Salento, migranti abbandonati su un'isolotto

Si tratta dell'isola di Sant'Andrea, del Comune di Gallipoli. Gli extracomunitari sarebbero pakistani e tra loro ci sono dieci minorenni

Sono quarantasette i migranti salvati sull'isola di Sant'Andrea, una piccola isola a largo di Gallipoli, in provincia di Lecce. Sarebbero, secondo le loro dichiarazioni, tutti pakistani. A segnalare la loro presenza un uomo che spaventato dai bagliori di un fuoco acceso sull'isola ha chiamato la capitaneria di porto. Sul posto è intervenuta anche la guardia di finanza per salvare il gruppo di extracomunitari lasciati sull'isolotto nel Salento. Non ci sono donne tra loro e dieci sono minorenni. Degli scafisti, invece, nessuna traccia. Tutti e quarantasette sono stati trovati con gli abiti asciutti, questo fa pensare che siano arrivati a bordo di una imbarcazione più grande e che siano stati portati in un secondo momento con un natante più piccolo sulle coste dell'isola.

Sono stati tutti condotti al centro di prima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto per le procedure di identificazione.
Non è il primo gruppo ad essere arrivato sulle coste pugliesi. Appena una settimana fa un gruppo di cinquantanove migranti è stato tratto in salvo a Gallipoli di notte. Avevano viaggiato a bordo di un veliero che è rimasto incagliato fra gli scogli di Punta Pizzo, sul litorale a sud della cittadina pugliese. Anche in quel caso i migranti erano tutti maschi di origini pachistane, tra cui otto minorenni non accompagnati.

Commenti

Scirocco

Mer, 01/08/2018 - 14:01

Bastava lasciarli lì sull'isoletta come Jack il Pirata.

Ritratto di Gianluca_Pozzoli

Gianluca_Pozzoli

Mer, 01/08/2018 - 14:41

fuma sano fuma il pakistano

unghiecondenti

Mer, 01/08/2018 - 15:06

Riserva naturale , proibito sbarcare. Chissà quanti italiani vorrebbero visitarla .Speriamo non facciano danni a flora fauna ecc. ecc. e specialmente che non lascino plastica e rifiuti " organici "

Michele Calò

Mer, 01/08/2018 - 19:57

E, di grazia, da quale guerra scappano questi clandestini, perlopiu' pericolosi integralisti islamici che spesso ammazzano i propri figli che cercano di integrarsi nei costumi occidentali? Il Pakistan è addirittura una potenza nucleare, non uno staterello subsahariano!