Salvini sui luoghi del sisma: "Leva obbligatoria per emergenze"

Il leader del Carroccio in Abruzzo: "Qui per ascoltare i sindaci lasciati da soli"

"Chiederemo 100 milioni di euro per le prime necessità". È questo il primo pensiero di Matteo Salvini, che espone a Radio Padania le priorità della Lega dopo il terremoto che ha colpito di nuovo il Centro Italia.

"Avete trovato 20 miliardi per il salvabanche dalla sera alla mattina", è pronto a ricordare il leader del Carroccio, "se fanno problemi a recuperare i soldi". E intanto accusa anche il Partito Democratico, reo di fidarsi di Vasco Errani, "fallimentare nella gestione in Emilia", per la ricostruzione in Abruzzo, Lazio e Marche.

Salvini è arrivato sui luoghi del terremoto questa mattina e dice "Noi siamo qui ad ascoltare i sindaci che ci dicono 'Nessuno ci ascolta, nessuno sa che esistiamo'. Non possiamo far miracoli ma preferisco esserci che non esserci".

E propone come "attualissima la nostra proposta per reintrodurre il servizio civile obbligatorio per sei mesi a livello regionale per garantire adeguata formazione, soccorso e primo intervento alle zone colpite dal sisma e dalla neve. Intervento che in queste ore sarebbe stato fondamentale e che purtroppo è mancato".

Commenti

settemillo

Gio, 19/01/2017 - 17:38

Egregio SALVINI, non si faccia illusioni, questi SGOVERNANTI da strapazzo NON hanno tempo da perdere; sono tutti occupati a raddrizzare le BANANE ed ora sono presi anche per MISURARE la superficie DELL' OMBRA onde tassare gli abusivi UTILIZZATORI. POVERA ITALIA come la stanno RIDUCENDO, e poveri i nostri figli e nipoti.

Prinzepo

Gio, 19/01/2017 - 18:01

SALVINI ha detto una gran cosa! Sarebbe bello che questo bellissimo Paese tornasse ad essere normale. La leva obbligatoria è necessaria sia per avere una forza d'intervento-lavoro, sia per rimettere del sale in zucca ai giovani di oggi che ammazzano se vengono sgridati. Forza e coraggio, datevi da fare!

Anonimo (non verificato)

roberto zanella

Gio, 19/01/2017 - 23:50

Paese in pieno sfacelo , terremoti , nevicate , immigrati , povertà in aumento , Cristo santo se non è il momento di una rivolta nazionale contro quei cxxxxxi di cattocomunisti , incapaci , boriosi , schifosamente miglioristi neppure nell'andare al cesso manica di somari...