieri in piazza Santa Maria Ausiliatrice. Un'aggressione violenta, con calci e pugni e il furto di cellulari e portafogli, seguita poi da un assalto analogo ai danni di un ragazzo a Campo de Fiori.

Sei membri del gruppo, equamente divisi fra italiani e stranieri ma tutti già noti alle forze dell'ordine, erano stati già identificati e sottoposti a provvedimento restrittivo mentre altri due erano riusciti a fare perdere le proprie tracce.

Oggi però gli investigatori coordinati dal gip sono riusciti a risalire all'identità di una 23enne e di un 18enne di Ostia, che sarebbero responsabili di quelle due aggressioni: nei loro confronti il giudice per le indagini preliminari ha spiccato un'ordinanza di custodia cautelare. I due sono già stati messi agli arresti domiciliari.

Commenti

amedeov

Mer, 17/01/2018 - 11:33

Per queste baby gang non servono denunce ma un paio, e dico poco, di sonori ceffoni

VittorioMar

Mer, 17/01/2018 - 11:43

...UNO STATO DEMOCRATICO E' FORTE SE LE SUE LEGGI SONO FORTI!!E NON SI DEVONO INTERPRETARE MA APPLICARE !!ALTRIMENTI E' SOLO UNA COMPAGNIA DI GIRO.....!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 17/01/2018 - 12:07

lasciate stare le altre città, venite a parlare delle baby gang di napoli, quelle di roma, non contano, e neanche quelle di milano che tennero sotto scacco per 6 mesi la lombardia e milano , napoli è l'unica che fa notizia!

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 17/01/2018 - 12:13

VittorioMar - I giudici applicano le leggi vigenti. E' compito dei Parlamenti adattarle ai tempi. A mio avviso sarebbe da riformare l'art. 97 e 98 c.p. prevedendo l'impunibilità per il minore di età inferiore ai dieci anni e la diminizione della pena per i reati commessi da soggetti di età compresa tra i 10 e i 14 anni. E' assurdo che oggi un soggetto di 17 anni (magari con due figli, come già accaduto) venga considerato minore ed abbia con ciò diritto ad uno sconto di pena.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 17/01/2018 - 12:15

Arresti domiciliari? Tv, videogiochi, pc, smartphone, e il pranzo e la cena preparati da mamma'. Che pacchia!

Una-mattina-mi-...

Mer, 17/01/2018 - 13:36

INTEGRAZIONE MULTIETNICA

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 17/01/2018 - 15:02

-e delle baby di torino ne vogliamo parlare?--non esiste città o posizione geografica che ne è immune---le gang sono figlie dei social---effetti collaterali della globalizzazione compresi nel prezzo--