Roma, bimba muore di morbillo. I medici: "Con il vaccino si sarebbe salvata"

La piccola è morta ad aprile al Bambino Gesù. Aveva una malattia genetica complessa. Il primario: "Se fosse stata vaccinata forse ce l'avremmo fatta"

Un'altra bambina è morta perché i genitori avevano deciso di non vaccinarla. È morta a soli nove anni. Una bambina di nove anni per aver contratto il morbillo. Il decesso risale ad aprile di quest'anno, ma il caso è stata reso pubblico soltanto oggi. Come spiega all'agenzia Agi l'infettivologo dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma, Alberto Villani, la piccola, che era affetta da una malattia genetica estremamente complessa chiamata cromosomopatia, "non era stata vaccinata per timore, quando invece, essendo un soggetto più fragile per via della patologia di cui era affetta, ne avrebbe avuta estrema necessità".

"La bambina era in una condizione di estrema fragilità - spiega a Repubblica Villani - ma se non avesse preso il morbillo forse non sarebbe morta. E infatti è purtroppo deceduta proprio per le conseguenze del morbillo, che ha innescato una insufficienza multiorgano. Abbiamo tentato di tutto". oltre ad essere il primario di Pediatria al Bambino Gesù, Villani è anche il presidente della Sip, la società italiana di Pediatria, e sa bene che i bambini che presentano situazioni cliniche complesse sono anche quelli che vengono vaccinati meno dai genitori. Una scelta folle dal momento che questi rischiano di ammalarsi cinque volte di più rispetto ai bimbi sani. "Molti bambini fragili per vari timori non vengono vaccinati - spiega Villani a Repubblica - ma in realtà soltanto in rari casi di immunodeficienza il vaccino è sconsigliato: bambini oncologici, con patologie intestinali come Crohn o rettocolite ulcerosa, trattate con terapia immunosoppressiva, o altre malattie trattate allo stesso modo, quindi patologie reumatiche, asma grave, trapiantati. E nei casi di malattie immunitarie acquisite o complesse. Negli altri casi, con attenzione, si può procedere alla vaccinazione, che anzi è protettiva. La bimba morta - conclude l'infettivologo - era certamente in una condizione di fragilità, ma senza il morbillo probabilmente non sarebbe morta".

Il caso della bambina di Rom arriva lo stesso giorno in cui l'Unità Operativa di Pediatria dell'ospedale "San Martino" di Oristano ha diagnosticato il tetano a un ragazzino di 10 anni. Erano almeno trent'anni che questa malattia non appariva in Italia. "La vicenda - ha commentato il direttore dell'Unità Operativa di Pediatria Giovanni Zanda - ripropone il tema della scelta da parte di alcuni genitori di non vaccinare i propri figli, esponendoli a rischi apparentemente banali, che potrebbero avere conseguenze molto pesanti e persino letali sulla salute dei propri figli".

Commenti

TreeOfLife

Mer, 28/06/2017 - 16:49

Sembra che il 2017 sia l'anno delle pandemie.

KAVA

Mer, 28/06/2017 - 17:04

Nel titolo sarebbe bene inserire l'avverbio usato dal primario : "Forse"

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Mer, 28/06/2017 - 17:12

Altro marchettone pro vaccini.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 28/06/2017 - 17:13

Mai sentito parlare di morbillo e guarda caso ora se ne parla. Credo che i vaccini verso i soggetti più a rischio e deboli possano avere un senso, ma quando ti dicono che insieme al morbillo inoculano anche altri 5 vaccini allora forse c'è qualcosa che non va. Che si facciano i vaccini monovalenti.

Jon

Mer, 28/06/2017 - 17:17

Gli Americani hanno ammazzato 500.000 bimbi in Iraq ... A quando un vaccino contro la pazzia di Washington??

Nick2

Mer, 28/06/2017 - 17:18

Camerati, volete combattere le tanto odiate lobbies farmaceutiche, causa di tutti i mali di questo mondo? Bravi! Ma siate coerenti fino in fondo però. Gettate tutte le pastiglie per il cuore, per la pressione, per il colesterolo, sbarazzatevi di insuline, spry contro asma e allergie, antidolorifici. Vedrete, gliela farete pagare a quei bastardi! W il fantastico mondo oscurantista dei fascioleghisti!

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 28/06/2017 - 17:24

"Del senno di poi, son piene le fosse" e poi sui vaccini il solito bla bla bla non proprio disinteressato......Una prece per la piccola ........

Mizar00

Mer, 28/06/2017 - 17:26

Forse.. forse .. FORSE. Ma ci avete preso per somari ? Tutte notizie ad OROLOGERIA.

Lele53

Mer, 28/06/2017 - 17:32

Esatto @DuduNakamura. Continua la propaganda selvaggia al DdL emanato dalla Lorenzin. Una situazione allarmante non può essere per sporadici casi di complicazioni o decessi compatibili con patologie importanti già di per se a rischio. I vaccini vanno fatti, ma non imposti. Consenso informato come per qualunque terapia.

Il-Discrimine

Mer, 28/06/2017 - 17:51

BASTA! Siete dei pennivendoli venduti alle case farmaceutiche. Il vostro è squallido terrorismo! Vergognatevi.

Pitocco

Mer, 28/06/2017 - 18:15

Ma perché scrivete bestialità? La bimba, suo malgrado, non era una bimba "sana", ma aveva delle patologie ed anche molto gravi! Come si fa ad essere così beceri ed accusare dei genitori quando avranno fatto tutto per lei? Ma la Glaxo ha anche voi a libro paga oltre che alla Lorenzin?

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 28/06/2017 - 18:15

---lasciate che muoiano questi bimbi figli degli inetti destricoli---sarà tutta forza voto in meno nelle loro mani---non parlate di questi casi in tv o sulla stampa---sennò rinsaviscono---swag ganja

karl52b

Mer, 28/06/2017 - 18:44

Basta!! Ora Basta !! notizie che un anno fa non prendavate nemmeno in considerazione, ora le date in prima pagina, Bravi!!! Questo è solo terrorismo mediatico ....vi chiedo solo rispetto per le piccole vite che tutti i giorni si perdono per vari e svariati motivi !!! avete rotto con questa storia dei vaccini ma rotto davvero...

borghese

Mer, 28/06/2017 - 18:57

con una vaccinazione esistente i rischi diminuiscono (non scompaiono) anche se non viene somministrata la dose di siero, che è per questo fortemente consigliata. L'acqua ossigenata può eliminare i clostridia tetani se la ferita è superficiale, ma se, per esempio, una punta infetta penetra in profondità, l'acqua ossigenata serve a nulla

peppeilbuono

Mer, 28/06/2017 - 19:05

con il vaccino, si può sempre trarre la malattia, anche senza. I media stano dando notizia false , hanno fatto sempre nomi e cognomi, anche se quel servizio mettevano a rischio il soggetto, dopo che la lorenzin ha dichiarato cosa vorrebbe fare , ogni giorno si vedono i servizi delle malattie che si potevano evitare dal vaccino. hai telegiornali, generando confusione e timore. come mai negli ultimi anni non se né parlato di queste malattie ?

Dordolio

Mer, 28/06/2017 - 19:12

Se questa bambina fosse morta di un'altra qualsiasi malattia normalmente di non particolare gravità e comune come il morbillo (ma per lei letale viste le sue condizioni fisiche) cosa avrebbero scritto? NIENTE. La faccenda assume importanza mediatica solo perchè si parla di morbillo. Se dovessi fare una lista di malattie banali (dall'influenza in poi) che potevano portarla a morte non basterebbe l'intera pagina.

Dordolio

Mer, 28/06/2017 - 19:19

Per chi fosse interessato, ho sott'occhio in questo momento una tabella tratta dal Neil Miller "Bambini e vaccini" (Macro Edizioni - 1994) dove si vede chiaramente che il tasso delle morti per morbillo è calato del 95% prima che il vaccino fosse introdotto (dal 1915 al 1968). Questo evidentemente il consulente Glaxo non lo ha detto alla Lorenzin. O forse sì?

Anonimo (non verificato)

Silvio B Parodi

Mer, 28/06/2017 - 20:07

la bambina era una rom???i genitori non sanno neanche cosa e' un vaccino, peccato che non siano morti anche loro.

Silvio B Parodi

Mer, 28/06/2017 - 20:12

jon!!!!!! gli americani ?? 500 mila?? bambini? i morti in totale giovani vecchi donne e bambini sono stati in TOTALE 390mila se per americani intendi la Clinton e Obama, sono d'accordo. Trump guerre non ne ha cominciato nessuna.

Lens69

Mer, 28/06/2017 - 20:47

I giornalisti tutti pro aziende farmaceutiche. Ma prendete anche voi una percentuale sull'acqusto dei vaccini?

Fjr

Mer, 28/06/2017 - 22:59

Oggi il morbillo ,domani la rosolia ,poi la varicella, poi.....eh ce n'è di malattie su cui fare leva ,poi basterà uno starnuto allarme si salvi chi può,o meglio salviamoci dalla Lorenzini

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Mer, 28/06/2017 - 23:14

ma hanno abolito la legge MERLIN? CRIBBIO!!!ADESSO CON LE MARCHETTE SI PAGANO LE TASSE

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Gio, 29/06/2017 - 07:53

Esempio di informazione sponsorizzata, velina-dipendente da Paese non libero. In Italia ogni anno muoiono di Infarto Miocardico 75.000 persone a causa del veto posto dalle sedicenti autorità sanitarie alla diffusione del Reale Rischio Congenito di CVD/CAD, diagnosticato dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminato con non costosa Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante. V. mia datata intervista http://www.ilgiornale.it/news/io-l-idraulico-corpo-sento-rischio-tumore.html

hansdrager

Gio, 29/06/2017 - 12:21

La causa della morte è il medico ? (parte I) E’ oltremodo sospetto come il medico curante (?) della bambina morta cerca di incolpare i genitori della piccola per la mancata vaccinazione contro il morbillo. Nell’articolo, ogni informazione circa i trattamenti della piccola diagnosticata con cromosomopatia è assente. Trattamento farmacologico? Chemioterapia? Sta di fatto che la bambina è morta nell’ospedale, i quali, come si sa, sono focolai di infezioni (cosiddetta iatrogenesi). E se la malattia infantile (il morbillo), chiamata in causa dal medico curante (?), fosse stato il tentativo disperato della piccola di difendersi, aumentando la febbre, contro l’ambiente sterile che lo circondava. Forse la vera causa della morte della piccola è il medico (curante)?

hansdrager

Gio, 29/06/2017 - 12:23

La causa della morte il medico (parte II) Ma chi osa incriminare il medico. Già 2 000 anni fa, Plinio Secondo, annotava: "I medici imparano a nostro pericolo, essi esperimentano e uccidono con impunità sovrana; in effetti, il medico è l’unico che può uccidere". E’ alquanto infame che si cerca di strumentalizzare la morte della piccola per la campagna delle vaccinazioni coatte. Perciò fanno bene i genitori che diffidano dei medici e stanno sollevandosi contro questo tentativo della classe dei medici di imporre la loro DOTTATURA